Stile arredamento Vintage

Stile Vintage Arredamento: Americano, Anni ’50 e Mobili

Stile d’arredamento Vintage: cosa significa esattamente? Si tratta di un termine che negli ultimi anni viene largamente usato e non solamente per indicare uno stile di arredamento, ma anche per la moda, le auto, l’oggettistica in generale. Andiamo a conoscere questo termine che deriva dal francese vendenge . Il termine Vintage veniva usato per indicare vini vendemmiati e prodotti nelle annate migliori. La parola Vintage può quindi essere considerata un sinonimo del termine “d’annata” e il suo utilizzo si è esteso anche ad campi che esulano dall’enologia. Difatti, il Vintage è diventato un vero e proprio stile: uno stile originale che pur essendo datato è comunque sempre attuale. E anzi, continua ad evolversi con il passare degli anni e con il susseguirsi delle tendenze. Si tratta di uno stile che presenta diverse sfaccettature e che si presta benissimo per arredare la propria casa.

Stile d’arredamento Vintage

L’arredamento in Stile Vintage è caratterizzato da elementi come i pezzi di arredo unici magari recuperati nei mercatini o ereditati dalla casa dei nonni. Per realizzare un arredamento in stile vintage bisogna scovare quell’ oggettistica particolare, quei complementi d’arredo riciclati dal fascino indimenticabile. In una casa Vintage i divani, le poltrone e i tessuti in generale devono rispecchiare un gusto antiquato ma pur sempre affascinante. Bisogna infatti prestare attenzione a tutti quegli elementi come vasi, posate, ciotole, stoviglie rintracciabili nei mercatini dell’usato e che possono essere trasformati con la creatività; senza però stravolgerli.

La peculiarità delle case Vintage è che è impossibile trovarne una uguale all’altra in quanto lo stile vintage è molto vario. Può essere una casa zeppa di oggetti e mobili antichi così come una casa che accosta pezzi vintage unici ad un arredo classico o minimal. In linea generale lo stile Vintage è caratterizzato da complementi o pezzi d’arredamento che arrivano dal passato. È adatto a tutti e a tutte le tipologie d’arredo: si tratta infatti di uno stile altamente personalizzabile che si può comporre anche di pochissimi pezzi capaci, da soli, di fare da differenza. Se avete modo di inserire un pezzo vintage nella vostra casa, fatelo! Un ricordo, un pezzo di passato sono capaci di personalizzare e di conferire alla vostra casa un’atmosfera unica, solo vostra. Non sarà un semplice mobile o un semplice complemento di arredo ma un pezzo di vissuto che resta con voi anno dopo anno. Rispetto allo stile vintage, la casa arredata in stile Retrò è caratterizzata da una sorta di uniformità dove tutto, mobili, dettagli e finiture, è coerente e completo. E dove tutto concorre a ricreare lo spirito e l’atmosfera di un determinato intervallo temporale.

Stile d’arredamento Vintage americano

Quando si parla di stile d’arredamento Vintage americano, il pensiero fugge presto a vecchi film d’autore nei quali rintracciare elementi originali e particolari. Le stesse ambientazioni e gli stessi elementi che potranno conferire alla nostra casa un tocco affascinante che non passerà inosservato. L’American vintage style è lo stesso che ritroviamo in film come Pulp Fiction e in tutti quelli in cui possiamo assistere a delle scene in vecchie tavole calde americane. Le sedie, gli sgabelli e i divanetti imbottiti colorati o con fantasie geometriche, sono un vero e proprio Must di quelle tavole calde dal quale trarre ispirazione. Elementi caratterizzanti di questo stile possono essere ancora: Juke Box, insegne luminose e accessori vari come porta-biscotti, barattoli in latta, tazze, salvadanai, targhe in latta ecc. Ciò che di sicuro è di tendenza negli ultimi anni sono i quadri, gli adesivi e le targhe Coca Cola, che è possibile trovare nel catalogo di diversi negozi come Maison Du Monde o IKEA.

Stile d’arredamento Vintage anni ’50

L’arredamento vintage anni ’50 rappresenta un vero e proprio traguardo storico: non solo nel campo del design ma in generale nell’aspetto sociale. Un vero e proprio stile di vita rinnovato dopo l’austerità e il dolore della Seconda Guerra Mondiale: il dopoguerra rispecchia il momento del rinnovamento e del Miracolo Economico italiano. Il benessere è nell’aria ed è proprio il colore l’elemento principale che caratterizza lo stile d’arredamento negli anni ’50. Nasce un vero e proprio concept d’arredamento diverso, di ispirazione americana e in relazione all’atmosfera elargita da stili musicali come il Jazz e lo Swing. Frigoriferi, bilance, vasi in verde acqua marina o rosso, divani e poltrone in pelle, sedie e tavoli in ferro e non solo: lo stile degli anni ’50 è delicato e d’avanguardia. Per le pareti i colori pastello restano un Must di questo periodo, così come per i complementi d’arredo in generale. Tende e tessili floreali, per non dimenticare la celebre carta da parati!

Mobili e complementi d’arredo

Un mobile per essere considerato Vintage deve avere minimo vent’anni di vita. I mobili vintage si possono acquistare nei negozi specializzati tradizionali ma anche on line. Solitamente si tratta di negozi che trattano modernariato, ma anche i mercatini delle pulci sono fonti importanti dove reperire pezzi validi. Nella scelta di arredo o oggettistica la prima cosa da valutare sono: i materiali, la presenza di eventuali fratture, la verniciatura e lo stato di giunture, chiodi e viti. Ovviamente il mobile vintage originale presenterà segni di usura.

  • Lampade e lampadari

L’illuminazione è un vero e proprio must nella definizione dello stile vintage. Un lampadario vintage in sala da pranzo è in grado di trasformare completamente l’ambiente.

  • Divani e poltrone

Divani e le poltrone possono cambiare totalmente l’aspetto della zona living. Si può anche pensare di rifoderare vecchie poltrone con un tessuto vintage

  • Credenze e madie

Un pezzo di stacco, in completo contrasto con il resto dell’arredo è ciò che può rendere l’atmosfera vintage. Come le credenze o le madie che può veramente conferire personalità all’ambiente e farvi fare un tuffo nel passato.

  • Tessile

Il tessile può dare un validissimo contributo nella creazione di  un look vintage: tovaglie, cuscini, tappeti e tende vintage vi aiuteranno a dare quel tocco d’annata alla vostra casa.

  • Oggettistica

Dal vecchio baule, al giradischi, dagli specchi antichi alle cornici, al portagioie, i complementi di arredo sono i pezzi che riescono davvero a fare la differenza. Attenzione anche all’orologio da parete, un complemento molto importante che se scelto con cura può diventare anche un vero e proprio protagonista della vostra casa.

  • Rivestimenti e finiture

Porte, finestre, pavimenti d’epoca, rivestimenti alle pareti, anche questi elementi possono conferire alla vostra casa uno stile vintage. Importanti sono le piastrelle: tipiche delle case antiche e che se ridefinite con cura possono rappresentare a piano lo stile Vintage.

  • Piastrelle Optical

Nel bagno ci si può sbizzarrire anche con i rivestimenti optando per le Piastrelle Optical decisamente in stile vintage. Anche complementi d’arredo unici come lavabi antichi, specchi e accessori non possono essere sottovalutati.

  • Frigorifero vintage

Una cucina super moderna, o anche classica, o country: il  frigorifero in stile vintage sta bene su tutto e può donare un tocco originale, rendendo la vostra cucina un angolo vintage raffinato.

Ti potrebbe interessare anche…

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.