Come cambiare l'arredamento di casa con poca spesa

Cambiare Arredamento con poca spesa: Ikea, Mondo Convenienza

Come cambiare arredamento della casa con poca spesa: idee e suggerimenti su come scegliere i mobili e rinnovare l'arredamento.

Cambiare l’arredamento di casa con poca spesa potrebbe sembrare una missione impossibile. In realtà esistono diversi trucchi e consigli di cui tener conto per rimodernare un arredamento e renderlo originale e di tendenza. La parola d’ordine è “creatività“, attraverso la quale dare sfogo alle nostre capacità e rielaborare gli ambienti di casa in chiave moderna. Ogni tanto anche l’arredamento delle nostre case necessita di un rinnovo.

Vedi anche: Sculture e arredamento, per dare un tocco in più al proprio arredamento

Ma perché cambiare arredamento? I motivi che spingono al cambio di arredo sono tanti e diversi: si sceglie di cambiare arredamento perché cambiano le esigenze, cambiano i gusti, perché i mobili con il tempo si rovinano, perché si ha bisogno di più spazio, perché si ha voglia di uno stile nuovo. Certo rinnovare l’arredo di tutta la casa è oneroso quindi si devono vagliare attentamente tutte le ipotesi: è davvero necessario sostituire tutti i mobili? Si può fare un rinnovo parziale? Si può salvare o dare nuova vita a qualche mobile? Si può cambiare look alla casa con poca spesa? Vediamo passo dopo passo come cambiare arredamento spendendo il necessario.

Pallet utilizzato come arredo

Cambiare arredamento di casa con poca spesa

È possibile cambiare arredamento di casa con poca spesa? Chi ha un budget limitato ma non vuole rinunciare a cambiare arredamento, può pensare a soluzioni alternative alla sostituzione di tutto l’arredo. Spesso, infatti, basta cambiare anche solo i tessuti (dalle tende alle fodere del divano) per notare miglioramenti nelle nostre case. Per chi ha una certa manualità, invece, consigliamo di ridipingere mobili e complementi d’arredo, anche le pareti di casa o una sola parete di una stanza per notare già quella nuova luce che cambia totalmente l’aspetto dell’ambiente. Vediamo come cambiare l’arredamento di casa con poca spesa, una vera e propria guida:

  • Cambiare colori a tessuti, pareti e rivestimenti

Un netto cambiamento, con una spesa accessibile, si può ottenere cambiando i colori della nostra casa. Ad esempio, si può pensare a ridipingere le pareti, rivestire divano e sedute, ridipingere i pensili della cucina (con i prodotti giusti i risultati sono eccellenti). Tende, tappeti e tessili in tinta completeranno l’opera. Un cambio di colore consente di avere un arredamento diverso spendendo poco, i mobili saranno gli stessi ma saranno rinnovati.

  • Ridisporre arredamento

Ridisporre l’arredo in maniera diversa è un modo per cambiare look senza spesa. A volte è sufficiente cambiare posto al divano o al tavolo per trasformare l’ambiente. Nel cambio di disposizione tenete sempre presenti quelli che sono gli elementi necessari come, ad esempio, le prese della luce accanto ai comodini. La nuova disposizione dei mobili non deve mai compromettere la funzionalità.

  • Acquistare complementi di arredo nuovi

Quando il budget è limitato ci si può orientare verso una sostituzione dei complementi di arredo: quadri, cuscini, piante, orologi, specchi, tappeti, lampade, oggetti di design in sostituzione dei vecchi complementi di arredo possono rinnovare l’ambiente. Nella sostituzione dei principali complementi di arredo è bene tenere sempre in considerazione le tendenze del momento, la stagione, il periodo e adattare quindi stili e colore.

