arredamento classico

Arredamento Classico: 7 idee per tutte le stanze

L’arredamento classico è uno degli stili di arredamento più conosciuti e più vicini alla tradizione. Si tratta di un tipo di arredamento sempre meno utilizzato, a causa di una diffusione maggiore di arredamento moderno o di quello che viene definito come stile minimal. C’è da dire, però, che anche l’arredamento classico sta vivendo un grande periodo di rinnovamento, volto a riprendere le caratteristiche principali di questo stile in chiave più attuale. O a indirizzarlo verso l’esaltazione del gusto retrò attraverso il sempre più sperimentato stile vintage. Andiamo a vedere insieme diversi tipi di arredamento classico e come poterli adattare a diverse stanze della propria abitazione.

Vedi anche: Sculture e arredamento, per dare un tocco in più al proprio arredamento classico

I canoni dello stile classico non hanno subito profonde modifiche nel tempo, si sono semplicemente evolute. Teniamo sempre a mente l’attenzione per i dettagli, la ricercatezza ma anche il desiderio di trovare il giusto equilibrio tra armonia e raffinatezza. L’ambiente deve sempre rimanere funzionale, senza appesantire troppo la stanza o l’intera abitazione. L’utilizzo del legno rimane centrale, come l’autenticità dei materiali scelti.

Vedi anche: Vico Magistretti, designer e architetto italiano capace di trovare equilibrio tra arredamento classico e moderno

arredamenti classici

Arredamento Classico: 7 idee per tutte le stanze

L’arredamento classico nasce dal desiderio di riprendere alcune delle caratteristiche tipiche delle abitazioni di un tempo, definita da un profondo senso di accoglienza e di ospitalità. Non confondiamo uno stile classico con un design “vecchio“, proprio perché si tratta di un arredamento senza tempo. Eleganza e raffinatezza sono due delle parole d’ordine dello stile classico. Un tempo infatti era riconoscibile nelle case di persone benestanti, come vero e proprio simbolo di status socio economico. Oggi le cose sono cambiate, arredare la propria abitazione in stile classico è possibile seguendo alcune linee guida.

Vedi anche: Pavimenti in ceramica

Materiali

Senza ombra di dubbio, uno degli obiettivi è quello di esaltare la bellezza autentica dei materiali e dei mobili. Proprio per questo motivo, uno dei materiali più utilizzati nell’arredamento e nei complementi di arredo è il legno, nobile e sempre molto elegante. Troviamo anche un largo utilizzo del cristallo, del vetro e di tessuti pregiati con linee sempre molto ricercate. Dalle lampade di design a diversi complementi di arredo, i materiali sono sempre molto ricercati.

Finiture

Allo stesso modo, le finiture sono piuttosto raffinate e pregiate, il legno per esempio viene lucidato e intagliato in forme morbide e sofisticate. Prevalgono legni nobili come il mogano, la quercia, il ciliegio e il faggio. Spesso il legno è trattato e lavorato, con dettagli decorativi molto elaborati per rendere la casa ancora più elegante. La boiserie consiste in una decorazione, basata sulla copertura delle pareti, con pannelli di legno, variamente intarsiati, incisi e intagliati e costituisce un elemento molto comune nelle case classiche.

Colori

Oltre al legno massiccio, i colori tipici dell’arredamento classico sono colori neutri e molto caldi. Dal bianco al color beige, champagne e tortora, l’obiettivo è sempre quello di rendere il più accogliente possibile la casa. L’abbinamento di tinte più intense appartiene a uno stile più moderno, qui conta molto l’estetica e anche la finezza. Oltre ai numerosi mobili d’antiquariato, una attenzione particolare viene anche data ai tessuti nello stile di arredamento classico. Velluti, fantasie molto dettagliate, lino, cotone e sedie imbottite sono solo alcuni degli elementi più utilizzati.

  • Vedi anche come preparare addobbi e decorazioni Natale fai da te 2020, adattandoli allo stile classico di casa

letto a baldacchino

1. Arredamento classico elegante

Arredamento classico elegante, una variante dello stile classico molto apprezzata e volta a valorizzare una delle caratteristiche principali di questo tipo di design. L’eleganza e la raffinatezza sono due peculiarità, ricercate attraverso i complementi di arredo, i colori e anche le forme prevalenti. Il punto di partenza è sempre lo stesso, quello di creare un ambiente accogliente e molto ospitale per chiunque entri nella nostra casa. Le decorazioni, in questa variante dello stile classico, sono sempre più complesse nei dettagli proprio per aumentare la ricercatezza.

