TotalDesign https://www.totaldesign.it Portale italiano sul design e la grafica Wed, 26 Sep 2018 08:25:29 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 Arredare un giardino: come trovare il giusto compromesso tra comodità e natura https://www.totaldesign.it/arredare-un-giardino-tra-comodita-e-natura/ https://www.totaldesign.it/arredare-un-giardino-tra-comodita-e-natura/#respond Wed, 26 Sep 2018 08:25:29 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=8502 Sei in cerca di idee e di suggerimenti per arredare un giardino? Se hai la fortuna di avere uno spazio esterno alla tua casa, un bel giardino floreale o erboso, devi trovare il giusto compromesso tra comodità e natura. Se ben organizzato e curato il giardino può trasformarsi in una vera e propria location amena […]

L'articolo Arredare un giardino: come trovare il giusto compromesso tra comodità e natura sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Sei in cerca di idee e di suggerimenti per arredare un giardino? Se hai la fortuna di avere uno spazio esterno alla tua casa, un bel giardino floreale o erboso, devi trovare il giusto compromesso tra comodità e natura.

Se ben organizzato e curato il giardino può trasformarsi in una vera e propria location amena e di relax, un luogo in cui trascorrere piacevoli giornate e serate all’insegna della comodità, del confort e dell’avvolgente atmosfera pacifica, a contatto con la natura.

Come arredare un giardino in modo confortevole e pratico? Come renderlo accogliente senza rinunciare all’eleganza?

Dall’elegante giardino all’inglese con verde ben curato e pietre per esterni all’area relax stile tropicale con gazebo e piante grasse, dal piccolo giardino zen alla spettacolarità e al rigore architettonico dei giardini alla francese.

Ecco alcuni consigli e suggerimenti da cui trarre ispirazione per trovare il giusto compromesso tra comodità e natura.

 

Arredare un giardino: i consigli utili per trovare il giusto compromesso

Siepi, piante grasse, pietre per esterni, gazebo, sdraio, fontane, etc. etc.: ecco tutti gli elementi decorativi ed accessori da giardino che è bene valutare per organizzare ad hoc il proprio spazio esterno all’abitazione.

Giardino all’inglese

Tra le più belle soluzioni, il giardino all’inglese è particolare e consente ad ogni visitatore di vivere a stretto contatto con la natura.

Non sono solo le piante e la maestosa vegetazione ad essere le protagoniste del giardino all’inglese, ma anche le pietre per esterni, decorative e resistenti allo scorrere del tempo ed alle intemperie; le strutture decorative come le fontane, i ruscelli; i gazebo con sedie, sdraio e tavolini dove sedersi a sorseggiare una buona tazza di thè con gli ospiti.

I colori e le tonalità dei fiori cambiano a seconda dell’alternarsi delle stagioni: il rosa ed il bianco della primavera lasciano spazio al giallo e all’azzurro durante la stagione estiva; l’arancione e i colori “bruciati” sono i protagonisti dell’arrivo dell’autunno, mentre il verde ed il rosso sono le tonalità cromatiche dell’inverno, specie nel periodo natalizio.

Piccolo giardino zen

Fascino dell’Oriente? Il giardino zen giapponese è una soluzione architettonica davvero affascinante per chi desidera ricreare lo stile di vita e la cultura tipica del Sol Levante.

Per chi adora le lunghe passeggiate su un percorso riprodotto con pietre naturali per esterni, il giardino Kaiyū-shiki-teien consente ad ogni visitatore di sentirsi avvolto in un’atmosfera naturale con corsi d’acqua, vialetti naturali e fiori orientali.

Giardino dal gusto esotico

Se ami la siesta messicana, il giardino dal gusto esotico è l’ideale per trascorrere piacevoli e rilassanti momenti all’aria aperta.

Immersi da cactus, piante grasse e coloratissimi fiori esotici, sotto un gazebo o un pergolato con sdraio e sedie a dondolo con cuscineria dove abbandonarsi al relax, è proprio quello che ci vuole.

Giardini alla francese

Ricorso ai parterre de broderie ovvero ai “ricami” disegnati su aiuole con sabbie colorate con piccole siepi, mancanza di terrazzamenti, rigorosa attenzione alle viste prospettiche, con viali e grandi canali d’acqua: ecco tutta l’espressione architettonica dell’inconfondibile arte del giardinaggio francese tipica del classicismo barocco.

Cura dei dettagli, arbusti e siepi molto curati, presenza di fontane con o senza statue, scale che collegano le diverse zone del giardino, pietre per esterni che creano vialetti: ecco gli elementi e i dettagli tipici di un giardino alla francese.

L'articolo Arredare un giardino: come trovare il giusto compromesso tra comodità e natura sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/arredare-un-giardino-tra-comodita-e-natura/feed/ 0
Esame di stato Architetto sezione A: la prova grafica https://www.totaldesign.it/esame-di-stato-architetto-sezione-a-la-prova-grafica/ https://www.totaldesign.it/esame-di-stato-architetto-sezione-a-la-prova-grafica/#respond Tue, 25 Sep 2018 13:23:19 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=8561 Esame di stato Architetto: la prova grafica Tipologia: Residenza speciale – Hotel Dopo la guida all’Esame di Stato per Architetto 2018 per aiutarvi nella preparazione alla prossima sessione dell’Esame di Stato per Architetti sezione A, abbiamo svolto per voi il tema n.1 proposto durante la II sessione 2017 nella sede di Roma– La Sapienza. Progettare in un’area rettangolare […]

L'articolo Esame di stato Architetto sezione A: la prova grafica sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Esame di stato Architetto: la prova grafica

Tipologia: Residenza speciale – Hotel

Dopo la guida all’Esame di Stato per Architetto 2018 per aiutarvi nella preparazione alla prossima sessione dell’Esame di Stato per Architetti sezione A, abbiamo svolto per voi il tema n.1 proposto durante la II sessione 2017 nella sede di Roma– La Sapienza.

Progettare in un’area rettangolare 50 x 100 metri un motel composto da 12 camere doppie direttamente accessibili dal posto macchina antistante. Completano l’edificio l’ufficio della reception e un bar- ristorante con cucina. Il complesso deve comprendere anche una piccola officina per le riparazioni. 

Elaborati richiesti

  • planimetria di inquadramento generale;
  • piante dell’edificio in scala 1:200;
  • i prospetti principali;
  • almeno una sezione significativa;
  • dettagli costruttivi.

