Biennale di Venezia

Biennale di Venezia 2019

Dall’11 maggio al 24 novembre la bella città di Venezia ospiterà la Biennale d’Arte, una delle più celebri esposizioni d’arte contemporanea del mondo, che ricorre ogni 2 anni. La mostra, giunta oramai alla 58esima edizione, sarà curata dallo statunitense Ralph Rugoff, direttore della Hayward Gallery di Londra, e si intitola

“Palazzo della luce” alla Biennale

Ci sarà anche il tanto discusso Palais Lumière di Pierre Cardin tra le «attrazioni» della ormai imminente Biennale Architettura. La mostra Il Palais Lumière di Pierre Cardin a Venezia: una scultura abitabile è stata inserita dalla Biennale tra i 18 eventi collaterali non sarà né ai Giardini, mé all’Arsenale, ma

Biennale di Venezia 2012- Gli eventi collaterali: Il cinema di Ole Scheeren

Saranno 18 gli Eventi Collaterali della 13° Mostra Internazionale di Architettura intitolata Common Ground, diretta da David Chipperfield e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta, aperta al pubblico dal 29 agosto al 25 novembre 2012. Gli Eventi, selezionati da David Chipperfield e approvati dal CdA della Biennale,

Biennale di Venezia 2012-Sezione Architettura. Il Common Ground

La Mostra, che quest’anno ha per titolo Common Ground, vuol dare rilievo alla “condivisione delle differenze“, come spiega David Chipperfield, in quanto elemento “essenziale all’idea di una cultura architettonica“. Obiettivo principale di questa XIII Biennale di Architettura è quello di rinnovare il ricco patrimonio di idee differenti riconducibili alla stessa

Biennale Architettura Venezia 2012. Il curatore del padiglione italiano, Luca Zevi

Figlio di Bruno e Tullia Zevi, dunque collocato all’interno di una delle più celebri famiglie artistico-architettoniche-intellettuali d’Italia con un solido e storico radicamento nella storia del nostro ebraismo. Sessantatreenne, romano, Zevi è docente di architettura a Roma e Reggio Calabria e si è molto mosso in ambito accademico e teorico.