Arredare le case e/o gli uffici con Piante belle, facili da Coltivare e che riducono l’inquinamento

C’è un motivo molto forte per arredare il proprio ufficio e/o la propria casa di piante: oltre a decorare gli ambienti con i loro splendidi colori e le forme graziose sono in grado di trattenere l’umidità e soprattutto di purificare l’aria, assorbendo alcune tossine dannose e alcune inquinanti che mettono a rischio la nostra salute.

Se vuoi sapere subito quali sono le piante di appartamento, facili da coltivare e resistenti,  che purificano l’aria delle stanze dove passiamo la maggior parte del tempo vai alla fine dell’articolo.

Qui ti darò dei cenni sul perché è importante considerare l’aria (cattiva) delle nostre case e/o dei nostri uffici e come fare a depurarla.

L’inquinamento atmosferico è una problematica riconosciuta e assai discussa sui media e prima ancora  a livello scientifico.

Nell’ultimo periodo l’attenzione si è rivolta in modo particolare ai problemi correlati alla qualità dell’aria degli ambienti confinati (indoor), ovvero degli ambienti chiusi come le nostre case e i nostri uffici.

E’  altresì maturata una sempre maggiore sensibilità e consapevolezza sull’importanza delle problematiche di salute e comfort tipiche di questi ambienti indoor ( o come si dice tecnicamente “confinati”).

Un argomento che riscuote molto interesse e di notevole rilevanza sociale è quello relativo ai rapporti esistenti tra inquinamento dell’aria degli ambienti chiusi e la salute respiratoria delle persone che trascorrono molto tempo negli spazi chiusi , come la casa dove si dimora, quelli di svago, studio, lavoro e/o trasporto.

Un Rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità di qualche tempo fa raggiungibile all’indirizzo http://www.iss.it/binary/iasa/cont/Rapporto_ISTISAN_13_39.pdfsi occupa delle problematiche dell’aria inquinata all’interno delle nostre case e dei nostri uffici.

Tramite il sistema respiratorio penetrano  nell’organismo vari inquinanti indoor aerodispersi; si tratta soprattutto di prodotti della combustione, agenti biologici/bioaerosol (virus, batteri, funghi, prodotti di animali domestici, ecc), Composti Organici Volatili (COV), radon (e suoi prodotti di decadimento) e monossido di carbonio.

L’inquinamento interno alle case o agli uffici è ancora oggi un problema troppo sottovalutato, soprattutto se si considera che la popolazione mondiale passa la maggior parte del proprio tempo in ambienti chiusi addirittura più inquinati rispetto all’esterno .

In questi ambienti chiusi si nascondono sostanze chimiche pericolose che possono provocare varie patologie:  Benzene, xylene, formaldeide, ammoniaca, trielina sono i nomi di alcune di quelle più pericolose che troviamo ogni giorno nell’aria che respiriamo.

Gli effetti tossici sulla salute dipendono da una serie di fattori, come la forma di questi componenti volatili, le loro quantità e il modo e per quanto tempo ne siamo esposti.

Questi inquinanti sono generati dai detersivi che usiamo per pulire, dai mobili (colle ed altro materiale contenutp in esso), dalle pitture, dalla combustione ecc. ecc.

Possono portare diversi problemi quali mal di testa, nausea, allergie, perdita di concentrazione, irritazioni irritazione a vari organi, affaticamento , disturbi neurologici , fino a gravi patologie.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità già nel 2002 misurava in un milione e seicentomila le morti che dipendono più o meno direttamente dall’inquinamento indoor, dall’asma al cancro, alle malattie croniche del sistema neurologico, del sistema riproduttivo e dell’apparato respiratorio.

Ancora, l’agenzia americana EPA (Environmental Protection Agency), mette l’inquinamento dell’aria tra i principali rischi ambientali per la salute pubblica.

E paradossalmente più le case diventano ecologiche, grazie ai vari isolamenti termici, meno facciamo cambiare aria, peggiorando l’aria interna!

Ma oltre a far cambiare spesso l’aria aprendo le finestre o usando macchinari dedicati,  c’è un modo molto facile per uscire da questo incubo: usare tante piante nelle nostre stanze.

Le piante per purificare l’aria

Ci sono tanti studi scientifici che hanno dimostrato l’utilità delle piante per la pulizia dell’aria indoor o degli ambienti confinati.

Tutto partì da uno studio pubblicato alla fine degli anni ottanta del 1900, condotto alla NASA, mentre studiavano come ricreare un ambiente ideale per gli astronauti sulle “astronavi” per lo spazio.  Lì  hanno scoperto che diverse piante da interni pulivano l’aria, grazie alla loro capacità di eliminare tossine e sostanze inquinanti.

Lo studio si è focalizzato su piante comuni, facilmente reperibili, e con poca difficoltà nella coltivazione e nella cura.

Ecco alcune piante che purificano l’aria secondo questo studio:

  • Ficus
  • Dracene
  • Palme da appartamento
  • Edera
  • Felci
  • Spatifillum
  • Potos
  • Filodendro
  • Sanseveria
  • Orchidee (Phalaenopsis e Dendrobium)

Trovi l’elenco dettagliato  delle piante trattate nello studio della NASA  su questa pagina http://www.edendeifiori.it/piante-contro-inquinamento

Ma poi gli studi sono proseguiti e molti ricercatori in tutto il mondo  hanno posto attenzione a questo filone, ecco una intervista ad un ricercatore Italiano in merito

Altre ricerche si sono concentrate su altre piante, ad esempio uno studio fatto dal Department of Horticulture della University of Georgia, oltre a  confermare lo studio della Nasa ha testato altre piante. E’ venuto fuori che   la Hoya Carnosa (comunemente chiamato Fiore di Cera) è molto efficiente ed utile nel depurare l’aria.

Un altro studio presentato alla American Chemical Society ha mostrato come anche molte Bromeliaceae siano efficienti nel ripulire l’aria dai VOC (gli elementi volatili inquinananti).

Quindi Guzmanie, Bromelie, TIllandsie sono molto utili.

Altri studi effettuati in UK, all’Università di Harvard   e alla Washington State University hanno dimostrato che la presenza di piante in ufficio migliora la produttività (fino al 12%) e riduce lo stress delle persone!   Quindi l’inserimento delle piante vicino le postazioni di lavoro è un buon investimento.

Per quanto riguarda il numero, gli esperti raccomandano di tenerne in casa e/o in ufficio almeno un esemplare di medie dimensioni ogni 9 mq. Se sono piccole le piante possono depurare poca aria, ce ne vogliono quindi in un numero molto superiore.

Abbiate solo un’accortezza: qualora abbiate animali domestici o bimbi piccoli, prima di acquistare le piante assicurati che non siano tossiche oppure  collocatele in posti sicuri.

Conclusioni

Quindi queste piante  facilmente reperibili in vendita, costituiscono dei veri e propri anti-inquinanti biologici, che proteggono la nostra salute e rendono più accogliente la nostra casa o il nostro ufficio.

Ecco l’elenco approssimativo

  • Palme da appartamento
  • Edera
  • Ficus
  • Dracene
  • Hoya (Fiore di Cera)
  • Bromeliaceae
  • Felci
  • Spatifillum
  • Potos
  • Filodendro
  • Sanseveria
  • Orchidee (Phalaenopsis e Dendrobium)
Pin It

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *