Piano interrato: come sfruttarlo

Spesso non si fa distinzione tra piano interrato e seminterrato, ma si tratta di due cose ben distinte. Il piano interrato è una parte della casa che si trova sotto il livello del suolo, il seminterrato si trova invece, anche se leggermente, sopra il livello del suolo.

piano sem interrato

piano sem interrato

Il piano interrato

Se si parla di piano interrato dunque si parla di un piano sotterraneo, che comunque potrebbe essere ben sfruttato ma che è escluso dalla possibilità di recupero a fini abitativi proprio perché si tratta di un ambiente completamente al di sotto del piano che non ha sbocchi diretti, né finestre verso l’esterno.

Il piano interrato però permette di godere di un utile spazio in più e può comunque trasformarsi in un’utile cantina, in una taverna, in una stanza da gioco.

Come trasformare un piano interrato

Se si ha un piano interrato e lo si vuole sfruttare come taverna o come stanza occorre programmare gli interventi di ristrutturazione in modo adeguato e risolvere le tipiche problematiche legate ai piani interrati: umidità e mancanza di luce solare.

In primis occorre pulire profondamente ed accuratamente, e con l’aiuto di un esperto verificare a presenza di umidità e di infiltrazioni di acqua. In tal caso occorre  isolare  pavimento, pareti e soffitto con pannelli o schiume apposite per evitare la comparsa di muffe.

Una volta che il locale è  in buone condizioni si procede alla ristrutturazione.

Se non presente occorre disporre l’impianto elettrico, poi si passa a pareti e pavimenti. La scelta del pavimento dipende dal budget, dai gusti personali e anche dalla destinazione di uso del piano seminterrato ma è sempre opportuno optare per tonalità chiare e riflettenti a sopperire, anche se solo in minima parte, alla mancanza di luce naturale

Anche l’ impianto di illuminazione avrà quindi un ruolo importante perché la luce artificiale sarà l’unica fonte di illuminazione. Per questo meglio optare per  lampadine a risparmio energetico collocate in punti strategici.

L’arredo e compresi i complementi di arredo rappresentano l’ultimo atto per rendere il locale accogliente.

Come usare il piano interrato

Il piano interrato, lo abbiamo detto, non è abitabile. Ma può diventare la vostra palestra, il vostro studio, una sorta di soffitta sotterranea dove riporre in modo ordinato le cose che non usate più, se avete la passione della lettura, può divetare la vostra biblioteca o la vostra sala tv.

Il seminterrato

piano semi interrato

piano semi interrato

Definizione di seminterrato

La legge 7/2017 della Regione Lombardia da questa definizione di seminterrati “i vani e locali situati su un piano con il pavimento che si trova a una quota inferiore, anche solo in parte, a quella del terreno posto in aderenza all’edificio ed il soffitto che si trova, anche solo in parte, a una quota superiore rispetto al terreno posto in aderenza all’edificio”.

Perché vivere in un seminterrato

Vivere in seminterrato in Italia  ancora non è una pratica molto diffusa come in altre città metropolitane d’Europa. Eppure altrove è una scelta ricorrente in particolare nei centri grandi e popolosi, dove trovare casa a prezzi accessibili è una vera e propria impresa. E allora si opta per il seminterrato che può presentare anche dei vantaggi.

Per le amministrazioni comunali concedere permessi per trasformare cantine e spazi parzialmente interrati in abitazioni è uno efficace sistema per ridurre il consumo di suolo. Ma la legislazione in materia è affidata agli enti regionali e in Italia varia di regione in regione.

Vivere in un seminterrato: pro e contro

Quali sono i vantaggi del vivere in un seminterrato? Quanto influisce questa scelta sullo stile di vita?

Vantaggi

Indipendenza

L’indipendenza rappresenta certamente il più grande vantaggio del vivere nel seminterrato perché generalmente  si ha accesso diretto alle aree esterne della casa senza passare attraverso gli spazi comuni. Si tratta di un  vantaggio apprezzato soprattutto da chi possiede animali domestici, e deve spesso portarli fuori.

Prezzo

Il prezzo di acquisto di un seminterrato che è più basso rispetto ai prezzi medi delle case.

