rivestimenti bagno

Rivestimenti bagno: 5 idee e prezzi da Leroy Merlin a Bricoman

Rivestimenti bagno, una delle caratteristiche più importanti da prendere in considerazione in fase di costruzione o ristrutturazione bagno. Per essere davvero un luogo di benessere e un’oasi di relax, è essenziale scegliere materiali di rivestimento capaci di resistere a lungo alle temperature e all’umidità di questo locale. Per quanto riguarda le pareti, lo scopo è optare per una eccellente resistenza all’usura e all’acqua, oltre che a una facilità nell’igienizzazione e nella pulizia. Le funzioni possono cambiare in base all’utilizzo, ma indipendentemente dalla superficie è importante la solidità del materiale.  

Anche per quanto riguarda i pavimenti del bagno, il discorso non cambia. Rivestire pavimenti e pareti del bagno è importante per evitare la formazione di muffa. Essendoci una grande quantità di vapore acqueo, le pareti potrebbero assorbirlo e far proliferare quantità enormi di batteri. Oltre all’aspetto estetico dei problemi di muffa, si tratta di una sostanza pericolosa per la salute, soprattutto se inalata in casa. 

rivestimenti bagno

Il rivestimento a pareti e pavimenti deve far scivolare via l’umidità in eccesso, impedendo alla muffa di formarsi anche dove non possiamo vederla ed eliminarla. All’interno di questo articolo, proveremo a parlare dei diversi materiali, sviluppati anche nel corso degli ultimi anni, per adattarsi a ogni esigenza, stile di arredamento e gusto personale. Anche la fase di posatura e composizione del rivestimento bagno è centrale. Che si tratti di lastre o piastrelle bagno, teniamo a mente che maggiore è il formato, minore saranno le fughe visibili all’occhio. Le fughe rendono otticamente più piccolo il bagno. Inoltre, proprio qui potrebbe formarsi della muffa tra piastrelle, perchè la zone è più umida dunque i batteri si annidano con facilità. 

Vediamo più nei dettagli 5 idee di rivestimento bagno, prezzi e marchi tra cui poter scegliere.

Rivestimenti Bagno: 5 idee

Rivestimenti bagno e 5 idee per renderlo unico. Dopo aver sottolineato l’importanza di optare per materiali di alta qualità, capaci di durare nel corso del tempo e rivelarsi un ottimo investimento, vediamo ora quali sono le opzioni a disposizione. A differenza di ciò che potremmo credere, i materiali sono tanti e adatti a bagni dall’arredamento classico allo stile minimal.  

Sul mercato, sono principalmente due le soluzioni tra cui possiamo scegliere, con finiture e colorazioni diverse. Da una parte le mono-cotture o bi-cotture, nel caso di piastrelle e lastre con decori particolari e maioliche. Dall’altra, il grès porcellanato, un’ottima soluzione versatile anche per il bagno. Entrambe sono soluzioni del tutto valide, nel caso del grès è maggiore la resistenza al calpestio, la facilità nella pulizia e minore la quantità di sporco accumulabile. Inoltre, abbiamo anche l’opportunità di scegliere tra effetti diversi, da legno, pietra, cemento e così via.

rivestimenti bagno

Anche le piastrelle sono però una soluzione per arredare il bagno di design veramente unica. Naturalmente, i materiali da impiegare per il bagno non devono assorbire l’acqua e devono avere una composizione chimica particolare, così da non permettere ai prodotti per la pulizia di intaccarne la consistenza. Inoltre, i materiali impiegati per il rivestimento del bagno devono essere facili da pulire e molto resistenti. Le piastrelle in mono-cottura sono caratterizzate da una superficie smaltata, formate per pressatura con un unico processo di cottura, che interessa e coinvolge il supporto e lo smalto allo stesso tempo.

Vengono impiegate soprattutto per la pavimentazione interna dei bagni perchè non garantiscono un’alta resistenza ai flussi continui e costanti di acqua. Nel caso delle bi-cotture, la doppia cottura serve per il supporto e per lo smalto, sono caratterizzate da una superficie brillante ma anche delicata. Per questo, non sono impiegate per la realizzazione di pavimentazioni, ma ampiamente per i rivestimenti.

