lampade di design

Lampade di design famose: 10 esempi migliori

Lampade di design, oggetti di design innovativi e di grande stile, sempre più apprezzati. Anche da sole, riescono ad arredare qualsiasi tipo di ambiente, rendendolo uno spazio davvero unico. La scelta dei complementi d’arredo, quando decidiamo come arredare casa, a un’importanza essenziale proprio perchè attribuisce carattere e personalità alla stanza. Le lampade sono oggetti d’arredo innovativi, a prescindere dagli anni in cui sono stati prodotte. Non bisogna infatti dimenticare che molti oggetti sono passati alla storia come delle icone di stile. Che si parli di arte contemporanea o arte moderna, alcuni complementi hanno saputo rappresentare l’evoluzione culturale attraverso l’utilizzo di materiali innovativi e forme che rispecchiavano le tendenze del momento.

lampade di design

In questo articolo vedremo alcune lampade di design fra le più famose, nelle varie tipologie: lampade a sospensione, lampade design da terra, lampade da parete e lampade da tavolo. Per conoscere la storia del design, è importante partire proprio dai complementi che l’hanno resa famosa e apprezzata in tutto il mondo. Vediamo quindi adesso una lista dei 10 esempi di lampade di design più famose e conosciute in tutto il mondo.

Atollo 233 di Vico Magistretti

Partiamo con l’opera di un celebre architetto e designer italiano in tutto il mondo, stiamo parlando di Vico Magistretti. Come abbiamo già sottolineato nell’articolo dedicato a questo artista, la sua peculiarità era proprio quella di creare in continuazione nuove opere a partire da concept ispirati dalla vita di tutti giorni. La sua capacità di vedere ovunque una potenziale opera di design, persino nei binari del tram, rendeva particolarmente florido il suo processo creativo. Atollo 233 nasce nel 1977 dall’idea di Magistretti per l’azienda Oluce, vincendo nel 1979 anche il riconoscimento del Compasso d’Oro. Stiamo parlando di un avere propria scultura luminosa, che supera la semplice funzionalità di una lampada.

lampade di design

Rappresenta l’archetipo della lampada da tavolo ma entra a far parte della storia del design grazie all’idea di voler trasformare un funzionale oggetto domestico in una scultura astratta, con forme e proporzioni perfette. Un perfetto esempio di architettura moderna, dalle linee semplici e minimali. La base conica è ampia per bilanciare il peso alla perfezione, la parte superiore invece è rivisitazione contemporanea del classico lume in tessuto. La diffusione della luce è morbida ma intensa, grazie al riflesso dell’interno della cupola. Un’opera di design a tutti gli effetti, Made in Italy per eccellenza.

Zettel’z di Ingo Maurer

Qui passiamo a una lampada a sospensione, creata nel 1998 da Ingo Maurer, designer di luci tedesco. Stiamo parlando di un lampadario che diffonde la luce attraverso piccoli foglietti in carta giapponese, da personalizzare con scritture e disegni a piacere. La creazione di questa lampada è stata pensata in due dimensioni differenti, nello specifico la Zettel’z 6 rappresenta la versione più piccola della Zettel’z 5. La versione più piccola dispone di una unica lampadina, mentre il lampadario più grande è dotato anche di una luce rivolta verso il basso.

lampade di design zettel'z

La struttura portante è realizzata in acciaio inossidabile oltre che in vetro satinato termoresistente. I foglietti di carta appesi lasciano libera interpretazione e creatività a chi decide di personalizzarli. Oltre alla carta giapponese lasciata in dotazione, è possibile anche ordinare un nuovo set di fogli per poter personalizzare in modo differente il lampadario. Anche in questo caso, un’opera ancora molto apprezzata e entrata nella storia delle lampade di design.

