praga

Praga: cosa vedere, cosa fare e architettura contemporanea

Praga, capitale e città più grande della Repubblica Ceca, oltre che metà europea particolarmente apprezzata. Nota spesso come città dalle cento torri, data la numerosità di cupole e pinnacoli che svettano, è una meta amata in tutto il mondo proprio perché costituisce il perfetto connubio tra architettura storica e contemporanea. Cercando di dare un’idea della storia alle spalle di Praga, basta partire dalle leggende e agli episodi connessi al significato del nome di questa città.

Una delle caratteristiche della Repubblica Ceca, a livello culturale, è l’importanza data al folklore oltre che alla sfera magica, capaci di accompagnare il turista lungo la storia di tanti edifici e non solo. Il nome “Praha” significa “soglia” in ceco, in onore della fondazione della città voluta dalla principessa Libuše. Una donna saggia e molto amata, oltre che dotata di grande bellezza, passata alla storia anche grazie ai misteriosi poteri magici che le sono stati attribuiti.

praga

Le origini di Praga sono stimare intorno al VII secolo, anni in cui la principessa Libuše ed il suo sposo, il principe Přemysl, regnavano in pace sulle terre ceche dalla collina di Vyšehrad. Dati i poteri magici e profetici della principessa, la leggenda racconta che un giorno ebbe una visione.rivolgendo lo sguardo verso una collina ricoperta da una foresta sul lato opposto del fiume, proclamò “Vedo una grande città la cui gloria toccherà le stelle”. Diede così ordine ai suoi sudditi di iniziare a popolare quella zona, sede della città che oggi conosciamo.

Partendo dal centro storico, caratterizzato dalla Piazza della Città Vecchia al centro, qui ritroviamo simboli storici della città, dalle numerose chiese gotiche fino al celebre orologio astronomico medievale. Come approfondiremo all’interno di questo articolo, sono tanti anche gli esempi di architettura contemporanea a Praga, oltre a parlar di cosa vedere e cosa fare qui.

Nella stessa serie di articoli, vedi anche: Viaggio a Monaco di Baviera e Viaggio a Rotterdam

Praga: cosa vedere?

Quali sono le principali cose da vedere in questa città ceca? Partiamo proprio dal centro storico di questa città, ricco di storia e capace di far immergere il turista nel pieno spirito folkloristico di Praga. Come abbiamo già sottolineato, il motivo per cui la capitale della Repubblica ceca e particolarmente apprezzata in tutto il mondo è connesso anche al perfetto equilibrio tra storia e arte contemporanea.

Il cuore del centro storico è proprio la Piazza della Città Vecchia, chiamata Staroměstské náměstí in ceco. Stiamo parlando di un luogo con una lunga storia, già nel X secolo era infatti una piazza del mercato sul crocevia delle vie commerciali europee. I negozi e le bancarelle dei commercianti in questa zona erano numerosi, suddivisi in zone a seconda dei prodotti in vendita. Nel XIV secolo vennero aggiunti anche il Municipio e la Chiesa della Vergine Maria di Týn, ancora oggi due mete particolarmente amate dai turisti.

praga piazza vecchia

Il primo è composto da edifici in stile gotico e rinascimentale, con all’interno due sale meravigliose, la Sala del Concilio e la Sala di Brozik. Le guglie della Chiesa della Vergine ricordano quelle di un castello incantato, in pieno stile barocco. Il Municipio è aperto ogni giorno e il biglietto base per le visite costa 250 CZK (circa 10€). D’altra parte, la Chiesa è visitabile dal martedì alla domenica con contributo volontario. Immancabile in questa piazza è la visita all’Orologio Astronomico, incluso nel Municipio, poichè allo scoccare di ogni ora tra le 9 e le 23, appaiono i 12 apostoli.

praga cosa vedere

Uscendo dalla zona del centro storico, a due passi dalla fermata della metro Karlovo náměstí e a 20 minuti dalla Piazza Vecchia, troviamo il Monastero na Slovanech, noto come Emmaus Monastery. Dopo la distruzione dei campanili in un bombardamento a Praga avvenuto nel 1945, le torri sono state ricostruite seguendo i canoni dell’architettura moderna, con due torri bianche moderne dalle punte dorate. Un monastero benedettino inconfondibile, un centro di cultura oltre che geloso custode di affreschi gotici nei chiostri. Aperto durante la settimana, in aggiunta il sabato da Maggio a Ottobre, l’ingresso base costa circa 3€ (60 CZK).

