Colori-pareti

Come vivere al meglio la propria casa scegliendo i giusti colori

La colorazione delle pareti può migliorare gli spazi, la luce e lo stile della casa, ma la tonalità va scelta con attenzione e in base alle caratteristiche delle stanze.

I colori delle pareti definiscono la personalità e lo stile degli ambienti di casa, ma non solo; tonalità diverse possono influire su emozioni e stati d’animo. La scelta di un colore rispetto a un altro può contribuire ad aumentare la concentrazione, stimolare le energie o al contrario favorire il rilassamento. È quindi importante scegliere la giusta tonalità per il giusto ambiente.

Se da un lato la scelta di una tinta originale permette di conferire alla casa stile e carattere, dall’altro c’è il rischio di farsi prendere troppo la mano. Per esempio una tonalità oltremodo accesa alla lunga potrebbe stancare, o fare apparire un ambiente più piccolo di quanto già non sia.

Ecco perché scegliere i colori per pitturare casa è un’operazione tutt’altro che scontata. È infatti necessario tenere in considerazione diversi aspetti, come l’ampiezza degli ambienti, l’esposizione alla luce e l’arredamento. Scopriamo alcuni consigli per scegliere il colore giusto in base alle caratteristiche delle stanze.

Colori freddi

Si tratta di colori come il viola, il blu, l’azzurro e il verde. Sono quelle tonalità in grado di favorire il rilassamento e il riposo, ma anche di solleticare la creatività.

Questi colori sono da preferire negli ambienti molto luminosi e con superficie abbastanza estesa. Al contrario si sconsiglia l’utilizzo in locali ristretti e poco illuminati; il rischio è quello di incupire l’ambiente e ridurre lo spazio percepito.

Le stanze in cui si consiglia l’applicazione di tonalità fredde sono: le camere da letto, gli ampi soggiorni, gli open space e i bagni grandi. Se però non si vuole rinunciare ai colori freddi anche in ambienti ristretti, è preferibile optare per tonalità più chiare e tenui come l’azzurro o il verde acqua.

Colori caldi

Sono il rosso, l’arancione, il giallo e tutte le loro sfumature. Si tratta di tinte vivaci che conferiscono agli ambienti convivialità e accoglienza. Inoltre sono capaci di trasmettere energia e creare sensazioni di benessere ed eccitazione.

I colori caldi sono adatti alle stanze poco luminose e posizionate sul lato meno soleggiato della casa. Il rosso, l’arancione e il giallo sono perfetti per gli uffici, le cucine e i piccoli soggiorni.

È importante non utilizzare queste tonalità su tutte le pareti della stanza, ma limitarsi a dipingere un solo muro, o un angolo, o il soffitto.

Colori neutri

Si tratta di colori quali il bianco, il grigio e il beige. Queste soluzioni si abbinano facilmente a qualunque tipo di arredo e si adattano a ogni stanza. Le tonalità neutre conferiscono serenità e una maggiore luminosità agli ambienti, per questo motivo sono perfette per stanze buie e poco esposte al sole.

Tenuto conto di questi consigli è fondamentale orientare la scelta della tinta anche in base al colore dell’arredamento, affinché i due elementi si abbinino alla perfezione.

Infine, una volte scelto il colore, è importante valutare la tecnica di pittura per conferire all’ambiente un effetto classico e omogeneo (con rullo o pennello) o più artistico (con rulli sagomati, tamponi o spugne).

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.