porte scorrevoli

Porte Scorrevoli: Interno e Esterno Muro, Modelli e Prezzi

Come scegliere le porte scorrevoli per la nostra abitazione? Interno o esterno muro o anche in vetro, le porte scorrevoli rappresentano una soluzione salva-spazio tra le più utilizzate attualmente. Si tratta di una soluzione bella e funzionale rivolta soprattutto a chi desidera guadagnare spazio ma anche a chi vuole un ambiente ricercato e moderno, ampio e collegato alle altre stanze in modo versatile. Si pensi alla porta scorrevole che separa cucina e soggiorno nella zona living, o che separa zona giorno da zona notte.

Grazie alla porta scorrevole si recupera l’ingombro generalmente occupato dall’anta della porta e si ottiene un ambiente più ampio e più luminoso con maggiori possibilità di arredo. L’ambiente, grazie alla porta scorrevole, acquista uno spazio che soprattutto negli ambienti ridotti, risulta fondamentale. Occorre poi non sottovalutare il design: le porte scorrevoli costituiscono un elemento di arredo di tutto rispetto capace di dare personalità ad un ambiente in modo stupefacente.

Porte scorrevoli interno muro

Sono note anche come porte scorrevoli interne o porte a scomparsa, l’apertura della porta avviene all’interno della muratura tramite un sistema apposito, noto con il nome di controtelaio. Per controtelaio da porta scorrevole a scomparsa si intende una cassamatta o un cassonetto metallico che consente alla porta di scorrere e scomparire nella parete, accogliendola al suo interno. Prima di optare per questa soluzione è importante verificare che la parete non contenga pilastri o canne fumarie. La porta scorrevole interna è la soluzione che garantisce il massimo risultato nel salvare spazio.porta scorrevole con mantovana

Porte scorrevoli esterno muro

Le porte scorrevoli esterno muro hanno binari telescopici o guide di scorrimento che permettono l’apertura della porta attraverso uno scorrimento parallelo al muro, lungo la parete alla quale si sovrappone. Questa soluzione non richiede lavori di muratura per la posa ed è molto decorativa. Si può optare per porte scorrevoli esterno muro con binario a vista, caratterizzate da un sistema di scorrimento che si fa notare e che diventa un elemento di design. Sono soluzioni idonee soprattutto ad ambienti moderni ed informali. Oppure si può optare per porte scorrevoli esterno muro con binario nascosto. In questo caso il binario è volutamente celato da una copertura a forma di cassettone che garantisce un effetto più discreto e curato e rende queste porte adatte per ambienti più eleganti e raffinati.

Porte interno o esterno muro: differenze

Una delle principali domande che ci si pone quando si parla di porte scorrevoli è la differenza tra porte scorrevi interne e porte scorrevoli esterne. Si tratta di soluzioni in grado in egual misura di risolvere il problema di spazio.

  • La porta scorrevole interna, quella chiamata anche porta a scomparsa, non occupa la parete di scorrimento come avviene nella porta scorrevole esterna e quindi garantisce maggiori possibilità di arredamento (una parete in più libera).
  • Le porte scorrevoli esterne sono oggi porte di tendenza e salva spazio, le porte scorrevoli a vista sono infatti molto scenografiche e sono più economiche delle porte a scomparsa. Inoltre vantano una maggiore facilità di posa consentendo anche agli appassionati del fai da te di installarle senza aiuti.

Ogni tipologia quindi presenta dei vantaggi, la scelta è molto soggettiva e dipende da diversi fattori. Ad esempio dalla modalità di installazione (la porta a scomparsa richiede lavori di muratura) al budget, al risultato finale che si desidera ottenere. (Vedi anche: porte interne per la casa)

Porta scorrevole doppia

Porte Scorrevoli: Modelli

Esistono diversi modelli di porte scorrevoli oltre a quelle da interno o esterno muro. Difatti, le porte scorrevoli non sono tutte uguali: ne esistono di diverse tipologie. La differenza sostanziale è quella tra le porte scorrevoli interne e le porte scorrevoli esterne. Ma oltre questa differenza sostanziale che abbiamo già analizzato in precedenza, è possibile optare per l’acquisto di altri modelli di porte scorrevoli; adatte alle nostre esigenze.  Vediamo le ulteriori alternative sul mercato:

Porte rototraslanti

Nelle porte retrotraslanti l’anta gira su se stessa e grazie a un perno trasla a spinta su entrambi i fronti. Scorrendo verso il bordo del vano è in grado di ridurre notevolmente l’ingombro rispetto a una porta a battente: viene guadagnato il 50% di spazio.

