Stufa a pellet

Stufa a Pellet: Funzionamento, Idro, Canalizzata o Nordica

Stufa a Pellet: idro, canalizzata, nordica, quale scegliere e come funziona? In base alle opinioni di chi ha testato questo strumento per riscaldare l’ambiente della propria casa, vedremo i pro e i contro per guidare la scelta all’acquisto della migliore Stufa a Pellet per tutte le esigenze. Quando si avvicina la stagione invernale iniziamo a pensare a quale potrebbe essere la soluzione migliore per riscaldare la nostra abitazione. La stufa a pellet ricopre una delle possibilità ecologiche di riscaldamento più in voga negli ultimi anni, si tratta di una soluzione che fa bene all’ambiente ed estremamente semplice da utilizzare. Non solo, vedremo che la stufa a pellet si rivelerà un sistema molto economico, adatto a ogni esigenza e capace di preservare l’ambiente dall’inquinamento.

Le stufe a pellet sono simili alle classiche stufe a legna ma con la differenza che inquinano molto meno e il pellet consente di risparmiare rispetto ai sistemi tradizionali. L’acquisto di stufe e caldaie può essere fatto ottenendo la detrazione del 50%. Oltre al conto termico che è un incentivo variabile in base alla zona climatica e alla potenza installata, che però viene erogato solo se si sostituiscono apparecchi già installati: stufe a legna o vecchie stufe a pellet e, per le caldaie, caldaie a biomassa o a gasolio. Il pellet deriva dalla lavorazione degli scarti di legname e non vengono dunque abbattuti alberi per la sua produzione.

Il funzionamento è molto semplice: il pellet brucia all’interno della caldaia, creando calore. Questo calore viene poi diffuso attraverso modi diversi nell’ambiente domestico. Alcune tipologie sono in grado di riscaldare anche l’acqua dei termosifoni, permettendo un riscaldamento generale della casa, anche dell’acqua sanitaria (è molto costoso). Vediamo nello specifico come funzionano e quali sono i modelli di stufe a pellet migliori.

Stufa a Pellet: Cos’è?

La stufa a pellet è un sistema di riscaldamento, simile almeno in apparenza ad una stufa a legna ma che in realtà utilizza come combustibile esclusivamente il pellet. Il pellet è considerato un combustibile del tutto nuovo, derivato dagli scarti del legno e che quindi non richiede l’abbattimento di nuovi alberi (differentemente dalla classica Stufa a Legna). Stiamo quindi parlando di una soluzione per il riscaldamento della nostra abitazione ecologico, una valutazione importante da fare vista la situazione del nostro pianeta. 

Non solo, la convenienza della stufa a pellet si ricerca anche nella comodità. A differenza di una stufa a legna, che richiede un combustibile di grandi dimensioni e che sfrutta al minimo le proprie capacità, la stufa a pellet sfrutta un combustibile di volume ridotto e che supera le prestazioni della legna. Il pellet consiste in segatura che viene pressurizzata, per raggiungere un formato di piccole dimensioni e per riprodurre la consistenza del legno. Parliamo sempre di un combustibile solido, senza aggiunta di alcuna sostanza chimica estranea e acquistabile a poco prezzo. La stufa a pellet rappresenta una delle soluzioni migliori soprattutto per l’ambiente domestico, vanta una elevata capacità di riscaldamento e può trasformarsi in una vera e propria scelta di design.

La stufa a pellet risulta molto simile a una stufa tradizionale, con un serbatoio centrale per poter inserire il pellet con una dimensione che varia a seconda del modello. Il calore prodotto dal combustibile si diffonde per tutta la casa. I modelli più recenti permettono anche di programmare accensione e spegnimento della stufa per motivi di sicurezza. Per quanto riguarda la fase di pulizia, una aspiracenere deve essere utilizzato almeno una volta all’anno per eliminare ogni residuo anche a seconda del modello. Parliamo di un sistema di riscaldamento estremamente efficiente, vediamo ora più da vicino come funziona.

Per avere un confronto, dai un occhio anche alla stufa a gas.

Stufa a pellet: funzionamento

I modelli di stufa a pellet in commercio sono moltissimi, il funzionamento non cambia mai troppo. Questo sistema di riscaldamento viene comunemente chiamato anche termostufa, tenetelo a mente. In generale, questo sistema di riscaldamento richiede un collegamento alla rete elettrica e il meccanismo di funzionamento è estremamente semplice. L’accensione della fiamma avviene grazie a una resistenza elettrica interna e continuerà a bruciare a seconda del livello di autonomia del modello acquistato. Al momento dell’accensione, la resistenza diventa bollente e, a contatto con il pellet, innesca la fiamma. Una soluzione ideale, parlando anche di risparmio energetico.