Svolgimento

Si è scelto di progettare un edificio ad un unico piano, che si snodasse all’interno dell’area di progetto, lasciando comunque molto spazio da destinare a verde.

Abbiamo scelto di entrare nel lotto attraverso il lato corto, dove si trova la reception e l’edificio destinato ad officina. Dopo la reception troviamo in infilata le varie camere con accesso diretto dal posto auto dedicato e, sul fondo del lotto immerso nel verde, il bar- ristorante con cucina.

E’ stata realizzata una sola sezione trasversale (per motivi di spazio) ed un dettaglio costruttivo.

Questo è, come sempre, un esempio di come affrontare il tema, con una delle possibili soluzioni al tema proposto.

 

L'articolo Esame di stato Architetto sezione A: la prova grafica sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/esame-di-stato-architetto-sezione-a-la-prova-grafica/feed/ 0
Igiene in condominio: le 5 regole d’oro https://www.totaldesign.it/igiene-in-condominio/ https://www.totaldesign.it/igiene-in-condominio/#respond Tue, 25 Sep 2018 08:22:41 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=8500 Per chi vive in un condominio, è fondamentale seguire una guida che raccoglie le 5 regole d’oro per selezionare la migliore ditta specializzata nella pulizia e nella sanificazione ambientale dello stabile. 5 regole d’oro per assicurare l’igiene del condominio La normativa riguardante la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e […]

L'articolo Igiene in condominio: le 5 regole d’oro sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Per chi vive in un condominio, è fondamentale seguire una guida che raccoglie le 5 regole d’oro per selezionare la migliore ditta specializzata nella pulizia e nella sanificazione ambientale dello stabile.

5 regole d’oro per assicurare l’igiene del condominio

La normativa riguardante la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione, cui gli amministratori di condominio sono obbligati ad adempiere, è contenuta nella Legge L. 25 gennaio 1994, n. 82 (G.U. n. 27 del 3 febbraio 1994).

1. Sanificazione ambientale del condominio: affidarsi ad una ditta specializzata

Come richiesto dal dettato legislativo vigente, onde evitare di incorrere in sanzioni, gli amministratori di condominio sono tenuti a rivolgersi ad una ditta specializzata, in modo tale da poter garantire un servizio di pulizia professionale a prova di contestazioni.

Gli amministratori di condominio sono costretti ad adempiere all’obbligo di disinfestazione del condominio, nonché a pianificare gli interventi, le operazioni e i procedimenti tipo la sanificazione ambientale che propone Italianaservizisrl.it.

Essa avviene mediante l’attività di pulizia, di disinfezione e di disinfestazione, e ha come obiettivo principale quello di controllare e migliorare le condizioni del microclima all’interno dello stabile condominiale.

2. Pulizia ottimale delle scale: utilizzo dello scopino e spazzolone

Per quanto riguarda la pulizia delle scale, prima di lavarle ed igienizzarle, è sempre necessario spazzarle adeguatamente per rimuovere la polvere nelle fessure e negli angoli con uno scopino.

Il pavimento deve essere lavato con uno spazzolone, il quale deve essere immerso in acqua fredda e detergente diluito. Ogni piano del condominio deve essere lavato con il mocio e sciacquato ogni volta prima di proseguire altrove.

3. Spazi comuni: come diminuire lo sporco

Si sa gli spazi comuni sono molto calpestati e frequentati da tutti, per questo è difficile mantenerli puliti, specie quando piove e quando vengono eseguiti lavori di ristrutturazione edilizia all’interno degli appartamenti.

Per diminuire la sporcizia, è importante collocare uno zerbino all’esterno del portone condominiale ed uno all’interno per consentire ai condomini di pulirsi le scarpe prima di attraversare i corridoi, salire le scale e prendere l’ascensore.

4. Servizi di pulizia condominio: Occhio agli orari

I servizi di pulizia possono essere concordati nelle modalità e negli orari più adatti per venire incontro alle esigenze condominiali. Nel preventivo vengono riportate le modalità di esecuzione dei lavori di pulizia, tra cui anche l’indicazione delle fasce orarie in cui il servizio di pulizia condominio deve essere eseguito.

Gli orari condominiali per le pulizie non rientrano nell’ambito delle delibere approvate dall’assemblea, ma è sufficiente un accordo tra amministratore e ditta.

5. Come reperire la ditta di pulizie condominiali giusta

Affidarsi a un’impresa di pulizie garantisce un programma studiato ad hoc per soddisfare le esigenze specifiche del complesso condominiale. Per assicurare la corretta igiene del condominio, è importante reperire la ditta di pulizie condominiali più appropriata ad eseguire il lavoro nel miglior modo possibile, offrendo un buon rapporto qualità/prezzo.

Il passaparola è ancora uno strumento affidabile per valutare tra le diverse ditte specializzate nella pulizia dei condomini. Con l’avvento delle nuove tecnologie e dei Social, è possibile fare una ricerca online per trovare le imprese di pulizie operanti sul territorio e leggere le Recensioni ed opinioni dei clienti.

L'articolo Igiene in condominio: le 5 regole d’oro sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/igiene-in-condominio/feed/ 0
Arredare il bagno: la scelta dei sanitari https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno-la-scelta-dei-sanitari/ https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno-la-scelta-dei-sanitari/#respond Mon, 24 Sep 2018 16:00:37 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=8507 La scelta dei sanitari per arredare il bagno deve essere assolutamente oculata onde evitare errori. I fattori che determinano la scelta dei sanitari sono diversi e dipendono dalle caratteristiche estetiche, dalla reputazione commerciale del brand, dalla funzionalità, dalla praticità d’uso e dall’ergonomia. Una scelta quanto più oculata ed attenta dei sanitari deve tenere conto anche […]

L'articolo Arredare il bagno: la scelta dei sanitari sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
La scelta dei sanitari per arredare il bagno deve essere assolutamente oculata onde evitare errori. I fattori che determinano la scelta dei sanitari sono diversi e dipendono dalle caratteristiche estetiche, dalla reputazione commerciale del brand, dalla funzionalità, dalla praticità d’uso e dall’ergonomia.

Una scelta quanto più oculata ed attenta dei sanitari deve tenere conto anche delle caratteristiche strutturali del bagno (spaziosità, spessore dei muri, stile, etc.)

In questa guida utile scopriamo quali sono i fattori da valutare oculatamente per scegliere i sanitari del proprio bagno.

Tra i migliori, i sanitari Ideal Standard sono la scelta perfetta per chi ricerca l’accuratezza stilistica, l’ergonomia e la funzionalità.

