colore viola

Colore Viola

Il colore viola è il risultato della mescolanza del blu e del rosso, due colori con due significati ben precisi: il blu incarna la saggezza, il rosso l’amore passionale. È da sempre il simbolo del mistero, della magia e della metamorfosi, della la giustizia e della ricchezza. Si tratta, per eccellenza, del colore della spiritualità.

Le stoffe viola erano usate da persone nobili e intellettuali per distinguersi dagli altri e per palesare il loro status. Un colore misterioso, molto utilizzato anche in quadri espressionisti di arte moderna, per trasmettere un profondo senso di angoscia.

Nella cristalloterapia le pietre viola lavorano sul sesto chakra, il canale energetico collocato tra le sopracciglia noto come “terzo occhio”. Si tratta di un colore legato alla spiritualità e per tale motivo ricco di simboli. Seppure abbia, nel suo bagaglio culturale, associazioni alla sfortuna, il viola tende a essere uno dei colori più particolari: il suo opposto è il giallo ed esistono svariate tonalità molto apprezzate.

Tonalità del viola sono il magenta, il lilla, il lavanda, glicine, l’aubergine, indaco e molti altri. Andiamo a scoprire tutti i segreti di questo colore.

Il viola è un colore secondario in pittura, creato dalla combinazione dei primari blu e rosso. Descrive il colore degli omonimi petali. Il colore viola denota nobiltà, saggezza e intelligenza. In psicologia, il viola simboleggia il concetto di legame con gli individui vicini. In cromoterapia, il viola è usato per trattare i disturbi nervosi e l’irritabilità.

Il colore viola è molto apprezzato dalle persone. Si tratta di una tonalità che attira lo sguardo e che ha diversi significati, sebbene di tanto in tanto sia anche confuso come un colore portatore di eventi nefasti, sfortuna su tutto. In realtà, anche da un punto di vista storico, il colore viola è stato sempre presente nella vita di molte persone e ha simboleggiato diversi significati e valori durante tutte le epoche storiche del suo utilizzo.

Il colore viola, inoltre, può essere utilizzato anche in diverse tonalità, come ad esempio il magenta oppure il lavanda; anche per quanto riguarda l’arredamento interno il colore viola ha dato parecchie soddisfazioni agli interior designer più perspicaci che hanno voluto testare le potenzialità di questa innovativa colorazione, molto indicata per chi vuole spezzare rispetto alla tradizionale monotonia degli interni in bianco e nero.

Scopriamo, dunque, insieme tutti i significati e le caratteristiche del colore viola, le sue applicazioni nella vita di tutti i giorni e i risvolti esoterici e psicologici dello stesso.

Che simboleggia il colore viola?

Il viola simboleggia la magia, il mistero, la metamorfosi. Il viola nasce mescolando il rosso, tipico colore dell’amore e il blu che rappresenta la saggezza. E’ un colore fortemente spirituale ma anche con forti connotazioni erotiche. Ideale anche l’abbinamento con il colore glicine.

Colore viola significato

Guardando l’utilizzo storico e recente della storia di questo colore, il significato principale del viola è quello del mistero e del cambiamento. Non a caso, è il principale indicato a rappresentare i fenomeni tipici della metamorfosi. Ha particolari applicazioni anche nel campo della spiritualità e offre sensazioni ed emozioni molto simili a quelle che si provano davanti alle divinità.

All’interno di luoghi di casa come bagno, salotto o cucina è in grado, dunque, di infondere tranquillità e gioia, placando i sensi. Ha pure una forte connotazione erotica, motivo per cui molti scelgono diversi accessori o suppellettili da porre all’interno della camera da letto, soprattutto se novelli sposini o in caso di forte innamoramento.

Durante il Medioevo, il colore era utilizzato principalmente da nobili e intellettuali per innalzarsi rispetto alle altre persone, mentre nella storia dell’arte – soprattutto nel periodo espressionista – è stato spesso utilizzato per trasmettere senso di angoscia o di difficoltà emotiva.

