Monaco di Baviera, viaggio fra le architetture contemporanee

Architettura contemporanea a Monaco di Baviera

Concludiamo questo tour virtuale nelle principali città europee alla scoperta delle architetture contemporanee più interessanti, con una visita a Monaco di Baviera. Famosa ai più per la storica festa della birra che si tiene in ottobre, Monaco di Baviera, come molte altre città del Nord Europa è un insieme eterogeneo di vecchio e nuovo, anche dal punto di vista architettonico.

Iniziamo con il BMW Welt: inaugurato nel 2007, questo edificio progettato dallo studio austriaco Wolf D. Prix, Helmut Swiczinsky + Partner rappresenta un nuovo punto di riferimento nell’architettura della città, creando al tempo stesso un punto di incontro e un luogo di dialogo. Lo stile architettonico che richiama il futurismo e la posizione del BMW Welt tengono conto della sofisticata architettura del quartiere in cui è ubicato l’immobile, tra lo Stadio olimpico, il Museo BMW e il grattacielo BMW. Il BMW Welt è quindi un pezzo di città concepito, costruito e finanziato da un’azienda privata, in un luogo come Donnerhall: tra i tetti aperti dell’Olympiapark di Monaco e il grattacielo BMW. Sicuramente la caratteristica principale di questo edificio è la sua copertura a nuvole di 16.500 mq, il cui effetto visivo è in parte il risultato della forma particolare della sezione inferiore del tetto a griglia portante che nasce nel doppio cono e costituisce uno degli appoggi principali della struttura.

bmw welt   bmw welt interno

Dall’architettura “futurista” del BMW Welt, passiamo al “verde verticale” della nuova sede della compagnia assicurativa Swiss Re: nella zona industriale di Unterföhring, cittadina appartenente alla cintura metropolitana di Monaco, lo studio BRT Architekten ha completato nel 2007 questo edificio per uffici dalla forma estremamente geometrica e semplice in pianta, ma con una notevole articolazione volumetrica. L’edificio risulta quasi completamente rivestito da una vegetazione rampicante, che genera una fascia vegetale continua a schermatura dei piano dal primo al terzo fuori terra. Dal punto di vista tecnologico, tale elemento a verde consiste in una struttura reticolare parzialmente sospesa da terra, ospitante un rivestimento contenente una grande varietà di piante (circa 200 esemplari di specie differenti) sistemate a terra.

swiss re Monaco   Swiss Re

Rientriamo in città per la visita al Fünf Höfe, situato  tra Theatinerstrasse e Maffeistrasse: realizzato dagli architetti Herzog e De Meuron fra il 1999 e il 2003, questo centro commerciale dal design minimalista, in cui prevalgono il vetro e l’acciaio, ma con episodi verdi e con l’inserimento di numerose opere d’arte di artisti contemporanei, è costituito da una serie di passaggi, cortili (gli Höf, appunto) e arcate su cui si affacciano una serie di attività commerciali. Altrettanto degna di interesse è anche la facciata su Theatinerstrasse, dove  la pelle esterna dell’edificio è composta da elementi mobili  in metallo lavorato.

funf hofe   funf-hofe interno

Innumerevoli sono gli spunti architettonici in una città come Monaco di Baviera, dal Parco Olimpico di Frei Otto alla Allianz Arena (Herzog e De Meuron) fino al Siemens Forum (Richard Meier).

 

Arch. Elena Valori

 

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.