praga cosa vedere

Angoli nascosti di Praga

Anche a Praga, oltre agli edifici e alle attrazioni più conosciute, vanta alcuni angoli nascosti che è bene conoscere quando vogliamo arricchire il nostro viaggio ancora di più. Partiamo da Malà Strana, uno dei quartieri più peculiari di questa città. Stiamo quasi parlando di una una cittadina a sé stante, ricostruita anche dopo il devastante incendio che la distrusse nel XVI secolo. Qui, all’interno delle mure del Castello di Praga, troviamo il Vicolo dell’Oro, chiamato così per le botteghe degli alchimisti che volevano trasformare il ferro in oro. Una stradina incantevole, dove fisse anche Kafka per un certo periodo al civico 22, caratterizzata da minuscole casette, colorate di tinte vivaci o pastello. Come camminare in un set cinematografico Disney!

praga angoli nascosti

Un’altra curiosità di Praga riguarda il Ponte Carlo, il ponte più antico della città, adornato da 30 statue di santi protettori. Tra queste, la statua portafortuna è quella di San Giovanni Nepomuceno, che morì lanciato nel fiume vestito con un’armatura del XVII secolo. La tradizione vuole che ,chi sfrega la placca di bronzo del santo, tornerà a Praga. L’ultimo angolo nascosto che citiamo è l’A(void) Floating Gallery, uno ship bar cioè un posto galleggiante dover poter bere un ottimo drink in orario aperitivo ma non solo. A seconda del periodo dell’anno, qui vengono infatti organizzate iniziative differenti, da concerti live ad esposizione artistiche e alle gite in paddleboarding.

Nella stessa serie di articoli, leggi anche Viaggio a Los Angeles e Viaggio a New York

ponte carlo praga

Praga: cosa fare

Come abbiamo già avuto modo di vedere, Praga è ricca di luoghi da visitare oltre che di attività. Oltre a quelli di cui abbiamo già parlato, una visita al Castello di Praga non può mancare. Si tratta del castello più grande di tutto il mondo, una costruzione monumentale formata da fantastici palazzi ed edifici, circondati da piccole e caratteristiche stradine. Stiamo parlando di un luogo a cui la gente del posto è particolarmente affezionata, proprio perché la storia di Praga è ebbe inizio con la costruzione di questo castello.

Nel 1918, il Castello di Praga è diventato la residenza del Presidente della Repubblica Ceca e, da allora, il capo dello stato ha qui la sua sede. Per questo, all’interno delle sue mura, include veri e propri quartieri, dall’Antico Palazzo Reale fino alla Cattedrale di San Vito e alle 4 torre più celebri della città. I tour per questa zona sono numerosi, della durata di circa 3 ore.

Le torri sono simbolo di Praga, stiamo anche parlando dei migliori punti panoramici della città, a partire dalla Torre Daliborka. All’inizio in questa torre si trovavano i membri della nobiltà finiti in prigione, nel corso del tempo accolse prigionieri di qualsiasi classe sociale. La Torre Negra, di questo colore a causa di un incendio, era un’altra celebre prigione così come la Torre Bianca. Infine, la Torre delle Polveri, edificata nel XV secolo come fortificazione del castello, divenne poi il laboratorio degli alchimisti del monarca Rodolfo II. Salire su queste torri è possibile con biglietti singoli validi per tutta la giornata.

castello di praga

Mangiare a Praga

Per accompagnare le nostre visite per la città, scegliamo ciò che la cucina del luogo ci offre. Dagli Knedlik, gnocchi di pane ripieni di carne e verdura, fino drstkovà polèvka, zuppa densa tipica, ogni piatto è ideale per adattarsi al clima freddo di Praga. Oltre ai ristoranti, teniamo a mente il mercato di Holesovicìch e il chiosco di Staromestskè Nàmestì per spuntini deliziosi. Per un caldo piatto di gulash o una gustosa fetta di strudel, vi consigliamo la birreria Pivnice Stupartska, dai prezzi particolarmente economici, piuttosto che il Restaurace Kolonial, moderno ma con piatti tradizionali.

cosa mangiare a praga

Tra i piatti dolci da strada, non possiamo non citare il gustoso Trdelník, in foto. Un dolce tradizionale composto da un rotolo di pasta dolce servito caldo e arricchito da zucchero, cioccolato, granella di nocciole e cannella. Se desideriamo regalarci una cena stellata, la guida Michelin consiglia il ristorante tradizionale Pohostinec Monarch, dove la carne è la specialità.

Nella stessa serie di articoli, leggi anche: Viaggio a Città del Messico e Viaggio a San Francisco

Praga: architettura contemporanea

Pensando ad un viaggio a Praga, fra le architetture da visitare vengono alla mente il bellissimo castello che domina la città ed il ponte Carlo, oltre al centro storico. Il connubio tra storia e architettura contemporanea di Praga ha pochi eguali al mondo.

Ma la capitale della Repubblica Ceca è molto altro: città del cosiddetto “socialismo dal volto umano” che durante la guerra fredda fu fermato solo dai carri armati russi, nonché teatro della “rivoluzione di velluto” che porto’ il paese fuori dal comunismo, Praga racconta con le sue architetture i vari passaggi della sua storia.

