stucco-veneziano

Stucco Veneziano: Cos’è? Tortora, grigio, giallo, prezzi e fai da te

Lo stucco veneziano è una delle finiture architettoniche più antiche e preziose: originario dell’Iran, è arrivato nella Repubblica Veneziana per trovare lì la sua migliore applicazione. Gli eleganti palazzi di Venezia, infatti, dovevano combattere la muffa e l’umidità. Consigliamo ancora oggi il vecchio stucco veneziano come soluzione ideale per spazi che necessitano di un adeguato connubio tra raffinatezza e funzionalità.

Stucco Veneziano: cos’è?

Lo stucco veneziano è un rivestimento artigianale utilizzato dall’inizio del XV secolo, realizzato con una mano di fondo colorata e una finitura in pasta dello stesso colore o più forte. Come finitura finale viene applicata una vernice o una cera che gli conferisce un aspetto marmoreo. È un materiale ad alta resistenza, di facile applicazione, colori inalterabili, spessore minimo e può essere applicato all’interno di qualsiasi ambiente. Possiede un alto grado di elasticità che gli permette non alterare il rivestimento e di coprire fessure esistenti. Nelle mani di un artigiano esperto può diventare una vera e propria opera d’arte ed è in grado di decorare qualsiasi interno.

Negli ultimi anni sono apparse molte tecniche innovative per l’applicazione dello stucco veneziano. Ciò consente la copia quasi perfetta delle pietre naturali come marmo, granito, onice e malachite. Può essere applicato su soffitti, elementi di arredo come caminetti, nicchie, colonne e persino pannelli artistici.

La miscela di stucco veneziano può essere costituita dai seguenti elementi:

  • Olio di lino cotto
  • Colla vegetale
  • La calce spenta, legante che deve essere aggiunto durante la preparazione della pittura ed è costituito da acqua e idrossido di calcio
  • Polvere di marmo finissima
  • Pigmenti di colore naturali, che saranno scelti in base al gusto del cliente

Data la sua versatilità, si adatta a qualsiasi tipo di costruzione o stile. Oltre alla funzione decorativa, rinforza il muro e lo rende impermeabile, permettendo la naturale traspirazione. Durante il Rinascimento italiano, lo stucco fu utilizzato come complemento architettonico, insieme alla pittura, seguendo la moda originata dalle scoperte archeologiche. Nel tempo sono state perfezionate un gran numero di tecniche, che in seguito si sono diffuse in tutta Europa. Ottima anche la prestazione contro muffa in casa.

Stucco veneziano tortora

Il color tortora ha, come le più note tinte intermedie, la caratteristica di essere in grado di abbinarsi alla maggior parte degli stili di arredamento e di avere la capacità di creare un ambiente raffinato e senza età. Di fatto non è invasivo e scuro come il marrone, né troppo chiaro come il beige, non tende al giallo né al rosso, ma risulta una base cui abbinare facilmente legni, laccati e altri materiali. È possibile mixarlo in un’infinità di combinazioni con altri colori più o meno neutri, in modo da creare un ambiente molto rilassante ed elegante. Per questo è stato eletto “il colore più amato degli italiani”, subito dopo il bianco.

Stucco Veneziano Grigio

Utilizzato sopratutto in ambienti moderni, il colore grigio è versatile, neutro e, non essendo troppo invadente, può essere usato semplicemente come sfondo. Si ottiene dal’unione di due colori neutri come il bianco e il nero. Le qualità positive che trasmette questo colore, così come le sue varianti in argento e metallo, sono il lusso e l’eleganza. È anche un colore che fornisce luminosità se utilizzato dentro casa sotto forma di materiali riflettenti come acciaio, alluminio o anche materiali a specchio.

Tuttavia, come qualità negative, il grigio rappresenta l’indecisione, la freddezza e la mancanza di energia, così come può ispirare tristezza o malinconia. Infatti le giornate “grigie” e nuvolose tendono ad abbassare il nostro umore e quindi, quando si utilizza questo colore, è conveniente mescolarlo con una tonalità brillante o con un materiale caldo come il legno per compensare un po’ la sua mancanza di vitalità. Nel caso dello stucco veneziano, il grigio permette di donare dinamismo ad ambienti che sembrerebbero vuoti.