 

Scegliere i sanitari: consigli utili

La scelta dei sanitari dovrebbe essere fatta prima che il bagno venga costruito o ristrutturato in modo tale che la ditta che esegue i lavori proceda alla loro installazione senza dover incorrere successivamente in complicazioni.

Tuttavia, è possibile procedere con la sostituzione dei sanitari esistenti senza dover ristrutturare tutto il bagno. In questo caso, la scelta dei sanitari dipende dalla disposizione degli scarichi e deve ricadere su una tipologia assimilabile a quella che si va a surrogare.

Un primo fattore da considerare, quando si sceglie i sanitari di un bagno, è la tipologia. In commercio si può optare per:

  • sanitari tradizionali a pavimento, il tipo più comunemente usato: lo scarico è a pavimento e la cassetta dell’acqua è murata nella parete. Tra i principali vantaggi, i sanitari tradizionali sono facili da montare e richiedono semplicemente di essere fissati al pavimento senza alcun problema. Tuttavia, oltre al maggiore ingombro, questa tipologia di sanitari comporta difficoltà nella pulizia.
  • sanitari a filo muro: a metà strada tra quelli tradizionali a pavimento e quelli sospesi, questa tipologia di sanitari consentono di guadagnare spazio e di facilitare le operazioni di pulizia senza alcun rischio di danneggiare le tubature.
  • sanitari sospesi, sono una soluzione ancora più smart per chi abbia necessità di arredare il proprio bagno, avendo problemi di spazio. Inoltre, sono ideali per conferire all’ambiente bagno uno stile moderno e assolutamente contemporaneo. Anche le operazioni di pulizia sono assolutamente semplificate.

Scelta sanitari: l’importanza dell’estetica

Oltre alla funzionalità, alla praticità e all’ergonomia, scegliere i sanitari di un bagno richiede la necessità di valutare l’estetica.

Da semplici elementi funzionali, non possiamo negare che i sanitari sono divenuti interessanti complementi d’arredo che donano gusto ed originalità all’ambiente bagno.

Insieme alla doccia, al lavabo ed alle mensole, i sanitari aiutano a definire ad hoc il look del proprio bagno. La forma dei sanitari è una caratteristica estetica rilevante: oltre la “tradizionale” sagoma ovale, tipica dei vasi classici, si può optare anche per altre forme più svariate: tonde, quadrate, rettangolari, etc.

Anche la tipologia del materiale incide sulla scelta dei sanitari: dalla porcellana al vetro, dalle pietre naturali (marmo, travertino, granito, etc.) e alle più moderne materie plastiche (plexiglass). Ultimamente, in linea con le esigenze dei consumatori, i materiali ecosostenibili sono sempre più apprezzati e richiesti.

Ultimo fattore estetico da valutare (non meno importante) concerne il colore: il bianco è l’indiscutibile protagonista, ma sono reperibili anche sanitari di color avorio, grigio, rosso, arancione e nero.

 

L'articolo Arredare il bagno: la scelta dei sanitari sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno-la-scelta-dei-sanitari/feed/ 0
Arredare il bagno https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno/ https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno/#respond Mon, 24 Sep 2018 10:38:06 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=7896 La stanza da bagno Secondo le più recenti tendenze, la stanza da bagno ha assunto un ruolo di primo piano, in quanto in questo ambiente si svolgono molte attività per il benessere e la cura del corpo, sfruttando le più moderne tecnologie. Quindi, se una volta arredare il bagno comportava unicamente la scelta dei sanitari, […]

L'articolo Arredare il bagno sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
La stanza da bagno

Secondo le più recenti tendenze, la stanza da bagno ha assunto un ruolo di primo piano, in quanto in questo ambiente si svolgono molte attività per il benessere e la cura del corpo, sfruttando le più moderne tecnologie.
Quindi, se una volta arredare il bagno comportava unicamente la scelta dei sanitari, oggi si pensa a mobili, accessori, biancheria ed altro.

Scelta tra bianco e colore

Un presupposto fondamentale da considerare è rappresentato dalla scelta della tonalità cromatica delle pareti. Se la stanza è di piccole dimensioni, è sempre preferibile optare verso il bianco, in quanto tende ad offrire maggiore ampiezza ai volumi. Questo vale anche per i rivestimenti. Un ambiente total white può essere poi ravvivato da macchie di colore.

Se, al contrario, le dimensioni della camera sono abbastanza ampie, si può scegliere una colorazione neutra, come beige, grigio chiaro oppure una tinta più intensa, come il grigio ferro, molto apprezzato dagli interior designer. In questo caso si possono abbinare dei sanitari bianchi, per ottenere un contrasto che comunque non sia troppo forte.
L’abbinamento grigio-bianco risulta sempre molto elegante.

I sanitari

Un’idea sempre più utilizzata nell’arredo bagno è quella di servirsi di sanitari sospesi che hanno la duplice funzione di far sembrare più grande l’ambiente (scelta d’elezione in casi di ridotte dimensioni della stanza), e contemporaneamente di imprimervi un senso di leggerezza.

Si può optare per linee squadrate oppure tondeggianti, con misure di solito compatte ed abbastanza contenute, dall’estetica gradevole.
Il grande vantaggio di questi prodotti è anche quello di rendere molto facile la pulizia, in quanto il pavimento risulta completamente libero.
Per la loro installazione non richiedono alcun intervento di rottura sul pavimento poiché il lavoro viene eseguito a parete.

Esteticamente molto bello appare il lavabo monoblocco: dall’ingombro contenuto e dall’aspetto importante, che, al contrario dei modelli precedenti, appoggia a terra, ha sostituito quello a colonna più tradizionale.

Per quanto riguarda i water, i più utilizzati sono a tutt’oggi quelli senza brida, ovvero privi del bordo interno ricurvo per il passaggio dell’acqua.
Chiamati “rimless”, rendono più agevole qualsiasi operazione igienica, oltre ad essere gradevoli esteticamente.

Anche il box doccia ha la sua importanza (per l’acquisto online dei box doccia date un’occhiata ai modelli su questo sito) e i piatti doccia devono essere antiscivolo, dallo spessore ridotto, antigraffio ed antiurto.
Un’assoluta novità è rappresentata dai raggi infrarossi e UV, che conferiscono un maggior benessere sotto al getto d’acqua.

