giardinaggio

Giardinaggio: Significato, Attrezzi, Fiori e Piante, Tutte le Idee

Giardinaggio, una passione che per sempre più persone diventa un vero e proprio passatempo. In questo momento di quarantena ma anche nella nostra vita quotidiana, avere a disposizione un giardino ma anche un piccolo orto o un terrazzo è una grande fortuna. Si tratta di una attività che porta molta soddisfazione e che permette anche di aumentare il nostro benessere, il giardinaggio è estremamente rilassante se apprendiamo le tecniche utili per svolgerlo in maniera corretta.

Grazie a questo articolo scoprirete che, anche se siete sempre stati convinti di non avere un pollice verde, esiste sempre la possibilità di riscoprire e apprezzare a pieno l’arte del giardinaggio. Giardino impianto irrigazione, un aspetto da valutare.

giardinaggio

Il termine giardinaggio, come vedremo più nello specifico tra poche righe, indica la tecnica ma anche l’arte della coltivazione di piante. Lo scopo del giardinaggio è principalmente ornamentale, ma non soltanto. Possiamo decidere di avvicinarci al giardinaggio per praticarlo come hobby, ma anche come attività professionale vera e propria. Richiede sicuramente molta pazienza. Si tratta di una attività in cui i risultati non sono visibili nell’immediato ma richiedono il tempo che la natura ritiene necessario.

Non a caso, negli ultimi anni, si sente sempre più spesso parlare di Garden Therapy. Si tratta di una vera e propria terapia occupazionale, comune anche con il nome di ortoterapia, in cui l’obiettivo è impegnarsi nell’attività di giardinaggio affiancati da un terapista esperto. Questo permette di apprendere nuove tecniche di coltivazione ma anche di ottenere risultati terapeutici. Vediamo ora di approfondire il tema centrale di questo articolo, partendo dal significato del termine fino ad arrivare agli attrezzi utili per questa attività e le riviste migliori su cui trovare ispirazione.

Giardinaggio: Significato

Il termine giardinaggio deriva dal francese, più nello specifico dal termine jardinage, un derivato di jardin che significa «giardino». Con la parola giardinaggio, già in origine, veniva indicata l’arte, oltre alle tecnica, di coltivare piante ornamentali per giardini, prati, parchi ma anche pergolati. L’origine della cura ornamentale del verde risale a parecchio tempo prima. Non a caso, uno dei parchi più rinomati e conosciuti del mondo occidentale antico, fu quello di Tolomeo ad Alessandria d’Egitto. Abbellire palazzi, rendere più grandioso un sovrano piuttosto che stupire i sudditi con colori e alberi maestosi: questi erano i principali obiettivi, all’inizio.

Naturalmente, la coltivazione di diverse piante da orto con scopo alimentare, sia per gli uomini che per gli animali, risale all’epoca preistorica. Al tempo non c’era un obiettivo ornamentale o decorativo, il fine era quello di sopravvivere anche quando la carne non era a disposizione. D’altra parte, la prima idea di giardino, può essere ritrovata nel 3000 a.C. in una rappresentazione grafica sumera. Qui vediamo la raffigurazione di un triangolo, con al centro disegnato un albero. Altre importanti testimonianze dell’esistenza di giardini ornamentali possono essere considerate anche le pitture murali egiziane del 1500 a.C.. Arredare un giardino tra comodità e natura, oggi è questo uno degli obiettivi principali.

giardinaggio

Un cambiamento radicale, che ci avvicina al significato del giardino più attuale e contemporaneo, è da ricercare nei culti romani dei giardini di casa. Il giardino, non a caso, per i romani era parte integrante della casa e del focolare domestico. Il giardino era infatti dedicato al culto dei Lari, cioè antenati, defunti, protettori della casa e della famiglia. Al fianco dei Lari familiari di affiancavano i Lari del giardino, dunque il luogo doveva essere curato nei minimi dettagli. Fiori, piante e tanti altri ornamenti per rendere il luogo profumato e curato.

Giardinaggio: Attrezzi Utili

Un aspetto da valutare con molta attenzione è anche quello dedicato agli attrezzi che ci servono per svolgere nel modo più attento e corretto l’attività di giardinaggio. La cura delle piante, dei fiori, dei cespugli e di ogni diverso elemento del giardino richiede molta cura oltre che indicazioni differenti. Senza ombra di dubbio, prima di prendere in considerazione di valutare il giardinaggio come hobby, dobbiamo assicurarci di avere a disposizione tutto ciò che serve.

