mario cucinella

Mario Cucinella: biografia opere curiosità delle Archistar

Mario Cucinella è uno fra gli architetti italiani più famosi . Continua a leggere e scopriamo insieme tutte le opere e le curiosità sull’architetto.

Mario Cucinella biografia

Mario Cucinella nasce a Palermo nel 1960. Nel 1987 si laurea in architettura all’università di Genova con Giancarlo De Carlo. Successivamente, dal 1987 al 1992 lavora nello studio di Renzo Piano prima a Genova poi a Parigi come responsabile di progetto. Dopo questa esperienza decide di fondare il suo primo studio, Mario Cucinella Architects (MC A) nel 1992 a Parigi e, dal 1999 anche con sede a Bologna. Oggi lo studio internazionale ha base a Bologna e New York. Al suo interno lavora un team composto da 90 persone fra architetti, ingegneri, designer, modellisti e ricercatori. Il tratto distintivo del lavoro di MC A è la progettazione architettonica integrata con strategie ambientali ed energetiche.

Mario Cucinella opere

Vediamo quali sono i progetti che hanno reso lo studio Cucinella famoso sia in Italia che all’esterno.

Viertel Zwei- Vienna (in corso)

Vincitore del concorso internazionale di Architettura bandito dall’investitore austriaco Ic Development, il progetto prevede la realizzazione di due torri molto diverse tra loro per forma e linguaggio.

Mario Cucinella Vienna
Viertel Zwei – Vienna

La torre più bassa sarà alta 90 metri e ospiterà al suo interno prevalentemente residenze, mentre nella seconda torre, alta 120 metri, troveranno posto un hotel e degli uffici.

cucinella viertel zwei
Viertel Zwei – dettaglio del collegamento fra le due torri a piano terra

Ma le torri non differiscono unicamente per altezza e destinazione d’uso, ma anche per il linguaggio architettonico utilizzato. La torre residenziale è stata concepita come un’estensione in verticale dell’intorno esistente e del grande parco del Prater con il fine di istituire un rapporto di continuità non solo visivo ma anche qualitativo tra natura e spazio costruito. La torre è punteggiata infatti da giardini di inverno ad altezza singola, doppia, o tripla, posizionati a diverse quote e pensati come spazi collettivi della città verticale.

viertel zwei interno
Dettaglio dell’interno
La seconda torre dedicata alle attività terziarie è pensata come edificio iconico, progettato per emergere dal suo contesto, caratterizzata da una geometria organica ed affusolata che ne valorizzi la verticalità.
Quest’ultima, dovendo ospitare spazio di lavoro e servizi, presenta un layout dei piani e un sistema di facciata progettati con lo scopo di ottimizzare l’illuminazione naturale degli ambienti interni, minimizzandone allo stesso tempo i fenomeni di abbagliamento e surriscaldamento.

Centro Direzionale gruppo Unipol – Milano (in corso)

La nuova sede del gruppo Unipol progettata da MCA è caratterizzata da un design elegante e pragmatico, frutto di uno sviluppo progettuale rigoroso. Il risultato è un edificio in cui ogni elemento, dal volume al sistema di facciata, dal connettivo interno agli spazi pubblici che circondano la struttura, contribuiscono alla creazione di una macchina efficiente.

mario cucinella sede unipol milan
Centro Direzionale Unipol- Milano
L’edificio si sviluppa su 22 piani fuori terra, oltre a  3 piani interrati,  per un’altezza di circa 100 metri e una superficie totale di 35.000 metri quadrati.
La facciata, caratterizzata da una geometria a rete, è pensata per evocare il sistema a rete delle relazioni. Questo elemento è fondamentale per la costruzione dell’immagine dell’edificio.
mario cucinella interno unipol
dettaglio dell’interno
Realizzata in acciaio, legno e vetro, la torre ospiterà spazi commerciali, un grande auditorium di oltre 270 posti, gli uffici e, in copertura, una serra giardino panoramica con un’area dedicata a ospitare eventi pubblici e culturali.

Ekspozita Building – Tirana (in corso)

Ekspozita Building è il nome del nuovo edificio di Mario Cucinella Architects che nascerà nel centro di Tirana, in Albania. Questo nuovo progetto rappresenterà una preziosa risorsa verde e pubblica in un ecosistema cittadino che soffre la mancanza di spazi aperti. La struttura avrà una destinazione a uso misto e raggiungerà i 93 m di altezza in cui si alterneranno aree commerciali, residenziali e pubbliche.

cucinella edificio tirana
Ekzposita Building- Tirana

Attraverso la rotazione della sagoma rispetto al lotto e l’arretramento del piano terra, la struttura si presenta imponente, ma allo stesso tempo permeabile: non ci sono fronti completamente chiusi e diversi varchi creano corridoi che connettono il nuovo all’esistente. La corte interna e la presenza di terrazze verdi semicircolari contribuiscono a connotare il progetto come una vera e propria oasi tra i grigiori del traffico cittadino.

edificio tirana corte interna
Dettaglio della corte interna

L’attenzione ai temi della sostenibilità ambientale dello studio MC A consente la realizzazione di 24 piani di edificio sfruttando solo il 44% del suolo a disposizione. Il design delle facciate è stato appositamente studiato per limitare l’impatto solare e ridurre fino al 30% i consumi energetici.

