Colore blu navy

Colore Blu Navy: come si ottiene, pantone, abbinamenti e pareti

Il colore blu navy, anche chiamato in italiano blu marino, è una delle sfumature più scure ed intense della palette dei blu. Questa tonalità, che si avvicina moltissimo al nero, si presenta come una nuance coinvolgente, profonda e particolarmente elegante. Ispirata alle sfumature dell’oceano e degli abissi più profondi, ma anche al cielo in una notte buia senza stelle, il blu navy è la nuance perfetta per rendere British un bell’appartamento in centro città o dare un tocco aristocratico e sofisticato alla casa al mare.

Le origini di questo colore non possono che essere legate al mare. Dal lontano 1748 il blu marino è il colore ufficiale delle divise della marina militare britannica. La scelta è dovuta alla capacità di questa tonalità di resistere meglio di altre allo sbiadimento dovuto al sole e alla salsedine del mare. Non a caso il “Marine Blue” (così era chiamato fino al 1840 quando fu adottato il nuovo nome blu navy) è stato utilizzato anche per le uniformi degli americani durante molte guerre. Oggi questa nuance riscuote un forte successo nell’abbigliamento, soprattutto maschile ed è considerata un simbolo di grande eleganza e classe. 

Il blu navy è un colore simbolo di forza e di equilibrio e come tutte le sfumature di blu ha il potere di rilassare la mente e favorire la calma. Questa tonalità ha la capacità di allontanare l’ansia e le tensioni e rilassare il battito cardiaco nonché la pressione. Rende le persone meno sensibili alle minacce esterne e meno stressante nell’ambiente domestico così come su quello di lavoro. Chi ama il colore blu navy è una persona calma ed equilibrata, serena e tranquilla, un individuo che odia le situazioni stressanti ed evita i litigi inutili. Chi detesta questa tonalità invece è una persona incline all’ansia e alla depressione e con poca autostima di sé e forte sfiducia nel prossimo. Nei sogni il colore blu navy è simbolo di riflessione, riposo, quiete, pace e serenità.

Colore Blu Navy: come si ottiene

Come si ottiene il blu marino? Il blu navy è una sfumatura di blu e quindi rientra nella palette dei blu. Per ottenerlo basta mescolare il blu con un po’ di nero e il gioco è fatto. Se si nota che non è la gradazione desiderata e il colore è davvero troppo scuro, allora basterà aggiungere un tocco di bianco. 

Colore Blu Navy Pantone

Il codice RAL del blu navy è 5002, mentre quello RGB è #00387b. Pantone invece individua il blu navy come 19-3832 e lo descrive come una tinta meno luminosa del Classic Blue (19-4052), famoso per essere nominato colore dell’anno 2020, e come una tonalità che evoca il senso del mare, dell’infinita profondità dell’oceano, ma rappresenta anche un’ancora di salvezza che trasmette sensazioni di equilibrio, armonia, calma e stabilità.

Colore Blu Navy: abbinamenti

Il colore blu marino non è difficile da abbinare, basta ricordare la regola fondamentale di scegliere sempre una tonalità più chiara di qualche tono. Si può abbinare facilmente a tutti i colori pastello come il rosa antico, il verde salvia, ma anche a tinte vivaci come il giallo canarino, il giallo ocra e il prugna. A prescindere dalla stagione dell’anno, l’abbinamento bianco e blu navy è sempre vincente. Tipico dello stile mediterraneo, questo mix di colori è ideale non solo per l’abbigliamento estivo, ma anche per l’arredo di una casa al mare magari abbinandolo al legno chiaro o ad accenti di colore vivaci come il rosso melograno per i complementi d’arredo. Il blu navy è perfetto anche da accostare a pareti tortora, in modo da dare armonia ed equilibrio tra le varie stanze e all’intera casa.

Per chi desidera abbinamenti insoliti e capaci di catturare l’attenzione al primo sguardo, allora la scelta migliore è l’abbinamento blu marino ed albicocca oppure blu navy e celeste. Per chi desidera un accostamento più sobrio di tinte che sia per la casa che per l’outfit allora può abbinare il blu marino a colori più caldi e terrosi come tortora o terra di Siena. 

Pareti colore Blu Navy 

Per chi ama il colore blu navy la prima scelta da fare è se dedicare a questa elegante nuance una singola parete oppure tutte le pareti della camera. Questa tonalità si abbina perfettamente a qualsiasi tipo di stile di arredo, da quello più glamour e un po’ retrò a quello moderno e contemporaneo, ma attenzione agli ambienti molto piccoli o poco illuminati: per evitare di restringere otticamente ancor di più gli ambienti, meglio scegliere una singola parete da tinteggiare di questo colore.

Il blu marino è il colore ideale per tinteggiare le pareti della zona notte poiché è un colore rilassante e riposante, ma anche per lo studio poiché è una tonalità che stimola la creatività e la concentrazione ed allontana lo stress quotidiano.

Anche il bagno è l’ambiente perfetto per il blu navy sulle pareti magari abbinando tessili dai tessuti come lino o cotone bianco per accentuare la sensazione di benessere e leggerezza e a pavimenti molto luminosi di marmo o color cemento chiaro. Nulla vieta però di usare il blu navy anche per dare un look nuovo alla cucina: perfetto per tinteggiare le pareti in abbinamento al bianco candido dell’arredo e a materiali come il granito.

Per la camera da letto l’ideale è riservare il blu marino ad una singola parete, quella dietro la testata del letto ed optare per un total blue per la biancheria e le tende. E il soggiorno? Nella zona living il blu navy è un classico intramontabile perfetto per la parete dietro la libreria o dietro al divano in velluto della stessa tinta o in bianco, magari in abbinamento a poltrone dai colori vivaci come senape e magenta e un tappeto écru

Condividi questo articolo

Una risposta

  1. Buonasera, avrei bisogno di un consiglio.
    Ho acquistato una cucina Ikea modello BODBYN grigio e vorrei colorare una parete della cucina/sala pranzo .
    Di quale colore potrei farla?
    Pensavo ad un blu navy, ma non vorrei fosse troppo scuro.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.