come arredare cucina

Come arredare cucina: 15 stili d’arredamento e idee

Come arredare cucina? Stiamo parlando di uno dei luoghi più importanti della casa, proprio perchè non si tratta semplicemente del posto adibito alla preparazione dei pasti. Si tratta di una stanza essenziale, proprio perché diventa un luogo di grande condivisione in cui trascorrere alcuni dei momenti più importanti sia in famiglia che in solitudine. Proprio data la sua importanza, dare la giusta attenzione all’arredamento più adatto alla cucina la nostra casa è un ottimo punto di partenza. A questa stanza serve la giusta personalità. Teniamo però sempre presente che l’ideale è creare la giusta armonia e il giusto equilibrio con l’arredamento del resto della casa.

come arredare cucina

Inoltre, trattandosi di una stanza che viene utilizzata parecchio e che deve resistere alle alte temperature, dobbiamo fare una scelta mirata optando per i materiali più efficaci. Schizzi di cottura, umidità, fuoco e tanto altro, optare per materiali e colori poco resistenti all’usura può rivelarsi una scelta poco azzeccata proprio perché la manutenzione necessaria potrebbe essere eccessiva. Vediamo come arredare la nostra cucina, scegliendo tra i 15 stili di arredamento principali.

Vedi anche: Ristrutturazione cucina, da prendere in considerazione prima di scegliere l’arredamento più adatto

Come arredare cucina?

Come abbiamo già accennato, quando cerchiamo di capire come arredare la cucina la nostra casa dobbiamo prendere in considerazione una serie di punti importanti. Prima di tutto, dobbiamo prendere in considerazione la forma e gli spazi della nostra cucina. Se si tratta di una cucina ad angolo, cucina isola o cucina penisola piuttosto che un open space cucina soggiorno. Non solo, indipendentemente dalle dimensioni, possono essere presenti un tavolino centrale o laterale, con banconi o sgabelli al posto delle sedie. Questo è importante per capire il tipo di arredamento, anche nella scelta dei colori, più adatto allo spazio in questione.

come arredare cucina

Tutto questo perchè si presuppone che complementi di arredo e tipologia di cucina debbano necessariamente trovarsi in equilibrio tra loro. Per esempio, nel caso in cui lo spazio della cucina sia esiguo, come in un modello ad angolo, non possiamo pensare di inserire complimenti dopo ingombranti. La presenza di un grande bancone nel corridoio, ad esempio, non lascia molto spazio per altri complementi o per l’aggiunta di sedie. Possiamo a quel punto decidere di sfruttare il soffitto, aggiungendo assi a cui appendere padelle e manici. Prima di tutto, calcoliamo bene lo spazio e la sua suddivisione.

Vedi anche: Come arredare la zona living

Come arredare cucina: 15 stili d’arredamento

Vediamo ora come poter arredare la nostra cucina, prendendo in considerazione i 15 stili di arredamento principali. Naturalmente, oltre allo scopo di creare la giusta armonia con altre stanze della casa, l’obiettivo è anche quello di adattare anche questa zona alla nostra personalità e al nostro gusto personale. Un connubio tra elementi di arredo inclusi in stili di arredamento differenti piò essere una scelta piuttosto azzeccata, per esempio. La nostra casa deve riflettere noi stessi, prendiamo ispirazione e iniziamo ad arredare!

Stile Industrial

Uno stile interessante, sembra più apprezzato anche dal pubblico più giovane. Si tratta di uno stile che, letteralmente, rimanda le vecchie industrie e fabbriche, con muri a mattoni a vista e complementi di arredo grezzi. Grande utilizzo del ferro, dell’acciaio ma anche del legno non verniciato e delle grandi finestre. Lo stile industriale rimanda a un gusto per materiali e complementi vissuti, capaci di raccontare una storia, con il riutilizzo di complementi come sedie, cassettiere e credenze. Via libera a superfici ruvide con finiture cromatiche non omogenee oltre che materiali autentici, senza troppi decori né lavorazioni.

cucina industriale

Un elemento che non può mancare in una cucina in stile industriale è il legno, il vero protagonista: chiaro o scuro che sia, nuovo o invecchiato, ma sempre lasciato al naturale. I colori neutri e caldi fanno da padrone, dalla nero fino al marrone e al grigio riescono ad adattarsi a qualsiasi tipo di spazio. Il metallo è senza dubbio un altro protagonista, brunito, ossidato o spazzolato ma sempre essenziale. I materiali sono utilizzati negli scaffali, nei mobili ma anche nelle strutture, come per esempio nel top della cucina. Una cucina isola è la scelta più azzeccata, ma possiamo scegliere la soluzione più adatta allo spazio in questione.

