Piastrelle cucina

Piastrelle Cucina: a fascia, a mosaico, pavimento e Prezzi

Le piastrelle per la cucina rappresentano da sempre una soluzione versatile e decorativa adatta sia a pareti che a pavimenti ed entrambi esterni o interni. Sono facili da pulire, molto resistenti e dalle 1000 possibilità di scelta tra colore e materiale, forma e finiture. Si può fantasticare alla grande nello sceglierle e dare gusto all’ambiente da decorare. Oggi ci dedichiamo alla cucina, ambiente importantissimo in casa dove si trascorre tempo e fantasia, ecco perché staremo attente a farne un capolavoro.

Vedi anche: Come arredare la cucina

Piastrelle cucina: quali scegliere?

Per una cucina versatile ed elegante la scelta ideale sono le piastrelle in Grès porcellanato (il gres riproduce ad alta definizione materiali pregiati come il marmo, pietra, legno, metallo e mattone). Queste piastrelle saranno per la cucina antiscivolo, antimacchia, facili da pulire senza che venga meno il gusto e la creatività. Una piastrella da cucina deve avere un anima forte e gentile quindi non c’è nulla di meglio che piastrelle gres porcellanato effetto marmo che danno un effetto eterno. Sono piastrelle resistenti agli urti, alle macchie, al fuoco e assorbenti, ideali per pavimentare e rivestire cucine. Nel Grès porcellanato c’è vasta scelta in gusto e praticità economica.

Piastrelle cucina tinta unita

C’e chi preferisce un rivestimento in tinta unita, coloratissimo, nei colori freschi come il mandarino, giallo lucido, arancio, rubino per una cucina allegra che si distingue dalle tante altre. Oppure si può avere un rivestimento di cucina con gres porcellanato effetto vintage.

Piastrelle cucina effetto cemento

C’è chi poi preferisce l’effetto cemento e quindi opta per rivestimenti da cucina con piastrelle che uniscono la forza del cemento all’eleganza del gres porcellanato per un fascino tutto moderno. Infine, c’è anche chi preferisce una piastrella ad effetto legno leggera e delicata come i rivestimenti da cucina in bicottura rettificati che riproducono l’effetto di piccoli listelli di legno sovrapposti con l’utilizzo di superfici con struttura tridimensionali. Si possono avere nei colori delicati del Natural che richiama il rovere biondo e White con legno bianco molto luminoso. Queste piastrelle donano alla cucina un effetto luminoso e spazioso.

Piastrelle cucina effetto legno

Per chi preferisce l’effetto legno ci sono rivestimenti in legno rustico in diversi colori (bianco, grigio, nero, marrone, cammello) e formati. Si tratta di una scelta sempre di tendenza, un evergreen che non stanca mai. Si adatta ad ambienti arredati in stile provenzale, rustico o country, specie se si tratta di zone o luoghi di campagna o di alta montagna.

Piastrelle cucina diamantate

C’è chi ama, poi, l’effetto retrò con piastrelle meravigliose dal design diamantato lucido disponibile nei stupendi colori del bianco, verde, tortora, grigio lucido, prugna, blu, beige che con tanta fantasia e maestria dei più esperti piastrellisti faranno di una cucina un habitat desiderato ed amato.

Piastrelle cucina effetto mosaico

Certo è che per rivestire e pavimentare una cucina si possono scegliere le piastrelle di varie dimensioni, da piccole a grandi, in tinta unita, formato mosaico, o disegni geometrici o floreali effetto cemento o pietra, marmo da abbinare in armonia o in contrasto con la piastrelle del pavimento a secondo dei gusti. Bisogna solo progettare una cucina su misura e realizzarla.

Naturalmente a seconda di ciò che si desidera in rapporto pure al prezzo che si dispone si può avere più o meno vasta scelta. Se c’è una disponibilità alta si può accedere a vere collezioni di pavimenti e rivestimenti che garantiscono l’eccellenza dei prodotti sia nell’alta qualità del materiale che nell’estetica del suo design.