Costanza di Paolo Rizzatto

Costanza costituisce una linea di lampade LED create dall’architetto e designer Paolo Rizzatto nel 1986. All’interno di questa serie ritroviamo lampade a parete, da sospensione, da tavolo ma anche da terra, caratterizzate da linee semplici ed eteree. Il concept dietro questo tipo di lampade è legato all’obiettivo di reinterpretare il paralume per eccellenza. A partire dalle forme del modello tradizionale, queste lampade sono realizzate con aste telescopiche in alluminio, base in zama, ghiera in poliestere termoplastico e interruttore sensoriale elettronico.

lampade di design costanza

Inoltre, il paralume smontabile non è più in tessuto ma in policarbonato. Potremmo anche dire che la linea costanza rappresenta una naturale evoluzione delle lampade tipiche dell’arredamento classico. Nuovi materiali e forme semplici, oltre a una spiccata leggerezza che rende semplice spostarla. Non solo, grazie alla tecnologia LED ritroviamo alte prestazioni in termini di illuminamento diffuso, ideale per il benessere visivo.

PH Artichoke di Poul Henningsen

PH Artichoke è una delle lampade di design più conosciute, grazie alla caratteristica forma a carciofo resa attraverso una vera e propria cascata di paralumi a persiana in color rame. Questo complemento d’arredo è stato creata da Poul Henningsen nel 1958, architetto appassionato di razionalismo tipico dell’illuminazione degli anni Venti, per poi essere prodotto dalla società Louis Poulsen Lighting di Copenhagen. Nel giro di pochi anni divenne sempre più celebre grazie al largo riutilizzo di questa lampada in numerosi edifici, da musei a case private.

lampade di design

Le recenti modifiche apportate a questo modello, includono anche una variante dotata di luci LED per migliorare l’efficienza e il risparmio energetico. In ogni caso, con le 72 lamine che formano 12 file posizionate in modo preciso, dotate di sei lamine ciascuna, questa lampada sospensione illumina ogni spazio con una luce priva di abbagliamento. Questo permette una illuminazione diffusa e allo stesso tempo intensa, capace di creare una perfetta sensazione di comfort.

Super Egg Pendant di Piet Hein

Un lampadario esclusivo di Piet Hein in perfetto stile minimal, creato nel 1965 dalla mente di un designer, architetto ma anche matematico, scienziato e inventore. Stiamo parlando infatti di un autore per eccellenza, estremamente geniale tanto da creare una linea di oggetti di design progettati a partire dalla forma a super-ellisse, una forma definita come la transizione ideale fra un rettangolo e un cerchio. Un perfetto esempio di arte contemporanea tra le lampade di design, dalle linee semplici e allo stesso tempo morbide.

lampade di design

La struttura ad uovo della lampada è realizzata in vetro opalescente, con una apertura sul fondo che permette alla luce di diffondersi in maniera ottimale. Immergendosi alla perfezione nello spazio tridimensionale della stanza in cui decidiamo di inserirla, è capace di adattarsi ad ogni ambiente anche grazie a un modello studiato in dimensioni differenti. Da Super Egg 150 a Super Egg 300, il perfetto connubio tra la funzionalità di una lampada e un oggetto elegante di design.

Pirce di Giuseppe Maurizio Scutellà

Questa lampada a sospensione, pendendo direttamente dal soffitto, fornisce una visione chiara con luce che illumina tutto l’ambiente. La lampada a sospensione Pirce prodotta da Artemide è parte della futuristica collezione di lampade di design realizzate in alluminio verniciato bianco e disponibili in differenti versioni. Opera del designer Giuseppe Maurizio Scutellà, che fin dal 2008 ha iniziato a progettare questi avveniristici apparecchi di illuminazione, ha saputo combinare il minimalismo del materiale con la semplicità del colore e l’esuberanza delle forme. Il diffusore sottile conferisce decisa leggerezza a questa collezione Artemide, mentre la sua forma elicoidale ne movimenta l’immagine.

