domotica e design

Domotica e design: soluzioni integrate per abitazioni sempre più smart

Lo sviluppo della domotica e della ‘Building automation’ ha contribuito a rendere le case moderne più smart e funzionali, grazie all’integrazione di diverse tecnologie per il controllo e la gestione di apparati e sistemi. Questo aspetto, destinato a diventare sempre più caratterizzante, influirà notevolmente sull’interior design al fine di integrare al meglio le soluzioni di domotica con quelle estetiche ed architettoniche.

Le nuove frontiere del design d’interni

È innegabile come una serie di fattori stia imponendo all’interior design (per quanto riguarda il settore abitativo) una radicale evoluzione a favore della cosiddetta ‘edilizia sostenibile’. Aspetti quali l’efficienza energetica e la necessità di creare ambienti maggiormente rispondenti alle moderne esigenze di utilizzo incidono notevolmente sul design; al contempo, l’architettura d’interni non può prescindere dalla valorizzazione dell’aspetto prettamente estetico, cercando quindi di armonizzare quest’ultimo con le prerogative pratiche e funzionali che contraddistinguono un singolo ambiente. 

In questa prospettiva si inserisce la necessità di integrare i dispositivi di domotica, fino a trasformarli in elementi di design a tutti gli effetti; a tal proposito, rispetto a quanto accadeva in passato, oggi i designer prediligono lasciare bene in vista i device di controllo domotico, grazie ad una sostanziale evoluzione estetica (che ne fa un valore aggiunto anziché un elemento estraneo).

È il caso, ad esempio, dei device di gestione degli impianti di riscaldamento e condizionamento; quelli di nuova generazione sfruttano tecnologie digitali e possono essere gestiti tramite la rete Wi-Fi domestica. In particolare, i cronotermostati più moderni, come quelli presenti all’interno di un catalogo specializzato quale Emmebistore, sono tra le soluzioni più diffuse; essi, infatti, consentono di impostare gli orari di accensione e spegnimento degli impianti, nonché di stabilire la temperatura massima di esercizio. In tal modo, è possibile ottimizzare il consumo energetico, limitare gli sprechi e ammortizzare il dispendio economico. Inoltre, grazie alla connettività Wi-Fi, è possibile spesso controllare il termostato digitale direttamente da un’apposita app, per tenere sempre sotto controllo tutti i parametri di riferimento.

Sistemi di illuminazione, tra smart e design

La dislocazione delle fonti di luce interne è un altro degli aspetti divenuti centrali per l’interior design moderno. In fase di progettazione, infatti, è importante scegliere dove collocare lampade, lampadari, faretti, plafoniere e simili; al contempo, si tende a scegliere sempre più spesso dispositivi in grado di garantire un buon risparmio energetico a fronte di prestazioni di alto livello.

L’ottimizzazione delle prestazioni dei sistemi di illuminazione passa anche attraverso l’integrazione con specifiche soluzioni di domotica, che consentono, ad esempio, di regolare l’intensità luminosa dei dispositivi oppure di accenderli e spegnerli in base alle proprie necessità. Da questo punto di vista, la domotica è un valido supporto per agevolare il comfort luminoso e, più in generale, quello abitativo.

Architettura e ‘smart living’

L’ingresso della domotica nell’interior design ha spostato il focus progettuale verso un nuovo concetto, quello dello ‘smart living’. Questa denominazione si applica a tutte le soluzioni tecnologiche (e non) che contribuiscono al benessere abitativo mediante l’ottimizzazione dei consumi, l’automazione dei sistemi e una gestione più semplice dei dispositivi di sicurezza.

Com’è facile intuire, l’architettura d’interni non può non tenere in considerazione anche questi fattori, cercando di elaborare soluzioni che consentano di integrare tecnologie differenti in modo funzionale. Le nuove tendenze – building automation e smart living su tutte – impongono quindi un nuovo modo di concepire e distribuire gli spazi, così da ottenere ambienti confortevoli e funzionali in grado di rispondere ad esigenze abitative specifiche. La domotica, da questo punto di vista, offre un contributo notevole, rappresentato non solo da termostati e controlli a distanza, ma anche da elettrodomestici smart, sistemi di citofonia e videosorveglianza.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.