Sedia ergonomica

Sedia Ergonomica: Cos’è? Per ufficio o a casa da IKEA a Amazon

Perché una sedia ergonomica è tanto importante? Delle innumerevoli cose che rendono confortevole un posto di lavoro, la sedia è senza dubbio una delle più importanti. Lo sa bene chi passa tante ore seduto alla scrivania davanti al PC e ne risente a livello di dolori al collo e alla schiena. Per evitare queste fastidiose problematiche di salute nonché fonte di stress, è essenziale scegliere una sedia ergonomica.

Questo tipo di seduta, che già da tempo è obbligatoria negli uffici, è diventata un must have anche per chi lavora in smart working a casa tutto il giorno seduto davanti al pc. Spesso si ricorre allo shopping online per acquistarla e diventa davvero difficile scegliere la sedia ergonomica giusta e confortevole senza poterla provare. Come fare? Seguite le nostre dritte e i nostri consigli per scoprire dove acquistare la migliore sedia ergonomica per lavorare comodamente in smart working a casa vostra.

Sedia Ergonomica: cos’è?

La sedia ergonomica è fondamentale per chi lavora tante ore seduto alla scrivania e vuole evitare fastidiosi dolori alla schiena e al collo. Per capire cos’è e come è esattamente questa sedia da ufficio, bisogna prima sapere cos’è l’ergonomia. L’ergonomia è la scienza che studia il rapporto e le interazioni tra le persone e gli elementi di un ambiente di lavoro sulla base dei rischi per la salute e delle norme di sicurezza, ma anche di fattori come il comfort e il benessere psicofisico dei lavoratori.

Secondo la scienza ergonomica, una seduta d’ufficio per essere ottimale per la persona deve consentire al soggetto di poggiare le piante dei piedi a terra e le gambe piegate devono formare un angolo di novanta gradi. In secondo luogo bisogna prestare attenzione alla profondità della seduta: la persona seduta deve poggiare bene la schiena e il bacino sulla sedia, ma il retro delle ginocchia non deve aderire alla seduta per evitare problemi circolatori. Una sedia ergonomica ha sempre le rotelle e consente movimenti rotatori a 360°.

Il movimento è importante per un lavoratore che sta seduto ore e ore senza muoversi. In secondo luogo questo tipo di sedia ha sempre dei comodi braccioli dove poggiare le braccia quando non si smanetta con mouse e tastiera e uno schienale leggermente reclinabile. Ogni seduta ha un massimo di peso che può supportare. Di fondamentale importanza è valutare i materiali in cui è realizzata la sedia ergonomica, per evitare di trovare lo schienale tutto sudato in estate e per questioni di facilità di pulizia. Esistono sedie ergonomiche di diversi materiali e di diverse fasce di prezzo e quindi accessibili per tutte le tasche. Tra i migliori brand che producono serie ergonomiche ci sono Hbada, Songmics, Sihoo, Herman Miller, Stokke o Varier.

Sedia Ergonomica: Caratteristiche

La sedia ergonomica deve essere progettata in modo che siano presenti queste caratteristiche:

  • La pianta del piede deve poggiare sul pavimento
  • Il piede e polpaccio devono formare un angolo di circa 90°
  • Il polpaccio deve restare in verticale
  • Il polpaccio e la coscia devono formare un angolo di circa 90° con
  • La coscia deve restare in orizzontale
  • La coscia e il tronco devono formare un angolo di circa 90° con
  • Il tronco deve restare eretto

Per garantire queste caratteristiche le sedie ergonomiche devono agire su determinati fattori, ossia:

  • Sul pistone o pompa a gas che consente di adattare la sedia alla corporatura dell’utilizzatore regolandone, ad esempio, l’altezza
  • Sul meccanismo che consente di regolare l’inclinazione dello schienale e la profondità del sedile garantendo un appoggio ottimale alle gambe.
  • Supporto lombare che sostiene al meglio la schiena durante le ore in cui si resta seduti regolando la spinta nell’area dorso-lombare.
  • Poggiatesta che permette l’adattamento dell’utilizzatore.
  • Braccioli che permettono di avere sempre un appoggio a braccio ed avambraccio mentre si lavora

Le sedie ergonomiche che ne sono dotate devono anche agire sul  meccanismo sincronizzato che regola il sedile/schienale in modo sincronizzato facendo in modo che automaticamente la pianta del piede appoggi sempre sul pavimento.Sedie ergonomiche

Sedia Ergonomica ufficio

La sedia d’ufficio è soggetta a una specifica normativa ovvero il Testo Unico sulla Sicurezza sul lavoro (D. Lgs. 81/2008) che tutela la salute sia fisica che mentale del lavoratore. La sedia in ufficio deve essere ergonomica, girevole, confortevole. Lo schienale deve essere comodo e leggermente reclinabile e i braccioli devono essere rotondi e comodi. La normativa parla chiaro: la seduta deve essere ergonomica. Ciò è necessario per evitare problemi come mal di schiena, cervicalgia e dolori alle articolazioni.

Sedia Ergonomica casa

Il lockdown e l’emergenza sanitaria ha costretto migliaia di lavoratori a lasciare gli uffici e passare in smart working. Ovviamente molti sono stati colti impreparati: in casa non si ha una comoda scrivania, una seduta ergonomica e le condizioni ottimali del lavoro in ufficio. Lo schermo del laptop spesso non è alla giusta altezza, la seduta è scomoda, il tavolo della cucina usato come scrivania e nel peggiore dei casi il laptop poggiato sulle gambe distese sul divano. L’ambiente di lavoro è essenziale per le prestazioni lavorative. Per chi lavora da casa, in smart working, è importante acquistare una sedia ergonomica.