Svantaggi

Tra gli svantaggi del vivere in un seminterrato troviamo:

Umidità

Per scongiurare questo rischio è fondamentale investire in  un ottimo isolamento termico e in un buon impianto di riscaldamento e deumidificazione.

Radon

Il radon è un gas radioattivo naturalmente presente nel terreno. La sua concentrazione è più alta se l’abitazione si trova al di sopra o in prossimità di un terreno granitico o vulcanico, in particolar modo se le sue fondamenta poggiano direttamente sul terreno. Si può misurare la concentrazione di randon e, se presente in quantità elevate si può pensare ad una depressurizzazione del terreno, attuare una ventilazione forzata del vespaio, impermeabilizzare il pavimento, sigillare eventuali crepe e mantenere gli ambienti ben areati.

Scarsa illuminazione

La poca luce è un altro punto a sfavore dei piani seminterrati. Meglio optare per pavimenti e mobili chiari e per un buon impianto di illuminazione.

Requisiti di abitabilità del seminterrato

Per rendere un piano seminterrato abitabile questo dovrà essere sistemato in maniera tale da risultare salubre e garantire ai suoi abitanti un comfort adeguato. E’ ovviamente fondamentale che rispetti le normative urbanistiche, catastali e quelle di igiene e sicurezza.

Se si vuole  trasformare la cantina o il garage in abitazione, è indispensabile che il locale possegga tutti i requisiti per il conseguimento del certificato di agibilità. Occorre fare riferimento a quanto disposto dai singoli regolamenti regionali e al Testo Unico dell’Edilizia (d.p.r. 380/2001), che agli art. 24 – 26, Titolo III, definisce i requisiti necessari per l’ottenimento dell’agibilità di qualsiasi tipo di locale.

Dimensione minima per monolocali per una persona 28m² (servizi igienici inclusi).

Dimensione minima per monolocali per due persone 38m² (servizi igienici inclusi).

Rapporto aeroilluminante minimo per stanza di almeno 1/8 della superficie calpestabile.

Dimensione minima delle camere da letto singole 9m².

Dimensione minima delle camere da letto doppie 14m².

Conformità dell’impianto termico, idrico ed elettrico.

Rispetto della normativa acustica.

Come arredare un seminterrato?

Spesso chi ha uno spazio seminterrato lo utilizza come una sorta di grande ripostiglio ma potrebbe invece trasformarlo in  una camera per gli ospiti, in un ufficio o in un’area giochi per i propri bambini. L’arredamento dipenderà ovviamente dalla destinazione d’uso. Ci sono soluzioni salvaspazio che possono trasformare un locale unico in una sorta di monolocale super attrezzato.

Finestre seminterrato

Nel seminterrato le finestre sono a filo della strada, per questo motivo è bene coprirle con tendine poco pensanti e di colore chiaro.

Un’altra soluzione, non sempre attuabile, può essere rappresentatala dalle finestre a bocca di lupo che sfruttano un meccanismo molto semplice per convogliare all’interno dei locali interrati aria e luce: mettono in comunicazione l’esterno dell’edificio e l’interno del locale attraverso un condotto, in modo tale  che aria e luce siano incanalate nell’ambiente sotterraneo e diffuse all’interno di esso.

L’estremità del condotto che si apre verso l’esterno viene solitamente  chiusa da piastrelle di vetrocemento o da una grata in ferro zincato che permetta il passaggio dell’aria impedendo la caduta all’interno del condotto di oggetti e rifiuti.

Il condotto che mette in comunicazione le due aperture incanalando aria e luce è generalmente realizzato in vetroresina e può terminare, sul lato interno, con diverse tipologie di finestre a bocca di lupo, che rispetto alle finestre normali, presentano il vantaggio di poter essere facilmente cambiate una volta fissato il telaio.

Ovviamente il recupero di un seminterrato è rivolto a chi lo possiede già. Se si decide, per motivi di budget, di andare a vivere in un seminterrato, ovviamente abitabile, considerate prima attentamente tutti i pro ed i contro. A volte conviene spendere un po’ di più ma investire su un ambiente magari più piccolo ma completamente fuori terra.

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.