Accessori

Tra le idee per arredare la stanza da bagno, un ruolo di grande importanza è rivestito dagli accessori, a partire dai porta saponette, dalle forme geometriche con bordi arrotondati, con margini sottili che conferiscono un tocco di eleganza particolare. Possono essere bianchi, che spiccano su pareti colorate, oppure con tonalità cromatiche che ben si armonizzino su pareti bianche. I fissaggi sono sempre nascosti.

I porta asciugamani, generalmente di metallo,devono presentare un design essenziale, dalle linee rotondeggianti ed armoniose, con ancoraggi a scomparsa mediante sistema ad incollo.
Per la sicurezza in bagno, è di fondamentale rilevanza la presenza di maniglie per doccia, che devono adattarsi al design dell’ambiente; utilissimi anche gli sgabelli idrorepellenti, con appoggi antiscivolo.

La rubinetteria merita un discorso a parte, dato che rappresenta un corredo d’arredamento di grande impatto. Le più moderne tendenze propongono dei prodotti molto lineari che, nella loro estrema semplicità, siano eleganti e funzionali. Devono essere scelti in rapporto ai modelli dei sanitari, per garantire una continuità di stile.

Nei bagni moderni non possono mancare mobili dalle varie dimensioni, che possono essere angoliere, scansie aperte oppure chiuse da sportelli, sempre molto lineari. Esteticamente i ripiani conferiscono una macchia di colore, in quanto sostengono asciugamani, biancheria, contenitori di varie dimensioni, con differenti tonalità cromatiche.

Preferibilmente armonizzati con le pareti, i mobili da bagno sono in legno trattato anti umidità ed anti goccia.
Anche la presenza di cesti contenitori, di materiale naturale, conferisce un tocco di classe alla stanza da bagno.

L'articolo Arredare il bagno sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno/feed/ 0
Cersaie 2018, una fiera dal respiro internazionale https://www.totaldesign.it/cersaie-2018-fiera/ https://www.totaldesign.it/cersaie-2018-fiera/#respond Wed, 19 Sep 2018 14:06:26 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=8129 Dal 24 al 28 settembre torna a Bologna l’appuntamento con Cersaie 2018, Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno. Ormai alla 36esima edizione, Cersaie rappresenta l’evento internazionale più importante per chi si occupa di arredo bagno e anche quest’anno ha registrato un boom di partecipazioni con l’immancabile presenza di Ceramica Flaminia. Sarà possibile visitare […]

L'articolo Cersaie 2018, una fiera dal respiro internazionale sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Dal 24 al 28 settembre torna a Bologna l’appuntamento con Cersaie 2018, Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno. Ormai alla 36esima edizione, Cersaie rappresenta l’evento internazionale più importante per chi si occupa di arredo bagno e anche quest’anno ha registrato un boom di partecipazioni con l’immancabile presenza di Ceramica Flaminia.

Sarà possibile visitare Ceramica Flaminia a Cersaie 2018  presso il Padiglione 30 Stand B4-D3, dove presenterà ai visitatori, esperti del settore e non, le ultimissime novità su catalogo, ma anche i prodotti storici che hanno fatto grande l’azienda in questo settore. Lo stand, di più di 400 metri quadrati, sarà completamente rinnovato.

Per l’occasione Flaminia sarà presente anche alla sezione culturale del salone, dal titolo The sound of design. La mostra avrà come obiettivo quello di mostrare il connubio tra musica e design, e come questo si sia via via adattato alle mode delle diverse epoche.

La fiera

Il Salone è un evento internazionale a cui accorrono ogni anno più di 100000 visitatori. Per 5 giorni, le aziende del settore incontreranno architetti, progettisti, contractors e rivenditori, ai quali saranno illustrate le nuove tendenze per superfici ceramiche, carte da parati, parquet, marmo e tutto ciò che fa tendenza nel mondo dell’arredobagno.

Inoltre, per i professionisti del settore, come gli iscritti all’Ordine degli Architetti e al Consiglio degli Ingegneri e Geometri, partecipare all’evento darà loro la possibilità di poter acquisire dei crediti formativi.

Cersaie 2018 rappresenta un’occasione importantissima non solo per gli esperti ma anche per chi è semplicemente un appassionato di Design o vuole rimodernare la propria casa. Per questo motivo, anche quest’anno, è stata confermata la sezione Cersaie Disegna la tua Casa, che avrà luogo nelle due giornate di giovedì 27 e venerdì 28 settembre. Durante queste giornate il pubblico interessato potrà avere una consulenza gratuita e venire a contatto con le ultimissime novità e tendenze, grazie al supporto di progettisti di riviste di arredamento e di aziende produttrici.

Cersaie 2018, anche quest’anno, ha presentato un calendario ricco di eventi, presentazioni e convegni, consultabili sul sito della fiera.

Ceramica Flaminia: la storia

Ceramica Flaminia vanta una storia importante che affonda le proprie radici nel lontano 1955, quando per la prima volta è stata avviata la produzione di sanitari in ceramica. Flaminia è un’azienda che negli anni ha trasformato lo stile e il design degli arredi bagni uniformandosi alle tendenze del momento ed è stata sempre supportata da collaborazioni importanti, sia con famosi progettisti italiani che internazionali, per citarne alcuni: Alessandro Mendini, Paola Navone, lo Studio Nendo e Jasper Morrison.

L'articolo Cersaie 2018, una fiera dal respiro internazionale sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/cersaie-2018-fiera/feed/ 0
Guida all’Esame di Stato per Architetto 2018 https://www.totaldesign.it/guida-esame-di-stato-architettura/ https://www.totaldesign.it/guida-esame-di-stato-architettura/#respond Thu, 13 Sep 2018 08:00:52 +0000 http://www.totaldesign.it/?p=1692 Guida completa all’Esame di Stato per Architetto 2018 L’Esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di Architetto ( come di tutte le professioni regolamentate) è indispensabile per potersi iscrivere all’Ordine professionale di riferimento ed esercitare dunque la professione. In questo articolo vediamo tutto quanto c’è da sapere su date, scadenze, sessioni, prove d’esame relative al […]

L'articolo Guida all’Esame di Stato per Architetto 2018 sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Guida completa all’Esame di Stato per Architetto 2018

L’Esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di Architetto ( come di tutte le professioni regolamentate) è indispensabile per potersi iscrivere all’Ordine professionale di riferimento ed esercitare dunque la professione.

In questo articolo vediamo tutto quanto c’è da sapere su date, scadenze, sessioni, prove d’esame relative al 2018.

Modalità di accesso all’esame di Stato

Possono accedere all’Esame di Stato tutti i candidati che hanno conseguito il titolo accademico richiesto entro il termine stabilito per ciascuna sessione dai bandi emanati dalle singole Università,  in base alle date fissate per le sedute di laurea.

