Come arredare in stile shabby chic

shabby-chic-1Lo stile Shabby Chic sta prendendo sempre più piede all’interno delle case degli italiani, i quali non riescono a resistere a questa particolare tendenza.
Ecco come arredare la casa con uno stile trasandato ma elegante.

Le colorazioni di questo stile.

Lo stile Shabby Chic è caratterizzato da un elemento fondamentale, ovvero da delle colorazioni che devono essere spente: i muri della casa devono dunque essere pitturati con tonalità tendenti sul rosa molto chiaro e sul rosa pallido, le quali daranno quello stile particolare all’abitazione.
In ogni stanza questa tonalità deve essere presente, in quanto è l’elemento fondamentale della suddetta.
Ci sono poi altri consigli che devono essere applicati, ognuno dei quali riguarda una stanza in particolare della propria abitazione.

La cucina decadente.

Partendo dalla cucina, questa deve avere dei mobili semplici, standard: non occorrono forme particolari per realizzare questo stile d’arredamento.
I tavoli e le sedie però devono essere anch’essi pallidi, e devono avere qualche segno d’usura: il senso di vecchio ed utilizzato contraddistingue questo stile d’arredamento.
Oltre a questa caratteristica, i mobili della cucina devono avere una colorazione che dia quella sensazione di mobile ridipinto, per rafforzare appunto il concetto di Shabby Chic.
Nella zona cottura gli utensili, possibilmente in legno e leggermente usurati seppur nuovi, devono essere posti in dei contenitori di latta, ed è opportuno avere tantissimi taglieri in legno, in quanto anche la zona cottura avrà quella sensazione di vecchio.
Le menshabby-chic-2sole poi devono avere uno stile rovinato, col legno che può essere visto ad occhio nudo e con qualche segno di pittura sparso dappertutto: inoltre, anche il porta zucchero, la saliere e altri contenitori per le spezie devono essere rigorosamente in latta e molto semplici.

L’esterno della casa.

Anche l’arredo esterno deve avere questo stile particolare, ovvero deve essere caratterizzato dalla presenza di vecchi mobili: in particolar modo, il tavolino deve essere realizzato in ferro battuto, con segni di usura sparsi in tutto il corpo del mobile.
Sopra di esso ci deve essere un vasetto in latta dove bisogna porre i fiori, qualora lo si voglia.

Il salotto della casa.

Passando al salotto, questo deve essere caratterizzato da un tavolino bianco, con tanto di cassetto posto sotto la base del tavolo, e accompagnato da una sedia in legno, possibilmente rosa o bianca pallida, con qualche imperfezione.
Gli altri mobili devono avere uno stile vintage, ovvero vecchio, con colore molto chiaro e con segni di pittura sulle ante.
Sul tavolo della scrivani, per uno stile vecchio, dovrebbe essere posta una macchina da scrivere antica

La camera da letto.shabby-chic-3

Infine, visto che il bagno può essere arredato come si vuole, seppur sarebbe meglio adottare questo stile anche nella suddetta stanza, si passa alla camera da letto.
Gli armadi devono essere in legno sempre con le caratteristiche dell’usura, mentre il letto ideale è quello in ferro battuto, che da appunto quella sensazione di vecchio ed usato tipico dello stile Shabby Chic.
Il copriletto ideale, così come le lenzuola, devono essere caratterizzate da una decorazione floreale, la quale non stonerà assolutamente ed aumenterà il valore estetico antico della casa.

Se poi si utilizzano delle cornici leggermente danneggiate, foto ingiallite dal tempo, piatti con qualche graffio e si adottano altri piccoli accorgimenti, lo stile vecchio potrà essere completato con grande successo e senza commettere nemmeno un errore.

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.