pexels-susanne-jutzeler-1665825

Come manutenere la serratura della porta di casa: consigli da non perdere

Quando si parla delle incombenze che è necessario gestire in casa, un doveroso cenno deve essere dedicato alla serratura della porta principale. Manutenerla in modo corretto è la miglior garanzia di durata nel tempo.

Certo, i servizi di cambio serrature Milano e in altre città sono a dir poco efficienti e, in caso di rottura, mandano fuori professionisti 24 ore su 24 e in ogni giorno dell’anno. Come in tutti i casi, prevenire è meglio che curare! Ecco perché nelle prossime righe di questo articolo abbiamo riassunto alcune dritte pratiche fondamentali per chi, come te, vuole mantenere a lungo la serratura in condizioni ottimali.

Come pulire la serratura

Iniziamo con il dire che, quando si ha a che fare con una serratura blindata, è fondamentale pulirla. Anche se troppo spesso ce ne dimentichiamo, la polvere si accumula e, man mano che passa il tempo, può arrivare a compromettere la funzionalità, portando, come sopra citato, la serratura a rompersi.

Occuparsi dell’igiene della serratura blindata è molto semplice. Basta munirsi di un panno in microfibra con acqua saponata e concentrare gli sforzi di pulizia a livello sia del pomolo, sia del frontalino. In questo modo, è possibile eliminare efficacemente lo sporco superficiale.

Come abbiamo appena visto, per ora non si parla della serratura. Per pulire al meglio quest’ultima, è necessario utilizzare un altro prodotto rispetto a quelli appena ricordati. Quale, di preciso? Un lubrificante a base di silicone. Per fare in modo che il prodotto si sparga in maniera uniforme il consiglio è quello di procedere, dopo averlo nebulizzato, a girare la chiave più volte.

Manutenzione tecnica della serratura: cosa si può fare da soli?

La serratura della porta, quando si rompe, come tutti sanno richiede l’intervento di un professionista preparato. Nel corso del tempo, ribadiamo, è bene mettere in atto alcuni semplici trucchi tecnici che permettono di mantenerla efficiente. Quali sono gli aspetti che possono essere curati ricorrendo al fai da te? Si può, per esempio, porre attenzione affinché non ci siano delle viti allentate. In tal caso, bisogna intervenire a stringere, dal momento che, nell’eventualità contraria, il rischio è quello che la serratura non funzioni bene o che si rompa.

Pulizia delle serrature vecchie: ecco cosa fare

Non tutti hanno la serratura blindata. Sono tantissime le persone che hanno una porta di casa con una serratura vecchia. Come procedere in questo caso per mantenere l’igiene e, di riflesso, anche l’efficienza? Anche se può sembrare strano, è estremamente semplice. Si può, per esempio, ricorrere a una bomboletta spray ad aria compressa. Costa pochissimo, può essere usata anche da chi non ha mai curato l’igiene di una serratura e si acquista comodamente online.

Dopo aver nebulizzato il contenuto della bomboletta in corrispondenza della serratura, ci si deve concentrare sulla pulizia dell’intercapedine dove fa il suo ingresso la chiave. Una volta archiviato questo step, si può procedere ricorrendo a un lubrificante a secco.

Non c’è che dire: anche senza ricorrere alla professionalità di un fabbro si può, nel corso degli anni, mantenere a livelli ottimali di efficienza la propria serratura, curandone l’igiene e la funzionalità tecnica. Attenzione: non stiamo assolutamente dicendo che il lavoro dei fabbri, professionisti di altissimo livello tecnico che esercitano un mestiere con alle spalle millenni di storia, sia inutile. Il messaggio che vogliamo trasmettere riguarda l’importanza della prevenzione dei guasti.

Lo stesso ragionamento relativo a igiene ed efficienza riguarda la porta. Come pulirla? Ricorrendo a un trio a dir poco popolare quando si parla di igiene domestica: panno in microfibra, acqua e sapone. Concludiamo rammentando anche il fatto di procedere assiduamente a oliarne le cerniere. In questo modo, è possibile evitare di avere a che fare con fastidiosi cigolii.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.