Al di sotto del serbatoio di pellet si trova una coclea, simile a una grossa vite, che preleva automaticamente il pellet nella giusta quantità e lo lascia cadere nel focolare. Qui avviene la produzione del calore che riscalderà la nostra casa, i fumi vengono invece eliminati grazie ad una ventola. La stufa a pellet viene regolata attraverso una vera e propria centralina elettrica, capace anche di attivare un allarme in caso di surriscaldamento o di malfunzionamento. Le dimensioni di una stufa a pellet cambiano molto a seconda del modello e della capienza che scegliamo, così come il rivestimento. In commercio troviamo stufe ricoperte di acciaio o ceramica, la decisione dipende anche dall’ambiente e dallo spazio in cui decidiamo di inserirla.Stufa a Pellet

Stufa a pellet idro

Ma esistono anche modelli alternativi di stufa a pellet? La ricerca e l’innovazione degli ultimi anni hanno permesso di arrivare a creare stufe a pellet idro, un sistema di riscaldamento del tutto nuovo. Parliamo sempre di riscaldamento a pellet, questa volta connesso all’impianto idraulico esistente. In poche parole, la stufa a pellet idro non produce aria calda in un focolaio ma riscalda l’acqua che generalmente circola nei termosifoni.

Si tratta in ogni caso di una soluzione ecologica e ottimale per l’ambiente domestico, che sostituisce in tutto e per tutto una comune caldaia. Aumenta, grazie a questi modelli idro, la silenziosità proprio grazie alla totale assenza di ventole. Il rendimento aumenta e una stufa a pellet idro riesce a scaldare fino a 400 metri quadri di abitazione. Per quanto riguarda la produzione di acqua calda, un impianto solare può fornire da supporto alla stufa a pellet durante l’inverno per esempio. Il prezzo diventa più elevato in questo caso, a partire dai 2000 euro.

Stufa a pellet canalizzata

Se siamo interessati a una soluzione efficiente che ci dia la possibilità di scaldare più ambienti e diversi piani della nostra abitazione, la stufa a pellet canalizzata fa al caso nostro. La stufa canalizzata vanta un sistema di canalizzazioni, cioè tubi che permettono di trasportare l’aria calda prodotta in diversi ambienti della casa. Questo sistema permette anche di attuare un riscaldamento a pavimento, partendo dalla stufa.

Le tubazioni di cui parliamo non saranno certamente visibili, si tratta di canali estremamente sottili (più o meno 60 millimetri per sezione) installati all’interno delle pareti e con una lunghezza media di 8 metri. Questo permette di trasportare aria calda anche a lunga distanza, il tempo che sarà necessario per scaldare l’ambiente dipenderà anche dalla larghezza del tubo stesso. Tutto dipende dalle dimensioni della casa in cui abitate e dalle vostre esigenze. I modelli più all’avanguardia, permettono anche di poter regolare la temperatura stanza per stanza oltre al momento di accensione e di spegnimento. La stufa a pellet canalizzata rimane un sistema di riscaldamento altamente efficiente, ecologico ed economico. Parliamo di un mini impianto che permette di scaldare ambienti diversi, anche su piani differenti, a un costo contenuto. La sorgente di calore rimane una sola, dando però la possibilità di riscaldare una casa intera.

stufa a pellet

Stufa a pellet nordica

I marchi che vendono stufe a pellet sono differenti. La Nordica Extraflame è sicuramente una delle aziende più richieste e considerate quando si parla di riscaldamento per la casa. Al giorno d’oggi, all’interno di questa azienda, esiste una vera e propria divisione dedicata alla produzione di stufa a pellet. La Nordica può essere considerata leader nel mercato, con sede principale a Montecchio Precalcino, in provincia di Vicenza, ma un vasto catalogo di prodotti acquistabili anche online. Il settore dedicato al riscaldamento ha vissuto una grande rivoluzione grazie all’introduzione di nuovi combustibili, come nel caso del pellet. Parliamo di un sistema ecologico, economico ed estremamente funzionale. Proprio per questo, viene sempre più sfruttato dalle aziende del settore.

