Esame di Stato per Architetti: NORMATIVA SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE (parte 1)

Normativa sul superamento delle barriere architettoniche

Vediamo come comportarci per quanto riguarda il superamento delle barriere architettoniche durante lo svolgimento della prova grafica dell’Esame di Stato per architetti, sezione A.

Normativa di riferimento

L.13/’89 – D.M. 236/’89—> per ambiente privato

D.P.R. 503/96—> per ambiente pubblico

Per la Regione Toscana vedere la L. 41/r

Esistono 3 Livelli di Fruibilità:

Primo livello: Accessibilità —>proprietà pubblica o comune

Secondo Livello: Visitabilità —>proprietà pubblica o comune

Terzo Livello: Adattabilità —>proprietà privata

Definizioni secondo il D.M. 236/’89

ACCESSIBILITA’= completa fruibilità degli spazi interni/esterni

VISITABILITA’= accedere agli spazi di relazione (es. soggiorno) + w.c.

ADATTABILITA’= quando modificando nel tempo e a costi limitati, lo spazio costruito diviene accessibile.

Esempi:

Edilizia residenziale pubblica = parti comuni accessibili e tutto il resto visitabile

Unifamiliari isolate o aggregate = adattabili

VEDIAMO ALCUNE MISURE

-porta ingresso abitazione privata 90cm

-porte interne abitazione privata 80cm

-rampe scale private 90cm, pedata 25cm

-rampe scale comuni 120cm, pedata preferibilmente 30cm

-ascensore residenziale profondità 130cm, larghezza 95cm, spazio antistante l’ascensore 150cm x 150cm

-ascensore non residenziale profondità 140cm, larghezza 110cm, spazio antistante l’ascensore 150cm x 150cm

-balconi tra portafinestra e parapetto 140cm-150cm, altezza parapetto 100cm

La casa unifamiliare, quali requisiti deve soddisfare? visitabilità e adattabilità. Non c’è accessibilità perché non vi sono parti comuni con altri condomini.

La casa a schiera, quali requisiti deve soddisfare? visitabilità e adattabilità. L’accessibilità entra in gioco soltanto se vi sono parti comuni.

La casa in linea, quali requisiti deve soddisfare? visitabilità e accessibilità. L’adattabilità entra in gioco soltanto nelle singole unità immobiliari (esempio allargare un bagno per renderlo accessibile a persone con ridotta o impedita capacità motoria).

Vi invitiamo a consultare anche la seconda parte dell’articolo sul superamento delle  barriere architettoniche per avere il quadro completo della situazione normativa e operativa.

Arch. Maria Giulia Petrai

 

 

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.