Qui vedremo una lista di alcuni degli attrezzi più utili per il giardinaggio, insieme ai loro utilizzi più comuni. Tutti gli attrezzi di cui parleremo possono essere facilmente acquistati in negozi, vivai o catene con un settore dedicato al giardinaggio.

Vedi anche: Arredamento giardino e esterni

giardinaggio

Zappetta

La zappetta costituisce una piccola zappa, uno degli attrezzi che non posso mancare per il vostro giardinaggio. Esiste in tante dimensioni differenti ma, per il giardino, ve ne servirà una di piccole dimensioni, all’incirca 30 centimetri con 3 o 4 denti. L’ideale è scegliere un materiale robusto per tutti gli attrezzi utili a lavorare il giardino, per esempio l’acciaio. Fate attenzione al manico, deve essere costruito in plastica molto resistente. Lavorare il terreno significa avere sempre a che fare con materiali umidi, per questo bisogna scegliere attrezzi resistenti.

A cosa serve la zappetta? Vi servirà per lavorare il terreno, per smuoverlo ed estirpare erbe inutili. Non a caso la zappetta, da un lato presenta una lama dritta per scavare mentre, dall’altro, tre denti per smuovere il terreno. Semplificherà molto il vostro lavoro in giardino!

Rastrello

Il rastrello, un altro strumento essenziale per la cura del giardino. Anche in questo caso, ne esistono di dimensioni differenti ma l’ideale, per il giardinaggio, è un rastrello di piccole dimensioni. Con una larghezza differente, da 30 a 70 centimetri circa, si tratta di uno strumento utile sia per raccogliere foglie che per sbriciolare la terra insieme ai sassi di diverse dimensioni.

giardinaggio

Per esempio, prima di piantare un nuovo bulbo o dei semi, sarà necessario lavorare il terreno con un rastrello. Scegliere sempre materiali robusti, possibilmente in acciaio ad alto spessore proprio perchè serve a smuovere la terra. Il manico deve essere costruito in plastica resistente, con inserti in morbida gomma antiscivolo. Fate sempre attenzione al materiale!

Piantatoio

Probabilmente si tratta di uno strumento meno conosciuto ma comunque essenziale per il giardinaggio, stiamo parlando del piantatoio. Con una lunghezza di circa 40 centimetri, il piantato deve essere costruito in robusto in acciaio ad alto spessore. Ottimo anche per smuovere la terra, la funzione principale di questo strumento è quella di piantare fiori e piantine da orto di diverso tipo. Il manico deve sempre essere costruito in plastica resistente.

giardinaggio attrezzi

Originariamente il piantatoio era in legno, a forma di L per facilitare l’impugnatura. Ad oggi, i materiali sono cambiati ed esistono tanti altri attrezzi utili alla coltivazione. Per noi il piantatoio rimane immancabile!

Paletta

Paletta, uno degli attrezzi da giardino con diversi utilizzi e funzioni. La paletta sarà utile per il vostro giardinaggio, sia per piantare piccoli fiori o arbusti nel terreno che per praticare dei solchi in uno spazio limitato, per poi seminare. Le dimensioni di solito si aggirano intorno ai 40 centimetri per il giardino, mentre il materiale consigliato è sempre l’acciaio ad alto spessore.

Come abbiamo già detto, è lo strumento ideale per tanti lavori in giardino e che non può mai mancare nella nostra borsa degli attrezzi. Scavare buche, dissodare il terreno duro e piantare fiori ma non solo. La paletta serve anche per travasare perchè, i suoi bordi morbidi, seguono alla perfezione la forma del vaso.

Scopetta

Arriviamo ora a parlare della scopetta, un altro attrezzo da giardinaggio di cui molti avranno sentito parlare. L’utilizzo più comune è quello di utilizzarla per scopettare foglie ed erba secca dal giardino, prima di piantare nuovi semi o bulbi per esempio. Sempre rispettando i 30 centimetri di lunghezza, la scopetta in acciaio ad alto spessore presenta alcuni denti utili a rimuovere foglie secche anche in mezzo a siepi e cespugli.