Stile Shabby chic

Procediamo con lo stile shabby chic, sempre affezionato ai tempi passati ma in una chiave e in una prospettiva completamente diversa, rispetto allo stile industriale. In questo tipo di arredamento, infatti, ritroviamo un amore per tutto ciò che è romantico, perfetto per appartamenti e case in campagna. Colori pastello, legno verniciato e tende shabby chic ricche di decorazioni: questa è la ricetta perfetta per dar vita a una cucina shabby. La chiave per i mobili shabby chic è quella di dare nuova vita a complementi di arredo ricchi di storia, verniciandoli e decorandoli a nuovo.

cucina shabby chic

Anche in questo caso ritroviamo un grande utilizzo del legno verniciato, che possiamo sfruttare sia per complimenti d’appoggio come sedie e tavoli che per realizzare un top della cucina. Facciamo sempre molta attenzione al tipo di materiale, che richiede un certo tipo di manutenzione e non reagisce bene a temperature troppo alte.

Una valida alternativa è quella del gres porcellanato effetto legno, adatto a superfici di appoggio ma anche ai pavimenti. Piastrelle cucina in maiolica, lampadari in acciaio e tanti oggetti da decorazione completano il quadro. Piatti colori pastello, tende con decorazioni floreali e cestini di vimini per permettere una buona organizzazione dello spazio.

Stile Boho chic

Di cosa si tratta? Lo stile boho chic prende ispirazione dallo stile bohemienne, con una reinterpretazione a partire da elementi hippie e degli anni 70. Di base, infatti, il termine nasce dalla combinazione di boho, abbreviazione di bohemian, un termine riferito allo stile di vita degli artisti del XIX secolo e chic, parola francese sinonimo di eleganza. Stiamo parlando di uno stile di arredamento molto originale, che possiamo scegliere anche per arredare la cucina di casa nostra, inserendo pezzi unici. Colori e finiture di diverso tipo, con influenze a partire anche dall’arredamento etnico, senza dimenticare il riciclo creativo, per dare nuova vita a oggetti già utilizzati.

cucina boho chic

Prediligiamo colori caldi, aggiungendo complementi di arredo vintage e accessori molto colorati. Possiamo optare per superfici in legno grezzo, per i piani di appoggio, il tavolo ma anche gli sgabelli di seduta. Una parete in piastrelle colorate, in verde scuro piuttosto che blu acceso, sono il giusto connubio tra stile boho chic e la protezione da calore e macchie. Aggiungiamo scaffali, piatti e bicchieri colorati in vista, magari all’interno di una credenza in vetro. Nei mercatini di artigianato possiamo trovare una vasta ispirazione, dando il giusto calore all’ambiente cucina.

Stile Etnico

Lo stile di arredamento etnico ci offre numero fonti di ispirazione interessanti, anche se decidiamo di utilizzato per capire come arredare cucina. Stiamo parlando di uno stile che predilige gli accostamenti audaci, sia in termini di finiture che di colorazioni. Lo stile etnico arriva da lontano, una storia che ha inizio in Africa. Per questo, ritroviamo una grande ricercatezza nella scelta dei materiali. Il gusto etnico ama una gran quantità di inserti in corda e rafia, oltre che di legni pregiati, metalli traforati, pelle e tessuti. Cimeli di viaggio ma anche oggetti ricchi di storia, diamo libero spazio all’immaginazione!

cucina stile etnico

Una cucina in stile etnico è caratterizzata da toni caldi, dal marrone fino al rosso, per rendere l’ambiente unico nel suo genere ma anche accogliente. Giochiamo con le materie naturali, dal legno al metallo, per complementi di arredo ma anche elementi strutturali della cucina. Luci soffuse, accessori di viaggio e quadri alle pareti riusciranno a conferire un aspetto esotico alla stanza.

