agevolazioni prima casa

Agevolazioni Prima Casa: l’elenco dei bonus attivi nel 2022

Agevolazioni Prima Casa, cioè l’insieme di sostegni e facilitazioni che consentono di pagare imposte ridotte sull’acquisto di una abitazione in presenza di determinate condizioni. In generale, attraverso la Legge di Bilancio 2022, sono previste numerose proroghe e l’introduzione di nuovi bonus casa. Altre agevolazioni, sono state eliminate. L’obiettivo è proprio quello di aiutare i giovani acquirenti, non a caso il bonus prende il nome di bonus giovani prima casa. Sfruttando queste. agevolazioni, i giovani under 36 possono prendere in considerazione un acquisto a un prezzo ridotto.

agevolazioni prima casa

Facciamo il punto della situazione, tra agevolazioni prima casa, ecobonus e bonus ristrutturazioni. Nelle prossime righe vedremo insieme la guida aggiornata sulle Agevolazioni Prima Casa e l’elenco dei bonus attivi nel 2022, con la spiegazione di tutti quelli confermati dalla Legge di Bilancio e quelli nuovi introdotti. 

Agevolazioni Prima Casa

Come abbiamo già detto, il governo ha deciso di prorogare il bonus prima casa per gli under 36. L’incentivo è dedicato a coloro che hanno acquistato o acquisteranno la prima abitazione dal 26 Maggio 2021 fino al 31 Dicembre 2022. Sono previsti esenzioni e sgravi fiscali in favore di giovani acquirenti con età inferiore a 36 anni e ISEE non superiore a 40.000 euro annui. Introdotto con il Decreto Sostegni Bis, il bonus prima casa rientra nella recente manovra economica e viene prorogato di altri 6 mesi, quindi potremo usufruirne fino al 31 dicembre 2022, anziché fino al 30 giugno 2022 come in precedenza stabilito. 

In che cosa consiste, più nello specifico? Vengono meno le imposte normalmente pagate per stipulare il contratto di compravendita, finalizzato all’acquisto dell’abitazione principale. Per tutte le compravendite non soggette ad Iva e quindi stipulate tra soggetti privati, si include l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale. Se il venditore è soggetto a Iva, è anche compreso un credito di imposta con un ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore.

bonus casa under 36

Le agevolazioni prima casa, con questo bonus, consentono ai giovani under 36 di non pagare l’imposta di bollo. Oltre alla compravendita agevolata, i vantaggi riguardano anche la stipula di un contratto di mutuo finalizzato all’acquisto della prima casa. Lo Stato copre, infatti, fino all’80% del mutuo concesso a tassi agevolati e il cui importo non sia superiore a 250 mila euro. Anche l’esenzione dal pagamento dell’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per acquistare, costruire o ristrutturare l’abitazione principale è inclusa nel bonus.

Requisiti Bonus Prima Casa

Per usufruire di questo bonus, il richiedente non deve aver compiuto 36 anni di età nell’anno in cui viene sottoscritto l’atto di compravendita. Inoltre, deve presentare un ISEE inferiore ai 40.000 euro, calcolato in base ai redditi relativi al secondo anno precedente la Dichiarazione sostitutiva unica. Se gli acquirenti sono due e una solo presenta i requisiti per ottenere l’agevolazione, su metà del valore dell’immobile si applicano i benefici fiscali e sull’altra metà varrà il regime di tassazione normale.

Inoltre, è necessario stabilire la residenza, entro il termine di 18 mesi dall’atto di acquisto, nel Comune in cui si trova l’immobile agevolato. Non bisogna essere titolari, nemmeno in comunione dei beni, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa, nel territorio del Comune in cui è situato l’immobile da acquistare a condizioni agevolate. Infine, nell’atto di acquisto bisogna dichiarare di non essere titolare, neppure per quote, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione nonché di nuda proprietà, su un immobile acquistato con agevolazioni fiscali prima casa (anche dal coniuge). 

Infine, tra i requisiti, l’immobile non deve essere di lusso bensì rientrare nelle categorie catastali da A2 a A7 e A11. Nel bonus prima casa rientra l’acquisto anche di eventuali pertinenze dell’immobile, come garage, cantina o box. 

Bonus Affitti Giovani

Una novità è in arrivo nel 2022 è il tanto atteso bonus affitti per i giovani di età compresa fra i 20 e i 31 anni non compiuti, con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro. Il bonus è valido per coloro che stipulano un contratto di locazione per l’intera unità immobiliare oppure per una porzione di essa da destinare a propria abitazione principale.

bonus giovani 2022

Bonus Casa 2022: quali sono?

Il Governo ha prorogato, insieme ad altre facilitazioni, molte delle agevolazioni relative ai Bonus casa 2022. Si tratta di bonus edilizi che hanno lo scopo di incentivare la transizione green con interventi mirati per l’efficientamento energetico. Sono anche previste anche detrazioni fiscali che hanno la finalità di aiutare nell’acquisto e nella ristrutturazione edilizia degli immobili abitativi. Abbiamo dedicato un articolo ai bonus casa rinnovati e modificati nel 2022, qui li vediamo brevemente. 

