Lampade e applique da parete

La disponibilità in commercio di lampade da parete di qualità consente di trovare soluzioni originali anche in ambienti ostici. Che si tratti di un piccolo ingresso, di un corridoio o di un angolo eccessivamente nascosto della casa l’uso di una lampada da parete, come ad esempio il modello Isis proposto da Leucos, permette di illuminare al meglio tutto lo spazio, garantendo una luminosità perfetta in ogni situazione. Le lampade da parete sono spesso delle applique, che sfruttano la parete stessa per riflettere la luce.

Cos’è una lampada da parete

In commercio si trovano lampade di vario genere; tra le più diffuse ce ne sono da soffitto, come i classici lampadari, o da terra, i classici modelli che si scelgono per il soggiorno o per aggiungere un punto luce in cui non è disponibile un allaccio all’impianto elettrico della casa. Le lampade da parete sono una soluzione assai diversa, che si presta soprattutto all’installazione in particolari situazioni. Queste lampade infatti sono in genere composte da un portalampada, con o senza supporto, che si collega alla parete all’altezza che si preferisce, con in più un paralume che permette di modulare al meglio la luminosità ottenuta. Spesso, come dicevamo, il paralume riflette la luce della lampada sulla parete, che a sua volta la riflette verso lo spazio circostante.

Dove utilizzarle

Sono varie le situazioni in cui una lampada da parete è la soluzione perfetta, non solo per il posizionamento sulla parete invece che sul soffitto, ma anche per sfruttare al meglio la luminosità ottenibile con questo tipo di installazione. Un uso classico è quello in un lungo corridoio, dove le lampade a parete possono trovare spazio in alto, per illuminare gran parte delle lunghezza dell’ambiente, o anche in basso, dove fungono da segna passo. Oppure in un bagno, in aggiunta alla luce centrale per illuminare uno specchio o un angolo poco illuminato. Le soluzioni sono tante quanti sono gli ambienti; un tocco di stile può essere l’installazione di una lampada da parete nella zona del soggiorno dedicata alla lettura, dove una luminosità poco invadente e non diretta evita di stancare eccessivamente la vista mentre si legge un libro o si sfoglia una rivista.

Come installare le lampade da parete

Per l’installazione perfetta di una lampada da parete è solitamente importante avere a disposizione un allacciamento all’impianto di casa, posizionato a metà parete appunto. Ove non disponibili sarà necessario chiedere l’intervento di un elettricista che, insieme con il muratore, potrà creare la nuova canalizzazione che raggiunga il punto prescelto. Per le pareti di cartongesso questo tipo di operazioni è abbastanza semplice, leggermente più complessa nel caso di una parete in mattoni o in calcestruzzo. Da notare che in molte abitazioni contemporanee già in fase di progetto di prevede l’installazione di lampade di questo tipo, cosa che permette di avere a disposizione i corretti allacciamenti sin dall’inizio. Sconsigliabile l’uso di un cavo con spina, da allungare sino alla presa più vicina alla lampada; o anche l’installazione di una canalina esterna. Questo tipo di installazioni infatti sono eccessivamente visibili quando le si sfrutta per una lampada che si trova nel bel mezzo di una parete.

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.