  • Acquistare mobili a poco prezzo

Anche acquistare mobili a poco prezzo, usati o nuovi, è un modo per cambiare arredamento con poca spesa. Gli annunci di vendita di mobili usati sono tantissimi, ma anche i negozi che vendono mobili nuovi a prezzi accessibili sono molti (IKEA, Mondo Convenienza). Se quindi il cambio dei mobili è inevitabile ci si può orientare verso questa soluzione. Vedi, a questo scopo: parete attrezzata, vetrine e mobili TV IKEA

Arredare senza spendere

Cambiare arredamento: Guida stanza per stanza

Se si decide di cambiare arredamento occorre avere le idee chiare: che risultato si vuole ottenere? Il cambio di arredamento vuole limitarsi al rinnovo dei mobili o vuole essere un totale rinnovo di stile? Ecco i passi da compiere per cambiare arredamento:

1.Progettare l’interno

Un interior designer potrà darvi tutte le indicazioni ed i suggerimenti sulle soluzioni più idonee per i vostri spazi. Ma ci sono anche programmi di progettazione on line che consentono anche ai meno esperti di progettare il proprio nuovo arredamento. Nei diversi programmi di progettazione potete fare le diverse prove con le disposizioni dei mobili e anche simulare la colorazione delle pareti. I programmi più completi permettono di inserire anche i complementi di arredo per rendere il tutto più realistico.

2. Scegliere lo stile di arredo

Nelle riviste di arredamento si possono prendere spunti ed idee per scegliere il nuovo stile di arredo. Nella scelta tenete in considerazione i pavimenti, gli infissi, la location e decidete, in base ai vostri gusti, se preferite una casa arredata in stile classico, in stile moderno, in stile industrial, in stile shabby chic o vintage.

3. Scegliere i mobili

La scelta dei mobili è la scelta finale che segue il progetto e la scelta dello stile di arredo. Nello scegliere i mobili tenete in considerazione questi elementi

  • Budget a disposizione
  • Qualità
  • Materiali

Non sempre un prezzo accattivante rappresenta una buona offerta, quindi nella scelta dei mobili considerate sempre il rapporto qualità prezzo. Per i cambiamenti di arredo totali spesso conviene rivolgersi allo stesso negozio che, proprio a fronte di un acquisto in blocco, può applicare degli sconti. Altrimenti si possono cercare le varie offerte nei diversi negozi dedicati. Scegliete mobili di buona qualità meglio se realizzati in legno.

Cambiare arredamento in cucina

La stanza che più delle altre incide sulla spesa è la cucina. Spesso è inevitabile la sostituzione ma a volte è sufficiente  cambiare il piano di lavoro e il paraschizzi dietro i fuochi per dare un nuovo aspetto all’ambiente. Anche la sola sostituzione di ante, sedie e tavolo può rinnovare la vostra cucina. Ci sono anche delle soluzioni alternative che consentono di rinnovare il look della cucina senza, effettivamente, sostituire i mobili. Si tratta delle vernici per mobili grazie alle quali è possibile cambiare il colore della vostra cucina.

Cambiare arredamento in soggiorno

Il soggiorno è l’ambiente più sfruttato della casa. Talvolta è sufficiente sostituire il divano o aggiungere una poltrona per rinnovare l’ambiente. Un tavolinetto, una parete attrezzata, un tappeto o anche una nuova grande tv possono dare un nuovo aspetto al vostro soggiorno. Talvolta anche inserire un angolo verde è sufficiente per rinfrescare la zona living. Ridipingere le pareti, rinnovate tende, cuscini ed imbottiture delle sedute ed ecco che già la stanza sembrerà diversa.

Cambiare arredamento in camera da letto

In camera da letto gli elementi sono pochi: letto, armadio, comodini e comò. Si può pensare di sostituire tutto l’arredamento oppure di cambiare solo la testata del letto, si tratta di un cambiamento minimo che però può già dare un nuovo aspetto all’ambiente. Se l’armadio è datato e la sua presenza in casa non è più graditela, potete sostituirlo con una cabina armadio in muratura che darà un tocco moderno a tutto l’ambiente. Rinnovare l’arredo della vostra casa non è una missione impossibile, con le idee chiare e i consigli giusti sarà divertente e gratificante arredare una casa che rispecchia il vostro gusto.

Ti potrebbe interessare anche…

Vedi anche Ikea e Mondo Convenienza

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.