colori pareti angolo studio

Colori Pareti Angolo Studio: 5 idee per creatività e concentrazione

Colori pareti angolo studio: 5 idee di tendenza! La psicologia del colore è un aspetto che è stato studiato negli anni in diversi campi come la pubblicità e l’interior design al fine di ottenere, attraverso il tipo di colore, emozioni che ci aiutino a migliorare il nostro umore, aumentando il rilassamento o la concentrazione. Questa teoria è stata implementata negli anni anche nella decorazione degli ambienti di lavoro, arrivando a costituire una delle basi da valutare nel ridisegnare o riformare il nostro ufficio. La chiave sarà quella di saper bilanciare correttamente il nostro colore aziendale, quello che definisce il nostro marchio aziendale, con il sentimento e le emozioni che vogliamo trasmettere. La psicologia dei colori è stata studiata nel corso della storia da artisti illustri come Goethe o Kandinsky o la scrittrice Eva Heller. E, sebbene le conoscenze raccolte non abbiano portato a considerarla una vera scienza nel campo della psicologia, sappiamo che i colori hanno un effetto marcato sulla percezione e sullo stimolo.

Colori pareti angolo studio: 5 idee

È chiaro che non tutti percepiamo gli stessi stimoli che sono incorporati nella conoscenza collettiva, come ad esempio i colori caldi e freddi con i primi che danno una sensazione di calore e quelli freddi producono l’effetto opposto. I colori sono spesso legati a elementi della natura con colori e caratteristiche simili. Andiamo ora a vedere nello specifico cosa comporta colorare le pareti del proprio studio di un colore piuttosto che di un altro.

Colori pareti angolo studio: il giallo

Il giallo è allegro e luminoso, con poche sfumature. Un ambiente dipinto di giallo apparirà più radioso e illuminato e questo colore è adatto a spazi privi di luce naturale. Il giallo stimola l’appetito oltre al dialogo tra le persone. Per questo viene solitamente utilizzato nei fast food e da alcune marche di prodotti alimentari. Se decidi di dipingere una stanza di giallo tieni presente che una tonalità troppo intensa può essere fastidiosa per gli occhi. Applicato agli uffici possiamo trovarlo in luoghi di incontro informali, spazi open-space adatti per brevi riunioni di lavoro, focalizzate sulla direzione del lavoro quotidiano e senza eccessiva formalità. Nell’arredamento dell’ufficio offre invece un messaggio positivo, vitale e fresco; incoraggia infine la concentrazione e la creatività ed è soprattutto il colore dell’ottimismo per eccellenza.

Colori pareti angolo studio: il verde

Il colore verde è associato alla vita e alla natura, un potente trasmettitore del concetto di crescita, energia e ambiente. È anche un colore freddo quindi viene solitamente utilizzato in ambienti che si desidera rendere freschi e rilassanti. Dicono che il verde aiuti la concentrazione e stimoli la creatività e può essere quindi un buon colore per uno studio o per la stanza dei bambini. È un colore ampiamente scelto dalle società di energia rinnovabile ( la cosiddetta energia “verde“) e viene spesso utilizzato negli ospedali per trasmettere tranquillità. Il verde è storicamente legato al campo della salute e anche le farmacie, se ci riflettete, lo scelgono spesso come colore distintivo sia del logo che dell’ambiente interno. Applicato in un ufficio, il colore verde trasmette l’idea di un’azienda in continua crescita e in continuo miglioramento. Trasmetteremo inoltre il messaggio di essere impegnati in idee innovative e di sposare qualche causa associata alla cura dell’ambiente. Riguardo alle stanze d’ufficio in cui può essere applicato, lo troviamo sopratutto nelle nelle sale d’attesa con lo scopo di trasmettere un messaggio di serenità ai nostri clienti o collaboratori.

Colori pareti angolo studio: l’arancione

L’arancione è vibrante e luminoso, dà vita a qualsiasi spazio. D’altra parte è un po’ rischioso da usare sebbene non sia difficile da combinare. Un arancione molto vivace può stancare presto ed è perciò sempre consigliato dipingere di questo colore solo una parete o parte di una stanza senza esagerare. Ciò non significa che non puoi dipingere tutte le pareti di una stanza di arancione ma devi sapere che l’ambiente in questione deve essere ben illuminato e spazioso. Trattandosi di un colore caldo riduce visivamente gli spazi e, se l’ambiente è già piccolo, darebbe la sensazione di esserlo ancora di più. L’arancione è un colore che promuove la conversazione, la socializzazione e lo scambio di idee. Il colore arancione viene applicato anche negli uffici per caratterizzare gli spazi più collaborativi come le sale riunioni. Ma con questo colore dobbiamo essere cauti anche in questi spazi poiché la sua scelta deve essere basata sulla filosofia e cultura aziendale. Se siamo un’azienda conservatrice e poco avvezza ai cambiamenti, introdurre il colore arancione può essere troppo rivoluzionario.

Colori pareti angolo studio: il celeste

Il celeste, in quanto sfumatura del blu, è associato al mare e al cielo e ci trasferisce tranquillità, calma, relax. È un colore, diciamo, curativo, perché è capace di trasmettere sensazioni di pace con un solo sguardo. Forse è per questo che molte compagnie assicurative utilizzano il colore blu: per darci la tranquillità di essere in buone mani. Il celeste esprime una sensazione di serietà e calma. In un ufficio può dare un’aria di professionalità ma allo stesso tempo tranquillità, soprattutto in un ambiente di lavoro dove il clima può essere teso e stressante. Può contribuire quindi a creare rilassamento evitando un effetto eccitante. Essendo, però, un colore freddo può anche trasmettere una sensazione termica inferiore pur non essendoci alcuna variazione effettiva nella temperatura interna.