Per tutti coloro che hanno conseguito una laurea specialistica, una laurea magistrale o un diploma di  laurea  secondo il previgente ordinamento, gli esami hanno inizio in tutte le sedi per la prima sessione il giorno 14 giugno 2018 e per la seconda sessione il giorno 15 novembre 2018.

Mentre  tutti i candidati in possesso di laurea conseguita in base all’ordinamento introdotto in attuazione dell’art. 17, comma 95, della legge n. 127 del 15 maggio 1997, e di diploma universitario gli esami hanno inizio per la prima sessione il giorno 21 giugno 2018 e per la seconda sessione il giorno 22 novembre 2018.

La sezione A e la sezione B

Gli ordini professionali, dopo la riforma del 2001 ( DPR 328/2001) sono suddivisi in due sezioni differenti, la sezione A e la sezione B. Vediamo le differenze:

  • sezione A: possono accedere a questa sezione e quindi fare l’esame di stato nella sezione A i candidati in possesso di laurea magistrale (o specialistica) o con ciclo unico nella classe 4/S – Architettura e Ingegneria edile, o corso di laurea corrispondente alla direttiva 85/384/CEE;
  • sezione B: all’esame di stato per la sezione B si accede con la laurea di primo livello nella classi n. 4- scienze dell’architettura e dell’ingegneria civile e n.8 – Ingegneria civile e ambientale.

Esame di stato architettura 2018: le date

L’esame di stato ha inizio, in tutte le sedi nelle date indicate nella tabella sottostante

esame di stato architettura 2018 (prima sessione)

Date esame di stato architettura 2018

 Data Prima SessioneData Seconda Sessione
Per tutti i possessori di laurea specialistica, laurea magistrale, diploma di laurea ottenuto secondo il previgente ordinamento14 giugno 201815 novembre 2018
Per i possessori di laurea conseguita secondo l'ordinamento introdotto dalla legge 127 del 15/05/97 e per i possessori di diploma universitario21 giugno 201822 novembre 2018

Esame di stato di architettura: le sedi

Riportiamo l’elenco delle sedi come specificato sul sito del MIUR(clicca per visualizzare il documento ufficiale)

BARI(Politecnico)
MATERA(Univ. della Basilicata)
CAGLIARI
CAMERINO
CATANIA
CESENA(Univ. Bologna)
FERRARA
FIRENZE
GENOVA
MILANO(Politecnico)
NAPOLI(Univ. Federico II)
NAPOLI(Università della Campania-L.Vanvitelli)
PALERMO
PARMA
PERUGIA
PESCARA(Univ. 'G. D'Annunzio)
ROMA“La Sapienza'
REGGIOCALABRIA
SASSARI
TORINO(Politecnico)
TRIESTE
VENEZIA(Ist. Architettura)

 

Presentare la domanda: scadenze e documenti

La domanda di ammissione all’Esame di Stato deve essere presentata presso la segreteria universitaria entro le seguenti date:

  • non  oltre il 23 maggio 2018 per accedere alla prima Sessione;
  • non oltre il 18 ottobre 2018 per accedere alla seconda Sessione.

Ciascuna sede universitaria mette a disposizione sul proprio portale il modulo di domanda da compilare e restituire entro i tempi sopra indicati.

Alla domanda di ammissione che conterrà i i dati anagrafici del candidato e il titolo di studio conseguito, andrà allegato:

  • la ricevuta di avvenuto versamento della tassa di ammissione, pari a € 49,58;
  • la ricevuta di avvenuto versamento del contributo di partecipazione all’esame di stato, differente per ogni sede d’esame.

La domanda con relativi allegati può essere recapitata alla segreteria universitaria anche tramite Posta Raccomandata con avviso di ricevimento, sempre entro i termini stabiliti.

Esame di stato e tirocinio: la procedura

I tirocinanti possono chiedere l’esonero dalla prima prova pratica, compilando un apposito modulo e relativi allegati attestanti lo svolgimento dell’attività di tirocinio,  da presentare insieme alla domanda di ammissione.

Le prove dell’esame di stato sezione A:

I candidati che sosterranno l’esame di stato di Architetto per la sezione A dovranno svolgere le seguenti quattro prove:

  • una prova pratica di progettazione (la cosiddetta prova grafica);
  • una prima prova scritta relativa alla giustificazione delle scelte progettuali o al dimensionamento strutturale relativo a quanto svolto nella prova grafica (le due prove si svolgono nella stessa giornata);
  • una seconda prova scritta vertente sulle problematiche culturali e conoscitive dell’architettura (trattasi della stesura di un tema);
  • una prova orale.

Le prove dell’esame di stato per sezione B:

I candidati che sosterranno l’esame di stato per architetto junior nella sezione B dovranno svolgere le seguenti quattro prove:

  • una prova pratica (prova grafica) consistente nello sviluppo grafico di un progetto esistente, o nel rilievo a vista, e nella stesura grafica di un particolare architettonico;
  • una prima prova scritta di valutazione economico-quantitativa di quanto prodotto nella prova grafica;
  • una seconda prova scritta (tema);
  • una prova orale.

Le prove quindi per la Sezione A e la Sezione B sono simili, cambia soltanto la tipologia di lavoro da svolgere.

Esame di stato per Architetti sezione A: le varie prove

Vediamo più nel dettaglio come si compone l’iter dell’esame di stato per architetti della sezione A.

I candidati saranno chiamati a svolgere la prova grafica e la prima prova scritta in un tempo massimo di 8 ore.

Prova Grafica

La commissione d’esame solitamente propone dalle due alle quattro tracce d’esame. Una volta scelto quale traccia svolgere, la prova grafica consiste nel disegnare il vostro progetto sul foglio da disegno nel tempo richiesto. Le tracce proposte solitamente possono vertere sulla progettazione x-novo, sul recupero, o proporre un tema urbanistico. E’ importante fin da subito leggere bene le varie tracce e scegliere quella che ci sembra più adatta ad essere svolta nelle 8 ore.

Prima Prova Scritta

La prima prova scritta consiste nello stilare una relazione sul vostro progetto, attenendosi sempre alle richieste del testo d’esame. Avrete diverse tracce, solitamente non mancano mai quella di progettazione e riuso-recupero.

Seconda Prova Scritta

In questa prova dovrete svolgere un tema scritto; la commissione vi darà una serie di tracce e potrete scegliere quella che più vi piace. Il tempo a disposizione è di 4 ore. Trattandosi della scrittura di un tema, la mattina dell’esame sarà possibile portare solo il vocabolario.