Stile Classico moderno

Uno stile classico moderno è una scelta sempre molto raffinata, capace di adattarsi a gusti e spazi anche molto diversi. Linee sobrie ed arredi funzionali, come ci insegnano le linee guida dell’arredamento moderno, ma prediligendo anche le tonalità più calde, per rendere la cucina calda e accogliente. L’obiettivo è proprio quello di creare un ambiente sobrio ed elegante, senza sfarzi esagerati, ma senza dare vita a una cucina impersonale. Rispetto a materiali naturali, possiamo prediligere l’utilizzo del gres, ideale per la sua robustezza, la sua resistenza ma anche la capacità igienica. Accanto a boiserie e tende in stile classico dobbiamo affiancare parquet effetto naturale e finiture lucide.

cucina classica moderna

Una possibilità legata alla influenza classica uno stile più moderno è anche la possibilità di giocare con più facilità con tonalità e colori. Possiamo decidere di sperimentare alcune alcune tonalità di verde e di blu, da affiancare a colori più neutri, come il grigio e il beige. Gli accessori e i complimenti a vista non devono essere eccessivi, meglio evitare un grande utilizzo del vetro. Uno stile contemporaneo che non va mai di moda.

Stile Contemporaneo

Lo stile contemporaneo prende numerosa ispirazione dallo stile moderno, soprattutto per le linee ben definite e le superfici rifinite. L’obiettivo è proprio quello di dare vita a un arredamento di impatto, funzionale e originale allo stesso tempo. Semplicità unita all’eleganza, anche la contemporaneità sta nella scelta dei materiali e della domotica. Inoltre, possiamo optare per la scelta e per l’impiego di materiali innovativi come il corian per la cucina o il gres porcellanato per i pavimenti e non solo.

cucina stile contemporaneo

Bianco e nero sono due dei colori più utilizzati e apprezzati, anche nella cucina in stile contemporaneo. Come arredare cucina? Frigorifero in stile americano per richiamare alla tradizione ma scegliendo tonalità neutre e non troppo accese. Optiamo anche per utensili dal corpo in grigio metallizzato, capaci di rendere estremamente efficiente e a risparmio energetico la nostra cucina con un tocco quasi futuristico. Finiture lucide per completare il quadro.

Stile Rustico

Arriviamo ora a parlare dello stile rustico, un ritorno al passato oltre che a una vita frugale fatta di poche semplici cose. Lo stile rustico, un tempo adatto solo alle case di campagna, riesce ormai ad adattarsi anche alle cucine più contemporanee. L’obiettivo è, senza dubbio, quello di valorizzare materiali naturali come il legno massello, senza troppe lavorazioni e rifiniture. Che si stia parlando di case in legno o meno, questo stile per come arredare cucina vuole mantenere autentici i materiali. Top in legno, cucina ad isola in pietra e grande utilizzo del metallo, per esempio.

come arredare cucina

Lo scopo è anche quello di riscoprire un profondo legame con la natura, optando per colori e materiali capaci di trasmettere una sensazione davvero calda e accogliente. Non possono mancare gli elementi in pietra, dal marmo al granito, sia per pareti che per pavimenti. Sedie in pelle, credenze portaoggetti vintage e una cucina con stufa.

Stile Vintage

Come arredare cucina in stile vintage? Una opzione che non si adatta a tutti, proprio perchè molto originale. Stiamo parlando di un arredamento caratterizzato da modernariato e da oggettistica di recupero a partire  dagli anni Venti in poi. Dalla carta da parati vintage ai veri e propri pezzi di collezionismo, l’impatto visivo è assicurato. L’aria vissuta deve naturalmente adattarsi allo spirito moderno, dal riutilizzo della credenza della nonna fino alla scelta di colori pastello per pareti e accessori di cucina.

cucina vintage

La base d’appoggio della cucina può essere in legno, ideale per esporre i bei piatti ma anche per occuparsi di stoviglie e preparazioni differenti. Tavolo di recupero, frigorifero bombato e i classici modelli di sedie anni 50 con schienale colorato. Le colorazioni daranno un tocco ancora più originale.

