decoupage

Decoupage: 10 idee per la casa in legno, carta o vetro

Decoupage, una vera e propria forma di arte oltre che di tecnica decorativa, con una storia particolarmente antica alle spalle. Nella Venezia del ‘700 ritroviamo le prime testimonianze di questa lavorazione, che prende spunto dal desiderio di inserire all’interno delle proprie case mobili e complementi di arredo particolarmente ricercati. Dai mobili laccati fino ai complementi d’arredo di fattura cinese, l’obiettivo era creare una tecnica decorativa simile ma a un costo inferiore. Come dimostra l’amore per il fai da te, l’uomo da sempre cerca di trovare espressione al proprio estro creativo. Uno dei grandi vantaggi del decoupage è che non richiede una particolare preparazione artistica né tantomeno una estrema precisione nella lavorazione.

decoupage

Tra le idee creative per casa, troviamo anche mobili e piccoli oggetti abbelliti attraverso questa tecnica di decorazione. In origine, la finitura piuttosto costosa dei mobili cinesi era realizzata con strati su strati di lacca. Lo scopo e l’intuizione degli artigiani veneziani fu quella di sostituire i decori e i fregi dipinti a mano della manifattura cinese con immagini duplicate su carta. Il costo si abbassava parecchio e questo consentiva anche alle famiglie meno abbienti di inserire mobili di questo tipo nelle loro case.

Vediamo cos’è il decoupage e quali sono 10 idee creative per la casa in legno, carta e vetro.

Decoupage: cos’è?

Con il termine decoupage intendiamo una vera e propria forma d’arte, in altre parole una tecnica decorativa con una storia particolarmente lunga alle sue spalle. Abbiamo già accennato all’inizio del nostro articolo che questa tecnica inizia a diventare celebre perché permetteva a tutti di acquistare mobili simili a quelli di manifattura cinese, estremamente costosi. Nota in Italia come lacca povera o arte povera, l’intuizione nel XVIII secolo di dare vita a questa tecnica decorativa venne ad alcuni mobilieri veneziani. I tempi di realizzazione dei mobili cinesi, prodotti con diversi strati di lacca, erano particolarmente lunghi. Il gusto dell’epoca di impronta barocca amava complementi di arredo di quel tipo. Decorando e creando immagini su carta, dipinte a meno, erano i decoratori più bravi.

La più grande produttrice nel settore delle carte al tempo era proprio la stamperia Remondini di Bassano del Grappa. A creare decorazioni di questo tipo erano i più bravi pittori veneziani, che dipingevano su carta ricopiando le immagini dagli originali orientali. Il passaggio successivo era quello di stampare le immagini all’infinito, per poi duplicarle su superfici di vario tipo. In questo modo si offriva a tutti la possibilità di acquistare mobili e complementi d’arredo molto simili ai pezzi più costosi in commercio.

Vedi anche: Natale fai da te

Dalla Francia ad oggi

Visto il grande successo di questa tecnica decorativa, la lacca povera approda in Francia. Da qui il nome decoupage, che è proprio di origine francese. Letteralmente, significa taglia e incolla, proprio per il tipo di lavorazione. Dalla Francia poi, la moda arriva fino in Gran Bretagna, dove le signore aristocratiche collezionavano con cura le figure e dipinti acquistati nel continente per decorare ogni mobile o oggetto. Ad oggi, il decoupage è ancora estremamente apprezzato proprio perché costituisce una tecnica molto semplice, che non richiede particolari doti artistiche. Per questo è ancora molto diffusa, con tantissime riviste, giornali, fiere specializzate e materiali professionali per realizzarlo. In diversi negozi abbiamo la possibilità di trovare tutto ciò che ci serve per avvicinarci a questa tecnica decorativa.

decoupage

La grande quantità di carte, colle, pennelli, oggetti e scrap-art è estremamente vasta. Questo permette anche a un principiante di avvicinarsi a questa tecnica e produrre decorazioni meravigliose. Non solo, le superfici da decorare possono essere di diverse tipologie. Vediamo ora insieme quali sono 10 idee per la casa, realizzate sul legno, sulla carta ma anche sul vetro.