In sostanza, il colore viola ha significati diversi a seconda del tipo di persona che decide di utilizzarlo e della collocazione all’interno della casa.

Colore viola scuro

All’interno delle varietà tonalità, il viola scuro è particolarmente apprezzato. Questa particolare intonazione ha una simbologia interessante che ha diversi effetti positivi sulla mente e sul corpo. In linea generale, infatti, questo colore è in grado di influire sulla psiche e sul corpo e riesce, addirittura a bloccare o attenuare l’appetito.

Circondarsi di un ambiente viola in cucina, ad esempio, è una buona idea per chi segue delle diete particolarmente rigorose e deve fare attenzione all’alimentazione. Inoltre, per via degli influssi derivanti dalla cromoterapia, il colore viola scuro aiuta la produzione dei globuli bianchi, principali deputati alla depurazione del sangue oltre che molto importanti per depurare vescica, reni e altri organi fondamentali.

Il colore viola scuro, inoltre, ricorda molto bene quello delle ametiste più preziose: per questo motivo può essere utilizzato soprattutto su oggetti a cui vogliamo dare un’importanza specifica e che vogliamo arricchire con effetti e proprietà in grado di alleggerire tensioni, ansia e tristezza, inducendo armonia e pace.

Colore viola chiaro

Come la variante scura, il colore viola chiaro è sostanzialmente pregno di energia femminile e, per questo, viene associato alla rinascita, al rinnovamento e alla felicità. Negli studi sulla psicologia del colore, questa tonalità viene compreso fra uno spettro di 380 e 420 nanometri, per cui l’osservazione dello stesso permette di ottenere facilmente tutti gli effetti benefici a cui è mirato.

Quella del colore viola chiaro, però, è una collocazione ambigua. In diverse società ha significati molto diversi e ben più tetri, a volte anche angoscianti. Per esempio, in Thailandia viene utilizzato dalle donne che hanno da poco perso il marito, mentre in Giappone significa ricchezza e posizione sociale elevata.

Per questo motivo, il colore viola chiaro è un tono molto variabile che possiamo apprezzare al meglio collocandolo con raziocinio e specificità all’interno della nostra casa; se non possediamo abbastanza estro creativo, però, è consigliabile non utilizzarlo, favorendone invece altre specifiche tonalità.

Colore viola: come si fa?

Con la mescolanza dei colori primari, il rosso, il blu e il giallo, il bianco e il nero si possono ottenere la maggior parte dei colori visibili. È sufficiente conoscere la percentuale di composizione che gli stessi dovranno avere e la tecnica di mescolamento. Il risultato ottenuto sarà un colore secondario.

Andiamo a scoprire come fare il viola: si ottiene utilizzando il rosso il blu. Partendo da colori secondari ossia dalle variazioni del primario si possono ottenere diverse tonalità del viola.

Il viola è un colore secondario. Per ottenerlo, dunque, dobbiamo mescolare diversi colori di tipo primario: questi sono il bianco, il nero, il rosso, blu e il giallo. A seconda delle quantità che utilizziamo nel composto, possiamo ottenerne una tonalità più o meno accesa, ma l’importante è rispettare attentamente il tipo di colori primari che è fondamentale mescolare, pena il rischio di ottenere un risultato diverso da quello che vogliamo.

In particolare, per fare il viola c’è bisogno di miscelare rosso e blu. A seconda delle quantità, possiamo ottenere le tonalità più disparate e caratteristiche, accese o spente.

Colore viola significato psicologico

Il viola è legato alla ghiandola pituitaria e al sistema nervoso centrale. Nelle pratiche di cromoterapia il colore viola si usa per favorire la produzione di globuli bianchi, per stimolare la milza e per combattere anche disturbi di reni e vescica. Inoltre il colore viola è utile contro psoriasi, acne, sciatiche e nevralgie. Il colore viola depura il sangue, stimola la microcircolazione cerebrale e modera l’appetito.

