piscina interrata

Piscine Interrate: Cemento, Vetroresina, Acciaio e Prezzi

Piscine interrate: quale scegliere? Una piscina è sicuramente un elemento di arredo del giardino di grande effetto, e nel caso della piscina interrata aumenta inoltre il valore del vostro immobile. Ma come scegliere la vostra piscina interrata? Quale tipo di piscina interrata devo scegliere? Meglio una piscina interrata o una piscina fuori terra?

Una piscina interrata è un acquisto che aggiunge valore alla casa, alla serenità della famiglia e dura tanti anni. Esistono tanti e diversi materiali per realizzare una piscina interrata, capaci di influenzare la durata, la manutenzione e i costi delle piscine interrate. In questo articolo capiremo quali sono le differenze tra le piscine interrate realizzati con il cemento armato e le piscine realizzate con l’acciaio. Le differenze aiuteranno a capire qual è la tipologia di piscina adatta alle vostre esigenze. In questo settore ci sono cambiamenti e novità ogni anno, dalla tipologia di materiali ai metodi di costruzione delle piscine. È importante dunque conoscere le caratteristiche e le influenze di ogni materiale.

Piscine interrate

Per scegliere il tipo di piscina interrata più adatto alle proprie esigenze bisogna considerare vari fattori: spazi, costi, tecniche da utilizzare, optional desiderati. Ora vedremo i tipi principali di piscine interrate e quali sono i loro pro e contro. Le piscine sono classificate in base alle loro dimensioni come: minipiscine (>10m²), piscine standard (circa 32m²) e corridoi di nuoto (lunghezza a partire dai 10 m).

Le minipiscine sono le più adatte per rilassarsi e rinfrescarsi, mentre se si è interessati a fare attività sportiva un corridoio di nuoto è perfetto. La prima cosa da fare è scegliere che tipo di piscina interrata desiderate, in base a chi saranno gli utilizzatori. Una famiglia con bambini? Uno sportivo? Una coppia che vuole godersi un momento di relax? Vediamo quali sono i fondi adatti in base ai nostri scopi.

  • Fondi adatti all’utilizzo familiare (nuoto, giochi, persone di taglia differente):
    • Fondo piatto di 1,20 m
    • Fondo incurvato da 1,20 a 1,80 m
    • Mini fossa da 1,20 a 1,80 m
  • Fondi non idonei all’utilizzo famigliare:
    • Gran bagno da 1,20 a 2,40 m
    • Fondo piatto 1,50 m
  • Utilizzo sportivo:
    • Sevogliamo tuffarci da un trampolino la scelta migliore è il Gran bagno;
    • Per nuotare va bene qualsiasi tipo di fondo; basta considerare la lunghezza della piscina;
    • Per l’aquabike si consiglia di scegliere un fondo piatto 1,20 m o mini fossa

Ci sono vari tipi di tecniche tra cui scegliere per costruire la vostra piscina interrata. Sta a voi di trovare la più adatta al vostro giardino o alla vostra casa. Ecco le tecniche tra cui scegliere:

  • piscina monoblocco in vetroresina
  • in pannelli d’acciaio
  • piscina in lamiera d’acciaio
  • in cemento armato
  • in casseri di polistirolo

Piscine interrate cemento armato

Le piscine interrate in cemento armato sono le più diffuse. Il cemento armato è uno dei primi materiali utilizzati per realizzare le piscine. Molte persone non sanno, però, che da alcuni anni le piscine in cemento armato non sono più considerate a lunga durata, questo perché la costruzione in cemento armato necessita di un’alta precisione: la porosità del cemento può portare problemi e bisogna saper utilizzare delle miscele specifiche per renderlo impermeabile.

Le piscine interrate in cemento armato sono classificate come le piscine più costose in termini di  montaggio e installazione, mentre per l’acquisto dei materiali risultano essere più economiche rispetto ad altre tipologie di piscine. Una piscina in cemento armato non ha problemi di rivestimenti, è possibile utilizzarli quasi tutti: mosaico, pietra naturale, membrana armata in PVC, piastrelle, resine o vernici.
La scelta dei rivestimenti si basa esclusivamente al gusto estetico, ma è meglio ricordare che i rivestimenti in resina hanno una durata limitata. La bellezza delle piscine in cemento armato consiste nella totale libertà di personalizzazione, riguardo a forme e dimensioni.

Piscine interrate in cemento armato

Questa tecnica di costruzione è quella più classica, anche se ormai un po’datata. La scelta del cemento per costruire la vostra piscina interrata offre una grande durata nel tempo e grandi possibilità di personalizzazione.  Dobbiamo affidarsi a una ditta specializzata nella costruzione di piscine. Questo perché è molto importante rendere impermeabile il più possibile il cemento, per via della sua porosità.

Curiosità

Se scegliamo di una piscina interrata in cemento armato è possibile applicare tutti i rivestimenti possibili, non resta che da scegliere in base al risultato estetico desiderato. In conclusione il costo di una piscina in cemento armato è il più elevato tra quelli delle altre strutture, poiché richiede lavori edili accurati.

