studiare università online

Studiare architettura online: i vantaggi della formazione a distanza

Studiare architettura online è possibile? In realtà questo tipo di laurea a ciclo unico non è disponibile nelle università telematiche riconosciute dal MIUR, tuttavia sono tre gli atenei online che mettono a disposizione il corso in Architettura, Moda o Design, ovvero eCampus, Mercatorum e San Raffaele.

Si tratta di un’informazione da non sottovalutare, visto che questo corso ha molti esami in comune con la laurea classica, perciò alcuni studenti possono decidere di iscriversi a un corso di laurea online in Architettura, Moda o Design per poi chiedere il riconoscimento dei CFU per il conseguimento degli esami mancanti nell’università frontale.

Effettivamente il passaggio da ateneo online a classico è concesso e c’è una commissione interna ad ogni singola università a visionare le diverse richieste, valutando il percorso universitario pregresso. I corsi di laurea triennale in Design e Moda disponibili nelle facoltà di Architettura sono:

  • eCampus: Design e discipline della moda (L-3)
  • San Raffaele: Architettura e design industriale (L-4)
  • Mercatorum: Design del Prodotto e della moda (L-4)

Non ci sono invece corsi di laurea magistrale per via telematica.

Per approfondire sulla professione dell’architetto, vedere anche: guida all’esame di stato per architetto.

Le differenze tra le università online

Bisogna specificare che Moda e Design online e Architettura online hanno delle differenze sostanziali: Architettura, Moda o Design è un corso di laurea triennale che può far accedere alla magistrale in Architettura, mentre Architettura classica è un corso della durata di 5 anni.

Inoltre la laurea in Moda e Design ha momenti di teoria, ma anche di pratica, mentre quella in Architettura si concentra principalmente su una didattica innovativa in cui il focus è proprio su laboratori e workshop, anche grazie al contributo di esperti come stilisti, architetti e designer.

Chi vuole prendere una laurea triennale della classe L-4 (Disegno industriale), alla quale afferiscono percorsi di studio più tecnici, dovrà optare per Mercatorum o per San Raffaele. Chi invece è interessato agli aspetti legati ai settori dell’arte, della musica, della moda, del design e dello spettacolo, invece, dovrà scegliere eCampus (L-3 Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda).

I corsi di questo corso vanno da un minimo di 2000 euro a un massimo di 4000 euro a cui vanno aggiunte le spese della tassa regionale, quelle di iscrizione e i diritti di segreteria per l’immatricolazione. I costi sono minori degli atenei tradizionali e questo è solo uno dei motivi per cui studiare architettura online.

I vantaggi della formazione a distanza

Nonostante sia obbligatoria poi l’iscrizione ad un’università classica per conseguire la laurea magistrale e quindi diventare architetto a tutti gli effetti (ovviamente previo superamento dell’esame di abilitazione all’esercizio della professione o esame di stato in architettura), la possibilità di effettuare una parte degli esami con un ateneo per via telematica non va sottovalutata. In questo modo si può risparmiare molto sugli spostamenti, visto che le lezioni si svolgono esclusivamente online, ed inoltre anche sui libri poiché tutto il materiale didattico è messo a disposizione dalle stesse università senza la necessità di fare ulteriori acquisti.

Inoltre gli atenei online offrono maggiore autonomia nell’organizzazione del percorso di studi a tutti gli studenti, inoltre flessibilità nella gestione delle ore di studi, il tutto senza scendere a compromessi in termini di qualità degli insegnamenti.

Ricordiamo che eCampus e Mercatorum rispetto alla San Raffaele hanno più sedi sul territorio nazionale, anche se quest’ultima ha i costi più contenuti. Chi invece è interessato alla possibilità di seguire le lezioni anche in presenza deve tenere presente che solo eCampus offre questa opportunità, visto che c’è un campus messo a disposizione di tutti gli studenti, esattamente come accade negli atenei tradizionali.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.