Rivestimenti bagno Effetto pietra 

Fin da tempi piuttosto antichi, la pietra era uno dei materiali più utilizzati per i rivestimenti bagno nelle case. Questo perchè tutte le caratteristiche cercate in un rivestimento edilizio sono rintracciabili nella pietra naturale, dato che quest’ultima, essendo una roccia, è molto resistente all’umidità, agli agenti atmosferici e alle alte temperature. Le tipologie di pietre più usate per i rivestimenti interni sono il basalto e il granito, entrambi di origine lavica e vulcanica, il porfido che deriva dal raffreddamento della lava e la quarzite, una roccia metamorfica. Uno dei motivi per cui la pietra naturale non è largamente utilizzata è il costo. Soprattutto se si parla di rivestimenti interni, la tendenza è quella di optare per materiali ugualmente resistenti ma più economici. 

Il gres porcellanato riesce a aiutarci nella missione di trovare un rivestimento a effetto pietra meno costoso ma ugualmente elegante e moderno. Perfetto per un bagno moderno e non solo, riusciremo a ottenere il fascino della pietra naturale anche grazie al gres.

rivestimenti bagno effetto pietra

Grès e pietra

Stiamo parlando di una ceramica a pasta compatta e dura, colorata in modo differente e non porosa. Il materiale è molto apprezzato perché è estremamente resistente, rigido e duro, inoltre offre anche eccellenti risposte in caso di abrasione. Facile da igienizzare, riduce di molto la probabilità di muffe e batteri in bagno. Il gres porcellanato è composto da impasti di argille, sabbia e altre sostanze naturali, disponibili in tanti formati diversi. Sintesi perfetta tra gusto e praticità, i formati più comuni in commercio sono 30 x 60 e 60 x 60 cm, ma si trovano anche quelli più innovativi come il grande formato 75 x 150 cm. 

L’aspetto incredibile riguarda lo studio dietro la creazione del gres con effetto naturale. Per esempio, in alcuni casi la grafica riprende quella di una pietra naturale calcarea e risulta essere molto stonalizzata: le differenze di tono fra le facce sono piuttosto evidenti, tanto da avere 12 facce diverse per ogni colore. In questo modo, l’effetto complessivo è di un prodotto estremamente naturale, neutro, che consente di creare ambienti con stili molto diversi fra loro, ma tutti valorizzati dal fascino della pietra naturale.

Rivestimenti Bagno Resina 

La resina è un materiale che inizialmente veniva usato solo per realizzare pavimentazioni industriali all’interno di strutture pubbliche o private. Nel corso del tempo, ha subito una vera e propria rivalutazione anche nello stile di arredamento contemporaneo, diventando soluzione perfetta anche per i rivestimenti bagno. Scelta molto diffusa per il design d’interni, la resina ha un’alta resistenza meccanica e termica, è semplice da igienizzare e può addirittura essere applicata anche sui pavimenti esistenti, senza doverli rimuovere. 

In generale, è importante sapere che la resina usata in edilizia per gli arredi bagno e casa non è quella vegetale, prodotta naturalmente dagli alberi e dalle piante, e che in passato veniva estratta per essere utilizzata come potente impermeabilizzante. Si tratta di una resina sintetica, il risultato di una serie di processi chimici industriali, ideali anche per contrastare l’umidità. Detto questo, è importante differenziare tra i vari tipi di resina, che attualmente in commercio sono tre: la resina epossidica, la resina acrilica e quella cementizia. 

bagno in resina

Nel primo caso, la resina epossidica è un prodotto liquido che, se esposto ad una temperatura minima di 10-15°C, inizia a catalizzare diventando quindi resistente e solido. La resina acrilica invece si ottiene per polimerizzazione di una varietà di monomeri, sia acrilici sia metacrilici. Mentre quella cementizia si ottiene mischiando insieme cementi e additivi a base di resina. Questa questa particolare composizione conferisce al materiale un’alta resistenza agli agenti chimici, ai sali, agli oli e al calpestio, oltre ad una caratteristica impermeabilità, rendendolo un perfetto rivestimento anche per le pavimentazioni.

