Cucina ad isola

Come Progettare la cucina dei vostri sogni?

La mamma che prepara la cena, i ragazzi che fanno merenda, la spaghettata con amici, papà che si cimenta ai fornelli (aiuto!!!).

Scagli la prima pietra chi non ama, fra le mura domestiche, l’ambiente cucina più di ogni altro nella propria casa.

E la pubblicità, sia in tv che sui giornali, ci aiuta ancora di più ad apprezzare questo luogo, con video realizzati in ambienti meravigliosi, o foto di piatti cucinati sopra fornelli futuribili, tavoli e sedie che sembrano pronti per ricevere a cena tutto il quartiere affamato…Insomma, w la cucina, e il calore e l’affetto che rappresenta, da sempre, in una casa.

Ma…si sa, calore ed affetto servono, ma non bastano. Per rendere una cucina (o meglio, la “nostra” cucina) un ambiente davvero unico, servono idee, tecnologie, progetti e, soprattutto, quattrini.

Poniamo il caso di una coppia che, come si dice, mette su casa. La romantica capanna per i due dolci cuori prevede un impiego di forze, pianificazione ed energie non indifferenti, senza dubbio più dispendiose di tutto il resto della casa, anche perché è veramente difficile, oggigiorno, accontentarsi di soluzioni economiche ed anonime, con il martellante richiamo mediatico di molti brand del settore.

Piano cottura induzioneLa prima idea di progetto riguarda sicuramente come ottimizzare al meglio lo spazio, tanto o poco che sia: senz’altro la composizione il più possibile lineare del piano cottura identifica una delle soluzioni migliori, sia per sfruttare tutto lo spazio a disposizione che per organizzare tutti gli strumenti di lavoro a portata di mano, anche al fine di velocizzare i movimenti.

Lavandino, pensili, elettrodomestici, mobili, tende devono essere l’uno in funzione dell’altro, e, questa, è appunto una strategia che si realizza al meglio con la progettazione lineare, altrettanto buona, ma per spazi più ridotti, può essere anche quella angolare, mentre lasciamo ai grandi loft o open space le pur meravigliose isole della pubblicità, sicuramente bellissime esteticamente ma davvero poco pratiche.

Appurato, quindi, che il lineare è il piano migliore, passiamo agli elettrodomestici che, ormai in quasi ogni soluzione, si presentano come ideali se a incasso. Moderni e funzionali i piani cottura ad induzione, anche esteticamente piacevoli e pratici, interessanti anche dal punto di vista economico per via del risparmio energetico. E che dire poi di cappa e forno? Potenza di aspirazione adeguata la prima, a ventilazione, ideale anche per l’assenza dei cattivi odori, il secondo.

Altro elemento fondamentale in cucina è il frigo, per l’acquisto del quale è consigliabile un modello a due motori, fra i tantissimi presenti sul mercato, senza esagerare con la capacità.

Colori, stili, materiali, tendenze sono poi lasciati totalmente al gusto personale: finiti i tempi del total white, ora è davvero possibile conciliare le proprie preferenze (qui trovi un esempio di vari stili per l’arredamento della cucina), che andranno a sposare lo stile dell’intera casa, per esempio nelle tinte calde e neutre o nei materiali naturali come il legno nelle varie sfumature, tenendo però sempre presente l’obiettivo per cui una cucina nasce, e cioè non soltanto per essere “guardata”, ma sicuramente per essere “vissuta”.

Per cui la scelta delle tinte e dei colori della cucina deve essere fatta tenendo conto di alcuni criteri riguardanti lo stile che si decide di seguire, ma anche e soprattutto del proprio gusto personale, perché stiamo parlando di una delle stanze più vissute della casa, quella in cui si passa la maggior parte del tempo da soli e con la famiglia, per cui è fondamentale che sia accogliente e perfettamente funzionale.

Ora non ci resta che apparecchiare la tavola, invitare gli amici, stappare una bottiglia di buon vino o un’ottima birra artigianale e…buon appetito!

Ti potrebbe interessare anche…

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.