Colore Beige: Come si fa? Significato e Abbinamento

Come si fa il colore Beige? Il significato di questo particolare colore con l’abbinamento ideale nell’arredamento della casa. In effetti il colore Beige è uno delle tonalità di tendenza e, soprattutto, uno dei punti cardini nell’ambito di uno degli stili più amati della contemporaneità: ovvero il celebre Shabby Chic. Vediamo quali sono le caratteristiche di questo colore e come abbinarlo nel modo giusto nella nostra casa.

Il colore beige è una sfumatura del marrone tendente al grigio. È un colore molto interessante sotto diversi punti di vista che vanno dal suo significato alla sua composizione. Si tratta di un colore neutro e naturale. L’origine del nome è francese e veniva utilizzato per descrivere la colorazione della lana al naturale quando non era stata ancora sottoposta a nessuna tinta e nessun processo di trattamento.

Colore beige: come si fa?

Prima di andare ad elencare le caratteristiche del colore beige, cerchiamo di capire come si ottiene questa particolare tonalità attraverso la mescolanza di colori primari e secondari. Innanzitutto per ottenere il beige bisogna mescolare il bianco al marrone. Successivamente, però, si potrebbe anche aggiungere un terzo colore a piacimento in base alle nostre esigenze rendendo questo colore più luminoso (aggiunta del giallo) o più scuro (goccia di nero) ecc.

Significato

Il significato del colore beige è rappresentato essenzialmente dal fatto che trasmette calma, pace e serenità. È una tonalità che invoglia alla conversazione a causa dell’effetto rilassante che esercita. In alcuni casi è associato al lusso e all’ostentazione. Nell’interior design il beige viene usato per rompere la monotonia del bianco puro e la sua estrema luminosità. Nell’abbigliamento indossare il beige significa non voler attirare l’attenzione, ma essere eleganti, sobri e sofisticati. È il colore ideale nei contesti lavorativi l’ufficio.

Si tratta, in effetti, di un colore neutro, a bassa saturazione, spesso usato per i fondi per la sua capacità di non catturare l’attenzione e non fungere da distrattore. Esistono numerose varianti di questa tonalità, dal colore beige chiaro (in cui predomina il bianco), al caffè beige (in cui predomina il marrone) fino al colore beige naturale che corrisponde esattamente al colore della lana non lavorata. Spesso il beige viene chiamato anche in altri modi come color sabbia o pergamena.

Il beige è un colore morbido capace di offrire un senso di calma e rievocare la natura in autunno. Si tratta di un colore unico nello spettro dei colori perché è in grado di assumere toni freddi o caldi a seconda dei colori a cui viene accostato. Quindi attenzione all’abbinamento colori. Il beige possiede il calore del marrone, ma anche la freschezza del bianco. Come il marrone, talvolta è percepito come noioso.

 Abbinamento

Il colore beige è una delle tonalità più amate per arredare casa. Come tutti i colori neutri, è versatile, semplice da abbinare e dona una sensazione di calma e tranquillità. Si mostra adatto ai più svariati stili d’arredo: dallo stile country al minimal, dallo stile rustico al nordico. Sono numerose le possibilità per introdurre il beige tra le mura domestiche. In primis può essere usato per i mobili e complementi d’arredo da abbinare a parquet e pareti in legno chiaro. Beige possono essere le poltrone, i divani, i cuscini, le tende e la biancheria di una casa in stile shabby chic o provenzale. Il beige è privilegiato anche nei rivestimenti, piastrelle e mattonelle. Si addice a qualsiasi stanza: bagno, camera da letto, soggiorno, cucina. L’unico ambiente in cui viene sconsigliato è la cameretta dei bambini.

Pareti colore beige

Il colore delle pareti è fondamentale: si tratta di una scelta che precede quella dei mobili. Tinteggiare di colore beige le pareti significa conferire all’ambiente un tono accogliente ed armonioso. Se si esagera, questo colore può risultare alla lunga noioso alla vista. Per evitare ciò basta creare contrasti ad hoc con un abat-jour di colore rosso acceso, un quadro sui toni del verde o delle tende color carta da zucchero se avete una vena romantica. Se desiderate una cucina di colore beige, potete provare con il tono sul tono, abbinando le pareti ai mobili e creando contrasto scegliendo un top in marmo con venature. Il soffitto lasciatelo bianco. Ottima idea anche alternare 2 pareti beige con 2 pareti di tonalità simili come il tortora. Da evitare l’abbinamento beige/nero.

Il beige conferisce grande classe e raffinatezza a qualsiasi ambiente, anche al bagno. Risulta una scelta perfetta per un bagno minimalista. Se lo stile è classico meglio abbinare sanitari di colore bianco, se lo stile è shabby potete osare con sanitari color panna e il mobile del lavabo di marrone scuro in legno, dall’aspetto volutamente vissuto e consumato.

Abbigliamento colore beige

Il colore beige, detto anche color cammello, è un colore adatto a tutte, esattamente come il bianco o il nero. Il segreto è sceglierlo nella sfumatura giusta. Per le bionde è preferibile un colore beige tendente al miele, per le brune una tonalità cannella e per le rosse un color beige più acceso. Chi sceglie di indossare il colore beige ama la sobrietà, la classe e la concretezza. È il colore della Madre terra e non può che essere caldo ed avvolgente come un abbraccio.

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.