Dalla fusione di blu e rosso, due colori con significati distinti, nasce la tonalità viola. È sinonimo di misticismo, magia, metamorfosi, giustizia e ricchezza. Il colore è sempre stato associato al mistero, alla spiritualità e all’aristocrazia. Le persone nobili e intellettuali usavano tessuti viola per distinguersi dagli altri e dimostrare il loro status.

I dipinti espressionisti dell’arte moderna sono spesso utilizzati come mezzo per trasmettere un’angoscia profonda, poiché il viola è un colore misterioso che appare frequentemente. Possiamo anche decidere di inserire il giallo ocra in un arredamento di questo tipo. 

Alcuni sostengono che il viola porti sfortuna soprattutto se indossato da personaggi televisivi o durante spettacoli, questo è legato al fatto il viola è il colore sacro durante il periodo di Quaresima. In questo periodo in passato erano vietati spettacoli pubblici e rappresentazioni teatrali e chi viveva grazie a questi mestieri, non poteva lavorare.

Le pietre viola vantano una forte azione liberatoria e purificatrice, stimolano la mente, i nervi motori, i processi respiratori favorendo l’assimilazione dell’ossigeno. A livello emotivo riescono a sconfiggere la tristezza.

[md_boxinfo title="Curiosità"]Posizionando un minerale viola sul terzo occhio si possono esplorare i propri ricordi e trovare eventuali traumi che impediscono di procedere con serenità nella propria vita. Usare le pietre viola favorisce l’empatia e protegge contro le influenze esterne. Le pietre viola inoltre favoriscono libertà di pensiero, infondono calma e armonia.[/md_boxinfo]

In psicologia, il colore viola cerca di rappresentare la conciliazione e la ricerca di equilibrio. Si tratta di una tonalità che punta a sanare le fratture mentali e relazionali per permetterne il superamento oppure la ricomposizione. Vista la mescolanza di colori da cui si ottiene – rosso e blu, rappresentativi dell’estroversione e introversione – la sua natura calmante e rilassante è praticamente scontata.

I latini chiamavano questo colore come subniger, a rappresentare appunta la differenza fra il nero e questa tonalità, non molto marcata.

Molto spesso, il colore viola viene indicato o amato da persone che si trovano in particolari fasi di transizione all’interno della loro vita. Per esempio, quando ci troviamo in gravidanza oppure ci apprestiamo a diventare padri, cominceremo a prediligere questo colore per via del suo spettro cromatico.

A volte, il colore viola ha il pregio di fare emergere i tratti infantili della propria personalità, segnando il passaggio dell’anima da un momento karmico a un altro di altrettanta importanza.

 

Colore viola e personalità

Chi ama il viola, soprattutto nell’abbigliamento, avverte il bisogno di sentirsi libero e nel contempo di attirare simpatia e ammirazione, amano curare il proprio aspetto fisico.

Le persone che amano questo colore generalmente sono molto disponibili verso il prossimo e amano la comunicazione. Solitamente sono interessate alle scienze occulte e arcaiche. Si tratta di persone apprensive, che danno importanza alle opinioni altrui e alle esigenze di chi gli sta accanto.

Nonostante questa predisposizione verso gli altri, però, le persone che amano il viola sono solitamente timide e solitarie. Preferiscono fuggire dai problemi piuttosto che risolverli. Chi, al contrario, non ama il viola tende a criticare il prossimo, è molto razionale e quasi rifiuta le emozioni.

In cromoterapia il viola stimola l’intelletto e ravviva la creatività. Questo colore viene usato per calmare i disturbi nervosi e l’irritazione. Si rivela utile per risolvere problemi dovuti a traumi passati. Il viola consente di entrare in connessione con il lato più spirituale.

Colore viola significato esoterico

All’interno delle discipline esoteriche, il viola è uno dei colori più nobili. Secondo le dottrine che studiano e applicano l’alchimia spirituale, si parla spesso di fiamma viola: un tipo di fuoco che non brucia, che non distrugge, ma che trasforma. Una fiamma spirituale che racconta il cambiamento e la metamorfosi interiore. Per la teoria del Karma interiore, la fiamma viola purifica le dissonanze dell’anima che sono particolarmente negative, distruggendo i blocchi emotivi che ci incatenano a tristezza o determinate convinzioni.

