Piante esterni

Manutenzione esterni: quando affidarsi a professionisti e cosa fare da soli

Tutti coloro che possiedono una casa in campagna oppure una villetta in città sono soggetti a un’operazione: la manutenzione dello spazio verde. In questo articolo capiremo come mantenere in un ottimo stato di salute il proprio giardino e come poterlo ravvivare al meglio. È bene precisare fin da subito che diverse mansioni proposte potranno essere effettuate in autonomia oppure si potrà chiedere l’aiuto di professionisti nel settore.

Manutenzione esterni, quando si esegue

Prima di iniziare, è bene fugare ogni dubbio riguardo al quesito, forse, principale: “Quando bisogna effettuare la manutenzione?”; solitamente, per quanto riguarda un giardino, è bene farla in vista del cambio di stagione oppure quando il livello dell’erba e della crescita della vegetazione diventa visibilmente troppo alto e selvaggio.

In teoria, il proprio esterno deve essere costantemente curato e tutelato. Quando si parla di vera e propria manutenzione, però, si possono identificare periodi specifici come autunno e primavera. Adesso vediamo insieme quali lavori si dovranno svolgere.

Manutenzione manto erboso

Questa operazione può essere svolta anche in autonomia, quindi chi ha un minimo di esperienza nel fai-da-te potrà cimentarsi in questa mansione. Ad esempio, bisognerà occuparsi della falciatura, in seguito concimazione, irrigazione, ecc.

Questi interventi garantiscono all’erba del proprio giardino di crescere sana e forte. In questo caso ci si potrà servire di uno strumento ad hoc e, qualora non si avesse a disposizione un magazzino dove custodirlo, si potrà anche optare per un’altra soluzione: il noleggio motozappe. Attrezzo agricolo estremamente utile per frammentare con facilità il proprio terreno.

Potatura di rami e potatura di precisione delle piante

Se la manutenzione del manto erboso, come ad esempio il diserbare le erbacce, può essere effettuata agevolmente da soli, per quanto riguarda la potatura, occorrerebbe rivolgersi a professionisti nel settore per evitare di danneggiare, in primis, il vegetale.

Infatti, questo è un delicato intervento di manutenzione del verde e dovrebbe essere effettuato a cadenza annuale soprattutto se si possiedono alberi da frutto o dei fiori da vivaio. In questo caso, difatti, il team di esperti sarà in grado di svolgere il lavoro in modo impeccabile e nel rispetto delle regole vigenti.

Però, qualora si fosse pronti per un lavoro simile, è bene dotarsi in primo luogo delle giuste attrezzature di sicurezza e, in questo caso, si potrebbe invece optare per il noleggio trabattelli, ovvero dei ponteggi in alluminio con ruote che costituiscono l’impalcatura.

Fertilizzare il terreno

La fertilizzazione del terreno è estremamente importante per garantire alle piante e al proprio manto erboso una nutrizione adeguata al fine di mantenersi in salute e, nel caso delle piante, di crescere al meglio. Anche in questo caso si potrà acquistare il concime da negozi ad hoc oppure affidarsi a una ditta esperta che generalmente potrebbe includere il costo di questo materiale nella propria tariffa.

Conclusioni

Possedere uno spazio esterno è sinonimo di cura e dedizione e può apportare anche benefici a livello psichico. La manutenzione stagionale oppure annuale, con i relativi interventi, potrà essere effettuata in autonomia oppure rivolgendosi a professionisti nel settore. Qualora si volesse procedere da soli, l’importante è dotarsi dell’attrezzatura corretta per rispettare la propria sicurezza, e agevolare il lavoro, e il benessere dello spazio verde.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.