Rivestimenti Bagno Legno 

A differenza di ciò che si potrebbe credere, l’utilizzo del legno in bagno non è del tutto sconsigliato. Il legno massello è un materiale vivo oltre che naturale, questo significa che ha la capacità di assorbire e rilasciare umidità. Questo crea un clima salutare nella stanza, inoltre possiamo optare per tipologie di legno note per il loro effetto antibatterico grazie all’elevato contenuto di acidi. Anche in questo caso, la caratteristica è ideale per una zona con il bagno dove l’igiene è di fondamentale importanza. 

rivestimenti bagno legno

In linea generale, tipologie di legno come il teak, il cedro o il carrubo sono scelte perfette per i rivestimenti bagno, grazie alle loro qualità naturali. D’altra parte, i trattamenti isolanti specifici e il ricorso a oli naturali protettivi sono capaci di rendere il legno un materiale perfettamente adatto anche per il bagno. È importante tenere a mente che il legno non trattato non ha possibilità di entrare in bagno. Oli, smalti e vernici sono i trattamenti ideali per evitare che l’umidità penetri nel materiale. Questo vale anche per piccoli inserti e scanalature del pavimento, il legno al naturale non è adatto.

L’altro consiglio utile da tenere a mente riguarda la tipologia di legno scelta. È consigliabile optare per legni silenziosi, cioè legni duri e resistenti, in quanto molto poco sensibili all’umidità. Fidandosi anche al consiglio di un esperto, tra i legni che sono più largamente usati vi sono il noce, il larice, il wengé e l’abete rosso. Inoltre, i pannelli di legno sulle pareti devono essere sempre ventilati. Evitiamo l’utilizzo di detergenti particolarmente aggressivi e manteniamo una buona circolazione di aria, in questo modo potremo anche abbellire il nostro bagno rustico in legno.

Rivestimenti Bagno Gres porcellanato

Partiamo con il definire il gres porcellanato, uno dei materiali più usati e apprezzati soprattutto nello stile contemporaneo e moderno. A partire dal grès rosso, tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, si può parlare della nascita della produzione industriale del grès porcellanato. Da questo punto di vista, l’Italia ne è protagonista con il distretto di Sassuolo. Il gres è una particolare tipologia di ceramica compatta, basta osservare le piastrelle realizzate in questo materiale per suddividere facilmente le due parti componenti. Da una parte, il supporto che serve per conferire la particolare robustezza e resistenza tipica del grès. Dall’altra invece, la parte smaltata che garantisce la valenza estetica e moderna, riprendendo la finitura della porcellana.

Usato per i rivestimenti bagno e di qualsiasi altra zona della casa, risulta particolarmente apprezzato grazie alle sue caratteristiche e qualità. Prima tra tutte, la resistenza all’abrasione dunque è ideale anche per il bagno, dove le pareti e i pavimenti possono macchiarsi con detergenti e prodotti per l’igiene. Il grès anche una buona resistenza all’usura e all’utilizzo di prodotti chimici, in alcuni casi necessari per una buona pulizia e igienizzazione profonda. Anche con l’umidità, il materiale risulta impermeabile e quindi ideale per evitare la formazione di muffe e batteri. Detto questo, grazie anche alle diverse finiture, il grès è amato per la sua compattezza, versatilità e il grande impatto estetico.

grès porcellanato bagno

La posa delle piastrelle in grès senza fuga è uno dei motivi per cui è così tanto usato anche in bagno. In questo modo, a differenze delle piastrelle in mono cottura, è possibile progettare superfici omogenee e ampliare la dimensione percepita dello spazio. L’abbinamento, anche in bagno, è flessibile, dal cemento al legno, e possiamo spaziare anche nella scelta delle finiture: naturale, levigata oppure decorazione a tutto spessore.

Rivestimenti Bagno Marmo 

Per i rivestimenti bagno, abbiamo la possibilità di esplorare e scegliere tra diverse tipologie di marmo. A differenza di ciò che potremmo credere, il marmo bianco di Carrara non è l’unico, esiste il marmo nero, il marmo rosa e anche il marmo grigio. Questa ampia gamma di colorazioni e texture tra cui poter optare si adatta alla perfezione a stili di arredamento molto diversi. Dal greco antico màrmaros, il termine significa pietra splendente proprio perchè il marmo è una pietra metamorfica, cioè capace di riflettere la luce in diversi modi, risultando chiaro e traslucido, grazie a un effetto definito “cera”.

