arredare monolocale

Arredare un Monolocale: Soluzioni e Approfondimenti

Arredare un monolocale, come farlo con gusto e con le giuste soluzioni? Sicuramente, per poterlo fare, dovremo cercare tutti quegli espedienti che ci consentiranno di valorizzarlo al meglio. Saper valorizzare lo spazio è sempre fondamentale, ma specialmente in un ambiente dove lo spazio non è tantissimo. Dal bagno piccolo all’angolo cottura, non è la prima volta che parliamo dell’importanza di arredare nel modo giusto spazi di piccole dimensioni.

arredare un monolocale

Con una corretta valorizzazione del monolocale, infatti, l’ambiente apparirà in tutto il suo splendore, e saremo capaci di ottenere un “effetto pienezza” non esagerato. Quest’ultima comunicherà una sensazione di benessere e completezza. Ora vediamo, nel concreto, quali sono i passaggi che si possono eseguire. In questa sezione quindi, miriamo a fornirvi alcuni spunti per arredare un monolocale. 

Soluzioni per Arredare un Monolocale 

Partiamo dalla base, che cosa intendiamo con il termine monolocale? Ci riferiamo a un appartamento di modeste dimensioni, costituito di solito da una singola stanza utilizzata come cucina, sala da pranzo, soggiorno, bagno e camera da letto. Dipende poi molto dall’organizzazione dello spazio: ci sono monolocali claustrofobici e soluzioni adatte anche a una coppia.

Pensiamo sia importante parlare di come arredare al meglio uno spazio di questo tipo perché sono sempre di più le persone che ricorrono all’affitto o all’acquisto di un monolocale, visti i costi attuali del mercato immobiliare. In linea generale, arredamento moderno e stile minimale sono senza dubbio da preferire a un gusto più classico. Questo semplicemente perché dobbiamo optare per complementi e soluzioni semplici, funzionali e salvaspazio, utili per arredare un monolocale.

Divisori Interni

Teniamo quindi conto che, il monolocale, è formato, per definizione, da un unico ambiente. Partendo da questa concezione, possiamo iniziare ad impostare una prima, preziosa regola per valorizzare al meglio il monolocale: l’applicazione di divisori interni. In particolare, un bel divisore costituito prevalentemente in vetro, riuscirà a dividere gli ambienti nel classico caso in cui la zona notte affaccia sulla zona giorno. Vista la scelta del materiale, non rischiamo di far perdere di luminosità alla casa nel suo complesso ma possiamo creare una modernissima cucina open space.

Si potrebbe usare, quindi installare per tale fine, una superficie integralmente a vetro, oppure una parete in cartongesso, occupata per buona parte o almeno per più di metà, da una vetrata. Oltretutto, se si considera una vetrata divisoria fra zona giorno e notte, si può anche ricavare, trasversalmente, un piccolo bagno con doccia, che possa anche essere oscurato con una tenda. Per quest’ultimo tipo di soluzione, si rivela scelta di buon gusto anche una vetrata divisoria (quindi una superficie 100% vetro), utile anche per delimitare il bagno.

arredare un monolocale

Mobili a Scomparsa e Soppalchi

Un’altra idea, particolarmente ad effetto, consiste nell’utilizzare almeno un mobile che presenta dei piani appositi a scomparsa. Il mobile che ne fa uso appartiene alla categoria dei due mobili in uno e costituisce una scelta davvero intelligente per economizzare sullo spazio, e al tempo stesso, valorizzare lo spazio a disposizione. Così come anche, nella zona notte del monolocale, si potrebbe installare un soppalco, che permette di ricavare spazio prezioso in soprelevazione.

Calcoliamo anche che, a volte, su un soppalco del genere, sia per lo spazio rimasto disponibile fino al soffitto che per il peso massimo da sopportare, non ci si può sistemare più di un materasso arrotolato o al massimo un futon giapponese. A seconda delle caratteristiche della casa e delle nostre esigenze, sta noi capire se inserire un soppalco è utile o meno per arredare un monolocale. In ogni caso, resta una soluzione pratica che ricava spazio funzionale prezioso, nella stanza. Questa risulterà oltretutto “arricchita” per la presenza del soppalco.  

Approfondimenti per l’Arredo del Monolocale

Sempre in tema di mobili e complementi, abbiamo citato i piani ricavabili da mobili. In particolare mobili ad ante, i quali possono venire adibiti a postazioni di lavoro, potendo così fare a meno di un’apposita scrivania in camera da letto o in un angolo a sé della zona giorno. Ora prendiamo in considerazione anche i mobili a ribalta, per arredare un monolocale. In questo caso, ad essere ricavato, non sarà un semplice piano di lavoro, bensì una soluzione più elaborata. Si pensi al caso del tavolino componibile ed estraibile dal ripiano inferiore di un mobile con funzione credenza. L’obiettivo, in questo caso è utilizzare soltanto mobili e complimenti utili e funzionali in un determinato momento.

Allo stesso tempo, se in precedenza abbiamo citato la soluzione del soppalco, questa non risulta utile solo per la zona notte, ma anche per la parte del monolocale adibita alla zona living. Con un soppalco, infatti, possiamo ricavare un apposito spazio con una piccola postazione e lo spazio necessario per potersi muovere. Chiaramente, il tutto dipenderà dalla conformazione dell’ambiente, e dunque da quanto spazio in verticale potremmo disporre.

arredare un monolocale

Soluzione del divano letto

Che dire, inoltre, parlando di come arredare un monolocale, di un classico, un must sempreverde quale il divano letto? Qualora sia già stato ricavato un angolo sufficientemente ampio da adibire a zona notte, magari con l’uso prezioso di divisori, perché non sfruttare l’idea del divano letto? In questo modo, possiamo creare dei posti letto aggiuntivi, estraibili solamente all’evenienza? Questa è un’ulteriore soluzione per aggiungere funzionalità all’ambiente, senza sottrarre dello spazio pensato anche per altro.

Una campitura di colore sul divano servirà, inoltre, a valorizzare l’elemento d’arredo in questione. Si pensi ad una superficie liscia ed omogenea, ma con dei graziosi cuscini di forme diverse e tonalità di colore affini. Si può fare un esempio, un divano letto grigio chiaro con cuscini in varie forme e per ogni forma una tinta calda tenue, tipo rosa, color ocra, ecc.  

Letto a scomparsa

Per economizzare spazio riguardante il letto, nella stessa zona notte si può inserire, in un mobile da parete anche molto decorativo, e con sezioni colorate, dei letti a scomparsa, estraibili dal mobile stesso. Si pensi ad un mobile a più sezioni colorate e che, ai ripiani inferiori, presenti i suddetti letti a scomparsa. Ma non finisce qui, poiché la soluzione medesima è applicabile anche a partire da uno specchio. Pensiamo anche al letto a castello, per arredare un monolocale adatto anche ai bambini. 

Gli specchi con letti a scomparsa sono soluzioni molto in voga per i monolocali, non solo per lo spazio che ne fanno ricavare, ma perché la soluzione funzionale in sé utilizza, nelle ore non dedicate al riposo, un’ampia superficie a specchio. Grazie a quest’ultima, la sensazione d’ampliamento dello spazio nel monolocale è garantita, oltre alla sua ottimale illuminazione, che intercorre anche per via riflessa. Se siamo alla ricerca di altre idee, il catalogo Ikea ci sarà d’aiuto!

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.