mattoni-interni-esterni

Mattoni: Tipi, prezzi e dimensioni per interno o esterno

mattoni sono da materiali da costruzione caratterizzati da una forma ben precisa e da una buona resistenza meccanica. Vengono adoperati nell’edilizia per costruire solai, ma anche pareti, portanti, tramezzi, tamponature. Sono realizzati versando l’impasto di base negli stampi. I pezzi vengono poi lasciati essiccare, ovvero vengono privati dell’acqua, e vengono cotti ad una temperatura di 800-1200°C.

Mattoni: tipi

Per assolvere al loro compito, i mattoni devono avere determinate caratteristiche. La prima caratteristica essenziale è la forma a parallelepipedo con dimensioni (larghezza, lunghezza, profondità) ben specifiche solitamente sono multiple di uno stesso modulo, per esempio 12x24x24 cm o 4,5x15x30. Questa caratteristica della forma e delle misure precise è essenziale poiché velocizza le operazioni in fase di posa e riduce gli sfridi. La seconda caratteristica dei mattoni è il materiale con il quale vengono realizzati. In base al materiale si distinguono poi i diversi tipi di mattoni:

  • in terra cruda: sono realizzati con un impasto di argilla naturale (terra) e acqua. Prima si versa l’impasto negli stampi, poi si lasciano essiccare i pezzi al sole e non sono cotti nel forno. Si può aggiungere paglia sminuzzata o trucioli di legno per evitare delle spaccature durante la fase di essiccazione. Ampiamente usati nell’antichità, da diversi secoli i mattoni in terra cruda sono caduti in disuso per essere riscoperti solo ai giorni nostri per le loro caratteristiche isolanti ed ecologiche.
  • in calcestruzzo: vengono realizzati con una miscela di calce viva, sabbia, acqua e cemento di Portland, a cui si possono aggiungere altre sostanze per migliorarne la qualità, come ad esempio la polvere di alluminio per rendere i mattoni più leggeri. Dopo aver versato l’impasto negli stampi e fatto essiccare le forme, si cuoce in autoclave per aumentare la resistenza meccanica.
  • in laterizio: questi mattoni sono realizzati con un impasto di argilla a pasta porosa. Dopo aver versato l’impasto negli stampi e lasciato seccare le forme, infine vengono cotti ad alta temperatura 800-1200°C in forno.
  • in vetrocemento: ha un alto potere fonoisolante, un’alta resistenza meccanica, e bassa trasmittanza termica.

In base a come vengono installati distinguiamo:

  • faccia a vista: dopo la posa questi mattoni non necessitano di copertura con intonaco e quindi la faccia a vista deve essere esteticamente soddisfacente e curata, oltre che resistente agli agenti atmosferici e inquinanti e impermeabili.
  • che necessitano altre finiture: non sono esteticamente piacevoli come i precedenti e non sono neppure impermeabili né resistenti agli agenti atmosferici, ma richiedono l’intonaco.

In base alla quantità di fori distinguiamo:

  • pieni: quando la percentuale di fori non supera il 15%. A differenza di quelli forati, sono molto più pesanti (in media 2,8 kg) e complicati da maneggiare, ma sono dei buoni isolanti sia termicamente che acusticamente.
  • semipieni: quando la percentuale di fori è compresa tra il 15% e il 55%. C’è da fare una distinzione ulteriore. Se la percentuale di foratura è compresa tra 15% e 45%, questi mattoni sono usati per costruire in zone geografiche ad elevato rischio sismico. Se invece la percentuale di foratura è compresa tra 45% e 55% allora i mattoni sono usati in zone a basso rischio sismico.
  • forati: vengono usati per tramezzi e la loro percentuale di foratura è maggiore del 55%

In base al processo di produzione distinguiamo:

  • stampati/pressati: l’impasto viene colato in appositi stampi che danno la forma ai singoli mattoni.
  • estrusi: si usa il processo di estrusione. Dall’impasto plastico originario si formano dei filoni lunghi lunghi che vengono poi tagliati a distanze fisse e così si ottengono i mattoni.
  • formati a mano: il metodo antico per realizzare i mattoni ed oramai completamente in disuso. Si versa l’impasto nello stampo e con l’ausilio della cazzuola si formano i mattoni, poi si lasciano essiccare al sole e poi cuocere in forno.

Prezzi Mattoni

Come abbiamo illustrato nel paragrafo precedente, esiste una vastità di mattoni e quindi difficile dire un prezzo universale per i mattoni. Possiamo però dare il prezzo medio di un mattone in laterizio faccia a vista per muro portante che è di 1,50€ + iva, se invece è per tramezzi è di 1€ + iva. Per un mattone in cotto fatto a mano e cotto a legna il costo è di 1,85€ iva inclusa. Un mattone pieno classico (standard italiano) ha un costo che oscilla dai 0,60€ a 0,80€, mentre un mattone pieno faccia a vista da 0,70€ a 1,10€.

Se invece consideriamo i prezzi di Leroy Merlin, un mattone pieno, quelli ideali per la costruzione di solai o murature o pareti portanti, 6 cm x 25 mm spessore 12 cm costa 0,81€ al pezzo, mentre un mattone in laterizio marrone 12 cm x 25 mm spessore 12 cm, ideale per murature di tamponamento, costa 0,71€ al pezzo. Sempre da Leroy Merlin, il costo di un mattone forato in laterizio rosso forato 50 x 8 x 25 cm di spessore è di 1,49€ al pezzo, mentre il costo di un mattone in cotto levigato di colore rosso di 11 cm x 22 mm e 6 cm di spessore è di 1,20€ al pezzo e invece il costo di un mattone in travertino beige 20 cm x 5 mm e 10 cm di spessore è di 2,85€ al pezzo. In ogni caso per avere un’idea rapida della differenza di costo tra tipologie di mattoni basta visitare il sito Leroy Merlin e consultare la voce “mattoni”.Mattoni interni

Mattoni: dimensioni

Pur esistendo due misure standard per i mattoni pieni, c’è da dire che ogni regione ha un po’ la sua tradizione in questo senso e delle misure davvero particolari. In ogni caso ecco le due misure standard dei mattoni pieni. Per quanto riguarda il mattone pieno unificato inglese la proporzione tra i 3 lati è 2:3:6, quindi misura 8,5 cm x 10,5 cm x 21,5 cm. Non sono misure modulari. Il mattone pieno unificato italiano invece la proporzione è 1:2:4 quindi ogni lato misura il doppio dell’altro ovvero 6x 12x25cm e quindi sono modulari.

Mattoni per interno

Per quanto riguarda i mattoni per interno il nostro consiglio è di optare per mattoni ecologici, traspiranti, robusti, leggeri. In particolare il mattone in cotto assume un fascino ancora più interessante se usato per gli interni, dona calore e un senso di accoglienza ed è perfetto per una casa di campagna o un appartamento in stile rustico o country.

Mattoni per esterno

I mattoni per esterno devono resistere agli agenti atmosferici e devono essere impermeabili. Sin dall’antichità sono stati usati per le pavimentazioni esterne. Ancora oggi è un’ottima idea pavimentare terrazze e vialetti con mattoni. Si consiglia se si tratta di una zona molto piovosa e con un terreno a base argillosa, di mettere uno strato di ghiaia di 10 cm sotto lo strato di mattoni per pavimentare.Mattoni esterni

Mattoni per rivestimento

I mattoni possono essere usati per diversi tipi di rivestimenti, esterni o interni, a seconda della tipologia. Esistono mattoni per soddisfare ogni desiderio stilistico per realizzare il rivestimento che tutti sogniamo.

Ti potrebbe interessare anche…

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.