Colori pareti angolo studio: il lilla

Il lilla è elegante, sontuoso e potremmo dire quasi superbo anche se considerato spesso molto delicato e femminile nei toni. È uno dei colori freddi ed è opportuno creare spazi appositi in cui inserirlo. Nelle tonalità più intense aggiunge all’ambiente eleganza e personalità. Il lilla è un colore molto carismatico che attira immediatamente l’attenzione oltre a simboleggiare la temperanza e la riflessione essendo legato all’emotivo, allo spirituale e al mistico. Trasmette profondità ed esperienza, ispira eleganza e relax. È un colore non troppo considerato per la decorazione d’interni ma, usato nel modo giusto, si possono ottenere risultati affascinanti. Oltre al lilla, la tavolozza dei viola è molto ampia e va dal rosa al violetto. Possiamo trovare diverse tonalità ciascuna con un proprio nome particolare che derivano dai corrispettivi presenti in natura. Ecco perché troviamo colori come malva, prugna, melanzana, lavanda, mora o violetta. Il lilla ha il potere di incoraggiare la contemplazione profonda e la meditazione anche se un suo utilizzo eccessivo può portare alla troppa introspezione e suscitare sfiducia nelle persone. È indicato negli uffici dove si devono compiere lavori di precisione e inoltre, evocando il lusso, è la scelta giusta anche negli spazi di rappresentanza.

Colori pareti angolo studio: i colori neutri

Solitamente si intendono colori neutri il nero, il bianco, il grigio. Normalmente si aggiungono alla lista anche i colori naturali come crema, beige, marrone, terra e la varietà di sfumature dei vari colori del cerchio cromatico vicino al grigio.
  • Il nero è un colore speciale che trasmette sensazioni diverse a seconda dell’umore delle persone e delle convinzioni personali. Sebbene non sia ampiamente utilizzato per dipingere le pareti, è abbondante nella tappezzeria, mobili, pavimenti, tessuti e dettagli. È un colore che rende un ambiente elegante e serio e il suo abuso può creare spazi freddi, cupi e tristi.
  • Il bianco non dovrebbe mai mancare anche in piccola proporzione. È un colore che irradia sensazioni di purezza, delicatezza, benessere e igiene, motivo per cui viene utilizzato in luoghi legati alla salute e alla cura della persona. È senza dubbio il più utilizzato nella pittura murale per creare spazi luminosi e può essere facilmente abbinato a qualsiasi altro colore.
  • I toni di grigio, infine, si accompagnano con qualsiasi altro colore senza alterarne gli equilibri e mantenendo tutta la loro luminosità e vigore, generando un equilibrio nello spazio decorato.

Colori pareti angolo studio e stili d’arredamento migliori

Il colore dei mobili per ufficio che sceglierai, dovrà essere complementare a quello delle pareti del tuo ufficio. Un ufficio, però, può sembrare molto deprimente e intimidatorio se le pareti sono dipinte di un colore scuro e lo sono anche i mobili. Un dettaglio luminoso di vernice può fare miracoli e aiutare a ravvivare un ufficio migliorandone persino la produttività. Gli stili maggiormente in voga per quanto riguarda gli interni degli uffici sono:
  • Industriale:
Lo stile industriale sta diventando sempre più popolare oggi. Assicurati di incorporare diversi tipi di illuminazione ed elementi in legno, lasciando i condotti e l’impianto idraulico in bella vista. Potrete anche aggiungere un muro di finto mattone che farà davvero risaltare il classico aspetto industriale nel tuo ufficio.
  • Rustico
Quando cerchi di portare uno stile rustico nel tuo ufficio devi trovare elementi di arredo che possano essere integrati nel design per creare un’atmosfera accogliente. L’aggiunta di pezzi di legno stagionato, scaffali aperti e oggetti di arredamento mal assortiti darà all’ufficio il calore e la familiarità che stai cercando.
  • Minimalista
Lo stile minimalista è uno degli stili più popolari oggi caratterizzato dallo slogan “less is more!“. Se qualcosa non è pensato per essere utile allora non viene messo. Le forme geometriche abbondano e gli elementi di arredo sono sempre il più funzionali possibile. Il bianco è il colore predominante in questo tipo di ambiente e attraverso il nero si crea solitamente un interessante contrasto. Alcuni colori neutri come il grigio possono essere usati per fornire quel tocco di colore che a volte è necessario. I dettagli decorativi sono praticamente assenti e quelli esistenti sono, in generale, abbastanza sobri.
  • Vintage
Lo stile vintage non si vede frequentemente negli uffici di oggi anche se è senza dubbio uno di quelli che si svilupperà maggiormente in futuro a causa dell’aumento della tendenza a creare un ambiente confortevole che dia libero sfogo alla creatività. Mobili decorati e tanti dettagli sono gli elementi che caratterizzano qualsiasi arredamento vintage mentre legno e vimini sono i materiali più utilizzati. Per quanto riguarda i colori, i pastelli la fanno da padrone. La decorazione vintage ci riporta agli anni ’60 e ’70 fondendo eleganza, sobrietà, funzionalità e rilassamento.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.