verde lime

Verde Lime: Come si ottiene? Fluo, Pastello e Abbinamenti

Il verde lime è uno dei colori più frizzanti e più in voga in questo ultimo periodo. Parliamo di una colorazione amata sia per l’abbinamento degli arredi e nell’abbigliamento. Il verde lime è una via di mezzo tra il giallo e il colore chartreuse e, come abbiamo già detto, si tratta di una nuance adatta a moltissimi utilizzi diversi. Il nome deriva dal frutto omonimo, in italiano più comune come limetta. Si tratta di un colore fresco, vivace, estivo, spesso associato alla natura e al relax. Un colore che, anche alla vista, comunica molta energia.

Molto utilizzato per siti web, per campagne di marketing e comunicazione, il verde lime non passa inosservato. Vi siete mai chiesti perché la maggior parte dei volantini pubblicitari si caratterizzino per la presenza di questo colore? Perché attira l’attenzione con un solo sguardo! È avvincente e intemperante e, per tale motivo, deve essere utilizzato con cautela, specie nel campo dell’abbigliamento o dell’arredamento di design. Il troppo storpia ma un tocco di originalità nella propria abitazione è ciò che serve. Vediamo tutto ciò che c’è da sapere su questo colore e come abbinarlo nel migliore dei modi per non renderlo eccessivo.

Verde Lime: come si ottiene?

Se dobbiamo partire da altri colori e vogliamo arrivare al color verde lime. Abbiamo dedicato un intero articolo a che cosa sono i colori primari, analizzando da vicino anche che cosa significa creare un colore da zero. Per quanto riguarda creare e ottenere il verde lime, possiamo dire che è sufficiente aggiungere al giallo piccolissime quantità di blu fino a che non si raggiunge il colore desiderato. Non è l’unico modo per ottenere il colore in questione, d’altra parte. Per chi desidera davvero ottenere questo colore, riportiamo anche le percentuali che possono tornare molto utili. Dobbiamo sapere che calcolare le diverse percentuali può modificare il risultato finale: ci servono rosso per l’81.96%, verde all’ 88.63% e blu 19.22%.

Verde Lime: Classificazione

Oltre a definire questa colorazione, è interessante avere anche alcuni riferimenti di classificazione dello stesso. Nello specifico, come viene classificato il colore verde lime secondo il codice RGB e la classificazione Pantone. Questo, soprattutto se parliamo di arredamento e complementi di design, è una informazione molto utile per capire come distinguere questa colorazione da altre. Non solo, esistono sfumature differenti che possono essere comprese solo attraverso un codice universale. Entriamo più nello specifico e vediamo di cosa stiamo parlando.

Codice RGB

Adesso vedremo come è classificato il colore verde lime all’interno del codice RGB. Ci sono vari codici per identificare i colori, così avviene anche per diverse sfumature di verde lime. I tre numeri identificativi, secondo il sistema RGB, corrispondono alle quantità di rosso, verde e blu (red, green, blue= RBG). Vediamo ora i codici RGB riferiti al verde lime:

  • Polpa di lime (RGB: 200, 225, 137), il colore della polpa del frutto del lime;
  • Lime elettrico (RGB: 204, 255, 0), un colore creato da Crayola nel 1990;

  • Lime (RGB: 191, 255, 0), la colorazione più chiara;
  • Verde (RGB: 0, 255, 0) che è il colore vero e proprio chiamato ‘lime’;

  •  Lime verde (RGB: 50, 205, 50), quest’ultimo corrisponde al colore più scuro della buccia del lime.

Verde Lime: Pantone

Pantone si occupa di classificare colori e di dettare moda da tempo. Ormai è diventata un vero e proprio cult, tanto che Pantone ha creato un vero e proprio marchio iconico. Anche la famosa azienda Pantone propone alcune tonalità di verde lime, che sono: Lime Green, Lime Online e Golden Lime. Qui, nell’immagine sottostante, potete osservare da vicino quali sono le differenze e rendervi conto di quante sfumature di verde lime possiamo considerare.

verde lime pantone

Verde Lime Fluo

Passiamo adesso a parlare di una tonalità opposta di verde lime, quella fluo. A differenza di quella pastello, infatti, qui la carica energetica viene massimizzata. Il colore potrebbe diventare difficile da gestire, proprio perché molto intenso e fluorescente, ma tutto sta nella nostra capacità di abbinamento. Ritroviamo questa nuance tra quelle più in voga negli ultimi anni, proprio perché capace di rivoluzionare un’intera area della casa piuttosto che un intero outfit. Una delle caratteristiche dei colori fluorescenti, per esempio, è che sono talmente tanto vivaci e intensi che risultano visibili anche al buio. Non si tratta sicuramente di una colorazione adatta a stanze della casa in cui dobbiamo rilassarci, come il bagno piuttosto che la camera da letto. I colori evidenziatore devono essere sempre dosati con cura!

