Homestyler: Cos’è? A cosa serve? Come utilizzarlo e Costi

Homestyler è una delle risposte di Autodesk alle richieste degli utenti che necessitavano di un’app per “arredare” casa, ovvero per sviluppare dei progetti che attraverso dei rendering, consentono di simulare quello che sarà l’arredamento domestico e modificare il proprio spazio abitativo. L’applicazione è totalmente gratuita e sviluppata per le piattaforma Android e iOS e chiaramente ne è suggerito l’utilizzo con i tablet o quantomeno con smartphone dotati di display ampi (almeno 5”). In questa recensione completa ci occuperemo di capire cos’è, come funziona nel dettaglio, per quali utilizzi è stato pensato e le eventuali alternative.

Homestyler: cos’è?

Come anticipato, Homestyler è un’applicazione mobile sviluppata da Autodesk per progettare in maniera creativa la casa, permettendo all’utente la combinazione di modelli 3D di altissima qualità nonché di prodotti di brand famosi con le foto degli spazi abitativi interni. Da sottolineare inoltre come l’app abbia una sezione social apposita, che offre la possibilità di accedere a una community di appassionati progettisti o comunque di design, allo scopo di condividere idee e trarre nuovi spunti e idee.

Autodesk, grazie a questa applicazione ha reso “semplice” la progettazione della casa, e le va riconosciuto il merito di aver realizzato un software che permette di esprimere ai massimi livelli la creatività degli utenti, in qualsiasi luogo essi si trovino.

L’applicazione viene realizzata nel 2010, solamente per la piattaforma Android e solo successivamente resa disponibile anche per iOS. Ad oggi Homestyler consente di scegliere tra moltissimi modelli 3D di arredamento, decorazioni per la casa e elettrodomestici, in modo da permettere all’utente di sperimentare di tutto, persino tappeti, specchi e il colore delle pareti, con centinaia di tonalità disponibili. Unico limite? La fantasia.

Homestyler: a cosa serve?

Come anticipato, Homestyler è un’applicazione per lo sviluppo di modelli in 3D, per la realizzazione di arredamenti. Con quest’app si può fare davvero di tutto, perché è davvero molto articolata e complessa. Moltissimi comandi, altrettante funzioni e le numerose pagine, ne suggeriscono un utilizzo solamente sui tablet o quantomeno sugli smartphone dotati di ampi display, ovvero oltre i 5”. (Vedi anche: I migliori programmi di progettazione 3D)

Lo stile utilizzato per certi versi è simile a quello di altre app di fotoritocco, caratteristica che ne rende sufficientemente intuitivo l’utilizzo, con un’esperienza d’uso davvero ai massimi livelli. Unico limite in tal senso, l’hardware dei device mobili. Non ci troviamo di fronte ad un’applicazione leggera, e i modelli di smartphone e tablet meno performanti potrebbero incontrare delle difficoltà.

Homestyler è il primo tentativo davvero serio di produrre un software per l’arredamento specifico per i dispositivi mobili. All’interno dell’app sono presenti funzioni di foto panoramiche a 360°, di snapshot, e di realizzazione dei propri progetti d’interni, che poi saranno visualizzati in 3D.

Homestyler: come utilizzarlo

Nonostante Homestyler sia un’appicazione piuttosto intuitiva, i primi tempi per utilizzarlo occorrerà un po’ di pratica. Sugli oggetti è difatti possibile avere un controllo totale, ma per quanto sia ben studiato, la pazienza necessaria per comprenderne tutte le sfaccettature sarà parecchia. Qualsiasi oggetto può essere piazzato in un punto utile dell’area di interesse. Tali oggetti potranno essere ruotati, appoggiati ai muri e molto altro ancora. Homestyler è in grado di capire dove sono posizionati i muri laterali. In questo modo sarà impossibile che quadri, applique e orologi possano galleggiare all’interno della stanza senza un’ubicazione reale precisa. Come posizionare gli oggetti? Semplicemente con degli swipe a due dita, verso il basso o verso l’alto, a seconda di dove li si voglia posizionare davvero.

Di default sono mantenute sempre e comunque le dimensioni reali degli oggetti, ma sbloccando il lucchetto nella toolbar in alto, è possibile anche diminuirne o aumentarne la dimensione reale. Una volta terminato il progetto, sarà sufficiente salvarlo e decidere se mantenerlo privato, o renderlo pubblico e visibile alla community, ovvero un social network dedicato. Per comprendere il funzionamento di questo social network, è sufficiente prenderne in considerazione altri più blasonati, perché il meccanismo è il medesimo. Si possono infatti pubblicare i progetti, ricevere o lasciare dei like, essere seguiti o seguire altri appassionati di design, commentare e molto altro ancora.

Homestyler: Costi

Quello del costo di Homestyler, è probabilmente uno degli aspetti più sorprendenti e innovativi di tutto il panorama delle applicazioni mobili. Homestyler è totalmente gratuito, ma soprattutto privo di qualsiasi forma di banner pubblicitario, come accade per altre applicazioni gratuite, che ne limiterebbero notevolmente l’esperienza d’uso.

A questo punto verrebbe da chiedersi come monetizza Autodesk con Homestyler, se l’applicazione viene distribuita gratuitamente senza pubblicità per finanziarla. La risposta è abbastanza semplice. Moltissimi produttori di arredamenti, elettrodomestici e oggettistica varia, “gareggiano” per far comparire il loro marchio e i loro prodotti all’interno dell’app. In altre parole per tali produttori, è una forma di sponsorizzazione che raggiunge centinaia di migliaia di persone in contemporanea in tutto il mondo, ovvero tutti coloro che utilizzano Homestyler. Ovviamente essere “ospitati” sull’app ha un costo per questi brand, ossia il guadagno di Autodesk.

Homestyler: alternative

In origine è stata Homestyler. La prima vera applicazione in grado di rispondere alle esigenze di quegli utenti che volevano arredare casa virtualmente. Alle spalle di Homestyler c’è Autodesk, con tutta la sua infinita esperienza nel mondo della progettazione 3D. Tutta questa esperienza c’è, e si vede all’interno dell’applicazione, e questa affermazione è innegabile. L’app è ricchissima di strumenti, stabile, completa e ad oggi prosegue la sua leadership nel mercato.

Con il tempo però, come era prevedibile, molte altre alternative sono comparse sugli store, soprattutto su quello Android. Alcune sono durate pochissimo perché troppo lacunose ed instabili, altre più valide e performanti, che nonostante mostrino dei limiti rispetto ad Homestyler, si presentano comunque come valide. Una di queste alternative, probabilmente la più versatile e completa e che almeno in parte può reggere il confronto con Homestyler, è Design Home, disponibile sia per Android che iOS.

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un’applicazione gratuita che offre un ricco catalogo di oggetti, e molti altri da acquistare in-app.  Quest’ultimo aspetto, ovvero la parziale gratuità rispetto all’avversario Homestyler, è già uno dei primi limiti mostrati da questa pur valida applicazione. Sui rispettivi store sono presenti altre alternative, come Planner 5D, Roomle 3D e Houzz, ma come detto il gap prestazionale è ancora troppo grande per poter essere considerate come vere e proprie rivali di Homestyler.

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.