Chi fa spesso dei viaggi spirituali, ossia si dedica alle discipline esoteriche, il viola è un colore che non deve mai mancare all’interno della casa: può essere utilizzato, infatti, come catalizzatore per i viaggi spirituali sfruttando le sue proprietà cromoterapiche. Inoltre, il viola ha particolari poteri curativi sull’emozioni e sentimenti: permette di superare le delusioni, anche quelle amorose, e a migliorare l’umore nel caso in cui si soffra di particolari e difficili malattie del corpo.

Colore viola Chakra

L’energia del viola, legato al settimo chakra, consente di entrare in contatto con la parte spirituale, la sua influenza riesce ad accrescere creatività e ispirazione. Nell’antichità il viola era legato al mondo dell’immateriale, rappresentava il passaggio tra vita, morte e vita. È considerato il colore degli esorcisti e dei maghi. In base alla tonalità del viola, simbologia e significato possono variare.

  • Nei suoi toni chiari, il viola rappresenta la sensualità
  • Nei toni scuri indica la spiritualità

Il colore viola è associato alla frequenza più alta e alla lunghezza d’onda più corta e si trova all’estremo dello spettro cromatico, dopo il colore viola si passa alla gamma degli ultravioletti: il mondo dell’invisibile e del mistero che è percepibile solo dall’intuito.

[md_boxinfo title="Curiosità"]Il colore viola identifica gli incantesimi e la magia, in generale: è affascinante e misterioso. Difatti, la violetta era impiegata per prevedere il futuro, che si intrepretava attraverso il numero dei petali e la disposizione dei raggi. Le pietre viola sono perfette per la meditazione. Aiutano a svuotare la mente dai pensieri, permettendo di avere una visione più chiara di chi si è realmente.[/md_boxinfo]

Colore viola arredamento casa e pareti

Secondo il feng shui il colore viola non dovrebbe essere utilizzato sulle pareti, perché trasmette vibrazioni forti. Sarebbe invece perfetto per elementi decorativi da inserire nello studio, nella stanza di lettura o di meditazione. Questo perché favorisce creatività, comunicazione, intelletto e voglia di aprirsi a nuove scoperte.

Eppure, nonostante questa corrente di pensiero, il colore viola è molto usato nell’arredamento della casa e nelle pareti, soprattutto con l’arrivo della primavera in quanto il colore viola richiama alla mente il risveglio della Natura. Tra le diverse sfumature, possiamo anche optare per un colore bordeaux per esempio.

Si tratta di un colore che porta molti benefici all’umore, quindi si adatta a diversi ambienti della casa come la cucina, il living e la camera da letto. Il viola si adatta per le pareti di stanze  dove è presente una finestra di grandi dimensioni che consente alla luce del sole di riflettersi.

È bene non dipingere tutte le pareti di viola ma una sola o un solo dettaglio (ad esempio una colonna) per non appesantire l’ambiente. Gli abbinamenti ideale sono con il colore bianco, in netto contrasto, il grigio, che ben si sposa con un arredamento moderno e il color tortora. (Vedi anche: come imbiancare casa).

Pareti colore viola

Camera da letto

È bene non esagerare con questo colore nella camera da letto, in quanto si tratta di un colore che non solo potrebbe appesantire l’ambiente ma che potrebbe anche disturbare il sonno. È però adatto per i complementi di arredo come i tessili (cuscini, tende, copriletto, tappeto).

La testata del letto in viola o una boiserie potrebbero dare un tocco chic alla stanza. Si tratta di un colore molto particolare, dunque è bene usarlo con intelligenza, seppure capace di donare all’ambiente eleganza e raffinatezza.