Prova Orale

Chi ha superato le tre precedenti prove, potrà sostenere l’orale. Si tratta di una discussione sul progetto svolto nella Prova Grafica e di alcune domande sulla legislazione, pratica professionale,  deontologia etc. Naturalmente le domande che vi verranno poste dipendono dalla commissione esaminatrice. Solitamente il colloquio inizia sempre con la discussione sulle scelte fatte durante la prova grafica, e da quel punto e in base ai vari temi che possono nascere da questo dibattito, si procede con il colloquio.

Esame di stato per Architetti sezione A: come prepararsi alla prova grafica

Per prepararsi al meglio a sostenere la prova grafica, oltre allo studio del manuale dedicato al superamento dell’Esame di Stato, è molto utile esercitarsi nel disegno a mano. Un altro valido consiglio è quello, una volta presa la mano, di allenarsi a svolgere il tema richiesto nel tempo limite delle 8 ore che verrano date in sede d’esame. Questo allenamento vi permetterà di capire come ottimizzare al meglio i tempi e trovare il giusto metodo di lavoro.

Altro valido aiuto è quello di vedere come sono state risolte le tracce delle sessioni precedenti, sia per avere spunti su come organizzare il lavoro, sia per vedere come risolvere i vari temi proposti.

Di seguito vi proponiamo una serie di link dove trovare tracce svolte della prova grafica

LinkTraccia, sessione, università
href="https://www.totaldesign.it/esame-di-stato-architetto-sezione-a-la-prova-grafica">linkTraccia n.1 I sessione 2017 Politecnico di Torino
href="https://www.totaldesign.it/esame-di-stato-abilitazione-architetto-prima-prova-grafica-3"/>linkTraccia n.3 I sessione 2017 Università degli Studi di Parma
linkTraccia n.1 I sessione 2017 Politecnico di Milano
linktraccia n.1 I sessione 2017 Università degli Studi di Parma
linkTraccia n.3 II sessione 2016 Università degli Studi di Firenze
linkTraccia n.3 I sessione 2016 Università degli Studi di Firenze
linkTraccia n.2 I sessione 2016 Università degli Studi di Firenze

Detto questo vi diamo alcune piccole dritte:

  • controllare chi fa parte della commissione (docenti di costruzioni, restauro, tecnologia ,progettazione), in quanto i temi d’esame li fanno loro.
  • la carta, sia lucida che bianca, vi verrà fornita dalla commissione e timbreranno ogni foglio in piu che verrà chiesto durante la prova. Vi consigliamo per la Prova grafica di portarvi un supporto rigido nel caso che i tavoli non siano lisci e puliti.
  • per la prima prova scritta e la seconda prova scritta, vi verranno forniti fogli protocollo, anch’essi timbrati dalla commissione.
  • NON scrivete sugli elaborati e su nessun altro foglio che vi darà la commissione, il vostro nome e  cognome, la data ecc. Gli elaborati devono rimanere anonimi. Il nome di ciascun candidato sarà scritto all’interno di una busta che, al momento della consegna delle prove, sarà spillata insieme alle tavole.
  • ricordate di portare con voi la carta d’identità o comunque un documento identificativo.

NB. Per tutti coloro che sosterranno l’esame di stato nella sede di Firenze, ricordiamo che in alcune Sessioni d’esame è stato vietato l’uso del Manuale dell’Architetto durante la prova grafica, pertanto vi consigliamo di consultare sempre il sito internet dell’ateneo alla sezione dedicata all’esame di stato per conoscere eventuali restrizioni al materiale ammesso alla prova grafica.

 

Arch. Maria Giulia Petrai

L'articolo Guida all’Esame di Stato per Architetto 2018 sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/guida-esame-di-stato-architettura/feed/ 0
Arredare il tuo bagno con design italiano https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno-con-design-italiano/ https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno-con-design-italiano/#respond Mon, 10 Sep 2018 15:23:28 +0000 http://www.totaldesign.it/?p=6262 Il bagno è senza dubbio lo spazio più intimo della casa ed è quello a cui si presta maggiormente attenzione quando si tratta di arredo, le scelte vengono fatte con cautela e con attenta riflessione, si ragiona su ogni aspetto, dalla scelta dei rivestimenti al tipo di materiale da utilizzare. In particolare, per un arredo […]

L'articolo Arredare il tuo bagno con design italiano sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Il bagno è senza dubbio lo spazio più intimo della casa ed è quello a cui si presta maggiormente attenzione quando si tratta di arredo, le scelte vengono fatte con cautela e con attenta riflessione, si ragiona su ogni aspetto, dalla scelta dei rivestimenti al tipo di materiale da utilizzare.

arredo bagno italiano

In particolare, per un arredo bagno perfetto, si ragiona molto sugli accessori, sulla rubinetteria e sui miscelatori, tutti componenti che possono cambiare in meglio o in peggio il risultato finale.

Da diversi anni, la scelta dell’arredo bagno punta sempre di più allo stile moderno italiano, nel nostro paese ci sono aziende e grandi marchi che producono rubinetteria e miscelatori di ottima qualità, un esempio sono Paffoni, Gessi, Perphorma e Ritmonio.

Queste aziende operano con successo nel settore della rubinetteria sanitaria da anni con proposte molto interessanti che bilanciano perfettamente il rapporto qualità/prezzo, con proposte sempre attuali, design all’avanguardia e tecnologie avanzate, i prodotti migliori che si possono trovare in commercio.

Come scegliere l’arredo e la rubinetteria per il bagno

La scelta dell’arredo bagno è personale, sostanzialmente si consiglia spesso di mantenere quanto più possibile lo stesso stile del resto della casa, per cui, se si è scelto di arredarla in stile moderno, anche il bagno dovrebbe avere un design attuale e innovativo, mentre se si si è scelto il vintage, bisognerà puntare su elementi che lo richiamano.

Per l’arredo bagno in stile moderno sono ideali i mobili con linee essenziali e geometriche in tinte neutre o tonalità vivaci, per esempio, un grigio cemento può andare benissimo per pavimenti e pareti, ma anche per ripiani e lavabi.

Per l’arredo bagno vintage, non può mancare una vasca freestanding con piedini arrotondati da mettere al centro della stanza, il tutto abbinato a una rubinetteria in tinta ora o argento e da sfondo pareti con piastrelle rettangolari bianche.