Stile Scandinavo

L’arredamento scandinavo parte dal presupposto principale di decluttering, filosofia di vita volta a eliminare tutto ciò che può essere considerato inutile e superfluo. Stiamo parlando di una forte ispirazione minimale, volta a rendere gli spazi efficienti ed estremamente eleganti. Meno accessori in vista così come meno complementi di arredo, lo spazio non deve essere troppo pieno. Less is more!

cucina scandinava

Uno stile di questo tipo è caratterizzato da materiali come legno, lana, lavorazioni tradizionali, inserti handmade, geometrie pulite, da linee senza eccessi. Arriva dall’Europa del Nord, dove il legame con la natura è centrale così come il rispetto per i materiali e allo stesso tempo per l’ambiente. Semplicità ed estrema funzionalità, con fornelli ad induzione, cappa in metallo e finiture lucide. Legno e colore bianco fanno da padroni, per conferire ancora più purezza a linee e tonalità senza però rendere poco caloroso l’ambiente. La cucina è anche luogo di condivisione, con una illuminazione adatta data da lampade a sospensione e apertura dei pensili a ribalta.

Stile Minimalista

Lo stile minimal desidera, ancora di più, eliminare tutto ciò che è superfluo, con linee essenziali e ben definite. Il rischio di rendere troppo ordinata e impersonale la cucina esiste, si tratta però della scelta ideale per gli amanti dell’ordine. Total white o total black, top cucina in finitura lucida e fornelli a induzione. Ogni pensile deve essere inserito in scaffali e credenze, senza accessori da cucina in vista. Pochi elementi anche per creare un ambiente rilassante e molto ordinato.

cucina minimal

Libero spazio a mobili in laccato per rendere le superfici luminose e dare un’immediata sensazione di pulizia. Lampade sospese con luci fredde, volte a rendere efficiente l’ambiente cucina. Ordine e modernità, con grande utilizzo della tecnologia dalla scelta del frigorifero al funzionamento dei singoli strumenti. Tinte brillanti, maniglie a scomparsa per rendere ancora più brillante la superficie oltre a un grande piano di appoggio per aumentare l’efficienza.

Stile Art Dèco

Art deco, una filosofia di arredamento e non solo nata a Parigi nel 1925 alla Exposition internationale desarts décoratifs et industriels modernes. Un profondo gusto per il bello e per il decorato, mantenendo linee moderne e ben definite. Non a caso, anche per come arredare cucina, ritroviamo l’originalità di linee simmetriche o geometriche, qualche particolarità tendente al vintage ma senza colori o materiali eccessivi. Uno stile, anche in cucina, caratterizzato da colori audaci e materiali pregiati.

cucina art deco

Partiamo da mobili e complementi con finiture lucide in argento, oro o ottone, per conferire preziosità e brillantezza all’ambiente. Linee geometriche, oltre al vasto utilizzo di vetro, cromo e argento. Simmetrie, grandi vetrate e lampadari a fantasia. Un perfetto connubio tra classico e moderno.

Stile tropicale Urban Jungle

Come possiamo definire lo stile urban jungle? Anche se la nostra casa si trova in pieno centro cittadino, possiamo provare a creare un’atmosfera che sappia farci viaggiare almeno con la mente. Possiamo, per esempio, trasformare le nostre pareti in sfondi tropicali, in foreste ma anche in luoghi da sogno. Le fantasie floreali fanno sicuramente da padrone, con grandi foglie verdi e fiori colorati su cuscini, tende e accessori. Una vera e propria giungla urbana, che possiamo riprodurre anche all’interno della nostra cucina, ispirandoci a colori e fantasie del Sud America.

cucina urban jungle

Se preferiamo, soprattutto nell’ambiente della cucina, non osare troppo con i colori possiamo anche optare per un total white. Con la giusta presenza di piante e vasetti, possiamo riprodurre una piccola giungla in miniatura. L’ambiente deve comunque essere fresco e rigenerante, quindi qualsiasi accostamento di colore deve essere scelto con cura. Pareti lisce ma pavimenti con piastrelle a fantasia, per esempio, oltre a colori brillanti anche per la cucina.

