Parquet Bamboo

I parquet in bamboo sono diventati un oggetto dalle mille potenzialità e dall’enorme resistenza. Belli, pratici, resistenti e ecocompatibili, ecco le caratteristiche di questo prodotto.

Le Ragioni per cui il Bamboo è valido come Materiale per i Parquet

Perché il parquet bamboo? Questa è probabilmente la domanda che sorge in prima istanza quando si sente nominare un parquet realizzato attraverso l’impiego di questo materiale, oggi noi vogliamo innanzitutto vedere le ragioni sopra menzionate e farvi comprendere perché questa pianta risulta essere migliore rispetto ad altre tipologie di legno con cui vengono realizzati dei pavimenti.

parquet bamboo

Immagine tratta dal sito http://www.bambooromaparquet.it/

Il Bamboo altrimenti definito come Bambù risulta essere una pianta molto rigida e resistente. E’ da questa pianta che Osho trae ispirazione quando scrive: Come un bambù cavo, lascia che il tuo corpo riposi a suo agio il bamboo in questo caso è un simbolo di fissità e di armonia tra pieno e vuoto, e a pensarci questa pianta è davvero particolare perché sa essere estremamente forte anche in situazioni ambientali sfavorevoli al suo sviluppo e alla sua crescita ma comunque i tempi nei quali si sviluppa – paragonati ad altri legni – sono molto brevi.

Dopo questa divagazione con una citazione molto bella, a seguire elenchiamo le motivazioni per cui questo materiale risulta ottimo per le pavimentazioni da interni e da esterni anche:

  • Il materiale che lo compone è molto duro
  • Il legno di bambù dimostra grande stabilità
  • Il Bamboo raggiunge la sua maturazione in soli 5 anni
  • Non necessita di fertilizzanti dopo la sua estrazione e si rigenera senza dover essere ripiantato
  • Non necessita di antiparassitari

Storicamente quest’erba è stata impiegata per svariati anni anche per le strutture portanti perché pur essendo flessibile ha saputo dimostrare di attutire le pressioni e si è resa indispensabile in talune situazioni. Solo da poco il suo impiego trova spazio anche per i pavimenti ma la sua storia è ben più antica come abbiamo detto.

Parquet Bamboo, quale la migliore tipologia di pianta per realizzarli

La pianta di bambù non è unica, esistono moltissime varianti della stessa e per la realizzazione dei parquet l’unica tipologia di bambù valida è quella della pianta phyllostachys pubescens. Questa specie raggiunta l’età adulta può anche arrivare all’altezza complessiva di 20 metri e il suo diametro può raggiungere i 18 cm. Si comprende da questo che non è come il classico bambù che viene venduto per fare delle barriere di siepi in un terreno, infatti in questo secondo caso anche se nell’altezza ci si avvicina dopo molti anni che è stato messo a terra, per quanto riguarda il diametro questo non raggiungerà mai le dimensioni del phyllostachys pubescens. Il parquet bamboo è più duro di quello realizzato con il legno di Rovere, legno scelto nella maggioranza dei casi dalle persone per i loro parquet, e mantiene un grado di stabilità molto superiore alla stragrande maggioranza dei legni europei impiegati per la produzione di pavimentazioni in parquet.

Solo di recente questa erba – lo ribadiamo, anche se la maggioranza delle persone pensa che sia una pianta è corretto dire che invece si tratta di un erba – sta avendo un grande successo tra personale addetto ai lavori per così dire, ci riferiamo ovviamente ad:

  • Architetti
  • Designers di interni
  • Costruttori
  • Proprietari immobiliari

E infine ovviamente anche le persone in generale si stanno interessando alle sue caratteristiche principali e al fatto che il suo sviluppo rispetta l’ambiente.

Parquet Bamboo, un eccellenza

In effetti questo materiale è un ottima alternativa ecologica al parquet tradizionale realizzato con altri legni, che trova posto sia in ambienti esterni che interni di tipo residenziale e commerciale. Definirlo quindi come un eccellenza per le sue innumerevoli qualità è dir ancora poco.

Molte Aziende sono Italiane ed Importano Bamboo certificato

Un altro aspetto da considerare rilevante è quello che attiene all’importazione di questo materiale, in Italia produrre la tipologia di bamboo per la realizzazione di pavimenti o anche altri oggetti per interni ed esterni, è un lavoro complesso perché come abbiamo detto, le condizioni della pianta devono essere perfette e tali condizioni per essere raggiunte necessitano di molto lavoro a causa dei terreni che non sono esattamente ideali per la phyllostachys pubescens, ecco perché spesso si legge su diversi siti la dicitura: Importato da… e Certificato nel Rispetto Ambientale. Tale dicitura è garanzia di qualità sul tipo di produzione fatta e sul come questa viene svolta. Infatti importante è anche il lavoro che c’è dietro tale produzione, la garanzia di un prodotto che si è sviluppato il tempo necessario e le tecniche di coltivazione adottate.

Parquet bamboo sbiancato e pareti ghiaccio

Come il parquet in legno, quello in bamboo può essere lavorato in vari modi (dal classico allo spazzolato); ne esistono di vari colori, a 2 strati o multistrati. Il parquet in bamboo prefinito (o a 2 strati) sbiancato è incantevole: è una via di mezzo tra il laminato economico ed il costoso massello. Lo strato superiore è in legno pregiato, quello sottostante (invisibile) ha una qualità inferiore.

Abbiamo ammirato la bellezza del bamboo prefinito sbiancato con il discreto ma efficace contrasto di pareti grigie tendenti al ghiaccio. L’effetto è superbo: rende l’ambiente spazioso, luminoso, ‘respirabile’, fresco ed estremamente accogliente.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.