Paffoni, Gessi, Perphorma e Ritmonio hanno soluzioni per qualsiasi tipo di stile si scelga, mettendo a disposizione il meglio del design italiano per l’arredo del bagno.

La rubinetteria proposta da queste aziende è di qualità superiore, nel loro catalogo è possibile trovare rubinetti incassati alla parete o da appoggio, soluzioni alternative come colonne alte incassate direttamente nel pavimento, miscelatori, soffioni per doccia a parete o a soffitto, rubinetti con termostato e molto altro.

La scelta della rubinetteria è quindi molto importante, perché da quella si definirà maggiormente lo stile dell’arredo, ma lo è anche per ciò che riguarda la funzionalità e la comodità di utilizzo.

Che si opti per un design vintange, moderno o futuristico, la rubinetteria di Paffoni, Gessi, Perphorma e Ritmonio rappresentano il meglio dell’arredo bagno italiano, nomi che sono una garanzia e che propongono continuamente pezzi nuovi e interessanti, con un continuo rinnovamento per stare al passo coi tempi e mettere a disposizione dei clienti un’ampia scelta di soluzioni perfette per ogni tipo di casa e di arredo.

Per conoscere e acquistare prodotti di queste grandi marche italiane, potete visitare www.barbuianisrlshop.com, al suo interno tantissime proposte e offerte dei migliori pezzi di arredo bagno, miscelatori e rubinetteria.

L'articolo Arredare il tuo bagno con design italiano sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/arredare-il-bagno-con-design-italiano/feed/ 0
Tende moderne: idee e suggerimenti https://www.totaldesign.it/tende-moderne-idee-e-suggerimenti/ https://www.totaldesign.it/tende-moderne-idee-e-suggerimenti/#respond Mon, 10 Sep 2018 10:45:36 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=7759 Tende moderne: idee e suggerimenti Oggi vediamo qualche spunto su come scegliere le giuste tende moderne che meglio si abbinano ai vari ambienti della casa; vediamo alcuni spunti e suggerimenti. Tende moderne per interni Quando ci troviamo in un contesto dal design moderno,le tende per interni dovranno necessariamente adattarsi allo stile della casa, enfatizzandone la pulizia […]

L'articolo Tende moderne: idee e suggerimenti sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Tende moderne: idee e suggerimenti

Oggi vediamo qualche spunto su come scegliere le giuste tende moderne che meglio si abbinano ai vari ambienti della casa; vediamo alcuni spunti e suggerimenti.

Tende moderne per interni

Quando ci troviamo in un contesto dal design moderno,le tende per interni dovranno necessariamente adattarsi allo stile della casa, enfatizzandone la pulizia delle forme e la modernità dell’interior design. appunto. Lo stile moderno, minimal, essenziale, è molto utilizzato sia nell’allestimento della zona giorno delle abitazione, che nelle zone notte. Per adattarsi allo stile moderno, sarà necessario scegliere fra una certa tipologia di tenda, che ben si accosta a questo tipo di arredo. Vediamo di seguito alcuni esempi.

Tende moderne a pannello

Le tende a pannello sono un abbinamento perfetto per l’arredamento moderno; dallo stile geometrico e minimal, possono essere costituite da due o più pannelli in base alla dimensione dell’infisso.

Le tende a pannelli scorrevoli si possono montare a parete o a soffitto, adattandosi perfettamente sia alle finestre che alle portefinestre, soprattutto se di ampie dimensioni: dovremo solo accertarci di avere sufficiente spazio a disposizione per far scorrere lateralmente i pannelli all’apertura della tenda.

Adatte per chi ama soluzioni minimali e poco ingombranti, le tende a pannelli, estremamente maneggevoli,  vengono realizzati con tessuti tinta unita o fantasia, più o meno coprenti.

I pannelli, di larghezza variabile (in versione standard misurano dai 50 ai 90 cm), terminano con un profilo in metallo che serve a tenere tesa la tenda.

Tende moderne a pacchetto

Le tende a pacchetto rappresentano un altra tipologia che ben si adatta all’arredamento moderno: pratiche e poco ingombranti, grazie al sistema di scorrimento verticale, permettono di regolare la quantità di luce desiderata all’interno dell’ambiente. Proprio per questa caratteristica sono ideali come tende da cucina.

Tende moderne a vetri

Anche le tende a vetri sono perfette in un ambiente dal gusto moderno, in special modo quando non si dispone di molto spazio ma vogliamo comunque dare completezza al nostro ambiente. Grazie alla loro praticità e semplicità le tende a vetri sono un perfetto complemento d’arredo per un ambiente moderno e minimal.

Ogni ambiente della casa necessita di cura e attenzione diversa, anche quando si tratta della scelta di complementi d’arredo come le tende. Vediamo come.

Tende moderne per la cucina

Se la nostra è una cucina dal chiaro gusto moderno, dove dominano linee pulite, geometria ed essenzialità, la tenda che meglio si abbina a questo contesto è senza dubbio la tenda a vetro. Evitando di avere ingombro all’interno della cucina, la tenda a vetro permette allo stesso tempo sia di far passare la luce naturale all’interno dell’ambiente (filtrandola attraverso la trama e il colore del tessuto) sia garantire un minimo di isolamento visivo rispetto all’esterno, soprattutto quando si decide di installare una tenda a vetro non completamente trasparente.

Tende moderne per la camera da letto

A pacchetto o a pannello: queste sono sicuramente le migliori tipologie di tende per la camera da letto in stile moderno. In special modo nella zona notte, l’importante sarà scegliere il giusto colore per le nostre tende, in accordo con quelli già presenti all’interno della camera stessa. Anche la scelta delle tende a vetri è ottima qualora ci trovassimo all’interno di una camera da letto piccola. In questo caso sarà necessario optare per una tenda leggera dai colori chiari, in modo tale da dare maggiore respiro e luminosità all’ambiente.

Tende moderne per il soggiorno

Se disponiamo di una bella zona living, con porte finestre in affaccio sullo spazio esterno, l’effetto dato dalle tende a pacchetto sarà estremamente elegante, pur rimanendo conforme al moderno e al minimal.

Scegliendo i pannelli in colori (o fantasie) che meglio si adattano alla zona soggiorno, sempre in stile moderno, otterremo un salotto moderno, funzionale e di grande effetto scenico.