Torre di Žižkov

Iniziamo con la torre televisiva di Žižkov, costruita fra il 1985 e il 1992 secondo il progetto dell’architetto Václav Aulický e dell’ingegnere Jií Kozák. Essa divenne fin dall’inizio oggetto di notevoli critiche da parte dei residenti locali, che indicavano il contrasto dell’architettura high-tech con lo storico quartiere di Zizkov. Oggi la torre è riconosciuta come una caratteristica dominante sul panorama di Praga. Fra il  2011 e il 2012 la torre ha intrapreso un rinnovamento completo dei suoi spazi interni, oltre ad aver preso il nome di Tower Park.

Tower Park Praga interni

Dal 2000 sono visibili lungo i profili esterni della torre, delle sculture in vetro resina. Quest’ultime sono opera dell’artista ceco David Erný, che raffigurano dei bambini che si “arrampicano” lungo la torre.

bambini sulla Tower Park Praga

Dal punto di vista strutturale, le oscillazioni della torre vengono eliminate attraverso pendoli speciali posti all’interno della struttura. Quest’ultima si compone di 3 tubi in acciaio di forma cilindrica e 9 cabine. In questi tubi, sono situate tre cabine, la prima ad un’altezza di 66 metri. Seguita poi da una cabina di osservazione ad un’altezza di 93 metri mentre ancora più in alto, è situata la cabina tecnologia broadcast. I “tubi” che compongono la torre raggiungono un’altezza complessiva di 134 metri.

Vedi anche: Viaggio a Tokyo

Zlaty Andel

A Praga si trova anche un edificio per uffici progettato da Jean Nouvel, l’edificio Zlaty Andel (Angelo d’Oro), un complesso amministrativo costruito fra il 1994 e il 2000.  L’architetto parigino in questo edificio dalla caratteristica forma curva, ha utilizzato la  tecnologia della facciata stratificata, permettendo di variare l’aspetto della facciata durante il giorno; inoltre le facciate vetrate riportano citazioni di importanti autori cechi.

praga zlati andel

Dancing House

Concludiamo con quello che probabilmente è l’edificio contemporaneo più conosciuto a Praga, ovvero la Dancing House. Lungo la sponda destra della Moldava, nel quartiere Nove Mesto, è sicuramente l’edificio contemporaneo più caratteristico della città. Opera degli architetti Vlado Milunic e Frank O. Gerhy, il concept per La “Casa Danzante” si ispira alla leggendaria coppia Ginger Rogers e Fred Astaire. La costruzione, terminata nel 1996 nonostante il forte impatto, ben si integra nel contesto caratterizzato da edifici Neo Barocchi.

Dancing House Praga Vlado Milunic e Frank O. Gerhy      Dancing House Praga Vlado Milunic e Frank O. Gerhy vista esterna

La struttura è composta da due corpi di fabbrica distinti, uno costruito in calcestruzzo armato e uno in acciaio e vetro. Al piano terra si trovano negozi e caffè che sono collegati direttamente con il lungo fiume e la piazza pubblica antistante. Per quanto riguarda gli spazi dal secondo al settimo piano, sono occupati dagli uffici. Infine, l’ultimo livello, ospita un ristorante con vista panoramica sulla città e sul vicino castello.

Praga: moneta

Come avrete già potuto comprendere dai paragrafi precedenti, la moneta è Praga non è l’euro ma la Koruna Česká. Si tratta della moneta ufficiale di Praga, come nel resto della Repubblica Ceca. Le banconote in circolazione sono da 100, 200, 500, 1.000, 2.000 e 5.000 corone. Mentre le monete in circolazione sono di 1, 2, 5, 10, 20 e 50 corone e di 50 hellers (h). Ricordate che 1 corona è formata da 100 hellers (haleres). Partiamo dal presupposto che 1€ corrisponde a, più o meno, 27 corone. Cambiare i soldi direttamente a Praga, negli uffici di cambio, potrebbe implicare un pagamento di commissioni piuttosto elevato. Chiediamo sempre quante corone corrispondono alla somma che stiamo depositando, in anticipo.

moneta praga

Il nostro consiglio, per provare a risparmiare delle commissioni, e quello di pagare nella maggior parte dei casi con la carta di credito. Il tipo di cambio è il più aggiornato e la commissione massima che potremmo pagare è all’incirca dell’1%. In altro caso, per avere liquidità, meglio cambiare il denaro prima di partire, presso la propria banca. Il progetto per il futuro è senza dubbio quello di adeguarsi alle norme economiche europee e passare all’Euro, per il momento però questo obiettivo non è ancora stato realizzato.

Arch. Elena Valori

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.