Verde Lime pastello

Un’altra variante del colore verde lime, più soft rispetto a molte altre, è il verde lime pastello. Abbiamo già accennato, qualche paragrafo fa, che il suo codice è RGB è 102, 255, 102. Si tratta, in ogni caso, di una scelta sicuramente impegnativa perché la carica frizzante ed energetica della tonalità rimane intatta. D’altra parte, possiamo optare per questa soluzione se desideriamo inserire nell’arredamento della nostra casa o nel nostro guardaroba questa colorazione. Gli abbinamenti di questa tipologia di verde sono differenti, vanno scelti e pensati con cura per riuscire ad ottenere un risultato soddisfacente. Dobbiamo abbinare un colore così carico a tonalità più neutre, come il color tortora per esempio. Lasciamo libero spazio all’immaginazione!

verde lime

Verde Lime e Abbinamenti

Il verde lime e le sue sfumature sono colori molto versatili. Questo perché si possono abbinare al bianco, agli ocra, ai gialli, i nudes, se si vuole uno stile un po’ più soft. D’altra parte, possiamo scegliere un azzurro cielo, un viola, un arancione, se siamo degli amanti dei contrasti. Quando vogliamo inserire questa nuance in un outfit dobbiamo decidere quanto vogliamo che il colore sia preponderante: un look total lime se ci piace osare, oppure un accessorio, come una scarpa, un fazzoletto o una borsa, possono essere idee per inserirlo gradualmente nel proprio guardaroba. Per un look tono su tono possiamo consigliare alcune sfumature simili a questa colorazione:

  • verde giallo RGB 173, 255, 47
  • verde chiaro RGB 102, 255, 0
  • chartreuse RGB 127, 255, 0
  • verde primavera RGB  255, 127,
  • verde pastello chiaro RGB 102, 255, 102

Facciamo attenzione ad abbinare con cura, senza creare un effetto troppo intenso e impegnativo. Il lime deve comunicare freschezza.

Verde Lime: Arredamento

Il color verde Lime può essere adatto per un sofà, un pouf o una poltrona. Come abbiamo già accennato, possiamo trovare diverse sistemazioni di questa colorazione anche nella nostra abitazione sempre pensando con attenzione agli abbinamenti. L’ideale è infatti trovare il giusto equilibrio stemperando la colorazione con toni più caldi e neutri. Quindi questa tipologia di verde possiamo usarla per tovaglie, tende o cuscini, che possono dare un tocco più allegro e frizzante alla casa.

Detto questo, abbinarlo? Con quali stili riesce a creare un ambiente accogliente? Sicuramente meglio inserirle in zone giorno della casa, come soggiorno o cucina, dosato nel giusto modo e abbinato a colori neutri. Possiamo anche scegliere questo colore per alcuni pensili della cucina o per complementi di arredo del bagno. Insomma gli usi di questo colore sono molto variegati, e nelle sue varie nuance può offrire un ottimo risultato estetico in tutta la casa. Arredamento moderno e stile minimal sono, senza ombra di dubbio, due delle tipologie di design in cui riusciremo ad inserirlo con più facilità. Per esempio, una scelta allegra e ironica per utilizzare questo colore è il frigorifero Smeg, proprio nella tonalità verde lime.

verde lime

Verde Lime Pareti

Se non si vogliono rinnovare gli arredi, ma si vuole cambiare l’aspetto della propria casa, è possibile optare per un verde lime per dipingere le pareti. Anche in questo caso, possiamo utilizzare questo colore in qualunque ambiente meglio se dedicato alla vita di giorno proprio perché comunica energia. Si ottengono ottimi risultati se abbinato a uno stile minimalista e contemporaneo, con mobili dal design pulito e semplice. Teniamo anche conto del fatto che, in presenza di una porta finestra o comunque con l’esposizione alla luce naturale, le pareti di questa nuance renderanno l’ambiente più ampio e luminoso.

Se pensate che utilizzare questo tipo di verde su tutte le pareti risulti eccessivo, si può scegliere di dipingere una sola parete con questa tonalità. Si tratta della scelta migliore per dare armonia al resto della casa oltre a creare un tocco particolare a una camera o ad un bagno. Altrimenti, si può decidere di utilizzare una tonalità di lime più tendente al pastello, per esempio il color polpa di lime. Questo renderà l’atmosfera più romantica e aiuterà a far sembrare più ampia una stanza di piccole dimensioni.

verde lime pareti

Verde Lime: Abbigliamento

Anche per quanto riguarda abbigliamento e accessori, il verde lime è un colore molto diffuso ormai. Si adatta a uno stile giovanile ed estivo, soprattutto se optiamo per un tono tendente al neon. Bisogna saperlo indossare, per esempio abbinandolo ad accessori che valorizzino l’intensità della nuance senza esagerare. Qui qualche esempio di outfit da Vogue. I colori neon sono molto utilizzati anche nella stazione primavera-estate 2020, non a caso tra di essi ritroviamo il verde lime. Questa stagione, per esempio, brand come H&M propongono molti capi in questa tonalità. Diamo una possibilità anche a un colore acido come questo, capace di far risaltare una carnagione abbronzata per esempio.

verde lime abiti

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.