Colore Glicine: Pareti, Abbinamenti, Significato e Come si Ottiene

Il colore glicine per le pareti di casa con gli abbinamenti, il significato psicologico di questa tonalità e come si ottiene uno dei colori che è strettamente collegato al fiore di cui porta il nome. Si tratta di una colorazione tenue e delicata che rimanda allo stile provenzale e ai campi di lavanda francesi. Vediamo come utilizzare questo colore per la propria abitazione e gli abbinamenti migliori da tenere in considerazione quando si vuole realizzare un’atmosfera romantica nella propria casa.

Color glicine Pareti

Il glicine è un colore molto interessante da usare per le pareti di casa. È interessante anche optare per una carta da parati di questo colore e scegliendo come tema quello floreale, animale o grafico. Questo colore è ideale per la zona notte perché per il suo carattere rassicurante e rilassante favorisce il sonno. Se non volete osare tinteggiando le pareti di glicine, provate con i complementi d’arredo di questo colore: poltroncine, divani o una chaise longue per le anime più audaci. Perché non scegliere una bella parure a tema come il set di lenzuola Ipersan in cotone? Economiche (50 euro il set), rilassanti (per la tonalità glicine). Per il soggiorno su un ampio divano potete posizionare i cuscini color glicine con richiami floreali di Sanderson che rendono l’ambiente accogliente e sono venduti al costo di 25 euro. In camera da letto potete posizionare anche il pouf cilindrico Arketicon in color glicine. Potete sfruttarlo anche in soggiorno al costo di 100 euro e grazie ai suoi piedini antiscivolo anche negli ambienti in parquet.

Color glicine: abbinamenti

Una degli abbinamenti vincenti del color glicine è sicuramente con il bianco, perfetto sia per chi ama lo stile provenzale sia per chi ama lo shabby chic. Per chi desidera una casa dallo stile romantico puoi abbinare il glicine al rosa, mentre per chi predilige lo stile moderno o contemporaneo molto meglio il grigio.

Come si ottiene?

Il color glicine si ottiene semplicemente mescolando il viola e il bianco e il suo nome deriva dall’omonimo fiore. Si tratta di un colore che nasce dal connubio del viola e del bianco. Potremmo definirlo una sorta di lilla con una punta di bianco che lo smorza e lo trasforma in una nuance morbida e delicata. Pantone lo individua come “Lilac Grey 16-3905”.

Color Glicine: Significato

Perché piace così tanto il colore glicine? Questa tinta trasmette una sensazione di delicatezza, un senso di leggerezza, ma anche di pace, tranquillità e riposo. Si tratta di un colore estremamente particolare e molto ricercato e si sposa alla perfezione con i sentimenti di introspezione, di segreto e di intimità. Quando pensiamo al glicine immaginiamo le magiche terre della Provenza e compaiono davanti ai nostri occhi immense distese di lavanda che si perdono a vista d’occhio durante i mesi della fioritura ed incutono un forte senso di libertà. Chi ama il colore glicine solitamente sceglie lo stile provenzale per la propria casa. Chi preferisce questo colore ha un animo ribelle ma è in armonia con sé stesso. Il glicine è un colore che ricorre spesso nelle fiabe e nelle leggende. Non a caso si narra che il popolo magico delle fate usasse i fiori di glicine per tenere lontane le forze oscure.

Secondo alcuni, il glicine è una tonalità di viola che evocherebbe segreti inconfessabili. Per altri simboleggia l’immortalità e la longevità (non a caso è una pianta rampicante capace di vivere e prosperare in situazioni avverse). Questo colore è ricorrente nei templi buddisti poiché trasmette la pace e la tranquillità necessarie per adorare Buddha.

Fiori colore glicine

Come è risaputo, il colore prende il suo nome dall’omonima pianta coltivata sin dall’antichità nella Cina orientale. Si tratta di una pianta rampicante con funzione tipicamente decorativa. I fiori di glicine (o Wisteria) emanano un piacevole profumo che unito alla bellezza in sé di questo fiore la rende particolarmente amata anche in Occidente. Se volete creare una composizione floreale con i fiori di glicine tenete presente che l’accostamento con fiori di colori freddi come il blu o l’azzurro potrebbe risultare un po’ macabro, mentre l’accostamento con fiori di colori caldi come il rosso o l’arancione potrebbe risultare troppo vistoso ed eccentrico. L’ideale è mantenersi su tonalità neutre e per l’abbinamento colori preferire fiori bianchi e un vaso minimale e affusolato.

 

Pin It
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.