In termini di composizione, il marmo è prevalentemente composto da carbonato di calcio e si forma attraverso un processo metamorfico che avviene tra rocce sedimentarie, il calcare e la Dolomia. Le diverse colorazioni e le sfumature che rendono unico il marmo, sono invece il prodotto della presenza di impurità minerali nella roccia, come argilla, sabbia e ossidi di ferro. Si abbina alla perfezione agli specchi bagno, proprio perchè capace di ampliare l’ambiente.

bagno marmo

Tipi di marmo

Tra le tipologie di marmo tra cui scegliere per i rivestimenti bagno, troviamo:

  • Marmi clastici, cioè che si presentano sotto forma di piccoli accumuli nelle rocce, nei fossili cementati e in materiali calcarei o silicei.
  • Marmi serpentinosi, conosciuti anche come “marmi verdi di Prato”. Questo perchè la loro denominazione deriva dalla rocca da cui hanno origine, il serpentino. Oltre al verde, possono avere tonalità più scure, tendenti al blu e il giallo.
  • Marmi calcarei cristallini, cioè marmi caratterizzati dalla presenza di cristalli di grandi dimensioni e dall’assenza di impurità. L’aspetto dei cristallini ricorda lo zucchero cristallizzato, dato che presenta cristalli creati dalla sovrasaturazione delle soluzioni.
  • Marmi calcarei criptocristallini, marmi caratterizzati da una struttura cristallina meno definita rispetto ai marmi calcari cristallini. Inoltre, sono riconoscibili per la presenza di fossili variopinti, responsabili delle varie colorazioni.

Il marmo è una buona opzione per il nostro bagno. Ma è importante tenere a mente che si tratta di una roccia metamorfica composta soprattutto da carbonato di calcio. Di conseguenza, ha una buona resistenza ma, il marmo, non è eterno come si sente spesso ripetere. La superficie che viene levigata con lo scopo di far acquisire la luminosità, deve essere anche trattata con articoli per marmisti come sono gli idrorepellenti. Comunque bene al marmo per i rivestimenti bagno ma affidiamoci ad esperti del settore, che sappiano anche consigliarci come mantenere questo materiale a lungo nel tempo. Serve attenzione e cura, come per il legno.

Rivestimenti Bagno: prezzi

Definire con esattezza i prezzi per i rivestimenti bagno è molto difficile, proprio perchè dipende dal tipo di materiale, dalle dimensioni del nostro bagno e dall’intervento che vogliamo considerare. Teniamo anche a mente i vantaggi elaborati nel corso degli ultimi mesi. Primo tra tutti, l’ecobonus 2020 e gli interventi compresi al suo interno. Riuscire a ristrutturare il proprio bagno sfruttando il superbonus 110% significa farlo gratis se inserito in un progetto di miglioramento energetico dell’abitazione. Affidiamoci ad un esperto per capire se è possibile prevedere un intervento di questo tipo.

Per quanto riguarda la posa delle piastrelle, dobbiamo prevedere un costo di circa  € 18 – € 30 al mᒾ per piastrelle classiche, di circa € 15 – € 20 al mᒾ su piastrelle vecchie e invece per mosaico un prezzo di € 50 – € 60 al mᒾ. Il rifacimento del massetto, cioè strato di supporto per la posa della pavimentazione, ha un costo di circa € 25 – € 30 al mᒾ . D’altra parte, rifare un battiscopa prevede un costo di € 6 – € 8 al metro. 

rivestimenti bagno prezzi

Il prezzo sale quando si parla di marmo, proprio per il pregio del materiale. Indicativamente, si considera un costo 160 €/m²  per un rivestimento bagno in marmo. L’utilizzo dei materiali naturali, come per il legno, ha un prezzo più alto.

