Zona notte: come arredarla

Dormire bene, riposare in modo corretto è indubbiamente il modo più naturale e più prezioso per mantenersi in buona salute.

Per questo motivo, quando si arreda casa un’attenzione particolare deve essere rivolta alla zona notte.

La zona notte è la parte della casa dove si trovano le camere da letto, l’eventuale cabina armadio e, spesso, anche un bagno. Si tratta di una zona che generalmente è off-limits nel senso che non è accessibile a nessuno tranne che agli abitanti della casa e famigliari. A volte è nettamente divisa dalla zona giorno, o al piano superiore o nella parte opposta della zona giorno, altre volte la divisione non è netta. In ogni caso è importante che la zona notte sia arredata con un arredamento intelligente che tenga conto che l’ambiente deve essere il più confortevole possibile:  è qui che ci rifugiamo quando abbiamo bisogno di riposo e relax, spesso anche durante il giorno.

zona notte

zona notte

Come arredare la zona notte

Nell’arredamento della zona notte occorre tenere presente che si tratta di una parte della casa che deve trasmettere quiete e relax. Il minimalismo è quasi un dovere per questa parte della casa. Se ci sono più camere da letto, e se ci sono le camerette dei bambini, potete decidere di dedicare uno spazio al gioco oppure di allestire una stanza per il gioco nella zona giorno della casa, lasciando alla cameretta il ruolo di stanza relax.

Il letto

Nella zona notte la stanza principale è ovviamente la camera da letto, dove, l’elemento imprescindibile è il letto.

Il letto è l’alleato numero uno per un riposo corretto deve pertanto essere comodo oltre che bello. Nella scelta di doghe e materasso non si deve guardare al risparmio ma alla qualità del prodotto, ciò non toglie che ci sono articoli che vantano un ottimo rapporto qualità prezzo. Scegliete con cura il tipo di materasso che fa al caso vostro tra memory foam, lattice, molle. La scelta è molto soggettiva e dipende da diversi fattori come le vostre abitudini, la posizione in cui dormite, eventuali problemi alla schiena o di circolazione.

La struttura del letto è legata allo stile di arredo della stanza e deve rispecchiare i vostri gusti personali.

L’armadio

L’armadio è l’altro elemento fondamentale per la camera da letto, spesso sostituito dalla cabina armadio che consente una migliore organizzazione di tutte le nostre cose (abbigliamento, scarpe ed accessori). Laddove lo spazio lo consente è quindi più consigliabile orientarsi verso la cabina armadio che, se sufficientemente grande, può fungere da cabina per tutta la famiglia.

L’illuminazione

Molto importante l’illuminazione della camera da letto. Per la lettura pre-sonno, è perfetta una lampada da comodino. La luce della camera da letto dovrebbe essere calda e regolabile (dimmerabile) così da poterla adattare alle diverse esigenze.  Nella cabina armadio si possono utilizzare dei faretti led che illuminano senza “invadere” l’ambiente circostante.

I colori  per la camera da letto

Nella camera da letto occorre porre una particolare attenzione ai colori che , anche a seconda dello stile di arredo, non dovrebbero essere troppo forti o accesi.

Meglio orientarsi per bianco, il beige, tortora,  tonalità di grigio,  tutte cromie che trasmettono una sensazione di pace e tranquillità. Per i tessili invece ci si può sbizzarrire anche a seconda della stagione:  toni verdi che spiccano su un arredo dalle tonalità neutre, o tocchi di viola sul tortora rappresentano un modo per rinnovare senza stravolgere l’ambiente.

zona notte

zona notte

I complementi di arredo

Per agevolare il relax è bene non abbondare con i complementi di arredo in camera da letto, meno oggetti ci sono meglio è. Piuttosto scegliete pochi oggetti di design con cura. Idem per le pareti che non dovrebbero essere sovracaricate di quadri. Uno sopra la testata del letto è più che sufficiente.

Evitate per quanto possibile di tenere in camera computer ed apparecchi elettronici  e anche la tv sarebbe da evitare.

Il bagno

Il bagno che è in uso alla zona notte è il cosidetto “bagno padronale”. E’ qui che potete tenere tutte le vostre cose personali  che non avete piacere siano alla mercè di eventuali ospiti (che utilizzeranno quindi l’altro eventuale bagno). Anche in questo ambiente optate per colori e rivestimenti che siano il linea con lo stile della camera da letto quasi come fosse un ambiente unico.

Come dividere la zona notte dalla zona giorno

Abbiamo detto che la zona notte non sempre ha una divisione netta dalla zona giorno: si può trovare al piano superiore o si può allestire una zona notte in mansarda ma in molti casi  fare una suddivisione così evidente non è possibile. Vediamo allora come si può dividere la zona notte dalla zona giorno

Dividere la zona giorno dalla zona notte alzando una parete

In un appartamento grande, o in un open space, zona notte e zona giorno possono essere divisi da una parete in  cartongesso o muratura, o da un mezzo muretto.

Dividere la zona giorno dalla zona notte con una libreria-bifacciale

La libreria bifacciale è un’ottima soluzione per dividere zona notte da zona giorno. Si tratta inoltre di un mobile che ha la funzione di essere accessibile da entrambe le zone quindi è si rivela una soluzione ancora più sensata

Dividere la zona giorno dalla zona notte con le porte scorrevoli

La porta scorrevoli, a filo muro, permette di chiudere gli ambienti in maniera semplice ed elegante,  garantendo la giusta privacy e l’ isolamento dai rumori, inoltre si può scegliere tra una vasta gamma di  colori e trame.

Dividere la zona giorno dalla zona notte con pavimenti diversi

La divisione tra zona notte e zona giorno può essere anche ideale, ad esempio attraverso la posa di pavimenti diversi che possono facilmente dare la sensazione di non continuità. Per la zona notte si può ad esempio optare per un un parquet in legno che rende l’idea di uno spazio dedicato al riposo ed alla tranquillità.

Dividere la zona giorno dalla zona notte con le tende

La tenda, in particolare  le tende scorrevoli,  può fungere anche da separè  tra zonanotte e zona giorno. Occorre orientarsi su tende che garantiscano la continuità dello stile di arredo

Dividere la zona giorno dalla zona notte alzando il pavimento

Inserendo un gradino ed alzando il pavimento di qualche centimetro consente di evidenziare la differenza fra zona notte e zona giorno.

Se la vostra zona notte vi trasmetterà quiete e senso di relax allora l’avete arredata nel modo corretto.

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.