Le linee sono sempre molto morbide, definite a seconda del tipo di luminosità che decidiamo di inserire nella stanza. Gli arredi classici sono sempre molto ricercati, prediligono i materiali della tradizione, come il legno per i mobili e i complementi. Nel caso dei tessuti, il velluto e il tessuto damascato sono tra le stoffe più utilizzate per poltrone, sedie, divani e tendaggi. Lo stile classico elegante deve anche mantenere una certa sobrietà, i colori neutri e le tinte più chiare, dal bianco al beige passando per il marrone dei mobili. Qui l’obiettivo è proprio quello di definire un filo rosso che unisca i vari elementi della casa e doni un profondo senso di armonia al tutto. Una casa quasi reale, curata nei minimi dettagli e unica nel suo genere.Divano capitonnè

Il gioco della ricerca dell’eleganza sta anche nel saper abbinare tinte più decide, come punte di blu, bordeaux, e verde per cuscini e tappeti. L’equilibrio di questo stile risiede anche nel numero di arredi e complementi. In ogni ambiente della casa, dobbiamo inserire una quantità di oggetti che non risulta esagerata, come accade spesso nello stile shabby chic, ma neppure minimale.

2. Arredamento classico chic

Nell’arredamento classico chic, ritroviamo sempre la ricerca di ambiente molto raffinato e allo stesso tempo cordiale e confortevole. Una delle caratteristiche che differenziano questa variante è la tendenza ad aggiungere dettagli e complementi d’arredo più contemporanei e di classi. Un grande utilizzo, per esempio, viene riservato all’utilizzo della pelle, per rivestire pouf, sedie, poltrone ma anche inserendo tappeti e piccoli inserti. L’obiettivo è rendere ancora più romantico lo stile classico, senza eccedere nel rigore e nella freddezza dei dettagli.

L’equilibrio viene raggiunto anche attraverso le tinte e i colori, sempre piuttosto neutri ma aggiungendo tonalità pastello, come nel caso del rosa antico, dell’azzurro o del verde pallido. Ricordiamoci che il gusto estetico e l’ambiente devono rimanere freschi e accoglienti, l’obiettivo non è mai quello di appesantire troppo la stanza inserendo troppi dettagli e complementi rispetto allo spazio che si ha a disposizione. Il legno deve avere un ruolo centrale, anche senza eccessive lavorazioni e finiture. Il gusto romantico può essere ricercato anche attraverso l’inserimento di elementi green, come fiori freschi recisi ma anche piante in vaso adatte agli interni. Grandi vetrate, soprattutto nelle zone come il living, sono un tocco di stile in più.

arredamento classico chic

3. Arredamento classico e moderno insieme

Potrebbe sembrare un accostamento un po’ bizzarro ma rientra in pieno a far parte del tentativo di rinnovare l’arredamento classico con una filosofia più moderna e minimale. Naturalmente cambiamento le caratteristiche alla base dello stile classico, l’ambiente dovrà rimanere molto accogliente ma senza una eccessiva ricercatezza nei materiali, nei complementi di arredo e anche nelle finiture. Stiamo parlando di una combinazione perfetta, che trova il giusto connubio e il giusto equilibrio tra due stili molto diversi tra loro.

L’essenzialità delle forme e degli spazi torna al centro dell’attenzione, con una grande attenzione ai dettagli senza però inserire un numero eccessivo di complementi e di materiali. Non solo, i colori non solo più esclusivamente neutri ma iniziamo a trovare abbinamenti con tinte intense, come nero, grigio scuro piuttosto che blu o verde scuro. Altra caratteristica tipica dell’arredamento classico unito al moderno, è l’inserimento di veri e propri arredi di design. Lampade design dalla forma ricercata, lampadari meno fastosi così come un utilizzo del legno senza finiture lucide.arredamento classico moderno

Comfort e massima eleganza sono due delle parole d’ordine da tenere sempre a mente, così come armonia e simmetria per creare un ambiente definito in ogni dettaglio. Sobrietà, senza esagerazioni e senza ricercatezza eccessive, proprio come desidera lo stile moderno. Si tratta di una filosofia che concilia anche il relax, creando giochi di luci e di prospettive, lasciando la giusta quantità di spazio libera. Possiamo anche decidere di inserire complementi di arredo più contemporanei, come nel caso di un televisore a muro piuttosto che una parete attrezzata. Creeremo così un perfetto connubio tra raffinatezza ed essenzialità, ponendo cura e attenzione anche nel numero di elementi inseriti nella nostra abitazione.