pirce artemide

Pirellone di Gio Ponti

Fra i punti luce da terra, abbiamo scelto di menzionare anche un classico delle lampade di design. Stiamo parlando della lampada Pirellone, disegnata da Gio Ponti nel 1967 e tutt’oggi distribuita da Fontana Arte. Stiamo parlando di una lampada da terra con dimmer a doppia illuminazione, diffusa e indiretta. Inoltre, la montatura è realizzata in ottone nichelato satinato, i diffusori sono in vetro stampato a doppia curvatura resistente agli urti. Pirellone è da quasi 50 anni uno dei classici intramontabili dell’illuminazione.

lampade di design pirellone

La struttura è particolarmente semplice, creata in due versioni differenti, Pirellone e Pirellina, in miniatura. Come già abbiamo accennato, la struttura è costituita da una coppia di lastre di vetro curvate e tenute in posizione da due elementi metallici. Forme semplici e ben definite, create appena sette anni dopo l’inaugurazione del grattacielo Pirelli di cui lo stesso Ponti fu architetto.

Caboche di Patricia Urquiola

Disponibile nella variante a parete dal 2006, la lampada Caboche di Patricia Urquiola prodotta da Foscarini è caratterizzata da un particolare paralume. Infatti è composto da ben 162 sfere in polimetilmetacrilato trasparente, disposte in modo concentrico per demoltiplicare la luce della sorgente centrale. Un diffusore in vetro soffiato satinato bianco scherma questa sorgente, in modo tale da non abbagliare e produrre una luce tenue e diffusa.

lampade di design caboche

Un modello di estrema eleganza e raffinatezza, capace di conferire personalità e carattere a qualsiasi ambiente della casa. Il potere delle sfere trasparenti è anche quello di aumentare la luminosità della lampada, tanto vita a un armonioso effetto scintillante.

Miss Sissi di Philippe Starck

Miss Sissi, lampada da tavolo disegnata da Philippe Starck nel 1991 è realizzata in policarbonato colorato. Anche in questo caso, l’obiettivo del designer era proprio quello di dare nuova vita interpretazione a un complemento d’arredo classico e tradizionale. Materiali differenti e innovativi, riprendendo le forme di un oggetto storico. Eleganza e armonia, ispirate proprio dalla celebre principessa Sissi.

lampade di design miss sissi

Il paralume, il corpo della lampada e il supporto del diffusore sono stampati ad iniezione, una particolare lavorazione che permette di dare trasparenza e colore al policarbonato, materiale plastico facilmente plasmabile. La forma di Miss Sissi è quella classica di un abat-jour, resa contemporanea dall’effetto opalino del materiale, che consente alla sagoma del diffusore di diventare più chiara quando è accesa e di offrire un’illuminazione diretta e ben distribuita nell’ambiente.

Bourgie di Kartell

Bourgie è una lampada dallo stile inconfondibile, un vero e proprio best-seller di Kartell creata dal designer Ferruccio Laviani nel 2004 che coniuga classicità, ricchezza e tradizione ad innovazione e ironia. La base in stile barocco è costituita da tre piani decorati, mentre l’ampio cappello è realizzato con effetto plissé in modo da creare, una volta accesa, un gioco di mille riflessi. La particolarità di questo modello tra le lampade di design è proprio quello di riprendere uno stile più classico, attento ai dettagli e caratterizzato da linee lavorate.

lampade di design bourgie

Nonostante la forma particolare, Bourgie si adatta alla perfezione a diversi stili di arredamento. Grazie a un particolare sistema di aggancio del cappello è possibile ottenere tre differenti altezze, a seconda dell’utilizzo. Bourgie si trasforma infatti in una splendida lampada decorativa, da tavolo e da scrivania. Una vera e propria opera di design creativo, desiderosa di dare nuova vita a un complemento d’arredo presente in tutte le nostre case.

Ti potrebbe interessare anche…

Arch. Elena Valori

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.