Porte a libro

Le porte a libro sono particolarmente apprezzate. In questo modello di porte il pannello è sezionato in due porzioni mobili, che possono essere simmetriche o asimmetriche, che scorrono e si impacchettano di lato. Si tratta di una soluzione idonea quando si ha bisogno di un ingombro ridotto.

Porte a bilico

Le porte in bilico potrebbero sembrare alquanto instabili, visto il nome che le rappresenta. In realtà con il nome si identifica il sistema per il quale la porta scorre. L’anta ruota su un perno grazie al fissaggio ad una staffa. Si tratta di una soluzione sulla quale orientarsi quando si ha bisogno di complanarità assoluta su entrambi i lati.

Porte scorrevoli in vetro

Le porte scorrevoli in vetro consentono di illuminare la casa con suggestivi riflessi. Ci sono modelli con vetro trasparente e completamente liscio e modelli con vetro sabbiato o satinato, perfetto anche per risolvere eventuali problematiche di privacy, e ancora modelli con disegni scritte o motivi geometrici. Le lastre che costituiscono le ante sono realizzate con vetro temperato, un materiale cinque volte più resistente rispetto al normale cristallo che in caso di rottura si frantuma in tanti piccoli pezzi non taglienti. Questi modelli sono volti soprattutto ad ambienti moderni.

Porta scorrevole in vetro

Come scegliere la porta scorrevole

Per scegliere in modo adeguato la porta scorrevole è bene innanzitutto comprendere la differenza tra i diversi modelli, calcolare in modo corretto le dimensioni del foro porta e dell’ingombro totale, scegliere e il tipo di controtelaio in base alla porta, all’apertura e alle pareti.

I materiali

Generalmente il materiale più impiegato nelle porte scorrevoli è il legno: solido, naturale e capace come nessun altro materiale di trasmettere calore. Ma si può anche optare per altri materiali come metallo e vetro, che vantano un peso specifico minore e che sono in grado di garantire quella trasparenza che può unire visivamente gli spazi. Se la porta scorrevole è volta a delimitare ambienti come il bagno e la camera da letto, per contrastare i rumori è meglio orientarsi su un’anta in materiale isolante. La composizione del pannello consente di bloccare ogni suono all’interno della stanza.

Il controtelaio per le porte a scomparsa

Il controtelaio per porte scorrevoli a scomparsa è una struttura metallica che consente alla porta scorrevole di scomparire all’interno di una parete di intonaco o di cartongesso. È formato da una cassa interna alla parete, da un sistema di scorrimento chiamato binario che permette all’anta di scorrere all’interno del muro e da un montante verticale di battuta che riceve la porta in chiusura.

Un controtelaio di qualità deve possedere determinati requisiti, come la robustezza, la fluidità e leggerezza nel movimento della porta, deve garantire una sede di scorrimento della porta senza flessioni della lamiera, non deve creare crepe nell’intonaco e non deve alterare l’aspetto e la consistenza della parete. Deve inoltre essere facile da installare e avere una semplice manutenzione.

Bonus ristrutturazione per porte scorrevoli

Le porte scorrevoli si possono installare in qualsiasi situazione abitativa, sia nelle nuove costruzioni che nelle case in via di ristrutturazione. Per le case in via di ristrutturazione c’è la possibilità di usufruire del rimborso fiscale del 50% pari alla metà delle spese sostenute. La detrazione Irpef è applicabile per gli interventi con modifica del foro porta (anche solo per modeste variazioni). La detrazione è valida per tutti i lavori di fornitura e posa in opera atti alla trasformazione del foro porta per anta a battente e all’adeguamento per l’installazione del controtelaio, includendo anche i costi per la demolizione della porzione di muro dove verrà posato il sistema scorrevole.

Dove acquistare le porte scorrevoli

Quando si parla di porte scorrevoli esterne, che non necessitano quindi di impegnativi lavori di muratura, le possibilità di scelta sono molteplici, ci si può infatti rivolgere anche a IKEA ed a Leroy Merlin che con prezzi contenuti possono esaudire il nostro desiderio di avere una bella porta scorrevole salva-spazio. In caso si opti per una porta scorrevole a scomparsa occorre rivolgersi ad un tecnico per l’installazione e per i lavori di muratura. La scelta è molto soggettiva, le proposte sono tante, vale la pena di valutarle perché si tratta comunque di una soluzione che rivoluzionerà la vostra casa in termini di luce, di spazio, di design.

Ti potrebbe interessare anche…

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.