Vetrate per verande

Vetrate per verande: Interni, Permessi, Esterni Fai da Te e Panoramiche

La veranda in vetro nasce per rispondere all’esigenza di disporre di un locale supplementare. Storicamente, questo spazio veniva destinato a limonaia e, solo successivamente, a serra. Con il passare degli anni il concetto si è evoluto notevolmente, dal momento che ad oggi una veranda in vetro è diventata una sorta di succursale dell’abitazione, da vivere con familiari e amici. Le soluzioni in commercio sono davvero numerose, e molto spesso i sistemi scorrevoli rappresentano un vero e proprio elemento di design in grado di donare eleganza agli spazi. In questo articolo vedremo come devono essere realizzate le vetrate per verande da interni, quali permessi occorrono, come sono quelle da esterno fai da te e quelle panoramiche.

Vetrate per verande: per Interni

Da alcuni anni si ricorre sempre più frequentemente nel design di interni, all’utilizzo delle vetrate per interni. Quando si fa riferimento alle vetrate per interni, possiamo fare una distinzione tra porte vetrate e pareti vetrate. Le prime di fatto dividono due ambienti come una comune porta, ma consentono il passaggio di più luce. Le seconde invece si sostituiscono alle pareti. Solitamente si tratta di più lastre di grandi dimensioni, che molto spesso vengono integrate con sistemi di apertura scorrevoli o a battente. Le vetrate per interni permettono di mantenere gli ambienti fisicamente separati, donando però una sensazione di un unico grande spazio. Negli appartamenti questa cosa è molto utile soprattutto nelle zone giorno tra soggiorno e cucina. Questo perché uno spazio piccolo si moltiplica, sempre però mantenendo confinato il caos e gli odori tipici che molto spesso regnano nelle cucine.

Permessi edilizi

L’installazione di vetrate per verande, fisse o scorrevoli che siano, prevede l’ottenimento di un permesso, perché equivale ad ampliare l’edificio. (Cass. Pen. 36238/2019, n. 1483/2013). Ad esempio, chiudendo i balconi, vengono realizzati dei vani che potranno essere utilizzati autonomamente, quindi privi del carattere di precarietà. Trattandosi quindi di opere non destinate ad esigenze temporanee, ma destinate ad ampliarsi nel tempo, necessitano appunto dei permessi. In altre parole, la facile amovibilità della struttura, non conferisce alla stessa la temporaneità.

Vetrate per verande: per esterni

In commercio possiamo trovare un’infinità di soluzioni di vetrate per verande per esterni, alcune delle quali proposte da brand anche molto noti come Pratic. In particolare quest’ultimo dispone di molte soluzioni che possono tranquillamente resistere alle intemperie invernali, grazie a delle guarnizioni in policarbonato poste tra i vari pannelli. Così si garantisce l’impermeabilità e la protezione, preservandone la trasparenza visiva. Inoltre, le vetrate sono abbinabili ad una pergola per garantirne protezione e utilizzo anche fuori stagione. Ad ogni modo i modelli sono molteplici per quanto concerne la chiusura dei vetri, sia sotto il profilo meramente estetico che sotto quello funzionale. Agire in autonomia però, a patto di non avere ovviamente le giuste competenze, può comportare dei problemi, soprattutto dove sono previsti dei meccanismi di scorrimento. In alcuni casi estremi inoltre, una struttura non montata correttamente, può generare anche dei rischi. Il consiglio in questi casi, è di rivolgersi sempre e comunque a degli installatori professionisti, che dopo un attento sopralluogo siano in grado di consigliare, progettare e realizzare la soluzione migliore per le proprie esigenze.

Vetrate per verande: panoramiche

Le vetrate panoramiche permettono di utilizzare al meglio e soprattutto in qualsiasi stagione, tutti quegli spazi esterni che spesso vengono poco utilizzati. Ricorrendo alla soluzione della veranda panoramica invece, possono diventare dei meravigliosi e confortevoli locali usufruibili in qualsiasi momento dell’anno. Le soluzioni che prevedono sistemi ad ante scorrevoli ad esempio, consentono la realizzazione di molteplici combinazioni di chiusure per balconi, tettoie, pergole, porticati ed altri.

Queste vetrate si avvalgono di soluzioni tecnologiche all’avanguardia, sia dal punto di vista del semplice design, ma anche sotto quelli della sicurezza e della resistenza all’usura nel tempo. Tra i vari modelli, le vetrate panoramiche senza profili verticali, regalano una totale visibilità dell’ambiente esterno, e non creano sgradevoli impatti visivi o architettonici. Per questo motivo, servono quindi per proteggere, arredare e utilizzare gli spazi esterni, senza perdere la visuale. Ci sono inoltre le vetrate panoramiche Pratic Slide Glass, sistema di vetrate scorrevoli progettato con pannelli in vetro temprato e chiusura su binari per un risultato esteticamente minimale ed elegante grazie ad una progettazione senza viti a vista. Il sistema rappresenta una soluzione ideale per terrazzi, attici, balconi o verande da trasformare i luoghi luminosi e protetti. L’impermeabilità ad acqua e vento delle guarnizioni trasparenti in policarbonato posizionate tra i pannelli, garantisce la protezione senza offuscare la trasparenza della vista.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.