Piscine interrate vetroresina

Questo tipo di strutture sono abitualmente piscine monoblocco oppure a due blocchi. I loro vantaggi sono sia la velocità di istallazione che la varietà possibile di personalizzazione, visti i vari modelli presenti sul mercato. Dopo aver fatto lo scavo, la vasca monoblocco ci va appoggiata dentro, ricordandoci che il terreno è stato messo a bolla. Evidentemente installare questo tipo di piscina risulta piuttosto veloce, soprattutto perché non è necessario effettuare un rivestimento.

Curiosità

La fase più difficile e costosa, quando si acquista una piscina in vetroresina ,è il trasporto. Per ciò che riguarda il costo  il materiale ha un prezzo elevato, ma i costi si abbattono quando si parla di istallazione. In conclusione, se vogliamo una piscina di dimensioni medio-grandi, una piscina interrata in vetroresina è più costosa della media.

Piscine interrate acciaio

La struttura in pannelli d’acciaio è costituita da una soletta in cemento che raggiunge uno spessore di circa quindici centimetri e che può  inclinata oppure piana, per avere due profondità diverse nella vostra piscina. Questa base supporterà dei pannelli d’acciaio modulari, da montare su di essa e che formeranno le pareti della struttura.

I pannelli, solitamente in acciaio zincato oppure in acciaio inox, vengono dotati anche di contrafforti laterali per creare una struttura portante. Questo tipo di piscina interrata ha bisogno di un tempo di costruzione abbastanza breve, e può fornire robustezza e flessibilità. Per quanto riguarda il costo di questo tipo di piscina il primo fattore è il rapporto qualità-prezzo. Il rivestimento di questo tipo di piscine è effettuato soltanto in PVC.

I pannelli d’acciaio

Le piscine in pannelli d’acciaio sono diventate uno standard nelle zone residenziali in Italia ma, in realtà, questa soluzione esisteva da ben 50 anni. Le peculiarità che distinguono queste tipologie di piscina sono la durata, l’installazione e i costi leggermente più bassi di altre tipologie di piscine interrate.

Curiosità

Prima di installare una piscina in pannelli d’acciaio bisogna realizzare una soletta in cemento con 15 centimetri di spessore, in base al tipo di piscina da realizzare, la soletta può essere piana o con il centro inclinato. La soletta in cemento svolge la funzione di base su cui successivamente vengono montati i pannelli d’acciaio modulari che costituiscono la struttura. Questi pannelli sono, solitamente, in acciaio inox o in acciaio zincato.

La struttura prefabbricata delle piscine in pannelli d’acciaio non richiede un alto grado di precisione durante la costruzione, ma è importante curare contemporaneamente il rinterro dello scavo e riempire la vasca, in questo modo si evita l’imbarcarsi delle pareti. Il prezzo delle piscine interrate in acciaio è meno costoso di una piscina in cemento armato, questo perché si basa sul rapporto qualità/prezzo. L’unico inconveniente di queste tipologie di piscine interessa il rivestimento, è possibile rivestirle solo con la membrana armata in PVC. La personalizzazione delle piscine in acciaio è possibile e libera, basta ripiegare i pannelli per ottenere le curvature desiderate. Oggi è possibile regolare anche la profondità, in base alla forma della soletta di cemento.

Piscine interrate in lamiera d’acciaio

La lamiera d’acciaio ha prezzo molto competitivo dei materiali e dell’installazione, mentre richiede qualche opera muraria in più, come i muretti di contenimento laterali.  La durata di una struttura in lamiera d’acciaio può essere accettabile, ma l’utilizzo dei pannelli d’acciaio garantisce risultati migliori. Se si vuole si può procedere con l’installazione fai da te, anche se è consigliabile avere già esperienza.

Piscine in casseri di polistirolo

Le piscine in casseri di polistirolo sono un aggiornamento della tecnologia costruttiva in cemento armato che sfrutta casseri di polistirolo in EPS, ovvero un Polistirolo Espanso e Sintetizzato. Inizialmente questi casseri vengono assemblati tramite una rete metallica. La seconda fase della costruzione è la vera e propria istallazione effettuata attraverso la colata di cemento.

Infine avviene il posizionamento del rivestimento e l’istallazione di tutti gli impianti. Per questo tipo di piscina interrata sono adatti tutti i tipi di rivestimento, anche se il PVC rimane la scelta migliore. Per quello che riguarda la personalizzazione della piscina interrata, pur potendo scegliere forme arrotondate, le possibilità sono minori. Tra i pro della scelta di questa tecnica troviamo il costo, che rispetto alle piscine in muratura è minore.

Piscine interrate: prezzi

Qui riportiamo una tabella indicativa riguardo ai costi di una piscina interrata. A seconda dei materiali utilizzati, della tecnica scelta e delle dimensioni i prezzi varieranno. In generale i prezzi di una piscina interrata andranno dai 10.000 ai 20.000 euro.

  • Le opzioni più costose saranno la piscina interrata in cemento armato o in casseri di polistirolo (12/13.000 fino a 19/20.000 euro)
  • Scelte più economiche saranno la piscina interrata in pannelli di acciaio o in lamiera d’acciaio (da 11.000 a 18.000 euro)
  • Per quanto riguarda la piscina in vetroresina i costi sono intermedi (da 15.000 a 18.000 euro).

Ti potrebbe interessare anche…

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.