Superbonus 110%

Prorogato il Superbonus 110% che può essere applicato ai lavori di efficientamento energetico, all’installazione impianti fotovoltaici, ma anche per la realizzazione di strutture per ricarica di veicoli elettrici. Anche la realizzazione del cappotto termico è inclusa nei lavori ammessi. Per i condomini l’agevolazione continua anche i due anni successivi. L’incentivo però, si riduce al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. Viene anche garantito per l’anno 2022 il Superbonus sulle case unifamiliari. In questa misura e in altre, rientra anche il bonus condizionatori.

L’unica condizione è che lo stato di avanzamento lavori sia almeno del 30% a 30 giugno 2022. La Legge di Bilancio ha prorogato anche il Superbonus per gli impianti fotovoltaici e per le opere di abbattimento delle barriere architettoniche. I benefici del Superbonus diventano accessibili anche per le abitazioni collegate al teleriscaldamento. Infine è stato prorogato fino al 2025 anche il Superbonus 110% per gli interventi realizzati per gli edifici dei Comuni colpiti da eventi sismici.

Ecobonus 2022

Nella Manovra 2022 è stato ulteriormente rafforza l’Ecobonus con riconferma fino al 2024. Si tratta di una misura volta a garantire l’efficienza energetica degli edifici. Nel dettaglio, l’Ecobonus prevede una detrazione dal 50% al 65% per gli interventi di efficientamento energetico non ammessi nel Superbonus 110. Tra quelli ammessi invece, troviamo il bonus tende da sole, il bonus infissi o il bonus caldaia.

Sismabonus

Anche il Sismabonus è stato potenziato. Si tratta di una detrazione fiscale utile a garantire la messa in sicurezza degli edifici. Il Sismabonus prevede un’agevolazione con aliquote variabili sulla base della zona sismica in cui si trova l’edificio e chiaramente della tipologia d’immobile. Per gli edifici unifamiliari lo sconto va dal 50 al 70%. Per quanto riguarda i condomini invece, è compreso tra il 75% e l’85%.

bonus casa 2022

Bonus ristrutturazioni, condizionatori e facciate

Tra gli altri Bonus casa 2022, anche il Bonus ristrutturazioni è stato rinnovato. In questo incentivo rientrano il Bonus condizionatori e il bonus facciate. Nel dettaglio, consiste in una detrazione dall’IRPEF del 50% delle spese sostenute, fino a 96.000 euro per unità immobiliare. È possibile optare tra la la detrazione, la cessione del credito o lo sconto in fattura. Il bonus ristrutturazione è stato riconfermato con la Legge di Bilancio 2022 fino al 2024. Per quanto concerne invece il bonus facciate, è stato prorogato ma la percentuale scende dal 90 al 60%.

Bonus mobili

È stato confermato anche il Bonus mobili 2022, dunque la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe A. Affinché sia ritenuto valido, il casa deve essere utilizzato per arredare immobili oggetto di lavori di ristrutturazione. Attraverso la Legge di Bilancio il bonus sale di importo, da 5.000 a 10.000 euro. Nei due anni successivi invece, viene confermato con un massimale di 5.000 euro. 

Bonus Verde

Confermata anche la proroga del Bonus verde, quindi di una detrazione IRPEF del 36% sui costi sostenuti per gli interventi di sistemazione a verde di giardini privati e condominiali, balconi e terrazzi. L’incentivo è suddiviso in 10 quote annuali su un importo massimo di 5.000 euro.

Bonus idrico

Tra i Bonus casa 2022 c’è anche quello idrico, definito anche bonus doccia e rubinetti. L’incentivo prevede fino a 1.000 euro di rimborso (senza limiti di ISEE) sui costi sostenuti per interventi di sostituzione dei vasi sanitari in ceramica in favore di nuovi apparecchi a scarico ridotto. La scadenza dell’agevolazione si è fissata al 31 dicembre 2021 ma per il ritardo nell’avvio delle domande in realtà l’agevolazione non è ancora partita. Per questo motivo è stata prorogata fino al 2024.

Bonus Restauro

Il Bonus restauro rimane in vigore anche nel 2022. L’agevolazione consiste in un credito d’imposta pari al 50% dei costi sostenuti da persone fisiche negli anni 2021 e 2022, destinati alla manutenzione, protezione e restauro degli immobili d’interesse storico e artistico. L’importo massimo previsto è fino a di 100.000 euro. I beneficiari del Bonus restauro potranno essere esclusivamente persone fisiche, quindi tutti gli immobili utilizzati nell’esercizio d’impresa, arte o professione sono da escludersi.

agevolazioni prima casa

Bonus Acqua potabile

Nel 2022 è previsto anche il bonus acqua potabile. L’agevolazione consente di ottenere un rimborso fino a 500 euro per tutte quelle spese sostenute per la razionalizzazione del consumo dell’acqua potabile. Nel dettaglio, consiste in un credito di imposta pari al 50% della spesa per l’acquisto e l’installazione di sistemi filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento o addizione di anidride carbonica.

Bonus barriere architettoniche

Nel 2022 si è anche introdotto un bonus del 75% per abbattere le barriere architettoniche. Il bonus si divide in 5 quote annuali con un tetto di spesa fino a 50.000 euro per gli edifici unifamiliari.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.