Si tratta sicuramente di un attrezzo essenziale, soprattutto durante la stagione autunnale dove sarà necessario ripulire il prato e il terreno piuttosto di frequente. Se la superficie da pulire è piuttosto ampia, vi consigliamo naturalmente di acquistare un modello dalle dimensioni più grandi. Attenzione sempre al materiale, anche del manico.

guanti giardinaggio

Guanti

Ne esistono di tantissimi modelli e varianti differenti, ma i guanti da giardinaggio non possono proprio mancare tra i vostri attrezzi e strumenti. Dalla delicata fibra di bamboo, ideale per chi è allergico a tessuti tradizionali, fino ai materiali antispina e antitaglio. La motivazione igienica è una delle principali da prendere in considerazione, il vostro giardino sarà sicuramente il più pulito ai vostri occhi ma la quantità di animali e batteri potrebbe spaventarvi. Meglio indossare un comodo paio di guanti!

Non solo, si tratta anche di una protezione essenziale per svolgere qualsiasi lavoro di giardinaggio. Dalle spine fino al rischio di tagliarsi o di ferirsi, sempre meglio indossare un paio di guanti resistenti. Le piccole aggiunte di gomma antiscivolo sulle dita vi permetteranno di afferrare tutto con più sicurezza. Attenzione alla misura, in questo caso, per evitare che siano troppo grandi o troppo stretti!

Giardinaggio: Fiori e Piante

Oltre alla semina e al prato del proprio giardino, fiori e piante sono due elementi essenziali per decorare e rendere più prezioso il proprio giardino. Da un punto di vista estetico, per colori e profumi, ma anche per creare un perfetto rifugio in cui trascorrere giornate da soli o in compagnia. A seconda del tipo di pianta o fiore, naturalmente, sono richieste attenzioni e cure differenti. Molto dipende anche dalle dimensioni del vostro angolo verde e da cosa desiderate piantare.

Per quanto riguarda le piante, dobbiamo fare attenzione al tipo di esposizione al sole e di irrigazione di cui hanno bisogno le singole varianti. L’ideale è optare per piante sempreverdi, che dunque siano sempre ricche di foglie e non ingialliscano mai. Questo permette di riempire al meglio il nostro giardino, oltre che proteggerci da sguardi indiscreti. Per esempio le piante di alloro sono sempreverdi perfette. Piuttosto che cespugli di ortensie o gelsomini diventano particolarmente rigogliosi, creando sempre un bellissimo effetto estetico, pur non essendo sempreverdi. Oltre a fare attenzione alle dimensioni, prendiamo in considerazione anche le condizioni climatiche, il tipo di terreno più adatto e il tipo di illuminazione di cui la nostra pianta ha bisogno. Dagli arbusti a media altezza a quelli tappezzanti, la scelta è molto ampia!

giardinaggio

Passando invece ai fiori più amati nel giardinaggio, le varianti sono moltissime e anche qui vanno scelte con cura. Anche in questo caso, le caratteristiche da prendere in considerazione sono tante:

  • esposizione al sole, il tipo di illuminazione è molto importante! Bisogna valutare, a seconda di dove
  • dimensioni del verde e dello spazio coltivabile, dobbiamo capire se il fiore scelto ha bisogno di tanto spazio per crescere oppure no.
  • tipologia di terreno, dobbiamo fare attenzione alla scelta di fiori che necessitano di fertilizzanti particolari, oltre che un terreno più o meno secco.
  • fiori già presenti nel nostro giardino, si tratta di piante infestanti oppure no? Dobbiamo affiancare fiori che convivano bene gli uni con gli altri.

Giardinaggio: i Vasi

Abbiamo già dedicato un articolo ai vasi da esterno, più adatti non solo al giardino ma, in generale, a ogni ambiente esposto agli agenti atmosferici. Come già sappiamo, le caratteristiche da prendere in considerazione sono numerose. Vediamo alcune delle più importanti da valutare prima di un acquisto:

  • Dimensioni, sicuramente da tenere in considerazione prima di acquistare un vaso. Parliamo sia delle dimensioni del vaso rispetto al giardino e al luogo in cui desideriamo inserirlo, ma anche valutando la grandezza della pianta. Le radici devono sempre avere il giusto spazio per crescere così come le loro radici, in futuro potrebbe essere necessario anche un travaso!
  • Materiale, dalla terracotta fino al cemento e alla plastica. Possiamo dire che, in generale, i materiali migliori sono quelli che garantiscono soprattutto buona porosità. Per esempio, ceramica e terracotta garantiscono sia adeguati scambi gassosi tra le radici e l’atmosfera esterna che la perdita di acqua presente in eccesso nel terriccio.