Decoupage: 10 idee per la casa in legno, carta o vetro

Abbiamo già accennato che la lavorazione del decoupage si adatta a superfici differenti. La tecnica decorativa su legno è senza dubbio una delle più antica, come abbiamo raccontato anche nei paragrafi precedenti. Nello specifico, sembra, infatti, che le prime forme di decoupage su legno risalgano fino al Medioevo. In questo periodo, i monaci amanuensi decoravano e arricchivano con questa tecnica i loro libri e manoscritti. In epoca moderna, l’affermazione della tecnica del decoupage arriva dentro le corti europee alla fine del Seicento, soprattutto in Italia, Francia e Gran Bretagna, ispirandosi all’antica tecnica decorativa cinese. Una grande rivisitazione del decoupage ritorna anche nel periodo dell’art dèco, amante dell’estro creativo e più colorato.

Il tipo di lavorazione del decoupage permette però di sfruttare anche altri tipi di superfici. Anche nel caso del vetro, è possibile utilizzare ritagli di carta stampata in forme, colori e dimensioni differenti. La colla a base di acqua, utilizzata spesso con questa tecnica decorativa, permette di decorare in modo creativo e personale. Si adatta a diversi tipi di mobili e complementi di arredo, perfetti da inserire in case in stile shabby chic o arredamento vintage. La finalità è puramente estetica, utile per personalizzare utilizzando semplicemente della carta e della vernice trasparente.

decoupage

Come vedremo più nello specifico, è importante però fare attenzione ad alcune semplici regole per evitare che la decorazione possa risultare rovinata. Un problema piuttosto frequente, dovuto all’utilizzo della colla d’acqua, è quello della creazione di bolle che sminuiscono la bellezza delle decorazioni. Vediamo 10 idee fai da te di decoupage.

Decoupage su scatola in legno

Decorare il legno è una delle tecniche decorative più utilizzate. L’obiettivo del decoupage è proprio quello di migliorare l’estetica di oggetti, mobili e complementi d’arredo. Abbiamo infatti la possibilità di personalizzare, a seconda del gusto personale, ogni oggetto. I materiali da cui prendere i ritagli sono differenti, dalla carta e dalla plastica fino a stoffe e tessuti. Anche per quanto riguarda i materiali da decorare abbiamo larga possibilità di scelta. Nel caso di una scatola di legno, dobbiamo prima di tutto decidere quale sarà la sua funzione una volta finita la fase di decorazione.

decoupage scatola

Per ciò che riguarda questo materiale, possiamo optare per legno grezzo, laccato ma anche naturale. Consideriamo anche le dimensioni e il tipo di effetto che vogliamo ricreare sulla nostra scatola. Possiamo decidere di inserire disegni ritagli in maniera simmetrica oppure di abbellire solo una parte della scatola, come nel caso del coperchio. Nel materiale di cui abbiamo bisogno ci sono anche due diverse tipologie di forbici. La prima normale per i ritagli più grossolani delle figure, mentre la seconda di precisione per rifinire i contorni.

Per realizzare un progetto fai da te casa come questo, è necessario anche servirsi di colla di riso o vinilica. Questa è necessaria per incollare sulla scatola i ritagli e serve anche per isolare la decorazione dalle vernici di finitura, che possono essere ad acqua o ad olio. Decidere di usare la colla ad olio permette di ottenere una colorazione ambrata, perfetta per le decorazioni classiche o per antichizzare. Prima di incollare le figure, possiamo dipingere la scatola di legno con i colori acrilici o a tempera, magari dopo aver steso una mano di bianco.

Tecnica del Decoupage su cassettiera 

Una cassettiera è un complemento di arredo versatile, che possiamo utilizzare nella nostra camera da letto per riporre i vestiti ma anche nell’arredamento salotto di casa nostra. Seguendo i principi di uno stile vintage, capace di restituire nuova vita ai complementi di arredo più antichi, possiamo decidere di dipingere di nuovo una cassettiera e decorarla sfruttando la tecnica del decoupage. L’ideale, prima di iniziare ad abbellire un mobile in legno grezzo, è quello di stuccarlo con carta vetrata. Questo passaggio serve per rendere la superficie più liscia, più semplice da lavorare e per togliere eventuali imperfezioni.

cassettiera decoupage

Successivamente, è necessario applicare una tipologia di vernice o colorante specifici per il legno. La cosa migliore da fare è affidarsi a degli esperti, che sappiano consigliarci la tipologia di vernice più adatta al tipo di legno. La cosa più importante è lasciare che il materiale possa traspirare, proprio perché stiamo parlando di un elemento naturale. Oltre a questo, possiamo decidere di utilizzare anche la vernice vetrificante per il decoupage, utile per regalerà all’oggetto compattezza, resistenza e luminosità anche nel corso del tempo.

