Arredare con le sculture moderne e contemporanee

Arredare casa, si sa, è difficile. Si parte sempre pieni di idee e di voglia di fare, magari con un budget neanche niente male, e poi si finisce a grattarsi la testa fissando quell’angolo in cui magari starebbe bene qualcosa, ma cosa? Non l’ennesimo ficus che appassirà tristemente nel giro di una settimana, anche se ci ricordassimo di innaffiarlo! Le stanze finiscono col diventare pagine bianche, e il timore di rovinare tutto con un acquisto sbagliato ci potrebbe bloccare.

Corriamo ai rimedi! Vi basterà fare un giro del Web per avere qualche bella idea creativa dalla quale magari possa scaturire una scintilla di fuoco ispiratore. Le sculture, ad esempio, sono un must da avere in casa. Sia che puntiate a un arredamento chic e moderno, sia che abbiate gusti più vintage e locali che richiedano un tocco diverso, le sculture conferiscono carattere agli ambienti: trasformano una stanza, la impreziosiscono, la valorizzano, o sono da essa valorizzate.

composizione

“Composizione”

Le sculture moderne e contemporanee, ad esempio, potrebbero essere una scelta adeguata come punto focale di un intero ambiente o come complemento di uno stile già ben deciso. L’arte moderna e contemporanea infatti ci viene in aiuto, ed è possibile trovare opere anche a prezzi accessibili nelle case d’asta specializzate.

Stanze monocromatiche, minimaliste e pulite potrebbero essere alleggerite da sculture colorate, dalle forme morbide: una scultura di dimensioni modeste che crei un ambiente improvvisamente semiserio e più accogliente, come COMPOSIZIONE, opera del 1986 di Guglielmo Achille Cavellini, dove sassi smaltati e colorati sarebbero perfetti per rompere con la monocromia e la sobrietà di un ambiente moderno, oppure SEGNALE di Cesare Berlingeri, una tela ripiegata dipinta di rosso che possa ravvivare una stanza dai colori chiari.

segnale

“Segnale”

Se invece si preferisse assecondare la monocromia e la modernità di una stanza, anziché contrastarla, si potrebbe optare per una scultura che richiami nei toni e nelle forme le caratteristiche dell’ambiente che andrebbe a completare, magari con materiali plastici o metallici, come l’opera di Giò Pomodoro GUSCIO N1, una sfera d’acciaio interrotta che sembra provenire da un futuro non tanto lontano e che si presta a rendere ogni ambiente un po’ più moderno.

 GUSCIO N1

GUSCIO N1

Volendo piuttosto giocare su una serie di contrasti, si potrebbero contrapporre materiali naturali a stanze con complementi d’arredo metallici o moderni, o completare una stanza che già punta su oggetti in materie prime di base come legno e pietra con sculture che li richiamino e li valorizzino: in entrambi i casi, sebbene in contesti completamente diversi, sarebbe perfetta l’opera di Giancarlo Sangregorio SENZA TITOLO, in legno e marmo, dalle dimensioni modeste ma che riesce ad attirare l’attenzione: nella sua semplicità presenta un dinamismo delle linee che rende il materiale vivo.

SENZA TITOLO

SENZA TITOLO

In aperto contrasto con una stanza dai toni caldi e con arredi naturali, si potrebbe porre una scultura geometrica e metallica, che sia valorizzata e al contempo valorizzi l’ambiente nella quale si trova. Un esempio potrebbe essere FORMA SILLOGISTICA si Simon Benetton, dove l’acciaio grezzo e ruvido dalle forme spigolose vedrebbe in una stanza dalle linee morbide e sinuose la sua migliore cornice.

forma sillogistica

forma sillogistica

Arredare quindi è difficile, ma non impossibile: basterà guardarsi intorno per rendersi conto della quantità straordinaria di artisti e opere che abbiamo a disposizione… e una scultura può essere sempre la soluzione!

Pin It

2 thoughts on “Arredare con le sculture moderne e contemporanee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.