Parquet Industriale, un parquet poco conosciuto

Oggi si sente sempre più spesso parlare di  parquet industriale, un tipo di pavimento che si è adattato allo spazio abitativo. Andiamo a conoscere quindi il parquet industriale, a capire quelle che sono le sue caratteristiche, i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. 

Le riviste d’arredamento dedicate agli interni e il parquet industriale

Le riviste di arredamento, in particolare nei servizi sull’arredamento da interno, si occupano ampiamente di questa tipologia di parquet e offrono una vasta gamma di immagini di parquet industriale in opera abbinato a diversi stili di arredo. E’ proprio grazie alle riviste di arredamento che il termine parquet industriale è stato “sdoganato” seppur con ancora tante lacune e dubbi che cercheremo di sciogliere in questo articolo.

parquet industriale

parquet industriale

Che cos’è il parquet industriale

Il parquet industriale rappresenta un’ottima alternativa al parquet classico, si tratta infatti  un parquet già lucidato e rifinito, pronto per essere posato sul vostro pavimento. Il parquet industriale si presenta in plance (o listoni) di diverse misure e di diverse essenze (ad esempio il parquet industriale in rovere), con incastri maschio-femmina che consentono un’installazione efficace e duratura. Il parquet industriale prefinito si presenta pertanto  come un rivestimento per pavimenti molto pratico e di semplice utilizzo.

Internamente ogni plancia è formata da uno strato di supporto costituito da legno di qualità inferiore, esternamente da uno strato nobile in legno pregiato, di solito già rifinito e verniciato con lacca trasparente e trattato con raggi UV per renderlo più resistente agli agenti esterni e all’usura.

La composizione del parquet prefinito mira a farlo durare nel tempo, i pretrattamenti con vernice o oli naturali, conferiscono al parquet una grande resistenza al calpestio ed esaltano con eleganza le venature e i nodi caratteristici del legno.

In passato il parquet industriale veniva impiegato unicamente negli ambienti molto frequentati che subivano sollecitazioni continue, come gli esercizi commerciali o luoghi industriali. Da qui il termine e da qui le caratteristiche costruttive.

Le differenze tra il parquet industriale e le altre tipologie di parquet

Si sente parlare di parquet industriale e spesso sorge la domanda “ma il parquet industriale è un finto parquet?” No, si tratta solo di un parque diverso da quello classico o dal parquet laminato

La prima differenza con le altre tipologie di parquet l’abbiamo appena vista e riguarda la composizione della plancia atta a garantire resistenza alle sollecitazioni.

Un’ altra differenza  è quella relativa alle dimensioni dei listelli, i listelli del parquet industriale sono più sottili rispetto a quelli degli altri parquet.

Il prezzo è un’altra differenza tra i classici parquet e il parquet industriale. Il parquet industruale  è estremamente più economico rispetto all’altro parquet,  il costo è più basso per via del fatto che il parquet industriale viene realizzato impiegando legno ottenuto dal recupero di altre tipologie di lavorazione.

Anche l’ estetica tra le due tipologie è diversa. Quella del parquet di tipo industriale potremmo dire che risulta eclettica visto che le cromie dei legni sono differenti, queste vengono assemblate tramite un preciso sistema di lavorazione e consentono di ottenere dei listelli più piccoli e multi cromatici, l’effetto è simpatico e esteticamente pregevole, alternativo rispetto agli altri parquet.

Ma le differenze tra il parquet classico ed il parquet industriale hanno un vasto range di variabilità in quanto anche per il parquest industruale ci sono diverse tipologie dalle quali dipendono prezzo ed effetto estestico.

Parquet industriale rovere

La soluzione esteticamente più efficace e glamour per negozi tipo gioiellerie o boutique o  gallerie d’arte o per case moderne è senza dubbio il  parquet industriale in rovere. Il rovere, con le sue  tonalità chiare, conferisce eleganza e classe all’ambiente in cui viene fissato. Il rovere è  un’essenza pesante con una buona tenuta, resistente, bello esteticamente e stabile ed ha un ottimo rapporto qualità prezzo. Ci sono diverse tipologie di rovere: rovere verniciato, rovere quarzo oliato, rovere ambra oliato, rovere cristallo oliato rovere fumè oliato, rovere agata oliato e rovere topazio oliato.

parquet industriale

parquet industriale

Parquet industriale: prezzi

Il parquet industriale presenta infinite varietà di prezzi, tonalità e materiali, lo si trova  in soluzioni più o meno economiche a seconda della disponibilità e del tipo di effetto ricercato. Le diverse varietà di parquet industriale differiscono per il tipi di  essenza, forme e formati vari, per la tipologia di posa, lo spessore del legno nobile e l’incastro.

Tra le soluzioni più economiche si trova il parquet multistrato, quello prefinito e con strato nobile non oltre i 2,5 mm. Anche la tipologia  di posa è un fattore che influisce sul prezzo:  la posa incollata è certamente la più vantaggiosa economicamente parlando. Altri fattori che determinano il prezzo del parquet industriale sono lo spessore, la tipologia e la lunghezza del listello.

A “spanne” i prezzi relativi a un parquet industriale parte dai 15 euro al metro quadrato per arrivare ai 60 euro mq, ma può variare molto a seconda della qualità scelta, del tipo di legno e del tipo di posa.

Le dimensioni e alcune caratteristiche del parquet industriale

Rispetto ai parquet industriali impiegati nel passato, oggi le dimensioni dei parquet di tipo industriale sono le seguenti:

Partono da 8mm e arrivano nello spessore a 23mm

la lunghezza dei listelli può andare dai 160mm e arrivare ai 400mm

le larghezze possono partire da 8mm e arrivare a 25mm

Il parquet industriale si può presentare in due distinte tipologie.

Il primo tipo è quello in massello, il termine massello indica un assemblaggio delle lamelle effettuato in blocchi piccoli.

Il secondo tipo è quello prefinito questo parquet è stratificato, ed ha un supporto in multistrato generalmente realizzato in legno di betulla, poi un secondo strato in legno nobile fatto di lamelle posate di testa, affiancate o a mosaico che vengono preventivamente verniciate. Lo spessore del prefinito varia anch’esso andando dai 10 ai 18mm circa, con una larghezza variabile e rientrante tra i 130mm per arrivare ad un massimo di 290mm, infine la lunghezza può partire da 600mm per arrivare a 1500mm

Vantaggi del parquet industriale

Ovviamente come altri prodotti anche il parquet industriale mostra di avere alcune caratteristiche che possono farsi apprezzare, tra queste in primis troviamo il prezzo del parquet industriale più vantaggioso rispetto al parquet classico. Altro aspetto da tenere in considerazione quando si sceglie questo tipo di parquet è quello legato alla resistenza alla sollecitudine dei listelli e questo è un ulteriore punto a suo vantaggio che viene sempre calcolato da chi vuole acquistare un pavimento in legno. Un ulteriore aspetto positivo del parquet industriale è quello legato alla durata nel tempo, senza dubbio maggiore rispetto ad altri tipi di parquet.

Svantaggi del parquet industriale

Lo  svantaggio del parquet industriale è che generalmente questi pavimenti non sono personalizzabili e non consentono quindi  assemblaggi fantasiosi (ad esempio a mosaico) delle varie plance.

Viste le molteplici ed eccellenti caratteristiche del parquet industriale è facile comprendere il successo di questa  tipologia di pavimentazione sia per le  abitazioni che per gli spazi destinati all’attività lavorativa.

 

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.