Il materiale necessario per decorare una cassettiera in legno comprendere il servirsi dei piedini in legno, che possiamo decidere di dipingere diversamente. Oltre a questo, ci serviranno un paio di pennelli morbidi, un rullo, una vaschetta, smalti colorati, colla vinilica, taglierino, forbici e carte a colori a seconda del tipo di decorazione. Un’idea interessante, oltre che in perfetto stile vintage, è quella della carta decoupage cementine. Possiamo procurarci carte con disegni simili a quelli delle classiche mattonelle artistiche artigianali per pavimentazione e rivestimento, decorando ogni cassetto in modo diverso. Un mobile di questo tipo possiamo anche inserirlo all’interno di un arredamento moderno,

Decoupage su cornice 

Le cornici sono un elemento di arredo molto importante, capace anche di adattarsi a stili di arredamento differenti. Dalla tipologia di colorazione fino al posizionamento della cornice, abbiamo massima possibilità di scelta oltre che di abbinamento. Particolare attenzione va fatta anche in merito all’opera che decidiamo di inserire all’interno della cornice. Una lavorazione vintage è perfetta per foto d’epoca mentre per quadri più moderni possiamo scegliere uno stile minimale. Il decoupage è una tecnica decorativa ideale anche per abbellire e personalizzare una cornice. Lo scopo è quello di non oltrepassare mai l’opera contenuta all’interno, le tonalità di colore devono abbinarsi in perfetta armonia.

decoupage cornice

Una idea interessante per personalizzare la nostra cornice è quella del disegno in rilievo. Vediamolo più nei dettagli! Partiamo dal togliere il vetro smontando la cornice, per poi stendere sul legno con un pennello piatto una mano di colore acrilico. Perciò che riguarda gli abbinamenti, l’ideale è creare una certa armonia con l’ambiente in cui inseriremo il complemento. Dai colori neutri come tortora e bianco fino al verde acqua o all’arancione. Facciamo attenzione anche al tipo di disegno e di decorazione, dovranno sempre risaltare.

Possiamo inserire alcune sfumature picchiettando con una spugnetta, per poi ritagliare con precisione i decori che preferiamo e incollarli sulla cornice. Dopo aver posizionato i disegni dove preferiamo, è necessario usare il pennello con la colla da decoupage sopra i disegni, per farli aderire perfettamente. Un tocco in più può essere dato con la lamina d’oro, bordando i disegni con la colla per lamina e stendendola con attenzione lungo i contorni. Quando la colla diventa trasparente ma appiccicosa, appoggiamo la parte argentata della lamina d’oro a contatto con la colla e facciamola aderire con lo spazzolino da denti, muovendolo delicatamente in senso circolare.

Decoupage su tagliere 

Il tagliere, oltre ad essere immancabile in ogni cucina che si rispetti, può anche diventare un vero e proprio complemento di arredo, soprattutto se realizzato in legno. In ogni caso, dobbiamo fare attenzione ai materiali e ai prodotti utilizzati nella fase di decorazione, proprio perchè verrà probabilmente a contatto con alimenti. Da oggetto d’arredo per abbellire il muro delle cucina shabby chic fino a strumento da cucina, il tagliere è un oggetto rustico e caratteristico ideale da personalizzare.

decoupage lavagna

Per dare nuova vita a un vecchio tagliere in legno, servendoci anche della tecnica del decoupage, possiamo trasformarlo in una piccola lavagnetta da decoupage. Prima di tutto, dobbiamo decidere se dipingerlo oppure lasciarlo al naturale, mantenendo il legno a vista. Rimanendo un complemento d’arredo, non è necessario fare troppa attenzione alla composizione dei prodotti utilizzati. Aggiunte le decorazioni in carta desiderate, dalle scritte ai disegni floreali, nella parte centrale dobbiamo incollare una parte di carta adesiva a lavagna. In questo modo, potremo utilizzare il tagliere come comodo promemoria.