Nuovo Policlinico Universitario – Algeri (in corso)

Il progetto del nuovo Policlinico Universitario di Algeri ideato da Mario Cucinella risponde alla necessità di costruire un presidio sanitario di eccellenza che sia al tempo stesso anche un’icona architettonica capace di racchiudere lo spirito di un Paese in forte crescita.

mario cucinella policlinico
Nuovo Policlinico Universitario di Algeri

Il principio fondamentale che guida la progettazione di questo edificio è l’integrazione fisica e visiva fra le aree verdi e le zone destinate alla degenza dei pazienti e dei visitatori. L’edifico si sviluppa intorno ad una grande corte giardino, in parte pensile, articolata su diversi livelli. La geometria a terrazze dello spazio aperto, si lega anche alla morfologia del territorio circostante.

policlinico algeri interno
Dettaglio dell’interno

Dal punto di vista strutturale l’edificio è caratterizzato da una maglia radiale studiata per ospitare al meglio i moduli delle camere di degenza. Questa struttura modulare rende il progetto molto flessibile anche per futuri ampliamenti.

Cascina Merlata- Milano (2012)

Questo edificio dello studio MC A si inserisce nell’ambito del piano di riqualificazione dell’area di Cascina Merlata attuata in occasione di Expo 2015.  I tre edificio realizzati da Cucinella si collocano nella zona nord del Masterplan ed erano stati destinati in una prima fase all’Expo Village. Successivamente sono stati riconvertiti in residenze di housing sociale. Gli edifici, articolati e molto diversi fra loro, si organizzano attorno ad uno spazio centrale. Le tre torri degradanti verso l’alto sono articolate con un gioco di pieni e vuoti che crea volumi regolari ma sfaccettati.

cascina merlata milano
Cascina Merlata- Milano

Anche in questo progetto il sistema a gradoni permette di illuminare sia lo spazio centrale che i locali più bassi. A tal proposito è stata condotta un’analisi solare, con la valutazione del numero di ore di soleggiamento/giorno sulle superfici. A fronte di queste variabili, è stata rivolta particolare attenzione all’orientamento e al dimensionamento delle superfici trasparenti di facciata, in funzione del soleggiamento e della fruizione di ogni ambiente. Il sistema di piani degradanti determina una configurazione diversa di appartamenti sui diversi livelli. Il piano terra è uno spazio condominiale fruibile e luminoso, adatto a ospitare zone di verde e spazi di uso collettivo.

Nido d’infanzia “La Balena” – Guastalla (2015)

Sorto dalle ceneri di due scuole crollate a causa del Terremoto dell’Emilia del 2012, l’Asilo nido “La Balena” a Guastalla, è un progetto di Mario Cucinella Architects ideato per rivitalizzare un’area afflitta dalle conseguenze del sisma.

mario cucinella nido d'infanzia
Nido d’infanzia ” La Balena”

Soprannominato “La Balena”, per affinità metaforica alla favola di Pinocchio, è definito l’asilo nido più bello del mondo.  la scuola di Guastalla è un esempio di Architettura che riunisce in sé i migliori principi progettuali di sostenibilità e funzione. L’edificio è il risultato di un insieme di pedagogia, sensibilità ambientale, efficienza energetica, uso dei materiali naturali applicati a vista, ventilazione e illuminazione naturale.

interno nido d'infanzia
Dettaglio dell’interno

Il nido d’infanzia è un edificio in legno, antisismico e a basso impatto ambientale, in grado di produrre l’energia elettrica e l’acqua calda di cui necessita. Per aumentare ulteriormente l’efficienza e la sostenibilità del progetto, l’edificio è realizzato in materiali naturali e di riciclo, ed è fornito di un impianto di recupero dell’acqua piovana.

ARPAE – Ferrara (2018)

Il progetto della nuova sede dell’Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente di Ferrara è risultato il vincitore nella gara internazionale per la progettazione di un nuovo complesso edilizio destinato a uffici e laboratori di ricerca ed esteso su un’area di 5.000 mq.
cucinella arpae ferrara
ARPAE Ferrara

L’edificio si sviluppa intorno ad un cortile centrale che costituisce il nucleo del complesso. Il tetto dell’edificio, la cosiddetta quinta facciata, rappresenta il vero elemento caratteristico del progetto. La copertura oltre ad avere una valenza formale, svolge funzioni energeticamente importanti. Grazie al corretto orientamento e alla conformazione dei camini, la copertura diventa un condotto della luce naturale zenitale. Questo sistema   consente l’estrazione dell’aria calda durante la stagione estiva e l’ombreggiamento delle corti interne e delle facciate sud dell’edificio.  In inverno le superfici vetrate permettono di captare i raggi solari, trasformando i camini in vere e proprie serre bioclimatiche per il riscaldamento passivo degli ambienti interni.