4. Arredamento classico soggiorno

Arredare il soggiorno in stile classico è possibile, seguendo alcuni accorgimenti, per trovare un buon equilibrio e una buona armonia tra ricercatezza, accoglienza ed eleganza. Dobbiamo tenere a mente che si tratta di un’area di conversazione e di condivisione, utile ad accogliere i propri ospiti ma anche per trascorrere qualche ora insieme alla propria famiglia. Tutti i complementi d’arredo del soggiorno classico devono avere un design raffinato ed elegante e che i mobili. Meglio se in legno massello, devono essere caratterizzati da intarsi e decorazioni importanti.

La ricercatezza consiste proprio in una minuziosa attenzione ai dettagli e ai particolari, dai lampadari a soffitto fino alla scelta dei cuscini per il divano del proprio living. Ricordiamoci che si tratta di uno stile classico in via di rinnovamento dunque possiamo anche decidere di osare con elementi più contemporanei. Accanto ad una più moderna parete attrezzata, per esempio, possiamo decidere di sistemare un armadio con vetrina o una piccola credenza, da riempire con tazzine in porcellana o bottiglie di liquore.

Nei saloni classici non posso mancare grossi divani, che devono avere una forma arrotondata, con bracciali lavorati, rivestiti da tessuti in pelle, velluto o camoscio, e possono essere due o anche di più, a seconda delle dimensioni della stanza. Meglio se disposti uno di fronte all’altro, con un tappeto e un tavolino da caffè al centro. Anche le poltrone, comode e imbottite, possono essere una valida soluzione o un complemento di arredo aggiuntivo. I mobili, inoltre, devono essere arricchiti da soprammobili classici e accessori ricercati, magari dipinti con i colori dell’oro e dell’argento. Un candelabro, una piccola opera di design, un quadro e anche un grande lampadario completano il perfetto salotto classico, senza eccessi o sproporzioni, e la giusta luminosità.

5. Arredamento classico camera da letto

Arredamento classico camera da letto, una delle stanze più importanti della nostra casa e necessita molta cura e attenzione. Anche in questo caso, è importante non esagerare con colori, complementi di arredo e materiali per evitare di sovraccaricare l’ambiente e renderlo troppo pesante. Teniamo a mente che si tratta di una stanza fatta per rilassarsi e per dormire sonni riposanti, l’eccesso non aiuta a raggiungere questi obiettivi! Letto alla francese e letto a baldacchino sono due dei complementi di arredo più importanti da inserire nella propria camera da letto in perfetto stile classico.

Nel primo caso, il letto alla francese è un letto più grande di un singolo, ma più piccolo di un letto matrimoniale, pur non essendo un letto a una piazze e mezzo. Non si tratta di una soluzione troppo impegnativa, facile da adattare alle proprie preferenze e al proprio gusto estetico. In larghezza, misura di solito 140 cm, dunque 20 cm in meno di un canonico letto matrimoniale ma è destinato a una sola persona. Il letto alla francese può essere realizzato in ferro battuto, in legno scuro o dalla struttura imbottita. Caratteristica tipica è la testiera letto elaborata e di grandi dimensioni, è proprio la misura a determinare se un letto può essere definito francese. Generalmente se riportano a un gusto classico, vengono decorati in oro e con tonalità calde ma possiamo personalizzare anche con tinte più intense.arredamento classico camera da letto

Parlando invece di letto a baldacchino, si tratta di una soluzione più impegnativa e anche di dimensioni maggiori. Costituisce un vero e proprio elemento decorativo della stanza da letto, molto romantico e accogliente con una struttura esterna sulla quale apporre veli, più o meno pesanti a seconda delle preferenze. Assicura un alto livello di riservatezza ed è estremamente affascinante.  Oltre al letto, è importante inserire elementi di arredo classici. Come nel caso di grandi specchi in ferro battuto, cuscini rivestiti in velluto ma anche carte da parati molto dettagliate.