fiori e piante

  • Colore, dipende tutto dal resto del giardino e dal suo arredamento. Meglio optare per colori che non attraggono troppo la luce del sole, come potrebbe accadere per il nero, ma per il resto libero spazio all’immaginazione. Un po’ come per gli interni di casa, cercate di creare un fil rouge tra stile miminal piuttosto che stile country anche con i vasi da esterno.
  • Profondità, essenziale! Serve per regolare la crescita delle radici, in connessione con le dimensioni generali del vaso.
  • Fori di drenaggio, devono sempre essere presenti. Questo permette alle piante di regolarsi sulla quantità di acqua nel vaso, senza accumuli pericolosi.

Giardinaggio: Idee

Trovare ispirazione per il proprio giardino è facile, le riviste sono tantissime (ne parleremo meglio nel prossimo paragrafo) così come le foto disponibili online. Cercheremo di chiarire diverse tipologie di giardino, per capire come organizzare il proprio angolo verde e come decorarlo.

  • Partiamo dal giardino all’italiana, molto diffuso e conosciuto per la presenza di uno schema ben delimitato. In questo caso, la caratteristica fondamentale è quella di creare aree verdi con forme ben precise. Molto probabilmente, in questo caso, dovremo coinvolgere esperti con strumenti e manutenzione necessaria. frequente e duratura. Le aree geometriche ben precise che, in un giardino, potrebbero caratterizzare i lati, sono creare attraverso siepi capaci di rappresentare giochi geometrici ben strutturati.
  • Il giardino alla francese, d’altra parte, è caratterizzato dalla grandiosità delle sue componenti. Naturalmente dobbiamo adattare tutto alle dimensioni del nostro angolo verde, ma questa variante è caratterizzata da ampi corsi e viali delimitati da siepi e piante. Da sottolineare anche l’eventuale presenza di fontane e strutture simili, per abbellire e decorare il giardino stesso. Piante, fiori e illuminazione vengono scelte con estrema attenzione.

giardino giapponese

  • Concludiamo con il giardino alla giapponese, uno stile molto differente da quello occidentale. Proprio come l’arredamento giapponese, questa tipologia di giardino risulta essere estremamente affascinante. Pochi elementi organizzati con molta cura, l’obiettivo è sempre quello di creare un ambiente rilassante.

Giardinaggio: le Riviste Migliori

Quali sono le riviste migliori da cui prendere spunto per il proprio giardino e per le attività di giardinaggio? Vediamo una lista delle riviste più conosciute e famose.

giardino

  • Gardenia, senza ombra di dubbio una delle più amate riviste di giardinaggio. Un vero e proprio classico della editoria italiana, Gardenia è una rivista nata nel lontano 1984 e da allora si è sempre contraddistinta. Si tratta di un periodico mensile, su cui trovare numerose informazioni sulla coltivazione di fiori, piante, orti e giardini. Nuove varianti di piante e fiori da tutto il mondo, con ogni peculiarità. Ma anche articolo e foto relative allo splendore dei giardini, dei terrazzi e anche dei balconi di casa. Il prezzo è all’incirca di 4€, in edicola e anche online.
  • Un’altra rivista molto conosciuta è senza ombra di dubbio Rosanova. Si tratta di un periodico trimestrale, dunque pubblicato ogni 3 mesi, in cui l’arte del giardinaggio viene affrontata sotto l’aspetto botanico e progettuale, ma anche storico ed estetico. Il prezzo è all’incirca di 10€, una fonte inesauribile di ispirazione per il proprio giardino.
  • VilleGiardini è un altro capolavoro dell’editoria italiana, creata nel 1956 e ancora attiva. Anche in questo caso, si tratta di una rivista periodica che viene pubblicata ogni mese. Qui non troveremo idee solo per il nostro giardino e per gli esterni. Parte della rivista è infatti dedicata anche all’architettura ed all’arredamento di appartamenti, ville e mansarde.
  • Infine, sentiamo di potervi consigliare una rivista che arriva dalla Francia. Stiamo parlando di Mon Jardin & Ma Maison, un periodico ricco di idee e spunti per arredare e decorare sia esterni che interni. In questo caso, sarà sicuramente semplice trovare la rivista in edicole molto fornite piuttosto che online.

Vedi anche: Prato giardino

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.