Idea Decoupage su fioriera in vetro 

Passiamo ora a un nuovo materiale, molto sfruttato quando si parla di decoupage: il vetro. A differenza del legno, un materiale più grezzo, il vetro richiede un’attenzione maggiore anche perchè naturalmente lucido. Oltre a questo, nel caso di bottiglie o fioriere, la superficie risulta essere curva e quindi serve accortezza per stendere con cura la decorazione. Procedere con calma è la chiave, assicurandosi che non si formino bolle tra la carta e il vetro: questo ci permetterà di ottenere un risultato finale soddisfacente. Inoltre, per riuscire a conservare la decorazione sul vetro nel tempo è necessario proteggere la superficie con una vernice trasparente lucida.

decoupage fioriera

Almeno due mani di vernice protettiva permetteranno di utilizzare la nostra fioriera senza troppe preoccupazioni. Il consiglio è quello di utilizzare la vernice protettiva anche nella parte interna del collo del contenitore, per poi riempirla di acqua e usarla anche come vaso per i fiori. Oltre alle decorazioni, possiamo decidere di utilizzare la carta di riso come sfondo. Dopo aver pulito la superficie con alcol etilico e averla asciugata con un panno asciutto, possiamo ritagliare le immagini e incollarle con colla vinilica o spray.

Per evitare la creazione di bolle d’aria, possiamo premere leggermente con le dita sulle immagini, in modo che aderiscano alla perfezione. La carta di riso, per essere usata da sfondo, deve essere pressata con un panno leggermente umido per poi andare a riempire gli spazi vuoti rimasti tra un’immagine e l’altra con la carta di riso. Spennelliamo ancora una volta con la colla e lasciamo asciugare la nostra creazione.

Piatti in vetro e decoupage 

Continuando il viaggio della tecnica di decoupage sul vetro satinato o lucido, passiamo alla decorazione dei piatti. Dai grandi piatti di portata fino ai piatti da cucina, una tecnica interessante da utilizzare è quella del sotto vetro. In questo modo, possiamo mantenere intatta la superficie su cui appoggiare gli alimenti e ottenere una deliziosa decorazione.

Come prima passaggio, per poter incollare i ritagli sul retro del piatto, dobbiamo pulire la superficie con un pezzo di carta da cucina imbevuto di alcol oppure stendere uno strato di aggrappante. Prima di fissare le figure sotto al piatto, è necessario controllare la disposizione sul piatto asciutto per valutare il risultato. Per incollare la carta, usiamo la colla velo o la colla vinilica leggermente diluita con acqua. Attraverso l’utilizzo di un pennello piatto, possiamo distribuire il prodotto sul rovescio del ritaglio, procedendo dal centro verso i contorni. Con questi movimenti, è possibile eliminare le eventuali grinze e le bolle. Assorbire la colla che fuoriesce è possibile utilizzando una spugnetta umida, per poi verniciare il piatto.

decoupage piatto

Per dare vita a una base colorata, anche attraverso l’utilizzo di sfumature, meglio usare colori acrilici attraverso un tampone o una spugna. In questo modo, evitiamo di fare troppe pennellate rischiando di far andare via il colore.

Vasetti e decoupage 

Dai piccoli vasetti per i fiori fino ai barattoli da cucina, i vasi di piccole dimensioni sono ormai considerati un vero e proprio complemento di arredo. Se la nostra intenzione è quella di riempirli di acqua o di alimenti, dovremo scegliere vernici e materiali appositi. L’idea che vi consiglieremo oggi è perfetta anche per un regalo speciale, utilizzando semplicemente un vasetto di vetro e della carta di giornale. Come prima cosa, dobbiamo ritagliare scritte o foto significativi oppure esteticamente affascinanti. In questo modo, avremo la possibilità di creare anche un piccolo contenitore di ricordi. Dopo aver pulito con attenzione la superficie, possiamo incollare i ritagli di giornale sul vasetto, sfruttando gli spazi al meglio.

decoupage vaso

Finito questo primo passaggio, sarà necessario utilizzare della vernice trasparente per rendere omogenea e lucida la superficie, oltre che migliorare la conservazione del tempo. Un pò di spago per legare una piccola etichetta da personalizzare sull’apertura e il gioco è fatto!

