Colori complementari

Colori Complementari: cosa sono? Schema colori e scuola primaria

Cosa sono i colori complementari e perché si chiamano così? Come tutti sappiamo non esistono solo i colori primari e quelli secondari, ma anche i colori complementari. Si tratta di coppie di colori in posizione diametralmente opposta sul cerchio cromatico (blu e arancio, giallo e viola, rosso e verde). Non bisogna lasciarsi ingannare dal termine complementare e dare per scontato che queste coppie di colori “stiano oggettivamente bene insieme”. Cosa intendiamo dunque con complementari?

Complementare significa “ciò che completa”, infatti ogni coppia di colori insieme contiene la triade dei colori primari (rosso, giallo e blu). Accostandoli questo tipo di colori si noterà un forte contrasto tra i due colori. Per questa ragione vengono studiati e sapientemente usati nel marketing e nel design. Quando si affiancano due colori complementari, sembrano vibrare ed emanare una forte carica di energia. Se due di questo tipo si mischiano, perdono intensità e luminosità e finiscono per creare un colore intermedio nella scala dei grigi. Ma quali sono e come riconoscerli? Scopriamolo insieme.

Colori complementari: cosa sono?

I colori complementari si trovano ai due estremi opposti del cerchio dei colori (o cerchio cromatico). Uno appartiene al gruppo dei colori caldi e l’altro al gruppo dei colori freddi. Ogni coppia contiene i tre colori primari. Per capire quali sono basta osservare la ruota dei colori e seguire queste tre regole fondamentali:

  • Il complementare di un colore primario è un colore secondario
  • Quello di un colore secondario è un colore primario
  • Il complementare di un colore terziario è un altro colore terziario

Van Gogh sperimentò in maniera ardita e interessante il contrasto dato dall’accostamento dei colori complementari nelle sue opere. Osservando i suoi meravigliosi quadri si nota una prevalenza di tinte rosso-verdi, blu-arancioni o ancora giallo-viola. Attraverso il sapiente uso dei colori complementari, questo grande artista riuscì a rendere la forza delle terribili passioni umane (come affermò lui stesso). Ma quali sono le combinazioni di questi colori? Scopriamoli insieme.

Schema colori complementari

Quali sono i colori complementari? Basta osservare il cerchio di Itten, che scriveva:

Solo a chi lo ama il colore manifesta tutta la sua bellezza e la propria intima essenza. Può essere usato da chiunque ma solo a chi lo adora appassionatamente svela il suo profondissimo mistero

Il colore ha un potente effetto comunicativo sulla mente umana. Ogni colore trasmette e comunica emozioni diverse. Ecco perché bisogna usare (ed accostare) bene i colori. Itten fu il primo a studiare ed ordine i colori in primari, secondari e complementari. Per aiutare ordinò visivamente i colori in un cerchio cromatico che da lui prese il nome. Questo studio scoprì che abbinando colori diametralmente opposti nel cerchio si ottiene la combinazione cromatica perfetta. I colori complementari se accostati danno il massimo grado di luminosità e vivacità, se sovrapposti invece si annullano in un grigio-neutro. Ecco alcune delle combinazioni:

  • giallo e viola e viceversa
  • rosso e verde e viceversa
  • blu e arancione e viceversa

Attenzione però: non sempre accostare due colori di questo genere può risultare gradevole alla vista; in alcuni casi l’effetto è caotico o troppo vivace.

Arancione e blu colori complementari

Colori complementari scuola primaria

Per far comprendere ai bambini della scuola primaria i colori complementari, lo strumento ideale è il cerchio cromatico e illustrare praticamente la posizione opposta dei colori cosiddetti complementari. Una volta spiegata la teoria, si passa all’applicazione della nozione appresa dando ai bambini schede da colorare seguendo la regola appena appresa.

Colori complementari per trucco

Anche chi non è appassionata di make-up, almeno una volta nella vita ha sentito la fatidica frase: “per risaltare al meglio il colore del tuo iride bisogna usare un colore complementare“. Ma cosa significa esattamente per le “non addette ai lavori”? Secondo la teoria dei colori, accostando due colori complementari si esalteranno a vicenda. Quindi anche nel make-up bisogna osservare il cerchio cromatico per scegliere le tonalità. Come fare? Basta partire dal proprio colore di occhi:

  • per gli occhi verdi bisogna usare come tonalità mattone, borgogna, prugna, rosa, rosso, magenta e quindi i colori in posizione opposta al verde
  • per gli occhi azzurri bisogna usare come tonalità il giallo/oro, l’ocra, l’arancio e il dorato
  • per gli occhi castani meglio optare per tonalità come il blu e il petrolio

Non solo per l’ombretto, anche per il correttore è importante affidarsi alla regola dei colori complementari. Bisogna usare il correttore colorato giusto per coprire il tipo di occhiaia. Come fare? Ecco i nostri consigli da esperte:

  • il correttore verde serve per correggere rossori
  • per le occhiaie bluastre violacee meglio un correttore aranciato
  • il correttore lilla è invece ideale per le zone spente, opache del viso
  • per occhiaie marroni l’ideale è un correttore beige o lilla
Colori complementari rosso e verde, ideali per essere impiegati nel trucco

La regola del colore complementare può essere applicata anche nella scelta del rossetto da indossare. Se usate un trucco occhi intenso puntate a labbra nude, naturali. Se scegliete un trucco occhi semplice e neutro, osate con il rossetto sulle labbra. I colori scuri sulle labbra evidenziano il pallore della pelle e danno un’aria spenta e stanca (colori come prugna, marrone, cioccolato). I rossetti color viola e malva solo se avete denti bianchissimi, perché tendono ad ingiallirli attenzione. Il rosso freddo sulle labbra tende invece a sbiancare i denti (otticamente almeno). Questi sono tutti i nostri trucchetti di trucco quotidiano o per occasioni speciali. Che ne pensate?

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.