Di recente ha creato grande scalpore la vicenda di un lavoratore (il cui nome non è stato reso noto per motivi di privacy) che dopo 100 giorni di smartworking a casa in piena pandemia è stato obbligato dalla sua azienda a tornare a lavorare in ufficio perché la sedia che utilizzava a casa non era ergonomica e quindi ritenuta non idonea. In realtà non è legalmente corretto questo discorso. Se il rapporto di lavoro fosse stato di telelavoro allora l’azienda avrebbe dovuto preoccuparsi dell’ambiente di lavoro del lavoratore, ma in smart working l’azienda non deve occuparsi di ergonomia poiché il lavoro può essere svolto in qualsiasi lavoro e in qualsiasi luogo.

Sedia Ergonomica IKEA

Ikea vende sedie di diverso genere. Sul sito si trovano le sezioni:

  • sedie da scrivania per la casa
  • da ufficio
  • da gaming
  • sedie riunioni
  • sedie da scrivania per bambini

Le sedie da ufficio hanno un prezzo che oscilla dai 50€ ai 200€ e noi vi consigliamo di scegliere sedie di questa sezione perché sono comode, funzionali ed ergonomiche. Le sedie da scrivania per la casa invece non sono consigliate. Sono sempre girevoli, ma non sono ottimali con lo schienale e alla lunga risultano scomode.

Sedia Ergonomica AMAZON

Sul sito Amazon ci sono innumerevoli modelli di sedie ergonomiche di diverse tipologie di prezzo e diversi brand (Hbada, Sihoo, Intey, Soontrans). I prezzi sono dai 50€ ai 250€. Consigliamo prima di acquistare di leggere le recensioni degli altri utenti che l’hanno già provata e quindi vedere se è comoda, se è ergonomica, se è semplice da montare e da pulire. La maggior parte delle sedie sono nere, ma ci sono anche di colore rosso, grigio, giallo e azzurrino.

Sedia ergonomica: Come sceglierla?

Nella scelta della sedia ergonomica o posturale occorre considerare soprattutto il tempo di utilizzo. Se il tempo in cui state seduti è molto optate per un modello che offra la possibilità di regolare l’ altezza e la possibilità di inclinare in basso il sedile nella parte anteriore. L’inclinazione della seduta è molto importante in quanto scongiura la tendenza di alcuni a “ingobbirsi” durante il lavoro alla scrivania.

È importante considerare anche i singoli problemi/disturbi dell’utilizzatore: si hanno problemi causati da rigidità e tensione tipiche dello stress lavorativo o emozionale? Mal di schiena? Dolori alle spalle? A seconda della tipologia di problema si può scegliere la sedia giusta.

Le sedie ergonomiche più complete e più utili sono quelle con poggia ginocchia, supporto per la schiena e bascula arcuata tipo sedia a dondolo. Se trascorrete molte ore seduti, optate per dunque per questi modelli. Nella scelta si può anche tenere presente il design e optare per un modello che si abbina con il resto dell’arredo dello studio di casa o dell’ufficio.

Sedia Ergonomica: Normativa

Il D.Lgs 81/2008 e dalla direttiva europea EN 1335 1-2-3 regolano la progettazione delle sedie ergonomiche indicando le prescrizioni che devono seguire le aziende produttrici nella progettazione di sedute ergonomiche che garantiscono una corretta postura in relazione alla corporeità dell’utilizzatore. Le normative europee EN 1335 1-2-3 sono documenti tecnici che definiscono le caratteristiche che devono possedere le sedie ergonomiche. Sono validi per tutti i paesi membri dell’Unione Europea e servono ad uniformare la normativa tecnica di ogni paese definendo quelli che sono i principi ergonomici e i requisiti funzionali delle sedute da lavoro, al fine di tutelare la sicurezza e la salute degli utilizzatori.

Requisiti sedia ergonomica secondo il D.Lgs 81/2008direttiva europea EN 1335 1-2-3

I requisiti dettati si possono così riassumere:

  • Punto 1: le dimensioni che devono avere le sedie ergonomiche
  • Punto 2: i requisiti di sicurezza che devono avere le sedie ergonomiche
  • Infine, al 3: i metodi di prova per la sicurezza delle sedie ergonomiche

In particolare, secondo il decreto, la sedia ergonomica riferendosi alle sedie da lavoro

deve essere stabile e permettere all’utilizzatore libertà nei movimenti, nonché una posizione comoda. Il sedile deve avere altezza regolabile (..). Lo schienale deve fornire un adeguato supporto alla regione dorso-lombare dell’utente (…) deve avere altezza e inclinazione regolabile nell’ambito di tali regolazioni l’utilizzatore dovrà poter fissare lo schienale nella posizione selezionata. Lo schienale e la seduta devono avere bordi smussati e i materiali devono presentare un livello di permeabilità tali da non compromettere il comfort dell’utente e pulibili. Il sedile deve essere dotato di un meccanismo girevole (…) Un poggiapiedi sarà messo a disposizione di coloro che lo desiderino per far assumere una postura adeguata agli arti inferiori. Il poggiapiedi non deve spostarsi involontariamente durante il suo uso

Curiosità

Il concetto di sedia ergonomica riguarda le sedie da lavoro ma non solo, riguarda anche le sedie per visitatore ( c.d. ospite), sedie a 4 gambe per sala corsi, riunioni o convegni e divani per sala attesa e in generale per uso “domestico” e “non domestico”.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.