Paravento

Paravento: significato, separé, da esterno, in legno e fai da te

Cos’è il Paravento e come utilizzarlo? Perfetto per garantire la privacy o per schermare una zona che non si vuole lasciare a vista, il paravento è una struttura divisoria flessibile comunemente usata per separare due zone di un medesimo ambiente. È mobile (si sposta facilmente da un punto all’altro) e modificabile nell’assetto (basta piegare i pannelli che lo compongono). Le origini del paravento si perdono nella notte dei tempi. Erano usati già molto tempo prima della venuta di Gesù. I primi modelli risalgono infatti al 200 a.C. durante la dinastia Hang, ma erano costituiti da un pannello singolo ed erano decorati con raffigurazioni mitologiche ed impreziositi con madreperla, avorio e materiali preziosi.

A quel tempo i paravento erano usati come separé nelle stanze più grandi oppure come mezzo per ripararsi dagli spifferi d’aria e alcune volte venivano messi addirittura davanti alle porte di casa per non far entrare gli spiriti. Si diffusero rapidamente in tutto in Giappone e divennero un dono pregiato negli eventi come le nozze. Solo nel Medioevo il paravento fu portato in Europa dove veniva comunemente usato per dividere gli ambienti grandi o per dividere i letti dai mobili o usati nelle chiese per proteggere gli ospiti dalle correnti d’aria. I paraventi divennero molto importanti nel corso del ‘700 quando la borghesia arricchitasi cominciò a commissionarli ai pia famosi artisti del tempo o a farseli recapitare direttamente dalla Cina.

Il paravento divenne così un elemento di decoro fondamentale per le case e le chiese. Perse d’appeal con l’avvento del riscaldamento, ma tornò in voga negli anni ’20. In seguito fu nuovamente dimenticato per tornare poi in auge in epoca moderna per un nuovo amore per gli oggetti vintage. Oggi il paravento rappresenta l’oggetto del desiderio di molte donne ed oltre a modificare lo spazio di una stanza, è un interessante complemento d’arredo.

Paravento: significato

Il paravento è un elemento divisorio composto da un’intelaiatura pregevole fatta di pannelli collegati tra loro e realizzato in materiali diversi, a seconda dei gusti e delle esigenze. Può essere un oggetto davvero prezioso: basti pensare a quelli realizzati in Cina in tempi remoti, incastonati con pietre preziose e perle rare e realizzati in avorio. La sua versatilità e varietà lo ha reso un elemento d’arredo molto diffuso ed apprezzato ed adatto a qualsiasi tipo di arredamento. Ne troviamo di tutti i tipi: paraventi in legno, in acciaio, in ferro battuto, e persino in carta. Può anche essere in vetro o plexiglass, colorato e lavorato, ma sempre unico nel suo genere.

Paravento o separé?

Esotico, campagnolo, industriale, vintage o di design: esiste un paravento per ogni stile e ambiente della casa. Ma che differenza c’è tra paravento o separé? Praticamente nessuna. I termini indicano lo stesso elemento divisorio usato per creare privacy in un ambiente ampio o semplicemente per arredare una camera da letto o un salotto. Sta di fatto che il termine separé, essendo di origine francese, è molto più musicale e spesso è preferito alla parola paravento.

Paravento da esterno

Esistono anche paraventi da esterno? La risposta è sì. Esistono modelli perfetti per uso esterno (balcone, giardino o terrazza) e sono realizzati in plexiglass o in tessuto impermeabile o telo. Online è possibile acquistare da tanti siti specializzati come “Livingo” o “Manomano” e “Maisons du Monde” e trovare ampia scelta per prezzo, colori e materiali.

Paravento in legno

Il paravento in legno è il più ricercato: è quello vintage dallo stile romantico e dal fascino intramontabile. Generalmente è realizzato in legno d’abete bianco e presenta decorazioni di grande impatto estetico. Il design dei paraventi in legno ricorda quelli tipici giapponesi e cinesi, anche per le decorazioni che presentano. Sono perfetti in un ambiente minimalista o in stile vintage, mentre non si addicono molto in un ambiento moderno e dallo stile contemporaneo.

Paravento antico

Meravigliosi sono i paraventi d’antiquariato. Si tratta di separa divisori fatti in legno massello intarsiato con tessuto e risalgono alla fine dell’800 o sono in stile Luigi XIV. Il paravento antico è un elemento decorativo di grande prestigio. Rappresenta un arredo di grande valore ed un oggetto molto ricercato. Per questo motivo viene pagato “alle stelle” in quanto esso racconta una storia sia esso di origine cinese o francese (in questo caso il suo legno dorato lo rende ancora più desiderabile). Coco Chanel fu una grande collezionista di paraventi cinesi.

Paravento IKEA

Il mercato offre paraventi adatti a tutte le esigenze e a tutte le tasche. Basti pensare ad IKEA, il celebre brand svedese che tutti conosciamo per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, propone modelli con struttura in acciaio curvato in grigio o bianco e con pannelli in tessuto leggero. Pratici e decorativi, sono anche economici e perfetto per chi desidera questo complemento d’arredo senza spendere una cifra. I paraventi IKEA permette di dividere una stanza, lasciando filtrare però la luce. IKEA offre anche paraventi in vetro colorato in forme diverse che creano giochi di trasparenza e che sono perfetti per un ambiente in stile moderno e vivace.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.