Tessuti per tende moderne

Cotone, lino, sintetico: sono molte le opzioni fra cui scegliere per le nostre tende moderne: la scelta del tessuto dipenderà anche dal tipo di tenda che desideriamo installare. Nel caso di tende a pannello, utilizzeremo un tessuto dalle caratteristiche più robuste, seppur non oscurante in tutte le sue parti. Se invece scegliamo di installare delle tende a vetri, il lino (nel suo colore naturale) o il cotone saranno perfetti, anche per garantire allo stesso tempo illuminazione e privacy.

Per le tende a pacchetto, e non solo, opteremo per tessuti leggeri, anche sintetici, dalla consistenza impalpabile se vogliamo ottenere un effetto di massimo illuminamento naturale, mentre sceglieremo una tenda dal tessuto più spesso e oscurante per avere maggiore separazione con l’esterno.

Tende moderne: idee e suggerimenti

Qualche idea in più? per la scelta delle vostre tende moderne, sarà utile consultare qualche catalogo online, vedere quali sono le ultime tendenze e i colori più usati. Soprattutto se decidiamo di utilizzare un tessuto a fantasia, è bene ricordarci che non tutti i colori ben si abbinano con il nostro arredamento moderno, e quindi sarà buona norma provvedersi di un campione di tessuto, prima della scelta definitiva, su cui poter fare degli abbinamenti con gli arredi presenti nelle varie zone dell’abitazione.

La bellezza delle tende moderne è data anche dalla loro estrema praticità e facilità di sostituzione. Per cui, se siamo attratti da una particolare stoffa o da un particolare colore, ma dopo una stagione avremo già voglia di sostituirlo, nessun problema.

Che sia una tenda a pacchetto, a vetro o a pannelli, la facilità di cambiare il tessuto consentirà in poco tempo di cambiare tono al nostro ambiente.

 

L'articolo Tende moderne: idee e suggerimenti sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/tende-moderne-idee-e-suggerimenti/feed/ 0
Lampioni da esterno e da giardino https://www.totaldesign.it/lampioni-da-esterno-e-da-giardino/ https://www.totaldesign.it/lampioni-da-esterno-e-da-giardino/#respond Mon, 10 Sep 2018 08:45:43 +0000 https://www.totaldesign.it/?p=7766 Lampioni da giardino I lampioni da giardino hanno la funzione di illuminare gli spazi verdi che circondano le abitazioni o gli edifici pubblici. Ci sono molte tipologie di lampioni per il giardino: quelli più classici hanno un palo piuttosto lungo e la testa in alto. Solitamente il materiale più utilizzato è l’alluminio, che coniuga perfettamente […]

L'articolo Lampioni da esterno e da giardino sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
Lampioni da giardino

I lampioni da giardino hanno la funzione di illuminare gli spazi verdi che circondano le abitazioni o gli edifici pubblici.
Ci sono molte tipologie di lampioni per il giardino: quelli più classici hanno un palo piuttosto lungo e la testa in alto.
Solitamente il materiale più utilizzato è l’alluminio, che coniuga perfettamente la resistenza necessaria agli ambienti esterni, la leggerezza e l’estetica. Non è però raro trovare anche strutture in acciaio, le quali conferiscono un’ulteriore capacità di resistere a urti o condizioni atmosferiche avverse.

La testa contenente la sorgente luminosa, cioè lampade oppure faretti, è ricoperta da diffusori in materiale trasparente: il vetro dona una grande eleganza mentre la plastica offre un’ottima resistenza.

Le forme e le dimensioni sono molteplici: ci sono lampioni alti che illuminano notevolmente oppure lampioni a fungo, posizionabili per esempio lungo piccoli vialetti o sentieri, che creano un’atmosfera avvolgente e diffusa. Per l’acquisto di lampioni da giardino consigliamo: https://www.electrolight.it/it

Lampioni da esterni

I lampioni solari da esterno solitamente vengono posizionati intorno a complessi abitativi. Il loro scopo è quello di illuminare zone importanti della città oppure case, ma anche quello di essere esteticamente adeguati e conformi agli spazi in cui sono posti.

Per il lampioni da esterni si predilige la forma classica con palo lungo e testa posizionata in alto, poiché risulta quella che offre maggiormente una fonte di luce; inoltre l’altezza maggiore difende meglio la testa, con diffusori in vetro, da eventuali danni.

L’acciaio è il materiale più utilizzato, perché notevolmente più resistente.
Le forme possono essere molto diverse, anch10e se in questo caso prevale uno stile più sobrio, ornamentato ma elegante e fine.
L’illuminazione dei lampioni da esterno è di solito medio forte, per dare una luce che permetta di svolgere qualsiasi attività, ma senza creare eccessivo inquinamento luminoso.

Interessante anche la lampada solare da giardino

Faretti e illuminazione led da esterno

I faretti led da esterno vengono posti maggiormente in luoghi abitati, sia fuori piccole case o appartamenti, che fuori grandi zone residenziali e condomini.

Solitamente questo tipo di illuminazione viene posizionata nei muri delle strutture abitative oppure vicino al terreno, per permettere alle persone di avere luce negli spazi più utilizzati e frequentati. Servono a illuminare piccole vie di passaggio, strade esterne per le macchine che accedono ai complessi abitativi, porte che permettono l’accesso alle case o comunque zone di utilizzo collettivo.
Le forme sono molto compatte, per risultare il più possibile invisibili: ci sono piccoli cubi o prismi attaccati a muri esterni oppure piccoli cilindri posizionati per terra.

Il materiale più utilizzato in questo caso è la plastica.
La sorgente luminosa invece viene creata in questo caso da lampade moderne, di solito a led, che offrono un’ottima intensità di luce, ma anche un’incredibile longevità, che permette una continua e duratura illuminazione.

Pali per illuminazione esterna

I pali per l’illuminazione esterna sono posti lungo le strade nei marciapiedi oppure nei pressi di edifici pubblici come scuole, comuni o uffici.
Le forme sono le più disparate, ma i più utilizzati sono i classici pali alti sormontati dalla testa con diffusori vetrati.

I pali vengono solitamente decorati secondo lo stile estetico della città in cui si trovano: possono esserci motivi classici, antichi o anche moderni. Il materiale più in voga è l’acciaio, che offre una maggiore resistenza, utile per questi tipi di ambienti molto popolati.

Le teste in questi casi possono essere anche più di una, per offrire un’ulteriore capacità di illuminazione e per creare ancor di più uno stile classico ed elegante.

 

L'articolo Lampioni da esterno e da giardino sembra essere il primo su TotalDesign.

]]>
https://www.totaldesign.it/lampioni-da-esterno-e-da-giardino/feed/ 0