Sedia ergonomica: le caratteristiche che deve avere

 

Chi trascorre tante ore davanti al PC sa di cosa sto parlando: restare seduti a lungo ad un scrivania costringe le articolazioni nella stessa posizione per lungo tempo provocando tutta una serie di conseguenze: compromette la circolazione, provoca dolore alla schiena, casusa rigidità muscolare e porta ad avere piedi e mani freddi. Si tratta di disturbi che possono essere facilmente scongiurati utilizzando una sedia ergonomica, che consente di tenere una postura corretta e di favorire  l’elasticità del corpo.

sedia ergonomica

Che cosa è la sedia ergonomica?

La sedia ergonomica è un elemento che ha molta più importanza di quello che le viene attribuito.

Si tratta di una sedia che è volta a garantire la comodità e la corretta postura. Dovrebbe essere sempre usata quando si studia o si lavora alla scrivania e in tutti i casi in cui si trascorre parecchio tempo su una sedia. Si tratta infatti di situazioni in cui è molto frequente che si assumano posizioni scorrette mettendo a repentaglio la salute della schiena e non solo.

Senza una sedia ergonomica non è  “a norma” possono insorgere disturbi muscolari e scheletrici come il mal di schiena, i dolori alle spalle, la tendinite, ecc. per questo è bene affidarsi a ciò che dispone la Normativa e scegliere sedie ergonomiche che rispettino tutti i criteri richiesti.

Caratteristiche

La sedia ergonomica deve essere progettata in modo che siano presenti queste caratteristiche:

La pianta del piede deve poggiare sul pavimento.

Il piede e polpaccio devono formare un angolo di circa 90°.

Il polpaccio deve restare in verticale.

Il polpaccio e la coscia devono formare un angolo di circa 90° con.

La coscia deve restare in orizzontale.

La coscia e il tronco devono formare un angolo di circa 90° con.

Il tronco deve restare eretto.

Per garantire queste caratteristiche le sedie ergonomiche devono agire su determinati fattori, ossia:

Sul pistone o pompa a gas che consente di adattare la sedia alla corporatura dell’utilizzatore regolandone, ad esempio, l’altezza.

Sul meccanismo che consente di regolare l’inclinazione dello schienale e la profondità del sedile garantendo un appoggio ottimale alle gambe.

Sul supporto lombare che sostiene al meglio la schiena durante le ore in cui si resta seduti regolando la spinta nell’area dorso-lombare.

Sul poggiatesta che permette l’adattamento dell’utilizzatore.

Sui braccioli che permettono di avere sempre un appoggio a braccio ed avambraccio mentre si lavora

Le sedie ergonomiche che ne sono dotate devono anche agire sul  meccanismo sincronizzato che regola il sedile/schienale in modo sincronizzato facendo in modo che automaticamente la pianta del piede appoggi sempre sul pavimento.

Sedia ergonomica prezzi

In commercio sono disponibili sedie ergonomiche di diversi prezzi. Nella determinazione del prezzo sono importanti la marca della sedia, il materiale di composizione e la presenza di meccanismi automatizzati. Si può optare per le sedie ergonomiche IKEA o per la sedia ergonomica stokke (attuale marchio Varier) che su Amazon si trova ad un prezzo che va dai 270 ai 330 euro circ a seconda dei modelli.

Normativa

Il D.Lgs 81/2008 e dalla direttiva europea EN 1335 1-2-3 regolano la progettazione delle sedie ergonomiche indicando le prescrizioni che devono seguire le aziende produttrici nella progettazione di sedute ergonomiche che garantiscono una corretta postura in relazione alla corporeità dell’utilizzatore.

Le normative europee EN 1335 1-2-3 sono documenti tecnici che definiscono le caratteristiche che devono possedere le sedie ergonomiche; sono validi per tutti i paesi membri dell’Unione Europea e servono ad uniformare la normativa tecnica di ogni paese definendo quelli che sono i principi ergonomici e i requisiti funzionali delle sedute da lavoro, al fine di tutelare la sicurezza e la salute degli utilizzatori.

Requisiti sedia ergonomica secondo il D.Lgs 81/2008direttiva europea EN 1335 1-2-3

I requisiti dettati si possono così riassumere:

  • Al punto 1, vengono definite le dimensioni che devono avere le sedie ergonomiche
  • Al punto 2, vengono definiti i requisiti di sicurezza che devono avere le sedie ergonomiche
  • Al punto 3, vengono definiti i metodi di prova per la sicurezza delle sedie ergonomiche

In particolare, secondo il decreto, la sedia ergonomica riferendosi alle sedie da lavoro “deve essere stabile e permettere all’utilizzatore libertà nei movimenti, nonché una posizione comoda. Il sedile deve avere altezza regolabile (..). Lo schienale deve fornire un adeguato supporto alla regione dorso-lombare dell’utente (…) deve avere altezza e inclinazione regolabile nell’ambito di tali regolazioni l’utilizzatore dovrà poter fissare lo schienale nella posizione selezionata. Lo schienale e la seduta devono avere bordi smussati e i materiali devono presentare un livello di permeabilità tali da non compromettere il comfort dell’utente e pulibili. Il sedile deve essere dotato di un meccanismo girevole (…) Un poggiapiedi sarà messo a disposizione di coloro che lo desiderino per far assumere una postura adeguata agli arti inferiori. Il poggiapiedi non deve spostarsi involontariamente durante il suo uso

Il concetto di sedia ergonomica riguarda le sedie da lavoro ma non solo, riguarda anche le sedie per visitatore ( c.d. ospite), sedie a 4 gambe per sala corsi, riunioni o convegni e divani per sala attesa e in generale per uso “domestico” e “non domestico”.

Come scegliere la sedia ergonomica

Nella scelta della sedia ergonomica occorre considerare soprattutto il tempo di utilizzo. Se il tempo in cui state seduti è molto optateper un modello che offra la possibilità di regolare l’ altezza e la possibilità di inclinare in basso il sedile nella parte anteriore

L’inclinazione della seduta è molto importante in quanto scongiura la tendenza di alcuni a “ingobbirsi” durante il lavoro alla scrivania.

E’ importante considerare anche  i singoli problemi/disturbi dell’utilizzatore: si hanno problemi causati da rigidità e tensione tipiche dello stress lavorativo o emozionale? Mal di schiena? Dolori alle spalle? A seconda della tipologia di problema si può scegliere la sedia giusta.

Le sedie ergonomiche più complete e più utili sono quelle con poggia ginocchia, supporto per la schiena e bascula arcuata tipo sedia a dondolo. Se trascorrete molte ore seduti, optate per dunque per questi modelli. Nella scelta si può anche tenere presente il design e optare per un modello che si abbina con il resto dell’arredo dello studio di casa o dell’ufficio.

 

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.