Stile Mediterraneo contemporaneo

Dunque, lo stile mediterraneo in generale è da sempre sinonimo di grande eleganza e raffinatezza. L’obiettivo di una variante più contemporanea è sempre quello di prendere ispirazione dalle tipiche case vicine al mare, ma con linee e forme più moderne. Piastrelle in maiolica con pattern geometrici, che prendono spunto dalle tradizionali cementine abbinate a mobili classici dello stile mediterraneo. I colori più utilizzati rimangono l’azzurro ed il bianco, anche in cucina, oltre a tante piantine grasse per casa.

cucina stile mediterraneo

Il fascino del mare viene riprodotto, oltre che dall’equilibrio di colori, dalla ricerca di semplicità. Eleganza e freschezza, cercando anche di eliminare tutto ciò che potrebbe risultare superfluo. Oltre all’ampio utilizzo di blu e bianco anche per gli elementi strutturali della cucina, dobbiamo sempre tenere a mente il desiderio di creare un ambiente leggero, raffinato e molto luminoso. Dalle lampade sospese fino a grandi finestre capaci di sfruttare la luce naturale. Grande utilizzo del legno chiaro, per sedie e tavolo, ma anche della ceramica.

Stile Costiero

Prendendo ispirazione anche dallo stile mediterraneo, qui l’obiettivo non è tanto quello di eliminare tutto ciò che potrebbe sembrare superfluo in un’ottica più minimale. Lo stile costiero prende pienamente spunto dalle case tipiche delle località di mare soprattutto mediterranee, con grande utilizzo del legno chiaro, dell’azzurro, del bianco e di accessori capaci di richiamare la vita marina.

cucina stile costiero

Il paesaggio marino si ritrova anche nella scelta di accessori, per esempio con piccole cornici decorate con conchiglie e ampolle piene di sabbia naturale. Possiamo sfruttare sempre per scopi decorativi anche pietre e vetrini, mantenendo l’ambiente sempre molto fresco e leggero. Utilizziamo anche, per organizzare al meglio lo spazio, contenitori in vimini, rafia e lino oltre che mobili informali.

Stile Eclettico

Concludiamo questo viaggio con lo stile eclettico, originale e per definizione unico nel suo genere. Dare una definizione di questo stile è estremamente difficile, proprio perché si tratta di un mix di elementi provenienti da stili e design completamente diversi. Abbinamenti audaci di colorazioni, oggetti di design ma anche complementi di arredo del passato.

cucina eclettica

L’obiettivo è sempre quello di rendere l’ambiente armonico, dando però vita a accostamenti piuttosto audaci. Grande utilizzato del vetro e del metallo, per lampade ma anche complementi come sedie e tavoli. Sedie foderate in velluto colorato, vasi colorati e accessori originali.

Come arredare cucina: idee

Abbiamo già parlato di quanto importante sia dedicare del tempo nella scelta dell’arredamento della propria cucina. Si tratta di un luogo dove trascorriamo tante ore della nostra giornata, oltre che un ambiente in cui condividere storie e racconti a fine giornata. Decidere di arredarlo seguendo il nostro gusto personale di ispirazione dagli stili di arredamento che più si adattano a noi è la cosa più importante. L’obiettivo, dalla scelta del tipo di pavimento e le piastrelle fino alla credenza porta stoviglie, è quello di donare armonia al complesso.

La scelta di una cucina open space è un’alternativa valida anche per differenti tipologie di stanza. Che si tratti di una cucina di grandi dimensioni o meno, l’open space ci permette di creare dialogo tra aree diverse della casa, come la zona living e la sala cucina. Scegliamo colori brillanti, indipendentemente dalla tonalità, per Conferire la giusta luminosità a questo ambiente che non devi mai risultare troppo cupo. Dai colori neutri a quelli pastello, optiamo per il giusto equilibrio di colori. Oltre all’aspetto meramente estetico, dobbiamo ricordare che le temperature le condizioni della cucina necessitano di materiali di alta qualità e piuttosto resistenti. Anche nella scelta di lavandini e lavabi, teniamo a mente comodità e funzionalità nella zona lavaggio.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.