Piastrelle cucina a fascia

Per chi ha voglia di creatività ma ha paura di osare troppo, l’ideale è una cucina total white con una fascia paraschizzi in maioliche di Vietri sulle tonalità del blu, del celeste e del giallo. Il risultato sarà sorprendente e gli ospiti resteranno piacevolmente sorpresi. La fascia è un’idea molto gettonata nelle cucine italiane e non passa mai di moda. Lì si può giocare con fantasie di piastrelle particolari e creare disegni geometrici indipendentemente che la cucina sia moderna o shabby chic.

Piastrelle cucina a mosaico

Per chi desidera dare un tocco di raffinatezza alla sua cucina le piastrelle a mosaico sono la scelta giusta. Il mosaico è una decorazione meravigliosa, versatile e colorata. Le piastrelle a mosaico si installano velocemente e la posa è facile. Il potere decorativo e la bellezza del mosaico erano già conosciute in epoca romana, quando grazie al mosaico su interi pavimenti e pareti erano realizzate stupende scene di vita quotidiana o momenti di trame mitologiche. Elegante ma informale, abbinabile tanto a cucine in stile minimalista quanto a cucine in stile country o rustico o classico, il mosaico sa adattarsi bene a qualsiasi tipo di stile e situazione.

Piastrelle cucina per il pavimento

Le piastrelle in grès porcellanato sono ideali sia per i rivestimenti che per il pavimento della cucina. Sono il perfetto connubio tra creatività e design. Per chi non preferisce il parquet né la ceramica né tantomeno il marmo, può optare per un pavimento in piastrelle in ceramica. I vantaggi di questa soluzione sono numerosi; oltre ad essere una soluzione pratica ed economica, si tratta di un pavimento facile da pulire e c’è un’incredibile varietà di scelta di colori, disegni e geometrie. Per il pavimento della cucina è meglio optare per piastrelle in ceramica smaltata. Sono un’ottima scelta anche per sopportare il peso dell’arredo dei mobili di cucina e il continuo scalpitio. L’unica attenzione è al momento della posa poiché si tratta di un materiale fragile per natura.

Piastrelle cucina: Prezzi

Per chi vuole realizzare un pavimento con piastrelle in ceramica i costi da considerare sono i seguenti:

  • dai 10/20 euro a metro quadro per pavimento monocottura 
  • da 15/25 euro a metro quadro per pavimento bicottura 

Ma quanto costa piastrellare una cucina? Per avere un’idea bisogna considerare una serie di elementi. Innanzitutto dipende da tipo di piastrelle scelte, ma anche dalle dimensioni dell’ambiente, dal tempo necessario per metterle, dalla manodopera e dal tipo di posa. C’è poi da considerare anche il fattore geografico: nelle regioni italiani del sud il costo è inferiore rispetto a quelle del nord. Senza dubbio il fattore che incide maggiormente sul costo è il tipo di materiale scelto. Incide sul prezzo finale anche il formato scelto e il brand dell’azienda produttrice. Poi più grande è formato della piastrella più aumenta il suo prezzo.

Da considerare è anche la situazione della superficie di partenza (se è da livellare, intonacare, rasare per farlo diventare idoneo alla posa delle piastrelle). Generalmente su una superficie in stato buono ma non ottimo, il costo di posa delle piastrelle è di 25/30 euro a metro quadro. Il costo si alza in base al tipo di posa (la posa diagonale ha un costo superiore rispetto a quella ottagonale). Se la posa è creativa (tipo mosaico) il prezzo sale ulteriormente. In totale quindi si può affermare che il costo generale per piastrellare una cucina è intorno a 60 euro a metro quadro. Per una posa complessa il costo di solito però non è basato al metro quadro, ma ad ore ed è 30 euro l’ora.

Ceramica o grès porcellanato?

  • Per piastrelle in ceramica il costo parte da 9/10 euro al metro quadro sino a 45 euro al metro quadro per i tipi più pregiati
  • In grès porcellanato si va dai 9 euro al metro quadro sino ai 45 euro a metro quadro per quelle effetto marmo formato maxi
  • Per le piastrelle cucina in marmo proprio il costo si aggira intorno a 54/98 euro a metro quadro

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.