Casa della Musica- Pieve di Cento (2017)

La Casa della Musica di Pieve di Cento nasce per dare spazi adeguati alle due realtà di promozione e insegnamento musicale presenti nel comune: il Circolo di musica pievese e la Scuola media a indirizzo musicale. Nato dopo il sisma del 2012, il linguaggio architettonico si ispira alla radicata tradizione musicale della città, andando a costruire un edificio formato da vari elementi autonomi, simili a “strumenti” di un’orchestra più ampia che è l’insieme.

casa della musica
Casa della Musica- Pieve di Cento

Il richiamo agli strumenti musicali si realizza anche attraverso la scelta dei rivestimenti. Il legno di rovere avvolge sia gli esterni che  gli interni e consentono, come nelle casse armoniche degli strumenti,di contenere e amplificare i suoni. L’edificio è costituito da 9 piccoli laboratori musicali di forma circolare, collegati da una “piazza” che funge da spazio distributivo e che diventa luogo per la condivisione e il dialogo tra i giovani musicisti. Questa area centrale è destinata anche alle prove di musica d’insieme e per piccoli saggi.

casa della musica interno
Dettaglio dell’interno

Dal punto di vista strutturale l’edificio è realizzato in muratura portante utile per la grande inerzia termica e per l’elevato isolamento acustico. Il rivestimento in facciata ventilata, formata con doghe curve di rovere, garantisce ottime prestazioni energetiche e conferisce all’edificio una grande qualità architettonica. Il progetto ha posto particolare cura nell’acustica degli spazi interni attraverso materiali e strategie per la riduzione del riverbero. Un sistema di impianti autonomo per ogni aula garantisce un utilizzo flessibile degli spazi anche nelle diverse ore del giorno.

One Airport Square- Ghana (2015)

One Airport Square è un edificio ad uso misto situato nella crescente zona commerciale di Airport City. Quest’area si trova all’interno della zona di sviluppo dell’aeroporto internazionale di Accra, in Ghana.

mario cucinella one airport square
One Airport Square

L’involucro dell’edificio è l’elemento caratterizzante che dimostra l’integrazione tra forma, struttura e strategie ambientali. È costituito da un sistema di solai aggettanti a sbalzo che proteggono l’edificio dall’irraggiamento solare e da una facciata di vetro arretrata, protetta dal sole. La trama strutturale diagonale in cemento armato avvolge l’edificio in maniera organica.

dettaglio interno
Dettaglio dell’interno

La griglia tridimensionale in cemento faccia vista ha una funzione sia estetica che strutturale. Inoltre fornisce l’apporto di massa termica indispensabile ad un edificio in Africa equatoriale.

Parallelo- Il grattacielo Orizzontale – Milano (2012)

Il progetto di questo edificio a destinazione terziaria, prevede la realizzazione di un’unica struttura che ospita 14.000 metri quadri di uffici.

mario cucinella parallelo milano
Parallelo- Milano

La struttura privilegia uno sviluppo in orizzontale anziché verticale recependo una filosofia lavorativa moderna, che annulla le gerarchie formali ma non sostanziali. Ecco quindi che riprende vita l’impianto a corte, con una piazza interna e percorsi verdi dove si sviluppa un microcosmo di attività. La piastra sopraelevata ospita i tre livelli di uffici e occupa la quasi totalità del lotto.

parallelo corte interna
Dettaglio della corte

L’insieme è composto da due stecche di edificio convergenti all’interno delle quali trovano spazio le funzioni richieste. I due blocchi si sviluppano per la totalità dei tre livelli frazionabili sia orizzontalmente, sia verticalmente. Per quanto riguarda i materiali  l’edificio è concepito come un grande volume con un involucro esterno vetrato.

cucinella parallelo dettaglio interno
Dettaglio dell’interno

Uno degli obiettivi  di progetto era di garantire il miglior livello di comfort per l’ambiente di lavoro senza che questo si traducesse in un danno per l’ambiente. Proprio in quest’ottica è stato effettuato uno studio approfondito sulle facciate. Lo scopo era valutare la quantità di radiazione solare incidente in rapporto agli ombreggiamenti, dovuti alla conformazione dell’edificio stesso e alla presenza delle alberature.

Mario Cucinella curiosità

Nel 2018 Mario Cucinella è stato curatore del Padiglione Italia “Arcipelago Italia” alla 16esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Nel 2019 ha lanciato Mario Cucinella Design e la collezione Building Objects, ispirata ai suoi progetti di architettura.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.