Credenze

Credenze: alte, classiche, moderne, a muro e prezzi

Scegliere le credenze può essere davvero difficile, viste le numerose proposte d’arredo presenti sul mercato. Meglio classica o moderna? Con le ante a battente o scorrevoli? Interpretata in forme e vesti diverse, la credenza resta un grande classico e il protagonista indiscusso della zona giorno. Questo mobile è perfetto sia per la cucina che per la sala da pranzo, a seconda delle vostre preferenze.

Solitamente si scelgono dimensioni notevoli se si colloca nella sala da pranzo e modelli di dimensioni più ridotte se si sceglie come collocazione la cucina. Non bisogna mai dimenticare che la credenza deve integrarsi armoniosamente nell’ambiente e lo stile deve essere lo stesso degli altri arredi.

Credenze: cosa sono?

La credenza è il mobile più rappresentativo della cucina e ha una storia molto interessante che affonda le sue radici in un lontano passato. È il mobile che dona alla casa un’atmosfera calda ed accogliente e non può assolutamente mancare. Nata in Emilia Romagna nel ‘600 nelle dimore nobiliari, in origine la credenza era un semplice cassone basso e lungo disposto nella sala dei banchetti e destinato a poggiare il cibo o meglio tutte le innumerevoli portate prima di servirle agli ospiti a tavola. A quell’epoca la credenza era in noce e ornata di dipinti, intarsi e decorazioni elaborate. Nel corso dei secoli questo mobile ha subito una lunga evoluzione e diverse forme, dotandosi di ante, vetrine, cassetti. La sua funzione è cambiata ma oggi resta uno dei mobili più amati nelle case degli Italiani.

La credenza deriva il suo nome da un rituale chiamato “servizio di credenza“. Prima di ogni pasto era abitudine diffusa far provare e assaggiare i piatti ad un servitore fidato per verificare che non ci fossero veleni all’interno. Solo dopo questo rituale venivano serviti a tavola. Nel ‘600 il rischio di avvelenamento era una delle principali cause di morti tra i nobili e la congiura era sempre dietro l’angolo. Per scongiurare l’avvelenamento tutte le pietanze di un banchetto erano poggiate su un mobile ed assaggiate dal Maestro Credenziere. Successivamente il termine passò a designare quel mobile che cambiò funzione.

Credenze alte

La credenza alta è perfetta da collocare in cucina ma anche all’ingresso della casa (dove poggiare eventualmente sopra le chiavi) ed è quella da preferire in cucina. Che tu preferisca una credenza bassa o alta, con molte ante o con vetrina, in stile shabby chic o in stile country, la regola n°1 però al momento dell’acquisto è sempre la stessa: la credenza deve essere capiente. Lo scopo principale di questo mobile, infatti, è quello di contenere stoviglie e piatti, posate o qualsiasi altro oggetto che non trovi collocazione in cucina. Ma quale modello scegliere?

La credenza bassa è il modello più amato dai consumatori italiani. Si presenta come un armadietto che arriva all’altezza della vita e spesso è sormontato da uno specchio. E’ un mobile capiente, in stile moderno, in legno, caratterizzato da linee semplici ed essenziali. Perfetto per essere collocato nella zona giorno, si sposa bene con un arredo in stile minimal chic o in stile rustico. Se l’ambiente è in stile shabby chic, meglio optare per un modello in bianco. Una credenza bassa è la soluzione ideale per un soggiorno poiché non ingombra visivamente e non rovina l’ambiente, ma arreda solo la parte bassa della stanza. Esistono tantissimi modelli dalle linee e forme diverse tra cui scegliere.

Se la credenza bassa è destinata a conservare oggetti facili da rompere o che non devono essere a portata di mano per i bambini o di animali domestici, meglio scegliere un modello composto da scomparti chiusi così le stoviglie e le ceramiche saranno protette anche dalla polvere e dai incidenti. Per chi cerca soluzioni originali e alternative, può optare per la collocazione della credenza bassa in camera da letto. In questo caso andrà collocata ai piedi del letto dove saranno collocate candele profumate, foto ricordi e altri oggetti preziosi dal forte valore affettivo e nostalgico.

Credenze classiche

Elegante e senza tempo, la credenza classica è perfetta per un soggiorno in stile classico. Questo modello richiama gli splendori di cene delle epoche passate, il profumo nostalgico di piatti preparati dalla nonna, la bellezza delle stoviglie tradizionali ereditate come corredo. Solitamente il materiale prediletto è il legno. Le venature di questo materiale donano calore all’ambiente e gli conferiscono stile e fascino intramontabile. Per chi ama lo stile classico, la credenza con vetrina è un must have. Cattelan Italia propone modelli verniciati in bianco o grafite opaco con ante e ripiani in cristallo semitrasparente extrachiaro e luci interne Led per valorizzare le stoviglie più preziose.

Credenze moderne di design

Le credenze moderne di design sono l’evoluzione delle antiche cassettiere, delle vecchie madie e di quei robusti mobili che avevano le nostre nonne. In base allo stile e al gusto personale, può essere collocata in ogni ambiente della casa: dalla cucina al soggiorno, dalla camera da letto all’ingresso. Per chi ama la praticità e la comodità, la soluzione giusta è un modello con ante scorrevoli, adatto anche a spazi ristretti.

Credenze a muro

Le credenze a muro sospese sono senza piedini ma dotate di ante scorrevoli, cassetti o vani da giorno. Si tratta di una soluzione sempre più scelta perché versatile e soprattutto salvaspazio. Difatti, per tale motivo, si vanno a creare delle nicchie nelle pareti tali da rendere un ambiente di dimensioni ridotte comunque accogliente e allo stesso tempo comodo nonostante le dimensioni. Solitamente sono caratterizzate da un design moderno e sono da preferire nella zona living.

Credenze: prezzi e marchi migliori

Ecco alcune proposte di credenze divisi per tipologie. Per chi desidera una credenza classica Milano Home propone tanti modelli in legno massello tinta noce (a partire da 195 euro in base alle dimensioni). Ikea, invece, propone soluzioni economiche dal design moderno e minimalista come il bellissimo modello Lommarp a 299 euro in beige chiaro, o Havsta con ante a vetro sempre a 299 euro, o ancora Brusali a 109 euro e Hauga, una bellissima credenza bassa a due ante a 175 euro.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.