Rivestimenti Bagno Leroy Merlin

Leroy Merlin è una azienda che si occupa di fornire accessori per tutto ciò che riguarda la casa e il giardino. Nasce in Francia nel 1923 ad opera di Adolph Leroy e Rose Merlin, che aprono un negozio a Noeux-Les-Mines di residui bellici. Dopo un percorso di 53 anni, anche attraverso l’inserimento di nuovi collaboratori e tipologie di prodotto più orientate al Bricolage e al Fai da te, Leroy arriva in Italia nel 1996 con l’apertura del primo punto vendita di Solbiate Arno, in provincia di Varese. Ad oggi, è un punto di riferimento importante anche per i rivestimenti bagno e tutto ciò che serve per arredare questo locale.

rivestimenti bagno leroy merlinNella sezione dedicata del sito, è possibile scegliere tra ben 965 prodotti, con numerosi filtri tra cui scegliere dal tipo di materiale alla fascia di prezzo. Uno dei grandi vantaggi di Leroy Merlin riguarda anche la possibilità di scegliere rivestimenti con un prezzo piuttosto economico, dai listelli fino alle piastrelle.

Per esempio, troviamo la piastrella per rivestimenti Astuce 20 x 20 cm sp. 6.5 mm grigio a soli 2,90€ per pezzo. Il numero di riferimento è 81253777, il materiale principale di composizione è la maiolica, opaca e di forma quadrata. La misura in centimetri della larghezza è di 20 centimetri, in altezza 19.7 cm, uno spessore di 6.5 mm e una larghezza della fuga consigliata di 3-5mm. 

In una fascia prezzo diversa troviamo la piastrella per rivestimenti Murano 26 x 28 cm sp. 8 mm bianco, con Ref. 81253670, in foto. Il prezzo, in questo caso, sale a 179.00 € al

In monocottura pasta bianca, l’effetto marmorizzato delle piastrelle è inconfondibile. Ideale per posa a pavimento o a parete in ambienti interni alla casa, resiste alle macchie e o spessore 8 mm è indicato per essere posato in abbinamento con la maggior parte delle piastrelle.

Rivestimenti Bagno Bricoman

Bricoman Italia è una azienda che nasce nel 2008, con una formula pensata e strutturata per offrire ai professionisti e alle piccole imprese un moderno modello distributivo. Questo perchè il focus è la vendita di prodotti tecnici per la costruzione, la ristrutturazione, fino alla finitura della casa e delle collettività. La formula ingrosso e dettaglio consente a Bricoman di rivolgersi, allo stesso tempo, di essere aperti anche al grande pubblico. Per questo, è vasta anche la scelta di rivestimenti bagno tra cui poter scegliere.

Sono ben 216 i risultati trovati, a seconda della fascia di prezzo e del materiale. La caratteristica di questo marchio è che vende anche prodotti di altri marchi, come MOMA o Spray Dry. Tra i prodotti originali troviamo il rivestimento per pavimento interno Loop Mix con 12 decori e una misura di 20 cm per 20 cm e uno spessore di 0,74 cm. Realizzato in gres porcellanato smaltato, queste piastrelle sono in pasta bianca con una superficie opaca.

bagno bricoman

La resa è di 1,58 mq, con un pallet composto da 48 cartoni. Con una buona resistenza al freddo e all’umidità, il prezzo al mq è di € 11,90 mentre il prezzo al cartone è di € 18,80. Un dettaglio interessante aggiunto alla descrizione riguarda l’indice di PEI, cioè la resistenza della piastrella in grès all’abrasione. In questo caso, il PEI è di 4. Per andare sul sicuro, è bene scegliere almeno una piastrella con PEI pari a 3 o pari a 4, in quanto può essere posata in qualsiasi ambiente della casa.

Un’altra tipologia di rivestimento bagno è un rivestimento effetto resina in monocottura, con una misura di 25 cm per 76 cm, con uno spessore di 1 cm. Con superficie monoporosa, in pasta bianca, l’effetto ottenuto è quello in resina satinato. Il prezzo al mq è di € 16,90, mentre il prezzo al cartone è di € 19,27. Con una buona resistenza all’umidità, il decoro è piuttosto elegante.

