Colori caldi

Colori Caldi: Significato e Tabella per Pareti e Abbinamenti

Colori caldi, quali sono? I colori sono una componente essenziale della nostra vita quotidiana. Siamo immersi in un mondo di colori che influenzano il nostro stato d’animo e ci trasmettono diverse sensazioni: benessere, passione, energia, meditazione, calma, entusiasmo. Indossare una maglia di colore rosso trasmette a chi ci sta di fronte sensazioni diverse dall’indossare una maglia blu. Lo stesso accade se dipingiamo le pareti di giallo anziché di viola. Perché? Perché ogni colore influenza diversamente la nostra mente e il nostro umore. Adatto sia a una abitazione che a un locale pubblico, come nel caso dell’arredamento bar.

Alcuni colori sono in grado di eccitarci e trasmetterci buonumore, altri invece ci rilassano e donano pace interiore. Come facciamo a distinguere i colori in base alle sensazioni che trasmettono? È molto semplice, basta distinguerli in base alla “temperatura” e quindi in base alle emozioni che suscitano nell’animo umano (anche se c’è da dire che ognuno di noi può avere reazioni diverse alla vista di un colore). Scopriamo insieme come differenziare i colori in base alle sensazioni che trasmettono e come usare questa distinzione nel mondo dell’interior design. Siete curiosi?Colori caldi

Colori caldi: significato e tabella

Benché il meraviglioso mondo della cromoterapia affascini e ci riveli ogni giorno cose nuove, è possibile distinguere in modo oggettivo (e non su una valutazione soggettiva personale) i colori in base alla loro temperatura in caldi, freddi e neutriI colori situati nella parte destra del cerchio di Itten richiamano alla mente la luce e il calore del sole, del fuoco e possiamo definirli caldi, mentre quelli situati a sinistra evocano nella nostra mente il blu del mare, il verde dei campi sconfinati e sono definiti freddi. Soffermiamoci ora sui colori caldi: quali sono e perché sono denominati così? I colori caldi sono:

Curiosità

Sono tonalità che eccitano, trasmettono una sensazione di calore, suscitano gioia, allergia, buonumore, energia, forza, potenza, passione; tinte che ci ricordano immediatamente l’estate e il caldo. Sono colori solari sia perché sono collegati direttamente ai colori del Sole, sia in senso figurato perché usarli e indossarli infonde coraggio ed energia. L’opposizione ai colori freddi è immediata. L’occhio e la mente umana associano le tonalità calde al buonumore, alla positività, alla felicità, alla gioia di vivere, al benessere fisico e alla sensazione di calore. Sono tinte armoniose, invitanti, accoglienti, rassicuranti. Di contro hanno il difetto che alla lunga possono stancare la vista e diventare noiose e monotone.

Come fare? Basta usare i toni caldi in abbinamento ad altri colori. Nel mondo del web i colori definiti caldi danno la percezione di urgenza perché hanno la capacità di avanzare la nostra percezione temporale e di far risaltare gli oggetti mettendoli in primo piano. Per sperimentare la differenza tra colori freddi e caldi, basta entrare in una camera dipinta di rosso e in una camera dipinta di blu. La differenza è abissale.

Oppure si può fare un esercizio chiudendo gli occhi ed immaginando il rosso. Si noterà che subito la nostra mente genererà immagini legate al calore, al fuoco, alla forza, all’eccitazione e all’energia, al sangue e al desiderio. Ma cosa succede se usiamo questi toni caldi per le pareti delle stanze della nostra casa? Scopriamolo insieme.

Colori caldi per pareti

Il rosso è il re indiscusso dei colori caldi. Quando pensiamo al rosso subito ci viene in mente il rosso Valentino, quel rosso sensuale, caldo, seducente, viscerale, intenso, vivo, passionale, energico. Indossarlo denota spontaneità, motivazione, passione, forza, ma anche voglia di apparire, sedurre, conquistare. Ma cosa succede se usiamo questo colore per tinteggiare le pareti di una camera?

Il rosso attiva i sensi, stimola la vista e genera desiderio. C’è chi non riesce ad osare e tinteggiare tutte le pareti di rosso, allora opta per una sola parete (ad esempio quella alle spalle del divano in soggiorno). C’è anche chi i toni caldi per le pareti non riesce proprio ad usarli, allora opta per piccoli dettagli rossi o per i complementi d’arredo di questa tinta.

Questi colori sono ideali per la zona giorno, ma sono altamente sconsigliati per la zona notte (destinata al riposo e al benessere della mente quindi meglio optare per i colori freddi che sono rilassanti e non eccitanti). Esistono infinite sfumature di rosso come il ciliegia e il cremisi, perfetti per una cucina moderna. Anche lo stile etnico si sposa benissimo con i toni caldi. Ovviamente vanno evitate queste tonalità se la vostra zona giorno non è in stile country ma è stile provenzale. I rossi che virano all’arancio sono perfetti per le pareti della cucina. Danno energia e forza a chi li osserva e sono ideali abbinati a mobili total white.

Curiosità

Come già detto in precedenza, anche se il rosso indica passione, non è adatto per la zona intima notte. Se proprio non riuscite a rinunciarci meglio optare per tinte tendenti al violaceo. Per chi non riesce ad osare può optare per una singola parete d’impatto dipinta di rosso in salotto e il gioco è fatto (magari quella alle spalle di poltroncine nere). Unico neo del rosso è che non può essere assolutamente usato nello studio. Secondo gli psicologi, ha un forte potere di distrazione che penetra a livello inconscio nella nostra mente. Quindi se non volete ridurre la vostra produttività, tenete lontano il rosso dalla scrivania e da dove lavorate.

Colori caldi abbinamenti

Come si abbinano i colori caldi? Ecco alcune opzioni di abbinamento colori:

  • rosso e bianco
  • giallo e marrone
  • bianco e arancio
  • tortora e cioccolato
  • marrone e oro
  • giallo e verde chiaro

Le tinte calde si abbinano bene tra colori, ma anche con colori neutri come beige, panna, crema e bianco. Potete anche osare e giocare sul contrasto (blu e rosso, rosso e giallo, rosso e rosa, blu e giallo, rosso e viola, rosso e arancio).

Colori caldi per arredamento

Vestire o arredare casa con tonalità calde è ideale per chi desidera ambienti calorosi ed accoglienti: dal rosso acceso all’arancio, passando per il giallo e tutte le sue sfumature, adatte ad accontentare anche i gusti più difficili. Una volta individuata la nuance del vostro cuore non resta che decidere se usarla per le pareti o l’arredo. Se la vostra scelta ricade sulla seconda opzione, dovete sapere che lo sposo ideale dei toni caldi è il legno come materiale.

  • L’arancione dona un tocco chic ed è sinonimo di sofisticatezza (un tempo era il colore prediletto per le dimore nobiliari).
  • Il giallo amplifica la luce ma resta un colore sconsigliato.
  • Il rosso resta il principe dei colori caldi, ma va usato con cautela nell’arredo. Il troppo storpia, e l’effetto pugno in un occhio è dietro l’angolo. Se usate questo colore meglio alternarlo al bianco per smorzare i toni accesi.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.