Cameretta

Nella cameretta dei bambini, in particolare delle bambine, inserire il colore viola nelle tonalità più chiare è indicato, sempre senza esagerare. Potrebbe essere abbinato al color legno chiaro, al bianco o al grigio chiarissimo. Dettagli di colore viola sono perfetti per rallegrare l’ambiente: tappeto, tende, cuscini, lampadario, complementi di arredo.

Giocare, inoltre, con le tonalità di questo colore potrebbe arricchire l’ambiente senza essere disturbante, magari abbinandolo al fucsia o al rosa.

Soggiorno

Chi ama il viola può inserire degli elementi di arredo nella zona living: specie nel soggiorno, come un divano o  oppure una poltrona. È sempre meglio abbinare il colore viola con una tonalità neutra: legno chiaro o grigio ad esempio. Anche solo inserire dei quadri alle pareti di questa tonalità contribuisce a rendere l’ambiente fresco e giovanile.

Si potrebbe anche dipingere una sola parete del soggiorno di viola, contribuendo a escogitare un’insieme di sensazioni legate all’aspetto psicologico di questo colore, specie se si ama la meditazione.

Cucina

In commercio si trovano cucine moderne realizzate in tonalità viola, si tratta di un colore molto vivace ed allegro ma che deve essere attentamente ponderato. Ricordate che il colore viola attenua l’appetito quindi è adatto se intendete seguire una dieta o desiderate semplicemente evitare le abbuffate.

Anche in questo caso è preferibile scegliere solo alcuni mobili o complementi d’arredo di questo colore e abbinarli con altri più neutri come il bianco o il tortora.

Bagno

Anche nel bagno possono essere inseriti complementi di arredo di questo colore: spugne, tappeti, portasaponi, cornice dello specchio. Oppure si possono inserire delle piastrelle a mosaico di questo colore, ad esempio all’interno del box doccia.

Non è un colore adatto agli ambienti angusti, dunque se si possiede un bagno di piccole dimensioni il viola non è particolarmente indicato. In questi casi meglio optare per tonalità del colore in questione più chiare come il lilla o il lavanda.

Colore viola in amore

Il viola una fusione mistica di sentimenti, chi ama questo colore cerca rapporti magici e affascinanti, vuole ammaliare ed essere ammaliato. Il colore viola esprime la forza legata alla vitalità del rosso e all’intimo accoglimento dell’azzurro. Indica attesa e precognizione, ed eleva la coscienza umana fino al raggiungimento della pura luce bianca.

L’unione di rosso ed azzurro identifica la fusione intima tra due persone: il rosso è il colore della passione e rappresenta il corpo terrestre mentre il blu è il colore dell’armonia e della quiete e rappresenta lo spirito celeste.

Il colore viola, composto da entrambi, è l’unione tra corpo e spirito, tra passione e armonia. In amore il colore viola simboleggia l’ erotismo misto alla delicatezza dell’amore nel quale l’impulso iniziale evolve verso  forme di piacere più elevate e raffinate: passione intelligenza amore e saggezza. Il viola è quindi la tonalità della congiunzione degli opposti.

Colore viola capelli

Il colore viola utilizzato per i capelli, invece, ha completamente un’altra derivazione. Tingere così la propria capigliatura ha semplicemente il significato di voler rompere con il passato e le tradizioni. Si tratta, in sostanza, di un atto di ribellione dove manifestare in pieno il proprio estro. Per questo motivo, è un colore particolarmente creativo se utilizzo per il proprio corpo (oltre ai capelli anche le unghie o i vestiti) e può attirare parecchi sguardi o domande da parte delle persone.

Colore viola porta sfortuna

Il colore viola non porta sfortuna. O, per lo meno, sono mutate le concezioni su questa tonalità. Nel passato molti artisti lo ritenevano un tabù da non utilizzare, soprattutto nel Medioevo. Oggi, invece, questo colore è una provocazione verso chi continua a credere nelle superstizioni, ma ci sono ancora oggi molte persone che credo alla iettatura. Ad esempio, Pavarotti rifiutò di esibirsi al Regio Teatro torinese per via delle sue pareti sostanzialmente viola acceso.

 

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.