Rivestimenti Bagno Marazzi

Marazzi è uno dei marchi più noti nel settore delle piastrelle di ceramica. Presente in più di 140 Paesi, è universalmente riconosciuto come sinonimo di qualità per pavimenti in ceramica, rivestimenti oltre che simbolo del miglior made in Italy nel settore dell’arredamento e del design. Marazzi è stata fondata nel 1935 a Sassuolo, in un’area che sarebbe diventata il polo all’avanguardia a livello internazionale nella creazione di piastrelle di ceramica di pregio, cresciuto nei decenni anche grazie all’azienda.

Sul sito dell’azienda possiamo leggere che le piastrelle di ceramica e gres porcellanato Marazzi sono antiscivolo, durevoli, resistenti, semplici da pulire e non hanno bisogno di particolari trattamenti di manutenzione. Queste caratteristiche le rendono preferibili ad altri tipi di soluzione, ad esempio la pietra, il legno o la resina per i pavimenti e la carta da parati o l’idropittura per le pareti. La resa estetica del grès è straordinariamente naturale e realistica.

Inoltre, è importante tenere presente che le piastrelle con finitura opaca rendono l’illuminazione del bagno più soffusa, mentre, al contrario, con finitura lucida la rendono più intensa. Le mattonelle con effetto tridimensionale, invece, possono creare giochi di luce e sfumature d’ombra molto interessanti. In generale, è importante precisare che, per conoscere prezzi e preventivi, è necessario visitare la sezione “contattaci” del sito.

rivestimenti bagno marazzi

Tra le collezioni Marazzi di rivestimenti bagno presenti sul sito, troviamo Alba (in foto), piastrelle in grès con effetto Pietra e Legno. Questa collezione è realizzata in Puro Marazzi Antibacterial. Si tratta della nuova tecnologia antibatterica per le superfici ceramiche, realizzata per eliminare fino al 99,9% batteri e altri microrganismi nocivi. Questo contrasta in modo rapido ed efficace la loro proliferazione e prevenendo la formazione di macchie e odori sgradevoli. Ideale per il bagno, è prodotta per il 40% con materiali riciclati e una superficie StepWise, antiscivolo, morbida al tatto e facile da pulire. Le colorazioni sono 4 e i formati 5. 

Rivestimenti Bagno Iperceramica

Iperceramica è una delle più grandi catene italiane di negozi per la vendita di pavimenti, rivestimenti, parquet e arredo bagno. Si tratta di un marchio registrato di BayKer Italia S.p.a. con sede e magazzino centrale a Fiorano Modenese (MO), Italia. È particolarmente amato dai suoi clienti per l’ottima proporzione tra qualità e prezzo piuttosto vantaggioso.

Possiamo dire che, con diverse colorazioni e fasce di prezzo, a seconda delle esigenze e dell’utilizzo, sia piastrelle che mattonelle per il bagno possono essere di materiali differenti. In Iperceramica si trova uno dei classici, la ceramica, che può essere a monocottura, cioè con un unico passaggio all’interno del forno e poi colorate, oppure a bicottura, che prevede un passaggio ulteriore nel forno, con la finitura di smalto che viene fatta solo in un secondo momento.

Tra i materiali più scelti negli ultimi anni c’è il gres porcellanato: si tratta di una ceramica compatta, costituita da un supporto e un parte smaltata unite in un pezzo unico. Un altro tipo di rivestimento molto elegante ed allo stesso tempo molto solido, è la pietra naturale, un materiale capace di assorbire il calore nei mesi più freddi, soprattutto se abbinato ad un ottimo sistema di radiatori.

Una delle proposte sul sito è rivestimento esagonale in grès porcellanato, decorato in un formato 21 cm per 10,5 cm. Si tratta di un grès porcellanato per pavimento e rivestimento serie HOPI, nelle colorazioni Gesso, Canapa, Cacao, Cenere e Lavagna. Il prezzo è di 24,99 € al Mq. D’altra parte, Iperceramica offre anche piastrelle in bicottura come il rivestimento della linea Forest in formato 25×40, disponibile in Grigio o Antracite. La scelta del materiale deve adattarsi al tipo di ambiente che vogliamo arrivare e, allo stesso tempo, a quelle che sono le nostre esigenze.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.