Stucco veneziano Giallo

L’influenza del colore sul nostro stato d’animo è un fatto provato e quindi a ogni colore vengono assegnate proprietà specifiche. Il design degli interni tiene conto di questo, adattando la gamma di colori alla personalità che si vuole dare alla casa. La tendenza della decorazione con il giallo è perfetta per chi desidera una casa luminosa e gioiosa. Simbolo di spiritualità e ambizione, il giallo è capace di dare vita agli ambienti della casa ma è necessario evitare gli eccessi.

I più audaci sono quelli che impregnano le loro pareti di questo colore, dandogli il ruolo da protagonista o lasciandolo sullo sfondo in combinazione con altri colori. Per gli amanti del sole, dell’armonia e dei bei risvegli è possibile aumentare la dose di giallo. Ovviamente anche lo stucco veneziano di questo colore non esula da quanto appena detto e va dosata sia l’intensità del giallo che la sua quantità evitando di risultare troppo “eccessivi” o pacchiani.

Stucco veneziano: prezzi

Il budget finale per lo stucco veneziano può variare in base a:

  • Il tipo di prodotti utilizzati. Ci sono prodotti di qualità superiore rispetto ad altri che, ovviamente, saranno più costosi.
  • I metri quadrati totali da verniciare che influenzeranno direttamente il numero di ore di lavoro.
  • Lo stato in cui si trovano le pareti da dipingere. Se è necessario eseguire ulteriori lavori di muratura, il prezzo della ristrutturazione finale aumenterà.
  • L’installazione di un ponteggio. Nel caso in cui i soffitti e le pareti abbiano altezze notevoli, è necessario installare un ponteggio che può incidere sul prezzo finale.
  • L’eventuale applicazione di prodotti antimuffa o anticondensa utili per implementare la resistenza delle pareti alle infiltrazioni di umidità.

Per quanto sia difficile stabilire un prezzo indicativo, i tipi di stucco veneziano più diffusi possono variare da un prezzo di 15 euro al Mq fino a 80 euro.

Stucco Veneziano fai da te: come farlo

Il modo in cui applicherai la vernice farà la differenza: l’aspetto finale dipenderà dal numero di passate che darete, dalla direzione in cui viene applicato lo stucco e anche dallo strumento utilizzato. Sebbene in passato la miscela di stucchi veneziani fosse preparata in modo tradizionale, oggi le tecnologie di produzione consentono di reperire sul mercato confezioni di vernici pronte all’uso, riducendo notevolmente il costo della manodopera. Per realizzare un muro in stucco veneziano avrai bisogno dei seguenti materiali:

  • Spatola
  • Stucco
  • Pittura
  • Colore
  • Tampone per stucco
  • Spazzola

La prima cosa da fare sarà di controllare che il muro sia in buone condizioni per poter applicare lo stucco. Dovrai pulirlo per rimuovere le tracce di polvere e attendere che sia asciutto. Se ci sono imperfezioni possiamo usare lo stucco per coprirle, carteggiare e pulire in modo che la finitura sia perfetta. È inoltre necessario coprire con il nastro adesivo luoghi come i bordi della porta o le prese.

Una volta preparate le pareti, se ancora non abbiamo preparato il tono, dobbiamo mescolare lo stucco in un secchio fino ad ottenere il colore desiderato. Una volta ottenuta la miscela, dobbiamo iniziare ad applicare lo stucco con la spatola più o meno uniformemente nel primo strato, cercando di renderlo liscio. Bisogna attendere il tempo di asciugatura e utilizzare la spatola o la carta vetrata per eliminare imperfezioni.

Successivamente dovrai procedere con l’applicazione di un secondo strato usando lo stesso procedimento e lasciandolo asciugare per qualche ora. Nell’ultima fase è molto importante aver cura della rasatura e bisogna passare con forza la spatola lisciando a più riprese lo stucco con il fine di rendere la superficie più liscia e lucida possibile. Infine una passata di cera e il gioco è fatto.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.