I modelli di stufa a pellet che possiamo trovare sul sito, nella sezione prodotti dedicata, sono di diversi tipi. Dai prototipi più piccoli come Amika o Ella fino a Eveline Idro, nella linea Evolution, che riesce a riscaldare fino a 500 metri cubi. Le stufe a pellet sono presenti in colori e rivestimenti diversi, dall’acciaio alla maiolica a seconda delle esigenze del cliente. I prodotti hanno tutti la certificazione Aria Pulita a 4 stelle, mostrando il rispetto dei requisiti di emissioni ridotte. Il sito permette anche di calcolare l’incentivo del conto termico per prodotto a seconda della propria provincia. Il conto termico corrisponde al finanziamento messo a disposizione dallo stato per sostituire il vecchio impianto di riscaldamento con uno a basse emissioni. Una volta calcolato, se si tratta di una cifra al di sotto dei 5000 euro verrà emessa tramite bonifico bancario dal Ministero dell’Economia.

Stufa a pellet ventilata

La particolarità delle stufe a pellet ventilate ricade nella presenza di sistemi di ventilazione forzata che permettono al riscaldamento di raggiungere ogni area della casa prevista. La funzione del ventilatore è proprio quella di spingere verso l’esterno l’aria calda, rendendo la stanza calda in pochissimi minuti. Nei modelli di ultima generazione, è possibile scegliere più livelli di ventilazione a seconda della propria esigenza. Non sono, è possibile disattivare del tutto la funzione riducendo il consumo.

La stufa a pellet ventilata rimane un sistema di riscaldamento del tutto ecologico e anche silenzioso, oltre che molto efficiente. L’intensità del calore può essere controllata comodamente, rispettando le indicazioni utili per evitare un surriscaldamento. Stiamo parlando di una funzione che viene sempre più spesso integrata quando parliamo di stufe a pellet, proprio per adattare il sistema di riscaldamento alle esigenza del cliente. Se la stanza in cui ci troviamo va scaldata velocemente, aumentare il livello di ventilazione risolverà il nostro problema.

Stufa a pellet Prezzi e Opinioni

Abbiamo visto insieme modelli differenti di stufa a pellet, che ora analizzeremo più da vicino secondo recensioni e prezzi in commercio. La Nordica Extraflame, di cui abbiamo già parlato, vanta un sito online estremamente fornito e numerosi modelli adatti ad esigenze diverse.

  • Stufa a pellet tradizionale, generalmente anche modelli di questo tipo risultano ventilati ma non canalizzabili, non modulabili nella ventilazione e superfici riscaldabili non molto ampie. Un esempio è la stufa a pellet Vieste ventilata che troviamo sul sito di Leroy Merlin, a un prezzo di 500 euro circa. Parliamo sicuramente di un sistema di riscaldamento che abbassa i costi in bolletta. Bisogna sempre rivolgersi a venditori di fiducia, da evitare modelli che non salvaguardano la temperatura interna al serbatoio. I prezzi, in generale, si aggirano tra i 500 e 1000 euro.
  • Stufa a pellet canalizzata, i prezzi diventano più elevati così come la prestazione. Si parte dal 1000 euro a salire per modelli di questo tipo, proprio perché aumenta la superficie che può essere riscaldata e la performance del sistema. Le recensioni dei clienti risultano ancora più positive.
  • Stufa a pellet idro, anche in questo caso la media dei prezzi parte da 1000 euro. Le recensioni sono altrettanto positive, sia parlando di riscaldamento più omogeneo in diverse parti della casa che di risparmio in bolletta. Il prezzo può arrivare oltre ai 2000 euro ma si tratta di un investimento che vale la pena di essere fatto.

Stufe a pellet ad aria o ad acqua?

Scegliere la tipologia di stufa a pellet ad aria per riscaldare un ambiente significa sfruttare un combustibile pulito e rinnovabile per produrre un calore immediato. Questo calore viene distribuito in tutti i locali attraverso un getto di aria calda: un sistema di canalizzazione costituito da tubi e bocchettoni installati in ogni ambiente della casa. Permette di ottenere un riscaldamento immediato e veloce, ovvero nello stesso momento in cui avviene la combustione. I prodotti ad aria permettono di diffondere in tutta la casa un calore confortevole in più ambienti ed è la scelta ideale nel caso di un piccolo appartamento. Le stufe ad acqua, invece, consentono la produzione di acqua calda per i radiatori e l’uso sanitario. Le stufe ad aria sono più veloci nel riscaldare gli ambienti mentre quelle ad acqua possono essere abbinate per esempio al solare termico, riducendo così ulteriormente i consumi.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.