Architettura contemporanea a Tokyo

Tokyo: quando la tradizione incontra la modernità

La meta del viaggio di oggi è Tokyo, città in cui le due culture, occidentale ed orientale si incontrano e si fondono, dando vita ad interessanti esempi di architettura contemporanea.

Iniziamo il nostro tour dall’edificio realizzato da Renzo Piano per la Maison Hermès: situato a Ginza, nel cuore di Tokyo, questo edificio di 6 000 metri quadri accoglie uno spazio commerciale, workshops, uffici, aree espositive e multimediali e anche un giardino pensile in stile francese; inaugurato nel 2001, il palazzo si sviluppa per un altezza complessiva 45 metri, ed è caratterizzato dalle facciate realizzate in vetro mattone, che creano una sorta di schermo tra gli spazi interni e la città, giocando sull’effetto della luce e della trasparenza del vetro.

hermes tokyo  interno hermes

Altro edificio che merita sicuramente una visita è l’Audi Forum, progettato da Benjamin Warner nel 2006: situato nel cuore del quartiere della moda e degli affari e soprannominato “The Iceberg”  è un edificio alto sette piani a destinazione commerciale che dispone di un sistema strutturale unico per sostenere la facciata in vetro asimmetrico (punto focale del concept) e un vano ascensore completamente trasparente; per la facciata sono stati utilizzati  tre diversi tipi di vetro di colore laminato, per enfatizzare la forma dell’edificio, facendolo apparire come un enorme  cristallo che sui erge nel centro della città.

audi forum tokyo  dettaglio

Visitare l’architettura contemporanea di Tokyo implica assolutamente la visita ad una delle opere realizzate da Shigeru Ban e, in particolare, citiamo la Curtain Wall House, progettata nel 1995: aperta verso l’esterno, l’abitazione utilizza materiali contemporanei in modo tale da dare nuova interpretazione al tradizionale stile giapponese: due piani orizzontali individuano lo spazio dell’abitazione, mentre la separazione fra interno ed esterno è affidata al “curtain wall” costituito da una grande tenda, un richiamo al tipico shoji, separazioni interne usate nelle abitazioni giapponesi e realizzate in carta di riso.

curtain wall house

Arch. Elena Valori

 

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.