6. Arredamento classico cucina

La cucina costituisce un ambiente essenziale per una casa, si tratta anche in questo caso di un luogo di condivisione ed è importante trovare il giusto equilibrio tra funzionalità e spazi. Le linee devono sempre essere morbide e particolarmente sinuose, questo significa che le finiture e gli intagli devono rispettare questa scelta stilistica. Il calore emanato da un ambiente come la cucina classica è merito del materiale in legno massiccio, delle maniglie in ceramica, delle ante intelaiate, dei colori caldi e delle composizioni funzionali.

Per arredare una cucina classica non possono mancare anche gli accessori in legno, la cappa a vista, credenze con vetrina, tavolo e sedie con gambe sagomate. Dobbiamo naturalmente pensare a un progetto che rispetti in toto gli spazi e le dimensioni dell’ambiente che abbiamo a disposizione, evitando di riempire in modo eccessive e di ottenere una cucina limitante.

Parlando di mobile cucina, il materiale che viene prediletto dallo stile classico è senza ombra di dubbio il legno. Dal mobile cucina al tavolo centrale, piuttosto che all’isola o alla penisola, con una vena più contemporanea. Il legno è senza ombra di dubbio il materiale più utilizzato e sfruttato. L’effetto che si vuol ottenere è proprio quello dell’autenticità, anche in cucina. Nel mobile cucina e nella maggior parte delle superfici dobbiamo affidarci al legno massello, lucido o opacato, e a materiali innovativi, antimacchia e antigraffio.

Altre caratteristiche della cucina classica

A questo ci riferiamo quando parliamo di funzionalità, si tratta infatti di uno degli ambienti della casa più frequentati e più utilizzati: dobbiamo proteggerlo nel tempo, proprio grazie a materiali innovativi. Le superfici lucide, in generale, donano molta luminosità ma necessitano anche di una pulizia più frequente a causa di aloni e macchie. Il pavimento è tendenzialmente in parquet, lucido per le cucine in stile classico ma sempre protetto dai segni del tempo e dell’uso.

I colori, anche in questo caso, devono mantenere combinazioni calde e accoglienti. Oltre a colori neutri, possiamo decidere di osare con tinte più decise e intense per dare un tocco più moderno e contemporaneo alla nostra cucina. Lampade a soffitto per dare la giusta luminosità ma anche tende ricercate in pieno stile classico. Una ampia collezione di erbe aromatiche a vista per dare un tocco in più alla propria cucina.

arredamento classico cucina

7. Arredamento classico bagno

Eccoci arrivati al bagno, un altro elemento della casa estremamente importante e al quale possiamo donare un tocco classico molto interessante. Anche in questo caso, lo scopo è quello di ottenere un ambiente elegante e che riesca a conciliare il relax tipico del bagno. Mobili in legno, specchiere in ferro battuto o in d’argento, miscelatori d’ottone e tantissimi altri dettagli. Insieme, ci offrono la possibilità di a rendere estremamente elegante e raffinato l’ambiente dedicato all’igiene personale e anche alla cura del nostro corpo. Come nel caso dell’ambiente cucina, dobbiamo fare attenzione alla scelta di materiali antigraffio e antimacchia, oltre che molto resistenti all’effetto dell’acqua e dell’umidità.

Il legno è senza dubbio il materiale più indicato quando si vuole donare un tocco di eleganza e di classicità a un ambiente come il proprio bagno. A molti probabilmente sembrerà bizzarra l’idea di installare il parquet in una stanza con la presenza di acqua e vapore. Vi stupirà sapere che oggi esistono in commercio materiali trattati proprio per essere installati in questi ambienti ed essere duraturi nel tempo. Anche questo significa trovare il giusto equilibrio tra funzionalità e raffinatezza. In alternativa è possibile optare per la scelta di piastrelle in tonalità neutre, con decori in contrasto con tonalità più scure e intense, a seconda delle nostre preferenze. Il mobile del lavabo può essere in legno, a seconda delle dimensioni, con un lavabo in ceramica bianca dalle linee morbide e molto sinuose.

Per quanto riguarda la luminosità, l’ideale è installare faretti a parete oppure luci da soffitto non eccessivamente ingombranti. A seconda del nostro gusto estetico, possiamo anche optare per un lampadario in cristallo di piccole dimensioni. La specchiera è un altro complemento di arredo immancabile, così come una piccola cassa panca in legno.

Ti potrebbe interessare anche…

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.