Decoupage e tovaglioli 

Il tovagliolo decorato con un motivo o delle immagini che apprezziamo particolarmente è un’ottima alternativa alla carta di riso o alla carta da decoupage. Serve attenzione, proprio perchè l’immagine rischia di rovinarsi con facilità. Prima di tutto, le immagini da incollare vanno ritagliate con precisione, servendoci di piccole forbici apposite. Strappare le immagini è più rischioso, possiamo bagnare leggermente i bordi per evitare che le decorazioni si lacerino. Questa tecnica può essere utilizzata quando il tovagliolo risulta particolarmente spesso.

cappello decoupage

Per ricoprire interamente il nostro oggetto, dovremo servirci di numerosi ritagli. Il consiglio è sempre quello di provare in precedenza la disposizione, per osservare l’eventuale effetto finale. Prima di incollare il tovagliolo alla superficie di interesse, il consiglio è quello di eliminare gli strati sottostanti a quello della stampa. Questo renderà più fragile la carta ma, allo stesso tempo, ci offrirà la possibilità di evitare grinze e bolle. La colla va sempre estesa dal centro verso i bordi del disegno, con un pennello morbido. Dopo di che, la fase di verniciatura dipenderà dal finish che vorremo ottenere: lucido, opaco o satinato.

Il tovagliolo può essere utilizzato nella tecnica decorativa del decoupage non solo per superfici come vetro e legno. Interessante è anche l’idea del cappello di paglia, su cui possiamo incollare le decorazioni e le stampe di un tovagliolo servendoci della pellicola trasparente. Quest’ultima serve per premere e per far aderire alla superficie irregolare il disegno.

Scrap booking e decoupage 

Una piccola parentesi va aperta in merito al significato della tecnica dello scrap booking. Per chi non ne ha mai sentito parlare, stiamo parlando di un’arte creativa che consente di decorare album con pagine bianche e fogli di carta aggiungendo foto, ritagli di giornale e decorazioni varie. L’obiettivo di questa tecnica è proprio quello di conservare i ricordi per le generazioni future, dando vita ad album e quaderni unici e personalizzati. Come possiamo intuire da questa prima introduzione, esistono delle somiglianze con la tecnica del decoupage, che però non comprende generalmente l’utilizzo di fotografie.

scrapbooking decoupage

Cartoncini, nastri, fotografie e disegni insieme a colla e forbici possono creare un’opera d’arte a tutti gli effetti. Nel nostro album possiamo decidere di inserire materiale di ogni tipo, a partire da informazioni scritte, poesie e anche pensieri. Comune è anche la scelta di aggiungere biglietti di viaggio, volantini e mappe, oltre a ogni oggetto che richiami al ricordo da conservare. Partiamo dall’idea di incollare tutto ciò che contribuisce a rendere speciale una pagina.

Decoupage e carta velina 

Anche la carta velina è un materiale largamente utilizzato quando si parla di decoupage. Dopo aver reso liscia e pulita la superficie da decorare, con carta vetrata o alcool, possiamo passare alla decorazione. Possiamo decidere di abbellire una scatola di cartone, una figura di legno, una bottiglia di vetro, la copertina di un quaderno e tanti altri complementi di arredo. In commercio esistono tante diverse tipologie di cartavelina, con decorazioni a motivi differenti a seconda del nostro gusto personale. Perfetta anche per lavoretti di natale per bambini.

carta velina decoupage

Partiamo dal ritagliare la carta velina. Per incollarla, è necessario utilizzare un pennello morbido insieme alla colla per il decoupage, ottenuta da un mix di acqua e colla vinilica. Stendiamo un velo di colla sull’area da decorare, distendendo la carta velina e appoggiandola sulla superficie. Dobbiamo fare in modo che aderisca bene alla superficie, usando il pennello dal centro del ritaglio verso i borsi. Possiamo usare anche le dita, per appiattire o per ridurre leggermente le pieghe. Facciamo asciugare completamente prima di usare altra colla o vernice.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.